Articoli in evidenza:

mercoledì, dicembre 30, 2009


Re Mihai chiede moralità, fede, memoria

Il re della Romania Mihai (Michael) per il Natale ha inviato un breve messaggio televisivo alla nazione.

Il sovrano si auspica che il governo continui a sviluppare il paese.
Inoltre ha detto che : "Il mondo di domani non può esistere senza morale, senza fede e senza memoria."
"E' tempo di seguire le orme degli uomini che prima hanno guidato la Romania. Erano tutti guidati dal senso del dovere, del coraggio e altruismo". La Romania perderà il rispetto e la fiducia del mondo, se noi continuiamo a fare a meno di questi ideali."


Il Re ("Dio mi ha dato una lunga vita") ha promesso di continuare a lavorare per il paese insieme ad altri membri della famiglia reale.
"Nel tentativo di portare un futuro migliore per i romeni.
Saremo sempre con voi ", ha detto." Così Dio ci aiuti!"

Link
Mesajul regelui Mihai de Crăciun

lunedì, dicembre 28, 2009

Vittorio Emanuele III nacque a Napoli l’11 novembre 1869 dal Re d’Italia Umberto I e dalla Regina Margherita.
Sposa il 24 ottobre 1896 a Roma la Principessa Elena di Montenegro.
Principe Ereditario fino al 29 luglio 1900 con il titolo di Principe di Napoli.
Fu Re d'Italia dal 1900 al 1946, Imperatore d'Etiopia dal 1936 al 1943 e Re d'Albania dal 1939 al 1943. Abdicò il 9 maggio 1946 e gli succedette il figlio Umberto II.
Il 9 maggio 1946, con la Consorte, parte da Napoli in esilio volontario ad Alessandria d’Egitto, scegliendo il titolo di Conte di Pollenzo.
Muore il 28 dicembre 1947 ad Alessandria d’Egitto ed è sepolto provvisoriamente dietro l’altare maggiore della chiesa di Santa Caterina.

Auspichiamo il rientro in Patria dell'Augusta salma e della sua tumulazione nel Pantheon di Roma.

VIVA RE VITTORIO EMANUELE III

ascoltate la voce di Re Vittoro Emanuele III

sabato, dicembre 26, 2009

Il messaggio di Sua Maestà Elisabetta II per il giorno di Natale.



Regina Elisabetta II ha detto : "Il 2009 è stato un anno difficile per molti, in particolare a cause dei perduranti effetti della recessione economica".
"Possiamo essere noi stessi di fronte ad una serie sconcertante di difficoltà e le sfide, ma non dobbiamo mai smettere di lavorare per un futuro migliore per noi stessi e per gli altri."

Ha continuato a rendere omaggio a coloro che hanno perso la vita nel conflitto in Afghanistan.
"Sono sicuro che siamo stati tutti colpiti da eventi in Afghanistan e rattristati per le perdite subite dalle nostre forze che vi prestano servizio".
"Il nostro pensiero va ai loro parenti e amici che hanno dimostrato grande dignità di fronte alla grande perdita personale."

La regina Elisabetta ha anche elogiato il Commonwealth, che quest'anno ha celebrato il suo 60° anniversario, e lo ha chiamato il "volto del futuro".
"In molti aspetti della nostra vita, nello sport, l'ambiente, lavoro o la cultura, la connessione del Commonwealth rimane viva e arricchisce".

venerdì, dicembre 25, 2009

L'imperatore del Giappone ha festeggiato il suo 76 compleanno dal balcone del Palazzo Imperiale di Tokyo.
23 dicembre 2009

People Celebrate Emperor Akihito's 76th Birthday


Centinaia di sostenitori lo applaudivanto e sventolavano bandiere giapponesi, mentre l'imperatore Akihito li salutava e lasciava un breve discorso. L'imperatore era accompagnato dalla moglie Michiko, dalla la coppia principesca, e dal principe Akishino e la principessa Kiko.

Nel suo discorso, l'imperatore ha toccato tematiche vicine a molti giapponesi.
"Le gravi condizioni economiche hanno portato a molte difficoltà adesso mi auguro che il prossimo anno sarà megliore."

Akihito ha anche detto alla folla che la sua salute sta migliorando rispetto allo scorso anno. (soffriva di ulcera allo stomaco causata da stress).

Questo anno però l'imperatore non ha tenuto una conferenza stampa per il suo compleanno.

"La prima cosa che mi viene in mente è la condizione di tante persone che si trovano in difficoltà a causa delle gravi crisi economica nel nostro paese, innescata dalla crisi finanziaria globale," ha detto il sovrano.

"Mi addolora il cuore che ci sono persone che hanno anche perso le loro case".
"In autunno, c'è stato un aumento del numero di pazienti infettati dal nuovo influenza H1N1... Sono preoccupato di come sarà la situazione l'anno prossimo.
"Spero che le misure preventive, quali l'esecuzione del vaccino antinfluenzale possa evitare una pandemia".


In Giappone, il compleanno dell'imperatore, è una festa nazionale.
Molti politici, compreso il Primo Ministro Yukio Hatoyama, si sono congratulati con Akihito.

Link
Japan's emperor celebrates 76th birthday

Japan’s emperor celebrates 76th birthday

Emperor says health better, to keep load light

Il re di Spagna ha fatto gli auguri agli spagnoli.

Nel suo tradizionale messaggio di Natale dal Palazzo della Zarzuela, re Juan Carlo ha affrontato anche la crisi economica e le sue conseguenze sull'occupazione.
Il re ha inoltre esortato a superare le differenze tra le comunità e ha evidenziato il coinvolgimento del Principe delle Asturie.

Il re era fiancheggiato da una serie presepi e dalle bandiere della Spagna e dell'Unione europea, di cui la Spagna assumerà la presidenza di turno il 1 gennaio.

Re Juan Carlos ha chiesto 'la comprensione e la solidarietà' e ha chiesto alla società, ai politici e alle parti sociali e sindacati di superare insieme le tensioni e le divisioni.

Per leggere il discorso del re di Spagna, clicca qui sotto.
Mensaje de Navidad de Su Majestad el Rey

Per vedere il video del re di Spagna, clicca qui sotto.
video

In occasione del Natale, la Regina Beatrice dei Paesi Bassi ha voluto lasciare un messaggio ai suoi connazionali,

Clicca qui per vedere il video.
VIDEO Kersttoespraak 2009

Clicca qui per leggere il discorso
Kersttoespraak 2009

Il Granduca di Lussemburgo si rivolge ai suoi connazionali in occasione del Natale.
Nel link qui sotto riportato c'è il video del discorso del Granduca dove si può vedere anche le decorazioni di Natale nel Palazzo Granducale.

Discours de Noël de S.A.R. le Grand-Duc

Il Principe William è stato di parola quando disse che avrebbe trascorso una notte tra i vicoli di Londra per capire meglio la situazione dei giovani senza fissa dimora.

Il giovane che un giorno sarà re di Gran Bretagna è patrono della associazione Centrepoint, una carità che lavora per i senzatetto, in primo luogo i giovani.
La Principessa Diana lo presentò all'organizzazione quando era giovane, in modo che lui e suo fratello non dimenticassero quanto sono fortunati e che aiutassero chi ha bisogno di aiuto.
Al fine di richiamare l'attenzione sul problema dei giovani senzatetto, il futuro re d'Inghilterra ha dormito su una scatola di cartone con il responsabile della carità, insieme a pochi altri.
Ci è anche stato un momento di paura quando il gruppo è stato quasi investito dai netturbini, che mostra quanto spesso sia vulnerabile la gente per le strade.

Dopo la notte, William ha affermato : "dopo questa notte, non posso neanche immaginare quanto possa essere difficile dormire ogni notte all'aperto per le strade di Londra."
Il Principe ha continuato: "La povertà, la malattia mentale, la dipendenza alla droga e alcool e le famiglie divise sono i motivi principali che causano delle persone senza casa. Mi auguro di approfondire la mia conoscenza del problema, in modo che io possa aiutarli di più".

Una fotografia rilasciato dalla carità mostra William nel vicolo in jeans, una maglietta grigia con cappuccio.
In un articolo del sito Web della Carità, Obakin detto che l'idea di William di trascorrere una notte per le strade come dormono all'addiaccio in Gran Bretagna è stata una idea covata a marzo.

"Egli è stato determinato, come sempre, a comprendere a fondo l'intera gamma dei problemi che un giovane senza fissa dimora possa trovarsi ad affrontare", ha detto Obakin.

Link
il giornale

Il principe William tra i senzatetto

giovedì, dicembre 24, 2009

Il re dei belgi ha deciso di utilizzare degli appartamenti per dare rifugio a due famiglie senza tetto durante il freddo inverno.

Belgian Royal Family Christmas Concert and Reception

Gli appartamenti sono di proprietà della Royal Trust, che gestisce una serie di immobili messi a disposizione dallo Stato nei pressi del castello reale in Ciergnon Ardenne.

Il re Albert II e il resto della famiglia reale non sono i proprietari di questi appartamenti ma fanno parte dei palazzi reali.

"Questa disposizione è stata davvero la volontà del re e della famiglia reale", ha detto il segretario di Stato, Philippe Courard.

Il Belgio sta sperimentato un intenso freddo e neve. Diverse famiglie che hanno presentato domanda di asilo politico si sono rifugiati nelle stazioni ferroviarie per stare al caldo.

Link
Belgian King Gives Apartments to Homeless Families

La Regina Elisabetta II ha iniziato le sue vacanze di Natale partendo in treno dalla stazione "King's Cross" verso "Kings Lynn" nel Norfolk.
Da lì si recherà alla tenuta reale di Sandringham dove trascorrerà il Natale con la sua Famiglia.
Lo spostamento in treno a Sandringham fa parte di una tradizione secolare ben conosciuta.

La regina ha preso posto nel uno scompartimento di prima classe alle 10:45 alla stazione King's Lynn, dopo aver ricevuto un mazzolino di fiori da una bambina.
Questo è la prima volta, tuttavia, che è stato consentito alla stampa di fotografare l’evento.

Questo gesto ben apprezzato dimostra quanto sia pretestuosa il tentativo di criticare la monarchia per le sue spese.

Link
mailonline

mercoledì, dicembre 23, 2009

Il Re del Bhutan in visita di 6 giorni in India

Jigme Khesar Namgyal Wangchuck, re del Bhutan è arrivato in India per una visita di 6 giorni.
Questa è la sua prima visita all'estero da quando à stato incoronato Re nel 2008.

Link
King Wangchuk's visit to India

Bhutan King to pay State Visit to India from Dec 21-26

L'astronauta Frank De Winne è stato ricevuto al castello di Laeken

L'astronauta belga Frank De Winne, tornato da una missione di 6 mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, è stato ricevuto al Castello Laeken da Re Alberto e la regina Paola, il principe Filippo e la principessa Mathilde del Belgio.

Principessa Letizia aiuta chi è colpito dalla sindrome di Down

Spain´s Princess Letizia attends 'Stela Proyect' Awards Ceremony in Madrid


La Principessa Letizia di Spagna è stata ospite della cerimonia di premiazione Stela Proyecto a Madrid il 16 dicembre.

L'obiettivo del progetto è quello di integrare nella società le persone colpite dalla sindrome di Down.

Link
Doña Letizia preside los Premios del Proyecto Stela

Regina Rania ha ricevuto il prestigioso premio FIFA 2009 Presidential per il suo lavoro che ha l'obiettivo "1Goal: Sostenere l’Istruzione per tutti".
Sua Maestà ha ricevuto il premio durante l'annuale Gala della FIFA World Player a Zurigo, in Svizzera.

Dopo aver ricevuto il premio dal presidente della FIFA, Joseph S. Blatter, la regina Rania ha detto durante il suo discorso che "abbiamo una lunga strada da percorrere, con un sacco di ostacoli da superare, ma spero che molte più persone si uniranno a noi nel nostro cammino verso un mondo in cui tutti i bambini potranno realizzare il loro sogno di avere una corretta educazione."

1GOAL è stato lanciato lo scorso agosto a Wembley Stadium di Londra, con il sostegno della FIFA e della Campagna globale per l'istruzione (GCE), con la presenza di Sua Maestà la Regina Rania, come co-fondatore e responsabile globale dell'iniziativa. Lo scopo della campagna 1GOAL è di far diventare una realtà il concetto di istruzione universale.

"Oggi, in numerosi paesi del mondo, ancora molti bambini piccoli si trovano condannati a una vita di povertà e disperazione non per colpa loro", ha detto la regina Rania.

"Se togliamo questi bambini dalle strade per portarli nelle scuole, noi li diamo la possibilità di cambiare questa situazione, forniamo una nuova speranza a queste famiglie e di far sviluppare le comunità e paesi.
Investendo nella formazione della prossima generazione, siamo in grado di creare una società migliore e più equa."

Link
Queen Rania: Education is the priority

Queen Rania Of Jordan Wins FIFA Presidential Award


La regina di Norvegia ad Oslo ha visitato il centro di ricovero per donne in fuga da situazioni di violenza, come lo stupro e violenza domestica.
Nel centro ha incontrato gli amministratori del centro e le persone che soggiornano lì per il Natale.

Appena arrivato, la Regina Sonja è stata accolta dal responsabile del centro, Inger-Lise Larsen Walmsness. Il manager ha parlato con la regina per una mezz'ora prima che di trasferirsi dove ci sono i ricoverati.
La regina nella sala principale del centro ha parlato con 25 donne e bambini che stavano decorando un dolce. Sonja ha contribuito al loro lavoro ed ha sicuramente una certa esperienza visto che la scorsa settimana, la famiglia reale norvegese aveva decorato la casa di marzapane che aveva costruito.

Prima di andare via la regina ha visitato la stanze dei bambini. Una bambina di undici anni le ha dato un collage come ringraziamento alla sua visita.

Il Crisis Center di Oslo è il centro del genere più antico e grande della Norvegia.

Link
Queen Sonja of Norway visits us at the Crisis Center

venerdì, dicembre 18, 2009

Il presidente della repubblica ha affermato che il Paese è più coeso di quanto lo sia la sua politica, ormai giunta all'esasperazione.

Anch’io sono convinto che l’Italia rimane un Paese unito grazie alla parte sana della società italiana.
Ma c’è ben altro tra le frasi di napolitano, la sua dichiarazione non è solo una semplice considerazione condivisibile ma cela l’amara ammissione del capo dello Stato del fallimento della repubblica che lui difende.

In una repubblica il fallimento della politica – ormai un fatto incontrastabile – coinvolge tutto il sistema anche perchè il presidente della repubblica è sempre un politico imposto al Quirinale dai partiti.
Inoltre la repubblica è una oligarchia, tutte le istituzioni combattono tra loro per questioni di potere, la classe politica pensa solo ai suoi interessi lontana dai cittadini, anche il capo di stato proviene dalla casta dei partiti e quindi non esiste il capo di stato garante di tutti gli italiani.
Se poi addirittura napolitano si rende conto che la politica è dominata dalla esasperazione allora significa che siamo arrivati al fallimento totale della repubblica.

L’esasperata lotta politica tra tutte le istituzioni – politica, magistratura, Quirinale, corte costituzionale - dovrebbe far riflettere seriamente sulla deriva della politica e più in genere sul linguaggio dominante che circola nella repubblica.
Innumerevoli comportamenti ed eventi avvenuti nel periodo repubblicano hanno distrutto il nostro Paese, ormai la repubblica è una oligarchia lontana anni luce dalla società italiana e gli italiani non hanno più fiducia nelle istituzioni.

Nonostante la gravissima decadenza repubblicana l’Italia riesce a rimanere un Paese unito grazie a valori fondamentali riconducibili al periodo precedente all’avvento della repubblica (Monarchia. Risorgimento, Patriottismo) ed alla parte sana della società italiana, la quale è riuscita a resistere alla decadenza repubblicana per il semplice motivo che lo Stato e la Patria sono due concetti diversi.

Ampliando il discorso, la logica dell’odio è un dato antropologico della repubblica.
La repubblica non si fonda sul lavoro (una definizione non certo riuscita) ma sulla contrapposizione al nemico, il concetto di anti italianità, alle volte citato da qualcuno.
Per la repubblica la colpa è sempre dell’altro e di chi non appartiene alla sua faziosità politica e culturale, prima la colpa era del “fascismo” (in realtà il fascismo era per la repubblica..), della “Monarchia”, dei “Savoia”, poi del “capitale” (preso in prestito dal comunismo), della “società”, quindi di “Craxi”, della “Mafia”, ora c’è “Berlusconi” a catalizzare la nefandezza del sistema e quindi a giustificare la reazione repubblicana.

La debolezza della repubblica è che la repubblica, invece di basarsi esclusivamente su valori davvero essenziali e positivi, ha bisogno del nemico che si trasforma in odio verso il nemico.

Inoltre la repubblica è nata tra ideologie (comunismo fascismo antifascismo) e quindi il crollo delle ideologie ha causato la fine della prima repubblica.

E non solo, in Italia la stessa repubblica è una ideologia, incarnata dal pensiero repubblicanesimo che trasforma il binomio repubblica-costituzione in “patriottismo costituzionale” dove la Patria e la costituzione sono i valori che identificano la nazione.
Insomma il repubblicanesimo italiano ha la presunzione di elevare il valore del concetto di repubblica, la quale ingloba il concetto di Patria.
Nulla di più falso!

La repubblica non è solo una istituzione, la costituzione è la bibbia civile (come ciampi la considera) e perciò una religione senza Dio.

I massimi custodi del regime repubblicano si rifiutano di discutere con chi non la pensa come loro, disprezzano la Monarchia, impediscono qualsiasi modifica o critica.

Di fronte alla chiusura a qualsiasi tipo di cambiamento, alla mancanza di rispetto di chi propone idee e forme diverse, al disprezzo alla Storia del nostro Paese, allora significa che i massimi custodi della repubblica sono i talebani della fede repubblicana.

In fondo la costituzione repubblicana e un assurdo atto di fiducia già presente nell’articolo 139 della costituzione che ordina l’eternità della repubblica.

I sistemi istituzionali crollano, se non da una sconfitta militare, quando le loro classi dirigenti non afferrano più il senso delle realtà, iniziando a cedere alla corruzione, perdendosi nell’ammirazione dell’arte di galleggiare.
I sistemi istituzionali crollano, quando si ritrovano una classe dirigente siffatta e pochi politici si rendono conto della miseria nella quale si sono cacciati.
Questo progressivo incattivirsi ci avverte che siamo arrivati al punto di non ritorno ma non si ha il coraggio di dire che la repubblica è fallita, che c’è bisogno di una nuova costituzione, che c’è un Paese abbandonato a se stesso, governato in modo approssimativo da istituzioni incapaci di dare risposte.

Dopo tanta decadenza, si avrà la forza di restituire senso alla Politica, alla Patria?

La principessa ereditaria Victoria e suo fidanzato Daniel Westling hanno inaugurato la Fondazione del loro matrimonio con 100.000 SEK come capitale iniziale.
In questa maniera la Principesa Vittoria invita gli svedesi a rivolgere i doni del loro matrimonio verso la fondazione.
L'obiettivo della Fondazione sarà quello di combattere l'alienazione dei giovani e promuovere la salute.
Inoltre gli scopi principali della Fondazione sono di contribuire l'istruzione e la formazione dei giovani, nonché promuovere l'affido e la buona educazione di bambini e adolescenti.

Questa si unisce alle 20 fondazioni che sono già a nome della famiglia reale, inclusa la Fondazione Principessa Victoria.
Fu istituita nel 1997 e si prefigge di sostenere il tempo libero e le attività ricreative dei bambini e giovani con disabilità funzionali o malattie croniche.
Ogni anno la principessa visite un certo numero di club o progetti che sono stati finanziati dalla sua fondazione.
Queste visite sono private e non sono annunciate dalla Ufficio Reale.

Link
Wedding Kronprinsessparets Foundation

Victoria and Daniel start wedding foundation

Martedì sera, i principi della Casa Reale Britannica, William e Harry, hanno partecipato al Premio militare The Sun per rendere omaggio ai militari del Regno Unito.

L’evento si è svolto presso l’Imperial War Museum, ed è stata organizzato dal quotidiano The Sun.

William ha detto che far parte delle truppe ed indossare la divisa dei militari è "un privilegio e un onore".
Il futuro re ha detto :
"Questo paese è difeso dalle Forze Armate".
"Queste non sono solo parole. È la verità. La sua ricerca incessante di eccellenza, la sua umanità, la sua umiltà, la straordinaria auto disciplina, il cameratismo - a prescindere dal contesto – sono le doti migliori della nostra società.
"La vostra lealtà verso l'un l'altro ci fa capire la differenza tra la vita e la morte. L'esempio che ci mostrate è penetrato nella psiche nazionale. Essa modella il popolo britannico in maniera straordinaria."

Il Principe William sta completando la formazione per diventare elicotterista della RAF per la ricerca e salvataggio.
Il fratello minore Harry ha servito la patria in Afghanistan nel 2007.

Uno dei soldati, Ben McBean, è stato onorato dalla Marina Reale che ha perso un braccio e una gamba da una mina in Afghanistan l'anno scorso. Tornò a casa insieme ad Harry che lo ha chiamato un vero eroe.

Link
William and Harry will honour Britain's heroes

La coppia imperiale giapponese ha visitato un centro di riabilitazione per le persone disabili a Tokorozawa, Saitama Prefecture.

Tra i programmi di riabilitazione, il centro offre alle persone con disabilità visiva di lavorare con i computer con attrezzature adeguate.

Link
Le couple impérial du Japon visite un centre de réhabilitation à Saitama

Victoria di Svezia ad un seminario sulla deforestazione

La Principessa Victoria di Svezia ha partecipato a un seminario sulla deforestazione, che si è svolta durante il vertice di Copenhagen.

Link
Crown Princess in Copenhagen

mercoledì, dicembre 16, 2009

Quando in Iran si parla della Monarchia, scomparso 30 anni fa, il regime della repubblica islamica non dimentica mai di aggiungere un aggettivo dispregiativo per il sostantivo "monarchia".

Quindi è stato molto sorprendente che il quotidiano di lingua inglese Tehran Times abbia pubblicato un articolo sulla visita di Sharif Ali bin al-Hussein, il presidente della Monarchia Costituzionale irachena uno dei pretendenti al trono iracheno.

Un francobollo commemorativo per ricordare i migliori rapporti tra Iran e Iraq Shah Mohammed Reza Pahlavi dell'Iran e Faysal II re d'Iraq.



Il Principe Ali, un membro del ramo iracheno della dinastia reale hashemita, che scampò al massacro 1958, quando re Faisal II e gli altri membri della famiglia reale in Iraq furono brutalmente assassinati, si è incontrato con Majlis Speaker Ali Larijani, che presiede il Parlamento dell'Iran, in Teheran.

Il Times di Teheran:
Sharif Ali ha ringraziato l'Iran degli sforzi di aiutare la stabilità in Iraq dopo il rovesciamento del regime di Saddam, dicendo che è essenziale che il legame tra i due paesi aumenti.

Sharif Ali ha detto che i recenti episodi terroristici in Iraq sono state condotti dai resti del precedente regime per dimostrare che il governo è incapace di mantenere la sicurezza.

Ma a cosa sta giocando l'Iran? Perché il regime invita un membro della famiglia reale iracheno mentre contemporaneamente condanna a morte per impiccagione i monarchici iraniani?

Il punto di vista logico di Sharif Ali bin al-Hussein è mantenere un'amicizia con l'Iran visto che la maggioranza della popolazione irachena sono musulmani sciiti.

Ma perchè l'Iran corteggia Sharif Ali bin al-Hussein?

Link
Iran invites Iraq to participate in security arrangements

Iraq’s security important to neighbors: Larijani

from
Iran is playing funny games

Principe Carlo interviene al vertice delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

UN Climate Change Summit Enters Final Week
In occasione del Vertice ONU sui cambiamenti climatici di Copenhagen, l'erede al trono britannico ha esortato il mondo a prendersi più cura dell'ambiente, e lo ha anche rimproverato di sfruttare le sue risorse.

"La triste realtà è che il nostro pianeta ha raggiunto un punto critico," ha detto il principe Carlo.

Il Principe ha anche affermato che "come l'uomo ha avuto il potere di spingere il mondo verso l'abisso, così adesso noi dobbiamo riportarlo in equilibrio" e ha proseguito che "per risolvere i cambiamenti climatici non serve al cambiamento climatico una soluzione parziale. Ci deve essere un approccio globale ".

"Nella nostra situazione sempre più precaria - su un piccolo pianeta, unico e prezioso - questo non è un problema risolvibile in termini di 'noi e loro".
"Quando si parla dell'aria che respiriamo e l'acqua che beviamo, non ci sono confini nazionali."

Il Principe Carlo è stato invitato dal governo danese a parlare in occasione del vertice. Egli ha detto ai delegati che gli occhi del mondo sono su di loro e che essi hanno il potere di scrivere il futuro.

Link
Copenhagen climate summit: Prince Charles warns climate change will drive starvation and terrorism

Prince warns planet at 'point of crisis'

L'Imperatore del Giappone si è incontrato con il vice Presidente della Cina Xi Jinping in un incontro organizzato in fretta e quindi contro il protocollo imperiale.

Di solito, le richieste di incontrare l'imperatore Akihito devono prima essere approvate dal Imperial Household Agency ed il tempo non è mai inferiore ad un mese. Questa volta, in solo due settimane la richiesta è stata approvata e questo soprattutto perché il Primo Ministro Yukio Hatoyama aveva fatto una richiesta pressante che l'incontro avvenesse in fretta.

Tuttavia, ci sono alcuni Giapponesi che non sono d’accordo. Vedono questo come un modo di usare l'Imperatore per scopi politici, mentre Akihito deve rimanere fuori dalla politica.

All'inizio del suo mandato nel mese di settembre, Hatoyama aveva promesso legami più stretti con il resto dell'Asia.

martedì, dicembre 15, 2009

Domenica scorsa i membri della famiglia reale di Serbia si sono riuniti al Palazzo Reale di Belgrado, in occasione del giorno del Santo Patrono della famiglia reale Sant'Andrea.

La liturgia si è svolta nella Cappella Reale di San Andrea dal vescovo di Sumadija, Jovan e dal vescovo Atanasije di Hvostano, accompagnati da altri del clero della Chiesa Ortodossa Serba.

In aula c'erano il Principe reale Alexander II, Principessa reale Katherine, Principe Philip, il principe Vladimir, principessa Brigitta, il principe Dimitri, la principessa Lavinia e il marito, Austin Pritchard, i figli Luca e Andrej, e Sir Desmond De Silva.

Alla messa ha fatto seguito la cerimonia del taglio della torta Slava nella Sala Azzurra del Palazzo.

Il principe ereditario Alessandro ha detto:"Come Sant'Andrea sopportò molte calamità e rimase nella fede, io invito tutti noi a rimanere nella nostra fede e impegno per il benessere della nostra nazione e del nostro Paese".

Link
CELEBRATION OF PATRON SAINT DAY OF THE ROYAL FAMILY SAINT ANDREW THE FIRST CALLED

Durante un forum tenuto nel vertice di Copenaghen, il Principe di Danimarca Frederik, il principe di Norvegia Haakon e la principessa di Svezia Victoria hanno parlato sul problema del riscaldamento globale esprimendo anche le loro impressioni sul viaggio che avevano fatto pochi mesi fa in Groenlandia.

Il principe Haakon di Norvegia era particolarmente preoccupato per i legami tra il cambiamento climatico e la condizione dei poveri.
"Abbiamo bisogno di un clima stabile per combattere la povertà. Siamo collegati come una famiglia umana. Siamo tutti sulla stessa barca", ha detto il principe Haakon.


Link
I principi ereditari scandinavi in Groenlandia

Scandanavian Royal heirs visit Greenland to study climate change up close

La famiglia reale rumena riceve i membri della società civile

Al Palace Elisabeta di Bucarest, Re Michael, la regina Anne, la principessa Margarita e il principe Radu di Romania, hanno offerto un ricevimento in onore di molte personalità della società civile.

Link
Seara Palatului Elisabeta dedicata Corpului Diplomatic acreditat la Bucuresti

domenica, dicembre 13, 2009

La principessa Stephanie di Monaco ha trascorso gli ultimi tre giorni in Sud Africa per conto di UNAIDS e Fight Aids Monaco.

Stephanie ha avuto un incontro con i funzionari delle ONG, prima di passare alle Unità di Ricerca sulla salute riproduttiva presso l'Università di Witwatersrand a Johannesburg.
L'ONG si prende cura di centinaia di bambini locali ogni giorno.
La principessa Stephanie si è anche trasferita a Soweto per controllare un'altra ONG che aiuta anche i bambini orfani a causa dell'AIDS, oltre a fornire i test per l'HIV.

Alla fine della sua visita, Stephanie ha incontrato Michel Sidibe, direttore esecutivo di UNAIDS per riferire a lui sulla sua visita.
Stephanie è stato un Ambasciatore di buona volontà delle Nazioni Unite per l'UNAIDS dal 2006.

Il Principe ereditario dell'Arabia Saudita, Sultan, è tornato a casa dopo un anno di lunga assenza.
Era stato a New York per un'operazione e poi era stato in Marocco per recuperare la salute. Non è mai stato rivelato perché l'ottantenne principe ereditario aveva bisogno di cure mediche e c'era la preoccupazione sul futuro della monarchia saudita.

Una grande folla di reali sauditi e funzionari lo hanno salutato all'aeroporto di Riyadh tra i quali anche il re Abdullah, suo fratellastro.
Il principe ereditario Sultan è il vice primo ministro dell'Arabia Saudita, divenne il principe ereditario nel 2005, ed è stato il ministro della Difesa nel corso degli ultimi 47 anni.
La Monarchia saudita non è ereditata da padre in figlio ma c'è un Consiglio nel quale i figli e nipoti del Re votano, tramite uno scrutinio segreto, chi dovrebbe essere il re e il principe ereditario.

sabato, dicembre 12, 2009

L'apertura del processo di beatificazione del Zita imperatrice d'Austria



Il 10 dicembre inizia il processo di beatificazione e canonizzazione dell'imperatrice Zita d'Austria al vescovado di Le Mans.

Il lavoro ufficiale della commissione storica comprende l'esame dei testimoni.

Link
beatification-imperatrice-zita

giovedì, dicembre 10, 2009

Queen Elizabeth mette in guardia contro la violazione della privacy della famiglia reale.

Queen Elizabeth II d'Inghilterra, attraverso il suo avvocato, ha inviato una lettera alle redazioni dei giornali inglesi e riviste per avvertire che in futuro saranno avviate delle cause se la vita privata dei membri della famiglia reale sarà violata.

Il Portavoce del principe Carlo, Paddy Harverson, ha detto che i membri della famiglia reale sentono di avere il diritto alla privacy durante le loro attività private.
"Essi riconoscono che esiste un interesse pubblico in quello che loro fanno, ma credono che non si possa fotografare le attività private di loro e dei loro amici".

I membri della famiglia reale britannica, in particolare i principi William e Harry e le loro fidanzate, sono spesso perseguitati dai paparazzi in situazioni private.

Link
There’s a hint of hypocrisy about the royal privacy plea

Principessa Kiko del Giappone si esprime con il linguaggio dei segni





La Principessa Kiko del Giappone ha tenuto una conferenza sulla cura dei bambini sordi, non udenti e muti.
La Principessa ha imparato molto bene la lingua dei segni.

Ricordo che la moglie del principe Akishino ha conseguito un master in psicologia.

Link
asahi

Il re di Giordania ha fatto una breve visita a Parigi per parlare con il presidente francese.

Il re di Giordania Abdullah II con un decreto ha ritardato le elezioni parlamentari fino a marzo 2010, in modo che i politici possano modificare la legge elettorale per garantire elezioni eque.

Il re ha rilasciato questo decreto, mentre era in visita di lavoro a Parigi.
Si è incontrato con il presidente francese Nicolas Sarkozy per discutere i modi per rafforzare i legami economici tra la Francia e la Giordania, così come discutere il conflitto di pace in Medio Oriente.

Link
King Abdullah II dissolves parliament, calls early election

King holds talks with Sarkozy

sabato, dicembre 05, 2009

I funerali di SAR il Principe Alexandre del Belgio - morto improvvisamente la scorsa domenica per una embolia polmonare - si sono svolti ieri mattina, alle 11, presso la Chiesa di Laeken.

Prince Alexandre of Belgium Funerals


Alla cerimonia hanno partecipato la maggior parte dei membri della famiglia reale belga: il re e la regina, la regina Fabiola, il principe Filippo e la principessa Mathilde, il principe Laurent e la Principessa di Claire, e la principessa Marie - la sorella più giovane Esmeralda (Alexandre) con il marito e i figli Salvador Moncada Alexandra e Leopold.

Anche alcuni membri delle famiglie reali straniere hanno partecipato, tra le quali il Granduca del Lussemburgo Henri, l'Arciduchessa Maria Astrid d'Austria, la Principessa Margaretha von und zu Liechtenstein, Carl Christian Arciduca d'Austria (marito di Marie Astrid) e sua madre, l'arciduchessa Yolande, l'arciduca Rodolfo d'Austria, e la principessa Maria Gabriella di Savoia.

Le autorità del governo belga sono stati rappresentati dal ministro della Difesa Pieter De Crem, ministro di Stato Herman De Croo, presidente del Senato Armand De Decker, il sindaco di Knokke conte Leopoldo Lippens.

Dopo la cerimonia, la bara del principe Alexandre è stato posta in una cappella vicino alla cripta della chiesa, che è il luogo di sepoltura della famiglia reale belga.

Link
Belgian king's half brother Alexandre dead at 67

venerdì, dicembre 04, 2009

Il 1° dicembre, giorno che celebra l’indipendenza del Portogallo dalla Spagna, avvenuta nel 1640 quando il sovrano spagnolo fu deposto e acclamato Re di Portogallo il duca di Bragança, dopo 369 anni il duca di Bragança ha inviato un messaggio al paese.



Nel messaggio il duca ha detto tra l'altro che il Portogallo è un paese malato e che la crisi finanziaria internazionale ed economica non giustifica la situazione attuale del paese.

Nel suo discorso il capo della Casa Reale ha fatto una diagnosi molto dura della situazione portoghese e ha criticato le spese eccessive per le celebrazioni per il centenario della repubblica.

Il duca ha anche parlato dell’accordo giuridico delle coppie omosessuali, ma ha sottolineato oggi che tali situazioni non possono essere mischiate con il matrimonio, la cui vocazione principale è quella di sensibilizzazione e tutela i minori. L'erede al trono ammette tuttavia che si siano altre forme di tutela giuridica per le coppie che convivono.

Link
1.º Dezembro: D. Duarte favorável a uma figura legal para a união de casais do mesmo sexo

giovedì, dicembre 03, 2009



Ha ragione napolitano ricordando che l’Unità del Paese è il bene più prezioso.

Però più che difenderla da l’impressione di utilizzarla per sostenere la repubblica e, da custode della repubblica, aggiunge che questo valore è scolpito nella Costituzione repubblicana.

Per correttezza si dovrebbe ricordare però che l’Unità è stata voluta da Casa Savoia e dal Risorgimento e realizzata dal Regno d’Italia.

Quindi la repubblica non ha nessun merito per l’Unità d’Italia, anzi direi che purtroppo la repubblica ha indebolito e screditato questo valore.

W l’Unità d’Italia
W la Monarchia

Il Presidente raccomanda agli studenti la lettura della Costituzione:
"E' il termine di riferimento fondamentale per la vita politica e civile italiana"
Napolitano, appello all'unità "E' il bene più prezioso"

ROMA - La Costituzione italiana esprime "valori e regole che devono ispirare l'attività delle istituzioni ma anche la vita e i comportamenti degli italiani". Questo il messaggio del Presidente della Repubblica nell'ambito dell'incontro con il Sindaco, il Presidente della Provincia ed alcune scolaresche di Pisa, in occasione dell'anniversario della firma della legge leopoldina contro la pena di morte. Napolitano ha sottolineato, inoltre, che "l'unità d'Italia è il bene più prezioso; un valore scolpito nella Costituzione".

Link
Napolitano, appello all'unità

Sua Altezza Reale la principessa Mary di Danimarca questa settimana in segreto ha visitato le truppe danese in Afghanistan.

Il ministero della Difesa ha organizzato il viaggio, che comprendeva anche il ministro danese della difesa e il presidente del parlamento. Hanno visitato tre basi danese, così come un ospedale americano dove ci sono alcuni danesi.
28 soldati danesi sono stati uccisi nella missione della NATO fino ad oggi, che in percentuale significa più morti rispetto alle dimensioni di altri paesi.

Per motivi di sicurezza il viaggio non è stato comunicato ai media fino a che non è finito.

Vestita in tuta mimetica da deserto, la principessa Maria ha parlato con i soldati, molti dei quali erano pronti a scattare fotografie. Ha anche avuto la possibilità di visitare i campi e le strutture.
La Principessa Maria è un tenente della Home Guard danese.
La sua presenza deve essere vista come incoraggiamento ai soldati. E' stata una sorpresa per loro vedere una principessa all'improvviso tra loro.

Link
Princess Mary makes surprise Afghan visit to meet with Danish troops

Mette-Marit assiste all’evento della Giornata Mondiale dell'AIDS

Il 1° dicembre, Giornata Mondiale dell'Aids, la principessa reale Mette-Marit era fra gli invitati al Frivillighetssentral Romsås a Oslo.

Il Comitato Internazionale HIV / AIDS quest'anno ha scelto come tema "Accesso universale ai diritti dell'uomo".
Si tratta di garantire ai portatori positivi dell'HIV i diritti umani e anche per sostenere gli sforzi per assicurare che tutti gli HIV-positivi abbiano accesso alle cure mediche, assistenza e cura.

Mette-Marit è la rappresentante speciale per l'UNAIDS ed ha dichiarato:.
"L'accesso alla prevenzione dell'HIV, alla cura e sostegno è una parte fondamentale dei diritti umani. La violazioni dei diritti umani, tra i quale la discriminazione aumenta il rischio di HIV e il suo impatto. World Aids Day 2009 invita tutti noi ad impegnarsi per mantenere la promessa e la cura

Si può leggere la dichiarazione anche qui

La Principessa Reale ha avuto modo di conoscere come i volontari lavorano e operano in città.

Link
World Aids Day 2009

galleria di foto

Il Re di Thailandia Bhumibol Adulyadej, che è ricoverato da più di due mesi, farà una apparizione pubblica per festeggiare il suo 82° compleanno ma non farà il tradizionale discorso annuale alla nazione.

La nota reale ha fornito alcun aggiornamenti sullo stato di salute di Bhumibol, il sovrano regnante più lunga del mondo, la cui salute è questione di interesse nazionale da quando è stato ricoverato nell'ospedale di Bangkok il 19 settembre. Al momento, i suoi sintomi sono stati descritti come febbre, affaticamento e mancanza di appetito.

Bhumibol è sul trono da 63 anni ed è molto venerato in Thailandia. Il giorno del suo compleanno (5 dicembre) è tipicamente celebrata con diversi giorni di festa che iniziano con il re che presiede l'annuale parata militare in suo onore.
La parata militare di quest'anno, prevista per il mercoledì, è stata cancellata, ha detto l'Ufficio del segretario di Sua Maestà.

Sua Maestà apparirà di fronte ai membri della famiglia reale, funzionari governativi e membri del Parlamento, la mattina del suo compleanno al Grand Palace.
L'ultima apparizione pubblica del re fu del 2 novembre per celebrare la Festa nazionale, nel suo ospedale era su una sedia a rotelle durante il quale apparse in gamba ma debole.

Link
No Birthday Bash this Year for Thai King

A Palazzo Reale di Bruxelles, la Principessa Matilde del Belgio ha presentato il "Premio principessa Mathilde 2009" arrivato alla sua 9° edizione.
Quest'anno il tema del Premio era "Ri allacciamo i giovani alla vita".

'Prize Princesse Mathilde 2009' ceremony in Brussels

Al Palazzo Reale di Bruxelles, Principessa Matilde del Belgio ha parlato con i rappresentanti del centro di assistenza Woonzorgcentrum Zonnebloem Zwijnaarde, vincitore dei 10.000 euro del premio per "la specifica attività incentrata sull'aiuto delle persone vulnerabili".

Link
Prix Princesse Mathilde (Fonds Princesse Mathilde)

S.A.R. la Princesse Mathilde a remis le Prix ce 1er décembre au Palais royal de Bruxelles

Related Posts with Thumbnails