Il Principe di Galles, molto preoccupato per l'ambiente, ha ricevuto l'approvazione da parte del consiglio comunale di Westminster (Londra) per installare 32 pannelli solari sul tetto della sua residenza di Clarence House.

I pannelli installati sul lato sud-est del tetto non rovineranno la villa costruita 180 anni fa, in quanto saranno nascosti dal parapetto dell'edificio.

I pannelli fotovoltaici dovrebbero produrre una media di 4.000 kWh di elettricità all'anno, per il calore e la luce della casa londinese del principe Carlo, Camilla e dei principi William e Harry.
Tutta l’installazione sarà pagata dallo stesso principe, e non dal contribuente inglese, che costerebbe circa 30.000 £ (36.000 euro).

Se l'operazione avrà successo, altri pannelli saranno installati sul lato sud-ovest del tetto.

Il principe Carlo ha fatto della lotta al cambiamento climatico la sua priorità, e dopo aver convertito la sua Jaguar, Aston Martin e Land Rover a funzionare con biocarburanti, ha deciso di usare pannelli solari sulla sua residenza londinese.

Il Principe del Galles avrà non solo il beneficio diretto di ridurre le emissioni di combustibili fossili di anidride carbonica, ma anche un impatto indiretto sulla diffusione di queste tecnologie.
I pannelli solari contribuiranno all'obiettivo del Regno Unito di utilizzare l'energia rinnovabile e ridurre le emissioni di carbonio entro il 2020. L'obiettivo principale è che il 25% di calore ed energia utilizzate a Londra siano generati attraverso l'uso di sistemi energetici decentrati entro il 2025.

Nel mese di agosto, le installazioni di pannelli solari hanno raggiunto cifre da record in Gran Bretagna: non meno di 2.257 famiglie sono state dotate di impianti fotovoltaici, incoraggiate dagli aiuti governativi.

Link
Prince of Wales wins right to install solar panels on Clarence House