Il re di Giordania è stato ricevuto dal Presidente degli Stati Uniti a Washington, con altri statisti per raggiungere la pace nella martoriata regione medio orientale.
1 settembre 2010

U.S. President Barack Obama (R) meets King Abdullah II of Jordan in the Oval Office of the White House in Washington on September 1, 2010. This is one of several meetings between the President and Middle East Leaders in advance of the opening of the first direct talks in two years between Israel and the Palestinian Authority scheduled to begin at the State Department in Washington, D.C. tomorrow. UPI/Ron Sachs/Pool Photo via Newscom


I protagonisti del summit organizzato da Obama erano il premier israeliano Benyamin Netanyahu, il presidente della autorità palestinese (Anp) Abu Mazen, il presidente egiziano Hosni Mubarak, il re di Giordania Abdallah II ed anche il rappresentante del Quartetto, Tony Blair.

L'incontro è stato incentrato sulle misure necessarie per fare in modo che i negoziati raggiungano il loro obiettivo di bloccare il conflitto israeliano-palestinese sulla base della soluzione con due Stati.

Link
Al via i negoziati di pace israelo-palestinesi