Articoli in evidenza:

venerdì, maggio 28, 2010

La Regina Elisabetta II, accompagnata dal Duca di Edimburgo, ha presieduto l'apertura del Parlamento a Westminster.
25 maggio 2010

The Queen Attends The State Opening Of Parliament


Quello di oggi è stato il 56° discorso pronunciato da Elisabetta II, una tradizione interrotta solo due volte, in occasione di due gravidanze della sovrana.
Nel tradizionale «Queen's speech» di fronte al Parlamento riunito, la regina Elisabetta II ha annunciato il programma del nuovo governo di coalizione Tory/liberal-democratico.

Davanti a Lords e deputati la Regina ha illustrato i 22 progetti di legge che il governo di Cameron intende presentare nei prossimi 18 mesi.

Fra questi, l'eliminazione delle carte di identità, il progetto di assegnare alle famiglie la capacità di istituire scuole, di indire un referendum sulla legge elettorale, avviare la ridefinizione dei collegi elettorali, trasferire più poteri al Parlamento scozzese, promuovere la riforma del Parlamento,introdurre una tassa sui profitti delle banche, trasformare 500 scuole secondarie e 1.700 primarie in accademie entro l'estate.

La priorità è la riduzione del deficit di bilancio e ripresa della crescita economica, ma anche riforma delle scuole, del Welfare e del sistema politico britannico.

Elisabetta II ha anche annunciato la creazione di un nuovo ufficio per la responsabilità del Bilancio «che ripristinerà la fiducia nella gestione delle finanze pubbliche».

Nel discorso Elisabetta II ha confermato che i britannici avranno "diritto di parola" su ulteriori trasferimenti di poteri all'Unione europea.

La regina si limita a leggere quanto è stato concordato fra esponenti del Parlamento e del governo e infine varato dal premier. La regina riceve il testo scritto dal premier su una busta di seta inviata dal Lord Cancelliere di fronte al Parlamento Unito (Lords e deputati).

Ricordo che un sovrano non mette piede nella Camera dei comuni dal 1642.

Link
Gb, il discorso della regina al Parlamento

giovedì, maggio 27, 2010

Sua Maestà la Regina Elisabetta II e Sua Altezza Reale il Duca di Edimburgo visiteranno il Canada in 3 province e 5 città nel corso del tour estivo di 10 giorni previsto dal 28 giugno al 6 luglio.

Il primo ministro Stephen Harper ha annunciato che la coppia reale sarà in Halifax tra il 28-30 giugno, la regione della capitale nazionale dal 30 giugno al 3 luglio, il 3 luglio a Winnipeg e Toronto e Kitchener-Waterloo a partire da luglio 3-6.

"Questo viaggio reale offre una meravigliosa opportunità ai canadesi per saperne di più sulla nostra monarchia costituzionale, uno dei pilastri su cui si fonda il nostro paese", ha detto Harper in un comunicato. "Loro sono una parte importante della nostra storia, delle tradizioni e delle istituzioni".

Robert Finch, presidente della Lega Monarchica del Canada, ha detto che la visita è un'occasione per i canadesi di "unirsi alla Corona".
"In Canada la monarchia è la più antica istituzione e sotto la Corona godiamo un sacco di cose che diamo per scontato: democrazia, Stato di diritto - queste sono cose che arrivano e vivono sotto la monarchia", ha detto.

La Regina visitò il Canada l'ultima volta nel 2005, e questo viaggio è la sua 22° visita ufficiale in Canada.

Link
The Queen’s tour: Canada Day address, off to the races, a royal visit to RIM

Queen Elizabeth to visit 5 cities during Canada visit

Il Re e la Regina di Giordania, accompagnati dal loro figlio principe Hussein, hanno presieduto la cerimonia organizzata in occasione del 64° anniversario di indipendenza della Giordania.
25 maggio 20010

Jordan's Royal Family celebrates Independance Day - Amman


Link
King, Queen attend Independence Day celebration

Alla presenza della famiglia reale giordana, il principe Feisal ha sposato Sara Qabbani.
Le nozze hanno avuto luogo nel giorno nel quale la Giordania celebra la sua Indipendenza.

Questo è il secondo matrimonio del Principe, che è il fratello di re Abdullah II, e la prima per Sara.
Il matrimonio ha avuto luogo al Palazzo Zahran, oltre alla presenza di Sua Maestà il re Abdullah, c'erano numerosi fratelli e sorelle di Feisal e sua madre, la principessa Muna.
Anche la famiglia di Sara era presente.

La sposa è di origine libanese ma è cresciuta in Arabia Saudita. Sara si è laureata in giornalismo e comunicazioni di massa nel 2000 presso l'Università Americana del Cairo, lo stesso istituto frequentato dalla Regina Rania.

Sara è l'amministratore delegato della "Generazioni per la pace" una iniziativa di pace, che è stata fondata dal principe Feisal.

Il principe Feisal si era sposato nel 1987 con Alia al Tabba. dalla quale ebbe 4 figli, ma divorziarono nel 2008. Suo figlio, il principe Omar, era presente al matrimonio mentre le sue 3 figlie non c'erano.

Link
Prince Feisal weds Sarah Kabbani

lunedì, maggio 24, 2010

Kathmandu: Il Re deposto del Nepal Gyanendra è stato ricevuto su un "tappetto verde" dai suoi sostenitori in una apparizione pubblica.
23 maggio 2010

Intanto i partiti politici non riescono a sbloccare la situazione di stallo che sta spingendo il paese verso una gravissima crisi economica e politica.

I sostenitori del’ex sovrano del Nepal, venerato come la reincarnazione di Vishnu, continuano a chiedere un referendum nazionale per decidere tra monarchia repubblica.

Migliaia di sostenitori hanno affollato l'aeroporto per accogliere re Gyanendra, che è arrivato nella parte orientale della città vicino al confine indiano Nepalgunj per una cerimonia religiosa nell'antico tempio Bageshwori.
Per giungere al Tempio Bageshwori il sovrano ha camminato su un tappeto verde lungo 500 metri.
Più volte il personale di sicurezza ha consigliato il Re di non camminare lungo il percorso ma il Re non ha seguito i loro suggerimenti. Inoltre per evitare scontri con i maoisti, il tappetto di benvenuto era verde invece del solito rosso.
Dopo la funzione religiosa, il sovrano si è incontrato con i suoi sostenitori.

In un'intervista in onda su Avenues Television Re Gyanendra ha detto: "Guardando le pagine della storia del paese, ci sono stati molti alti e bassi, ma alla fine la decisione finale è della gente".
Ha poi aggiunto : "Non credo che la monarchia sia finita"

In un momento di crescente incertezza politica, la famiglia reale rimane rispettata dai nepalesi. Molti guardano alla monarchia come l'istituzione che ha fornito la stabilità e la pace nel paese per decenni.

Link
Ex-Nepal King accorded ‘green-carpet welcome’ in Nepalgunj

A Madrid è morta la principessa Leonida Bagration-Mukhrani per matrimonio granduchessa Leonida Georgiyevna Romanova.
24 maggio 2010

Era anche l'ultima rappresentante della casa Romanov nata prima della rivoluzione (1917) sul territorio del grande impero russo, a Tiflis, vecchio di Tbilisi, capitale della Georgia.

Appartenente alla famiglia georgiana dei Bagration-Mukhrani, è figlia del principe Georgi Bagration-Mukhrani e della principessa Elena, nata Zlotnicki (1886-1979) e nacque a Tbilisi, il 23 settembre 1914.
Sposò dapprima Summer Moore Kirby, da cui ebbe la figlia Elena, che ricevette poi il titolo di Contessa Dvinskaya dal patrigno; dopo il divorziò sposò il granduca Vladimir Kirillovič Romanov, che fece pretesa come Capo della Famiglia Imperiale di Russia dal 1938 fino alla morte nel 1992.
Dal secondo marito ebbe la figlia Maria Vladimirovna Romanova, che successe al padre nelle pretese dinastiche.

La gran duchessa sarà sepolta accanto al marito, il gran duca Vladimir Kirillovic, nella cattedrale dei santi Pietro e Paolo a San Pietroburgo.
Quest'ultimo era il pronipote dello zar Alessandro II ed era stato il pretendente al trono fino alla sua morte, nel 1992.
I Romanov hanno retto la Russia dal '600 alla Rivoluzione d'Ottobre del 1917.

La vita della gran duchessa Maria è stata avventurosa.
Trascorse la giovinezza a Tblisi, in Georgia, dove dopo il 1920 fu protetta dello scrittore sovietico Maxim Gorky. Molti esponenti della dinastia dei Romanov, tra cui lo zar Nicola II, furono uccisi nel corso della rivoluzione bolscevica.
Nell'ottobre 2008 la Corte suprema russa stabilì che le uccisioni erano state illegali, una decisione che è stata letta come una riabilitazione della dinastia zarista.

Link
imperialhouse

domenica, maggio 23, 2010

Sua Maestà la Regina Rania Al Abdullah di Giordania ha ricevuto il Premio umanitario James C. Morgan Global durante un vertice della Microsoft a Redmond.
20 Maggio 2010

Il premio è consegnato alle persone che utilizzano la tecnologia a beneficio dell'umanità, e la Regina Rania è stata scelta per il suo uso dei social media per promuovere l'educazione, i diritti umani e delle donne attraverso Twitter, YouTube e Facebook.

Intervenendo alla conferenza stampa, la regina Rania ha dichiarato: "Sono davvero onorata e umiliata nel ricevere questo premio", "porto la luce nelle tenebre e speranza ai senza speranza", "La tecnologia sta aiutando spostare in avanti l'umanità."

La cerimonia di premiazione in genere si svolge a novembre presso il Museo Tecnico di San Jose, California, ma hanno deciso di darle il premio adesso mentre la sovrana era negli Stati Uniti per il CEO Summit di Microsoft a Redmond.
Il gala si terrà 6 novembre 2010.


Link
Queen of Jordan visits Microsoft's Redmond campus today

Principi William e Harry andranno in Sudafrica, Lesotho e Botswana

Il principe William e suo fratello Harry andranno in Sud Africa per la Coppa del Mondo del calcio e visiteranno anche il Botswana e il Lesotho.
I due principi sono coinvolti in progetti di beneficenza in quei due paesi.

E' la prima volta che i due principi hanno una missione congiunta all'estero, e per questione di sicurezza non voleranno sullo stesso aereo.

Un funzionario che lavora a stretto contatto con un ente di beneficenza per gli orfani di AIDS ha detto che i principi dovrebbero arrivare nel Lesotho nella terza settimana di giugno, tra il 16 o il 17.

I due principi vedranno la terza partita dell'Inghilterra contro l'Algeria a Città del Capo.
Il principe William, che è il presidente della Federcalcio inglese, dovrebbe guardare anche la prima partita dell'Inghilterra contro gli Stati Uniti del gruppo C, il 12 giugno a Rustenburg.

Per il principe William questo sarà il primo viaggio nel regno del Lesotho, che è completamente circondato dal Sud Africa.

Invece il principe Harry è stato nel Lesotho l'ultima volta nel 2008. Harry ha contribuito a costruire una scuola a Botha-Bothe nel nord di Lesotho, dove gli rubarono il suo telefonino in un locale nightclub. Il principe non sporse denuncia.

I principi andranno in Botswana, dove il principe William è coinvolto in un progetto di tutela della fauna selvatica.

Link
Princes William and Harry to visit Lesotho during World Cup

sabato, maggio 22, 2010

Queen Sofia of Spain At the Opening of the Cervantes Institute in Athens
La Regina di Spagna è in visita di 2 giorni in Grecia per promuove la Spagna nel paese ellenico.
Regina Sofia è nata in Grecia e quindi con molto piacere è ritornata nella sua patria.

Mercoledì ad Atene, Sofia ha aperto il nuovo Istituto Cervantes, una scuola finanziata dal governo che promuove la lingua e cultura spagnola.
Questa scuola si trova nel centro di Atene, nei pressi del Parlamento, dispone di 14 aule, un auditorium, una sala espositiva e una biblioteca con 20.000 volumi.

La richiesta di imparare lo spagnolo in Grecia è alta da quando il paese ha scelto di farne una seconda lingua facoltativa nelle scuole secondarie.

Il giorno dopo, la Regina, insieme al Presidente greco Karolos Papoulias, hanno aperto la mostra "Un paese chiamato Spagna" al Museo Nazionale di Scultura di Atene dove si può vedere la collezione di architettura spagnola contemporanea.

Regina Sofia è la sorella di Costantino, Re di Grecia.

Link
Queen Sophia opens new Cervantes Institute building

Re Carl XVI Gustaf di Svezia ha incontrato il presidente cinese Hu Jintao a Pechino.
21 maggio 2010

Re Carlo XVI è andato in Cina in occasione del 60° anniversario dall'allacciamento delle relazioni diplomatiche fra Cina e Svezia, partecipando alle celebrazioni e iniziative della giornata ufficiale del padiglione della Svezia dell'Expo.

China's President Hu Jintao shakes hands with Sweden's King Carl XVI Gustaf in Beijing


Link
Incontro fra Hu Jintao e Carlo XVI Gustavo di Svezia

La Rai avrebbe deciso di versare 10 milioni di euro per rescindere il contratto con Michele Santoro.
Il Giornale parla di 2-3 milioni di euro.
Il Corriere Pare che la buonuscita sia tra 2,5 e 2,7 milioni di euro.
Il Messaggero Buonuscita da 10 milioni.

Quanto ci costa la libertà d’informazione di Annozero e di Santoro?

Se le cifre saranno confermate, il contratto RAI-Santoro sarebbe la definitiva conferma che la RAI strapaga i personaggi che appartengono alla sua cricca, non solo star, conduttori o veline. ma anche giorrnalisti.
D’altronde è facile e comodo pagare con i soldi dei contribuenti...

In realtà Santoro non è solo un giornalista ma anche un politico, fu eletto al parlamento europeo, anche in quel caso strapagato...
Questo attaccamento al denaro mi fa ricordare una frase popolare che spiegava il comportamento dei comunisti: “Quel che è tuo è del popolo ma quel che è mio rimane mio”

I vertici della RAI - voluto dai partiti - dovrebbero rifiutarsi di firmare un contratto del genere, primo perchè si tratta di spreco di denaro pubblico e secondo perchè viviamo in un periodo di grave crisi finanziaria.

Tremonti, ministro dell’Economia e anche azionista di maggioranza della Rai, annuncia (e vedremo un concreto quello che succederà...) una finanziaria con drammatici tagli, e il direttore generale Masi, senza neanche pensarci, butta 10 milioni di euro dei contribuenti per accontentare Santoro e i partiti.
Lo stesso conduttore di Annozero ha affermato che molti partiti, maggioranza e opposizione, vorrebbero allontanarlo dalla RAI.

Santoro però non vuole farsi prendersi in giro da nessuno, per via dei 10 milioni che i vertici della Rai sarebbero disposti a dargli, e da istrione si presenta come la vittima con 10 milioni in tasca, ed ha già preparato la commedia.
In diretta in tv il conduttore di Annovero ha chiesto: "Volete che resti in Rai? Chiedetemelo". «Ma Annozero deve essere considerato la perla del servizio pubblico» «Se mi considerate un estraneo, allora arrivederci e grazie».
Ha anche attaccato i direttori della RAI (Zavoli) e di Repubblica, Stampa e Corriere...Santoro contro tutti.

Con superbia si è auto lodato (Annozero perla della RAI) e poi in maniera arrogante ha lanciato l’aut-aut alla Rai e ai partiti: io rimango alla RAI solo se posso fare quello che voglio....

Accipicchia! Santoro dà l'ultimatum alla RAI e ai Partiti (in particolare al Pd) prima di passare all'incasso.

Insomma con la scusa di difendere la libertà (che secondo lui non ci sarebbe senza Annozero) Santoro si aggiunge alla lunga lista di persone che vivono sulle spalle degli italiani.

Da ex maoista a nuovo milionario con i soldi dei popolo sovrano... nulla di nuovo in questa repubblica oligarchica!
Da Santoro a Sant’ORO!

venerdì, maggio 21, 2010

Il principe Carlo Filippo di Svezia con un discorso ha aperto il più grande parco eolico sul lago Vänern.
18 maggio 2010,

Questa fattoria del vento (parco eolico o wind farm) sfrutta la forza del vento e produce il 3% dell'energia elettrica della Svezia.

Carl Philip Edmund Bertil Bernadotte (Stoccolma, 13 maggio 1979) è figlio dell'attuale Re di Svezia Carlo XVI Gustavo e di Silvia di Svezia.

Link
Prins Carl Philip invigde Vindpark Vänern

Il principe Filippo e la principessa Matilde del Belgio sono stati ricevuti a Brasilia dal presidente brasiliano Lula.
20 maggio 2010

Brazil's President Lula da Silva and the Belgium's Crown Prince Philippe attend a meeting in Brasilia

giovedì, maggio 20, 2010

La corruzione da sola non fa crollare un sistema e una classe politica. Perché questo avvenga occorrono altri elementi, come l’incapacità di comprendere quel che accade, l’insensibilità alla rabbia dei cittadini e anche la convinzione che i privilegi di chi è al potere siano la causa dei sacrifici della gente.
In Italia questa pericolosa miscela è già una realtà e perciò stupisce che la classe politica non lo abbia capito.

Finora molti vanno a votare (chissà fino a quando..), ma in questa repubblica funziona ben poco, e il popolo, giustamente, non è soddisfatto delle istituzioni e della classe politica.

La repubblica italiana è una oligarchia dove domina la corruzione, e dove non esiste politico che non abbia subito la tentazione di arricchirsi.
Certo è fisiologico che ci sia qualche politico che ne approfitta per arricchirsi, ma devono essere casi isolati ed è ancor peggio se si intasca quattrini senza fare nulla o se si accetta illeciti regali.

Quello che i pessimisti immaginavano diventa realtà, l'idea cioè che la repubblica si fondi sulla corruzione, sulla cricca degli amici da favorire, un sistema quasi mafioso che regola il Paese e le istituzioni.

Se almeno ci fosse una Giustizia che funzionasse, forse si potrebbe ancora rimettere in quadro il Sistema. Invece la giustizia italiana è tra le peggiori del mondo e questo elemento mette in cortocircuito il sistema.
Infatti quel che conta sono le accuse invece dei verdetti, gli articoli pubblicati su giornali al posto dei processi, la politicizzazione delle indagine...

La colpa di questo marasma incivile è il corporativismo togato legato a doppio filo con dei riferimenti politici, ma anche dei politici che, deboli e ricattabili, si preoccupano di risolvere i propri problemi giudiziari invece di quelli generali.

Inoltre c’è una differenza sostanziale tra la corruzione di adesso e della "prima repubblica".
Allora solo alcuni partiti furono colpiti (perchè?) e quindi gli altri (PCI, MSI, Lega e poi il nuovo FI) riuscirono a sostituirsi ai partiti finora dominanti.
Alla domanda se adesso si stia meglio o peggio, non so cosa dire se non che sempre di repubblica si tratta...

Adesso invece non esistono forze politiche che non abbiamo fatto parte al sistema e alla corruzione.
Oggi non esiste un politico che non abbia partecipato al sistema e alla spartizione, che si differenzia dagli altri.

Purtroppo adesso in questo sistema oligarchico e corrotto c'è rassegnazione, tra gli italiani si intravede rabbia ma non reazione.

Ma se sono tutti corrotti, tutti uguali, tutti incapaci, significa che non si può andare avanti cosi !

A questo punto una domanda:
Siamo condannati ad essere governati da siffatta classe politica oppure la oligarchia repubblicana crollerà?

mercoledì, maggio 19, 2010

Gli eredi del Belgio sono in Brasile per una missione economica di una settimana, organizzata dall'Agenzia belga per il Commercio Estero.
Il principe ha pronunciato un discorso alla Federazione degli imprenditori di San Paolo.

I Principi sono accompagnate dal Ministro di Stato, Jos Chabert, e da un folto gruppo di imprenditori belgi in diversi settori quali la biotecnologia, prodotti petrolchimici e agricoltura.
Con una crescita economica stimata del 6,5% nel 2010, il Brasile è diventato un mercato molto attraente per le imprese europee.
Lo scopo del viaggio è quello di convincere le autorità brasiliane a fare business con le imprese belghe, e la presenza del Principe è essenziale per raggiungere questo obiettivo.

Link
Matilde y Felipe de Bélgica, en Brasil

La coppia reale olandese è a Shanghai, in Cina, per visitare il padiglione dei Paesi Bassi al World Expo 2010.
Martedì all'Expo era il Day dell'Olanda, e chi più del futuro re e regina potrebbe celebrare meglio l'orgoglio nazionale olandese?

Situato nel centro di Shanghai, il Centro Culturale olandese è caratterizzato da mostre e performance di artisti olandesi.

Durante il soggiorno in Cina, la principessa Maxima ha compiuto 39 anni. Anche se ha festeggiato con il marito, uno degli olandesi partecipanti all'Expo, l'architetto Giovanni Körmeling, le ha offerto un regalo, un pigiama blu con il logo "Happy Street", che è il nome del padiglione olandese all'Expo progettato da Körmeling. La principessa ha sorriso per l'insolito regalo.

La visita a Shanghai del principe Willem-Alexander e della principessa Maxima dura 3 giorni.

Link
Prins en prinses bezoeken China
Happy Pyjama voor Máxima

Lunedì a Madrid, il principe e la principessa delle Asturie hanno aperto il primo Forum Spagna-Messico presso la sede dell'Istituto Cervantes insieme al presidente Felipe Calderon e a sua moglie.

Spanish Princess Letizia , Spanish Crown Prince Felipe, Mexican President Calderon and Mexican First Lady Zavala attend the inauguration ceremony of the I Forum Spain-Mexico in Madrid

Il Forum permette di promuovere il dialogo tra i leader dei 2 paesi nel settore dell'economia, culturale, accademico e dell'imprenditoria.

Durante il discorso di apertura, il principe ereditario Felipe ha parlato dei forti legami tra il Messico e la Spagna, dicendo che questo forum "rafforza la presenza culturale" delle due nazioni nel mondo e "rafforza la lingua comune", aggiungendo che i legami sono "indistruttibili", e si basano su valori di "pace, libertà, giustizia, democrazia, benessere e sviluppo".

Felipe ha anche commentato il problema crescente della criminalità organizzata in Messico, e ha lodato il presidente Calderon per quello che fa per combatterlo.
"La volontà di continuare a lavorare insieme è infrangibile. I leader devono affrontare le sfide globali di questo mondo interdipendente, quali i cambiamenti climatici, la crisi economica e finanziaria, nonché la lotta contro il traffico di droga e le reti di criminalità organizzata".

Il Presidente messicano ha ringraziato il principe ereditario per le sue parole e nel suo discorso, ha convenuto che i legami tra il Messico la Spagna sono "più forte che mai."

In questi giorni Felipe e Letizia sono la coppia reggente visto che
Re Juan Carlos ha appena subito un intervento chirurgico ai polmoni e ha bisogno di riposo.
Re Juan Carlos era in grado di partecipare all’importante Vertice, e anche il suo recupero sta procedendo molto bene, comunque su consiglio dei medici si è deciso di farlo riposare.

Link
España y México, unidas por el idioma

El príncipe Felipe expresa a Calderón su apoyo en la lucha contra el crimen

martedì, maggio 18, 2010

L’Emiro del Kuwait Sheikh Sabah al-Ahmed al-Sabah ha iniziato la sua visita di Stato in Giordania, ed è il primo leader del Kuwait a fare tale visita dopo 20 anni.

È stato accolto da re Abdullah II e dei suoi fratelli - Principi Feisal, Ali e Hamzah – all’aeroporto di Amman.
Il re lo ha poi portato al palazzo dove ha avuto luogo la cerimonia ufficiale di benvenuto.

Jordan's King Abdullah and Kuwait's Emir Sheikh Sabah Al-Ahmad Al-Sabah review the Bedouin honour guards upon his arrival at Amman airport

Nel colloquio i due leader hanno discusso sul processo di pace in Medio Oriente, ma anche di rinnovare i legami tra la Giordania e Kuwait. Il piccolo stato del Golfo tolse i legami con la Giordania, quando lo accusarono di stare dalla parte del dittatore iracheno Saddam Hussein, durante la guerra del Golfo nei primi anni 1990.

Adesso ci sono chiari segnali di riavvicinamento tra i due paesi. Qualche settimana fa, il ministro della Pubblica Istruzione della Giordania Ibrahim Badran era in Kuwait per collaborare nell'ambito della istruzione.

Il Kuwait e la Giordania hanno firmato 3 accordi bilaterali al Palazzo Basman:un accordo di cooperazione culturale, un memorandum d'intesa in materia di lavori stradali, ponti ed edifici, e un accordo di cooperazione pacifica dell'energia nucleare.

Link
Kuwait, Jordan sign three bilateral agreements

Dopo non essere riusciti a far cadere il governo con uno sciopero di 6 giorni all'inizio di questo mese, i maoisti vogliono unilateralmente imporre la repubblica senza che ci sia un referendum ed una costituzione.

Maoist leader Dahal, also known as Prachanda, is flanked by his deputies Bhattarai and Baidhya during a news conference in Kathmandu
I membri del Politburo del UCPN (maoisti) hanno deciso di dichiarare unilateralmente la nuova Costituzione, e hanno fissato il 29 maggio il giorno della Festa della Repubblica Nepalese.
Il portavoce dei maoisti Dinanath Sharma ha detto: "Noi annunceremo la costituzione formale della repubblica federale e la Festa della Repubblica, se l'Assemblea Costituente non riuscirà ad emanarla entro il 28 maggio".

Il termine ultimo per adottare la sua nuova costituzione, nonché il mandato della Costituente, per legge era stata fissata 2 anni fa, il 28 maggio.
I maoisti sono contrari a prorogare il periodo per completare la nuova costituzione e continuano a chiedere la rimozione del governo.

Tra il 2 -7 maggio, il partito maoista aveva bloccato il paese con scioperi e manifestazioni di piazza, chiedendo la rimozione delle governo e la costituzione di un governo di unità nazionale guidato da loro. Lo sciopero selvaggio e indeterminato aveva causato disagi al paese.

Ma le cose potrebbero prendere una piega ancora peggiore, perchè il vice presidente del UCPN, Baburam Bhattarai, ha detto che il partito preferirebbe tornare in guerra piuttosto di piegarsi al governo.

Link
Now Nepal Maoists plan to adopt constitution from the streets

lunedì, maggio 17, 2010

A quasi un mese dal giorno del matrimonio (19 giugno), un'intervista televisiva alla Principessa Vittoria e a Daniel Westling.

I principi hanno parlato apertamente sul matrimonio, sul futuro del Castello di Haga (la residenza della principessa erede al trono Vittoria e del suo futuro consorte Daniel Westling) ma anche sul trapianto di rene che ha subito Daniel l'anno scorso.

Il principe ha detto di sentirsi molto bene e Vittoria che, dopo l'operazione, Daniel ha un'enorme energia tanto che è difficile tenergli il passo.
Daniel Westling ha precisato che la sua malattia non è ereditaria.



Link
Webb-tv: Kronprinsessan Victoria om Daniels enorma energi

King Norodom Sihamoni Of Cambodia Visits Emperor And Empress
L'imperatore Akihito e l'imperatrice Michiko hanno incontrato al Palazzo Imperiale il re cambogiano Norodom Sihamoni.

Questa è prima visita di stato di un Re cambogiano in Giappone, da quando la Cambogia è ritornata una monarchia (1993).

Per il benvenuto al re Sihamoni, svoltasi in un giardino del palazzo, erano presenti anche il principe ereditario Naruhito e suo fratello il principe Akishino e sua moglie, così come premier Yukio Hatoyama e sua moglie Miyuki.

Il re della Cambogia è in visita ufficiale di 5 giorni in Giappone.

Link
Emperor Akihito, Empress Michiko meet Cambodian King Sihamoni

Il 17 maggio i Norvegesi celebrano l'anniversario della Costituzione, firmata nel 1814.
Anche la Festa dell'Indipendenza è celebrata il 17 maggio ed è la ricorrenza più importante del calendario norvegese.

Dopo aver fatto parte della Danimarca per 4 secoli, la Norvegia ottenne la propria Costituzione nel 1814 e rimase unita alla Svezia fino al 26 ottobre 1905, quando, pacificamente, venne riconosciuta la sua indipendenza e Haakon VII divenne re.

Durante i festeggiamenti i protagonisti sono i bambini che sfilano i loro stendardi, bandiere e bande, e l’amato Re Harald V, con la Famiglia Reale, saluta la sfilata dal balcone del Palazzo Reale.

domenica, maggio 16, 2010

Un uomo di 26 anni e disoccupato, in Giappone è stato arrestato per aver minacciato di uccidere la principessa Aiko - figlia del principe ereditario Naruhito e della principessa Masako.

Kengo Inami aveva postato un messaggio su un forum internet popolare, minacciando di uccidere la principessa con un martello.
Quest'uomo ha affermato di averlo fatto solo per vedere come avrebbero reagito gli altri e non si aspettava di essere arrestato.

"Ha costretto i poliziotti della stazione di Akasaka alla massima allerta rendendo difficile lo svolgimento delle normali attività", ha detto il portavoce della polizia.
La polizia ha aumentato la guardia attorno alla casa del principe ereditario Naruhito, padre di Aiko, a Tokyo.

Link
Man arrested for threatening to kill Japan's Princess Aiko

L'Arciduca Rodolfo d'Austria, 6° figlio dell'imperatore Carlo e dell'imperatrice Zita d'Austria, è morto in svizzera il 15 maggio 2010.

Nacque il 5 settembre 1919 a Prangins, Svizzera. Sposato nel 1953 con la Contessa Xenia Bresabrasov (1929-1968) e poi con la Principessa Anne Gabrielle Wrede.
Aveva 5 figli: Anna Marie (sposata col principe Pietro Galitzine), Charles Pierre (sposato con Alexandra, principessa di Wrede), Simeone (sposato con la principessa Maria di Borbone-Due Sicilie), Johannes (1962-1975) e Catarina (sposata col Conte Maximiliano Secco d'Aragona).

Degli 8 figli dell'Imperatore Carlo e dell'Imperatrice Zita, rimangono vivi l'arciduca Otto e Felix.

Link
Erzherzog Rudolf ist in der Schweiz verstorben!Décès en Suisse de l’archiduc Rudolf d’Autriche, frère de l’archiduc Otto.

venerdì, maggio 14, 2010

Con il fallimento della repubblica ellenica, ci troviamo di fronte alla più grande crisi dell’Unione Europea e dell’euro.

La situazione è drammatica. La Grecia è stata commissariata, in quanto è già in default, ossia insolvente, ha bisogno di prestiti per ripagare le scadenze del proprio debito.
La crisi greca è soprattutto una crisi di fiducia. Il governo ha bisogno di soldi per intervenire nell’economia “reale” e per farlo li chiede in prestito attraverso titoli di debito pubblico, ma ormai i compratori non si fidano dello stato greco di ripagare i titoli di Stato e per essere indotti all’acquisto dei titoli chiedono interessi sempre più alti.

Nonostante il mega-prestito, il fallimento della repubblica ellenica non è stato affatto scongiurato.
Il prestito Ue-Fmi servirà a tamponare le prime necessità finanziarie e già si prevedono la sollevazione popolare per le enormi difficoltà economiche che dovrà subire la popolazione greca.
Infatti per diminuire il debito pubblico e far ripartire l’economia servono provvedimenti impopolari, osteggiate anche dai politici che temono di perdere voti.

Assistiamo alla solita sceneggiata dei politicanti che questa volta trovano il capro espiatorio nella trama degli speculatori che, in nome dell'avidità, osano dissolvere l'euro. Si parla anche di "contagio" di altri paesi, Portogallo, Spagna, Irlanda.. Italia.

Alla fine i politicanti europei decidono di acquistare i titoli tossici greci attraverso le banche centrali : 750 miliardi di euro, come se fossero noccioline, invece sono una cambiale che dovrà essere pagata dai poveri europei.

I problemi economici e politici non sono un'invenzione, e questa speculazione spazza via finalmente le falsità e le mistificazioni dei politicanti sulla situazione economica reale.
Si scopre che la Grecia truccava e taroccava i propri conti da decenni e nessuno in Europa se ne era accorto...nessuno sapeva...

Quindi altro che colpa della speculazione... la speculazione è utile perché svela le vere colpe e responsabilità dei politicanti, incapaci di svolgere il loro compito e preoccupati solo di essere rieletti alle prossime elezioni.
Manca totalmente un'idea e una visione politica che vada oltre l’immediato.

Quindi la commissione europea, l'Ecofin, la Bce e i politicanti hanno lanciato l’ordine di “salvare l’Euro a tutti i costi” e hanno deciso di stanziare 750 miliardi per impedire che la crisi dopo la Grecia possa mettere in ginocchio altri Paesi.

Di fronte a questo ordine mondiale non si può che rimanere sospettosi e preoccupati.

- Siamo sicuri che la crisi finanziaria sia causata dalla speculazione e non dalla Globalizzazione?
- E perchè la Politica non fa nulla contro la speculazione?
- E perchè la Politica non contrasta l’enorme potere dell’economia?
- E perchè la Politica subisce gli ordini dei Grandi Gruppi Finanziari?
- Quali vantaggi hanno avuto i cittadini dalla moneta unica europea?


Invece di godersi dei vantaggi(?) dell'euro, cominciamo ad "assaggiare" tutte le sue negatività, si diceva che l’euro ci avrebbe portato stabilità e ricchezza, ed invece ha già perso metà del valore della lira e tutti siamo più poveri e insoddisfatti di prima.

La economia dovrebbe essere un mezzo per avere la prosperità degli uomini, invece è la religione della società globalizzata dominata dalle “agenzie di rating” che classificano le aziende e che, aggiungendo (o togliendo) una A, segnano il destino delle nazioni.
Queste agenzie rating (Moody's, Standard & Poor's, Fitch) sono i nuovo santuari dove inginocchiarsi e prostrarsi al Dio Denaro.

Non sono un economista ma non mi fido delle rassicurazioni di rito che arrivano da Bruxelles o dai Palazzi dei politici.
La maggior parte dei politici pontificano quanto sia bello e grandioso la “Globalizzazione”, ma io invece vedo uno scenario catastrofico.

Si sono compiuti troppi errori: credere che il Fmi e il Bce potessero agire da soli, che il Mondo debba essere guidato dal Mercato, che la Finanza comandi sulla Politica, alimentare il materialismo, distruggere le nazioni e le tradizioni...

Nel caso greco l’errore grave è stato ignorare volutamente le bugie e falsità raccontate dai responsabili della Grecia.
L’Europa avrebbe dovuto muoversi molto prima. Oggi l’ipotesi più probabile rimane quella di un default sul debito con tutto ciò che ne consegue.

La speculazione è sorta perchè il mercato (giustamente) ha ritenuto che la Grecia non sia in grado di pagare i suoi debiti. Quindi la colpa non è della speculazione ma la speculazione certifica il fallimento della repubblica greca e della Unione Europea.

Il debito è stato creato dalla repubblica Grecia e l’UE non si è mai accorta di nulla, e adesso i popoli dovranno pagare gli errori fatti da chi ha creato questo sfacelo.

Ebbene la Grecia chiede soldi agli altri stati, i quali, nel timore di trovarsi in una situazione analoga (a chi tocca la prossima volta..), lo aiutano per nascondere il fallimento del sistema globale. L’ordine è stato: “salviamo la Grecia per non far fallire l’UE”.

Domanda: la Grecia a rischio default è l’inizio della fine dell’euro?

E poi, se fosse davvero colpa della speculazione, come si potrebbe continuare a credere nel “progresso” provocato dall’euro e dalla globalizzazione (come appunto si propaganda) se è facilmente e banalmente messo in crisi dagli speculatori?
Ma allora gli speculatori sono più forti e importanti dei governi e degli Stati....

Vogliamo una civiltà controllata dal denaro?
E’ questo il futuro che ci attende?

giovedì, maggio 13, 2010

Martedì scorso, il sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah, ha portato suo figlio, il principe Abdul Mateen alla celebre accademia militare inglese, Sandhurst, dove a 19 anni, prenderà parte, da cadetto, a un corso di 48 settimane.

Al suo arrivo, il sultano e il Principe sono stati accolti dal comandante dell'accedemia Sandhurst, il Generale Mc Marriott.
Il comandante ha fatto visitare l’ambiente accademico, mostrando loro le sale di studio e anche la camera assegnata al principe Abdul.

In questo giro il Sultano ha ricordato i giorni quando anche lui nel 1967 frequentò l'accademia.

L'ultima volta che uno dei figli del sultano del Brunei è entrato all'accademai Sandhurst, quasi subito dopo la abbandonarono. Alla fine del 2008, il principe Azim trovò la formazione dell'Accademia troppo rigorosa e la lasciò dopo una settimana.

Quinto nella linea di successione al trono del Brunei, il principe è il figlio di Hajah Mariam, che era la seconda moglie del sultano.
Le due coppie divorziarono nel 2003, e la moglie perse i suoi titoli.

Link
His Majesty consented to visit the Royal Military Academy Sandhurst, RMAS

In riconoscimento per il suo grande impegno nel sostenere l'istruzione a livello mondiale e locale, Sua Maestà la Regina Rania di Giordania ha ricevuto il premio "Arab Knight of Giving Award" nel corso del Forum “Arab Giving”.

Nel corso della cerimonia, svoltasi sotto l'alto patronato di Sua Altezza Reale Sheikh Hamadan Bin Zayed Al Nahyan, il Vice Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e presidente del Comitato Mezzaluna Rossa, e organizzato dalla Sheikh Zayed Giving Initiative, lo sceicco Hamadan ha premiato la regina Rania donandole una statua di un'aquila d'oro

L'evento si è svolto ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, dove la regina Rania ha partecipato anche al pranzo per raccogliere fondi per l'iniziativa "Madrasati Palestina", che intende ristrutturare scuole a Gerusalemme.

La regina Rania ha anche incontrato durante la visita HH Sheikh Mansour Bin Zayed Al-Nahyan, vice primo ministro, il ministro degli Affari presidenziali e il presidente del consiglio della Khalifa bin Zayed Charitable Foundation.

Link
Queen Rania receives the Arab Knight of Giving Award in Abu Dhabi

La Regina Beatrice pagherà i costi supplementari di manutenzione del suo yacht a vela 'Groene Draeck'.
12 maggio, 2010

Questo è stato riportato ieri dalla RTL, e confermato dal MRV (il servizio di informazioni di governo olandese).

La regina aveva ricevuto la yacht in dono dal popolo olandese per il suo 18° compleanno nel 1956.
Il dono include ogni tipo di manutenzione della barca, e per decenni la difesa aveva pagato il mantenimento dello yacht privato della regina.
Nel 2007 tuttavia, quando i costi di manutenzione sono stati resi pubblici, sono nate delle critiche su questo accordo.

Il 'Groene Draeck' ha bisogno di qualche manutenzione straordinaria nei prossimi 2 anni. I quotidiani stimano che i costi di manutenzione aggiuntivi variano da 163,000 - a 326,00 Euro.

La Regina ha deciso di pagare Lei queste spese supplementari.

Il ministero della Difesa continua a pagare la manutenzione periodica della barca, che è stimato a 47,000 Euro all'anno.

Link
Beatrix betaalt mee aan Groene Draeck

La regina Rania è 4° nell’elenco delle 10 donne più belle del mondo
"World's Most Beautiful Top 10"
12 maggio, 2010

La regina Rania è stata scelta tra le dieci donne più belle del mondo.
Questa lista top ten è stata fatta dalla linea d'abbigliamento Wizard Jeans che ha messo in fila le donne celebri più belle del mondo.

Sally Allen, la portavoce della Wizard Jeans, ha detto alla Press Association che tutte le donne della lista possiedono "la vera bellezza naturale".

Sua Maestà Rania è l'unica donna reale che compare in questa lista, le altre 9 donne sono : Penelope Cruz, Claudia Schiffer, Kristin Scott Thomas, Catherine Deneuve, Dame Helen Mirren, Charlize Theron, Kate Beckinsale, Natascha McElhone e Sophia Loren.

Link
Jordan's Queen Rania the only Arab in world's 10 most beautiful women

mercoledì, maggio 12, 2010

Dopo le elezioni politiche in Gran Bretagna e dopo giorni di trattative, Brown ha annunciato le proprie dimissioni in una breve dichiarazione all'esterno della residenza di Downing Street prima di avviarsi verso Buckingham Palace per rimettere il mandato nelle mani della Regina Elisabetta II.
Brown, oltre alla carica di premier, lascia anche la leadership del partito laburista.

Britain's incoming Prime Minister Cameron is greeted by Queen Elizabeth in London

In seguito Cameron si è subito recato a Buckingham Palace dove ha ricevuto dalla Regina Elisabetta l'incarico di formare il nuovo governo.

Il nuovo primo ministro, in diretto a Downing Street, ha detto:
"Sua Maestà la Regina mi ha chiesto di formare un nuovo governo e io ho accettato".
Inoltre ha annunciato l'intenzione di voler dar vita a una «coalizione piena» con i Lib-Dem di Clegg.

Martedì mattina, dopo un soggiorno di 3 giorni, Re Juan Carlos ha lasciato l'ospedale di Barcellona dove aveva subito l'asportazione di un tumore benigno ai polmoni.
11 maggio 2010

Spanish King Juan Carlos Leaves the Hospital in Barcelona

Il sovrano ha lasciava il nosocomio sorridendo e camminando senza aiuto.
Davanti alla televisione e salutando i giornalisti e la folla che lo attendevano davanti all'ospedale, il Sovrano ha detto:
Dobbiamo essere orgogliosi della sanita' pubblica che abbiamo, tanto in Catalogna come a Madrid.

Il sovrano ha quindi avuto parole di ringraziamento per i sanitari dell'Hospital Clinic di Barcellona, "per l'equipe che mi ha operato per le infermiere e tutti coloro che hanno avuto cura di me".

Secondo l'ultimo rapporto medico non vi sono tracce di cancro nel piccolo tumore rimosso.

Nelle prossime settimane il Re gradualmente riprenderà le sue normali attività.

lunedì, maggio 10, 2010

Medvedev meets heads of foreign delegations at Kremlin
Il Re della Romania Michele, l’unico superstite capo di stato attivo durante la seconda guerra mondiale(*), è stato accolto al Cremlino di Mosca dal presidente russo Dmitry Medvedev, per partecipare alla annuale parata che si svolge nella Giornata commemorativa della Vittoria del 1945 contro la Germania nazista.
9 maggio 2010

Il 23 agosto 1944 Re Michele si unì ai politici filo-Alleati che includevano i comunisti nell'attuare un colpo di stato contro Antonescu, che fu arrestato.
In una trasmissione radio alla nazione e all'esercito, Michele proclamò la lealtà della Romania agli Alleati, annunciando l'accettazione dell'armistizio offerto dall'URSS, dalla Gran Bretagna e dagli USA, e dichiarò guerra alla Germania.
L'Unione Sovietica però non prese conto del coraggioso atto del giovane sovrano, e invase la Romania trattato come un nemico dello Stato.
Poco dopo i comunisti locali, con l'aiuto di Mosca, presero il potere, e abolirono la monarchia. Michele fu costretto all’esilio.
Adesso, 65 anni dopo, il Re Michele, 88 anni, è accolto a Cremlino per commemorare la vittoria contro la Germania, dallo lo stato che distrusse il suo regno, e rovinò il suo paese e che ancora soffre le conseguenze dei 40 anni della dittatura comunista.

Onore al Re della Romania!!

(*)Anche re Simeone II di Bulgaria è ancora vivo, ma succedette a suo padre nel 1943 a soli 6 anni e non regnò davvero il suo paese.

domenica, maggio 09, 2010

Pope Benedict XVI Meets Sabah Al Ahmad Al-Jaber Al-Sabah - Vatican
L'emiro del Kuwait, lo sceicco Sabah Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah, ha incontrato in privato il Papa Benedetto XVI in Vaticano il 6 maggio.

La pace nel Medio Oriente, il dialogo tra le religioni e il ruolo della minoranza cristiana sono stati al centro del colloquio tra il Papa e l'emiro del Kuwait.

L'emiro ha detto di essere “molto contento di essere qui”.
Dopo il colloquio privato nella biblioteca c'è stato lo scambio dei doni: due preziosi tappeti e un manoscritto risalente a circa 200 anni fa sono stati offerti a Benedetto XVI, che ha ricambiato con la medaglia del Pontificato e una veduta di San Pietro.

In Kuwait esiste una minoranza cristiana significativa, che rappresenta circa il 12% dei circa tre milioni di abitanti.

Link
Dialogo interreligioso e situazione della minoranza cristiana in Kuwait al centro del colloquio tra il Papa e l'Emiro Al Sabah

Photo by: KGC107/starmaxinc.com 2010 5/7/10 Prince Charles and Prince Harry at a presenta
Il principe Harry ha concluso il suo corso da addestramento per pilota dell'esercito, ed alla cerimonia della promozione svoltasi, il 7 maggio, al AAC's Army Aviation Center a Middle Wallop, nell'Hampshire, è stato selezionato dall'esercito britannico per addestrarsi come pilota di elicottero d'attacco, l'Apache, il fiore all'occhiello dell'esercito britannico.

"E' la più grande sfida della mia vita", ha dichiarato il terzo in successione al trono, dopo aver ricevuto dal padre le insegne di pilota dell'esercito.

Alla cerimonia, il principe Harry era circondato da suo padre, il principe di Galles, ma anche dalla Duchessa di Cornovaglia e dalla sua amica Chelsy Davy.

Il secondogenito di Carlo e Diana ha sempre espresso il suo desiderio di tornare in Afghanistan, dove trascorse in segreto 10 settimane alla fine del 2008 come tenente dell'esercito .

Principe, Congratulazione!!

Link
UK's Prince Harry to fly Apache attack helicopters

Il Re Juan Carlos di Spagna è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per "rimuovere un nodulo ad un polmone" all'ospedale Clinico di Barcellona.
L'intervento, rende noto la Casa Reale, si è reso necessario dopo l'ultimo check-up medico dello scorso aprile.
Juan Carlos era un fumatore incallito ma da diversi anni aveva smesso di fumare.

Al termine dell'operazione, il capo dell'equipe medica che ha praticato l'intervento, il dottor Laureano Molins, ha dichiarato il nodulo era benigno e che il sovrano "sta molto bene".

Anche la Casa Reale ha tranquillizzato gli spagnoli: l'operazione è andata bene.

La Regina Sofia e l'Infanta Elena erano all'ospedale mentre l'Infanta Cristina, il Principe e la Principessa delle Asturie visiteranno il Re i prossimi giorni.
Il Principe Felipe è attualmente a San Jose, Costa Rica, per assistere alla cerimonia del nuovo presidente Laura Chinchilla.

Prima della operazione Juan Carlos aveva ricevuto alla Zarzuela il vicepresidente americano Joseph Biden e, secondo fonti di Casa Reale, era parso in 'ottima salute'.

giovedì, maggio 06, 2010

Invece di essere orgogliosi e felici di celebrare l’anniversario dei 150anni dell’Unità Nazionale, assistiamo ad aspre polemiche, a volte devastanti per il nostro Paese, e quindi è spontaneo chiedersi : chi ha ucciso l’amor di Patria?

Diciamo subito che, di questo scarso spirito patriottico, non ha senso prendersela con la Lega, piuttosto il successo della Lega è il frutto di decenni di cultura antinazionale propagandata dalla repubblica.

Per prima cosa la repubblica decise di buttar via il simbolo dinastico dell’Unità (Casa Savoia) e la Monarchia, cioè le forze che riuscirono a realizzare l’Unità Nazionale.
Se anche ci furono degli errori (alcuni inventati ad hoc dal regime repubblicano ed altri inevitabili dopo secoli di divisioni) non ha senso denigrare le forze che, con fatica ma anche con grande capacità e sacrificio, in qualche modo unirono l’Italia e gli italiani.

In seguito la repubblica ha rimosso il tricolore e denigrato ogni simbolo di unità nazionale, insegnando che l'Amor di Patria volesse dire adesione al fascismo.

Si dovrebbe ricordare che la Patria fu un dono della Monarchia prima ancora che esistesse il fascismo, inoltre mentre la Monarchia fu solo costretta a subire le ideologie del novecento, quest’ultime (fascismo e comunismo) hanno concimato il terreno dove è nata la repubblica.
Durante il periodo repubblicano abbiamo visto bandiere rosse al posto di tricolori, Che Guevara al posto di Garibaldi, via dedicate a dittatori come Stalin, Lenin...

Poi la repubblica ha cancellato il Risorgimento dai programmi scolastici, la cultura repubblicana ha istigato all’oblio nazionale, gli anti-italiani e le mode stranieri sono stati i modelli da seguire.

L’Italia repubblicana - nata dal CLN, l’embrione della partitocrazia - è stata completamente dominata da partiti e ideologie i cui riferimenti ideali non avevano nulla a che fare con le forze risorgimentale e monarchiche.
La cultura repubblicana si è cibata di idee comuniste, socialiste, democristiane che hanno stemperato l’italianità e la tradizione del nostro Paese.
La repubblica è il trionfo della partitocrazia dove la ragion di partito ha sempre prevalso sulla ragion d’Italia, l’ideologia sul patriottismo, la fazione sulla nazione.

Era inevitabile che in questa mancanza di valori si rafforzasse la corruzione, il clientelismo...ed il fallimento.

Visto quello che ha fatto la repubblica, che senso criticare la Lega se boicotta le rievocazioni nazionali?
E cosa hanno fatto gli altri partiti per difendere l'Unità Nazionale e la Patria?

Anche la globalizzazione ha indebolito la passione nazionale e infatti l’Europa unita è stata considerata da molti italiani un modo per liberarsi dall’identità nazionale. Quindi essere il paese più europeista, significa anche aver perso l'amor di patria.

Comunque è stato la repubblica ad insegnare a denigrare e disprezzare il nostro Paese.

Adesso durante le celebrazioni dei 150anni, la repubblica continua a falsificare la Storia, ed infatti dimentica le forze principali del Risorgimento, Re Vittorio Emanuele II e la Monarchia.


Dopo averla venduta e derubata, la repubblica si atteggia a difensore della Patria.

lunedì, maggio 03, 2010

Sabato scorso, la coppia reale del Lussemburgo, il Granduca Henri e la Granduchessa Maria Teresa, hanno inaugurato la mostra "The Golden Age Reloaded" nella Villa Vaubanon, ampliata e completamente rinnovata.

Anche la Regina olandese Beatrice era presente visto che la mostra celebra l'età d'oro dell'arte olandese.

Opening of the Villa Vauban - Luxembourg City Art Museum


La mostra dispone di 80 dipinti. "The Golden Age Reloaded" è una collaborazione tra la Villa Vauban e la famosa Rijksmuseum di Amsterdam.
La mostra durerà fino al 31 ottobre 2010.

Link
The Golden Age Reloaded in Villa Vauban

Al Palazzo Imperiale di Tokyo, l'imperatore Akihito e l'imperatrice Michiko hanno ricevuto il Presidente del Consiglio Europeo, Herman Van Rompuy, e il Presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso.

Il capo dell'UE è un ammiratore della poesia giapponese.
In seguito i leader dell'UE incontrano il primo ministro giapponese Yukio Hatoyama per discutere sulle relazioni UE-Giappone.



Link
EU & European Commission Presidents Meet the Japanese Emperor

domenica, maggio 02, 2010

Intervistato dai giornalisti a Birgunj, l'ex principe ereditario Piras ha detto che, se la gente lo desidera, la monarchia può ritornare nel Nepal.
Tuttavia, Paras ha detto che non ha il desiderio di diventare re del Nepal.
Inoltre ha affermato che è favorevole che il Nepal sia una nazione indù, ma si è rifiutato di fare commenti sulla situazione politica, aggiungendo solo che il paese ha bisogno di stabilità, pace e sviluppo.

Paras si era recato a Birgunj per inaugurare un nuovo ospedale e per visitare 2 templi. Un grande numero di monarchici hanno gridato slogan pro-monarchia, dicendo che solo il ritorno alla monarchia può salvare il Paese dal disastro.

Grazie alla rabbia dei cittadini nei confronti dei politici e davanti ad una nuova crisi minacciata dal partito maoista, che ha indetto uno sciopero ad oltranza a livello nazionale, l'ex principe ereditario Paras sta riconquistando i nepalesi.

Dopo l'abolizione della monarchia del 2008, Paras è stato accolto con ghirlande e applausi nella città di Birgunj dove ha fatto la sua prima apparizione pubblica.
Il 39enne, aveva scelto di andare in esilio volontario in Singapore.

In una intervista pubblica, il principe ha difeso la sua famiglia, che ha governato il Nepal per quasi 250 anni, dicendo che suo padre rinunciò alla corona per amore della pace.

Link
Monarchy may return if people want: Paras

Nepal's ex-prince regaining his halo

sabato, maggio 01, 2010

Il Koninginnedag (Il Giorno della Regina) è la festa nazionale dei Paesi Bassi, che si celebra ogni anno il 30 aprile, giorno del compleanno della Regina Giuliana.

Per tradizione, il Giorno della Regina è l'unico giorno che non richiede autorizzazioni per vendere merci per strada.
Ogni anno, il Koninginnedag raduna nella sola Amsterdam una media di due milioni di visitatori. Durante la festa i Paesi Bassi si tingono di arancione, colore tradizionale della monarchia olandese, in un fenomeno detto Oranjegekte.

Per paura che un altro folle rovinasse la festa nazionale olandese (l'anno scorso un folle lanciò la sua auto contro la parata in onore di Beatrice d’Olanda, uccidendo 6 persone), per i festeggiamenti dei 30 anni di regno di Beatrice è stato dispiegato un contingente di forze della sicurezza senza precedenti.

Centinaia di migliaia di olandesi hanno organizzato feste e raduni per la festa di color arancione.
La sovrana 72enne ha dato il via alle celebrazioni nella piccola città di Wemeldinge nella provincia meridionale di Zeeland, dove è arrivata questa mattina accompagnata dal principe ereditario Guglielmo Alessandro, sua moglie Maxima e altri familiari.

Tanti Auguri Altezza!!

Link
koninginnedagamsterdam

festadellaregina

Related Posts with Thumbnails