Articoli in evidenza:

giovedì, marzo 31, 2011

La Royal Mail britannica ha annunciato che pubblicherà due francobolli commemorativi per le nozze imminenti tra il principe William e Catherine Middleton.


"Siamo onorati di celebrare questa occasione speciale e storico" , ha detto Stephen Agar della Royal Mail.

"Siamo convinti che che questi francobolli saranno molto popolare tra le persone sia nel Regno Unito che in tutto il mondo".


Nei francobolli ci sono le foto degli sposi scattate nel mese di novembre, pochi giorni dopo che William e Catherine avevano annunciato il loro fidanzamento.

I francobolli saranno disponibili il 21 aprile per l'85° compleanno della Regina Elisabetta II e 8 giorni prima del matrimonio reale.

Questo è la terza volte che il principe William appare su un francobollo.
Nel 2000, apparse su un francobollo per celebrare il 100° compleanno della bisnonna. Nel 2003, divenne il primo reale britannico ad essere celebrato con dei francobolli per il suo 21° compleanno.

LINK
Royal Mail

A Tokyo, l'imperatore Akihito e l'imperatrice Michiko del Giappone hanno incontrato più di 300 vittime del terremoto e dello tsunami.

30 marzo 2011

La coppia imperiale ha parlato con le vittime e con le squadre di soccorso.

VIDEO


L'imperatore Akihito e l'imperatrice Michiko hanno visitato un rifugio di Tokyo per incontrare le persone che avevano perso le loro case.
Vestiti casual, le Maestà Imperiali si sono seduti sul pavimento accanto alle vittime per conoscere la loro situazione.

Già la scorsa settimana, la coppia imperiale giapponese aveva voluto rispettare come qualsiasi cittadini il razionamento dell'energia elettrica deciso dalle autorità, e infatti nel Palazzo imperiale di Tokyo la luce è stata staccata in concomitanza con i turni previsti.

All’indomani della tragedia, l’imperatore era apparso in tv per portare al suo popolo un messaggio: Prego al profondo del cuore perché la gente possa superare questo momento difficile aiutandosi a vicenda, mano nella mano.


La maggior parte delle persone che hanno incontrato provengono dalla prefettura di Fukushima, dove c'è la famosa centrale nucleare.

LINK
newsonjapan

mercoledì, marzo 30, 2011

Dopo il Portogallo, il Principe di Galles e la Duchessa di Cornovaglia sono in Spagna, dove staranno per 2 giorni.


I principi britannici sono stati accolti dal principe e dalla principessa delle Asturie al Palazzo El Pardo.
La sera sono stati ospiti della coppia ereditaria spagnola alla cena che si è tenuta al Palazzo Reale di Madrid.

Il Principe di Galles e la Duchessa di Cornovaglia incontreranno il Re e la Regina di Spagna ad un pranzo il giovedì al Palazzo de La Zarzuela, prima di raggiungere la città di Siviglia.

Il principe di Galles aveva già visitato la Spagna in compagnia della principessa Diana nel 1986, durante la quale aveva visitato Madrid, Toledo, Granada e Salamanca.

LINK
Prince Charles begins official visit to Spain

Il Principe Carlo e la moglie Camilla Parker-Bowles, in visita ufficiale in Portogallo, erano gli ospiti d'onore alla cena di Stato che si è svolta al Palazzo Queluz.
29 marzo 2011


Tra i 100 illustri ospiti che hanno partecipato alla cena, c'erano anche le loro Altezze Reali, i Duchi di Bragança, Dom Duarte e Dona Isabel, che erano i padroni di casa del palazzo reale.

martedì, marzo 29, 2011

Il Re Alberto del Belgio e la Regina Paola sono arrivati ​​nella capitale tedesca Berlino per una visita di stato di 2 giorni in Germania.


Il primo giorno della visita i reali del Belgio hanno incontrato il presidente Christian Wulf e il cancelliere tedesco Angela Merkel.

Il Belgio è stato il primo paese a riconoscere la Repubblica federale di Germania, quando fu creata nel 1951 e i sovrani del Belgio sono in Germania per celebrare il 60° anniversario della nascita della Repubblica federale.

I sovrani del Belgio sono stati ospiti ad un pranzo ospitato dal presidente Christian Wulf. Nel corso della giornata c'è stato anche un incontro con il Cancelliere Merkel e i reali del Belgio hanno visitato il Reichstag, il Parlamento tedesco.

Re Alberto e la Regina Paola hanno anche fatto una passeggiata attorno alla Porta di Brandeburgo. Fino al 1989 la Porta è stata il simbolo della divisione della Germania, oggi è diventata il simbolo di unità del paese.

Dopo aver visitato Berlino, il re Alberto e la Regina Paola si spostano alla capitale bavarese, Monaco di Baviera.

LINK
Le Roi et la Reine accueillis par le président allemand à Berlin

Il Principe di Galles e la Duchessa di Cornovaglia sono in visita di 2 giorni in Portogallo.

28 marzo 2011

La coppia reale è stata ricevuta a Lisbona dal presidente Cavaco Silva e da sua moglie, prima di visitare il Monastero di Jeronimos.

Il Principe di Galles ha parlato con il Presidente Anibal Cavaco Silva, mentre la Duchessa di Cornovaglia, in compagnia di moglie del presidente, ha visitato il museo delle carrozze.

La coppia ha deposto una corona di fiori sulla tomba del poeta Luis de Camoes del 16° secolo (considerato il principale poeta portoghese) e ha chiacchierato con gli studenti di una scuola di lingua inglese.

Più tardi i reali sono stati gli ospiti d'onore a una cena di Stato che si è svolto al Palazzo Queluz con 100 ospiti illustri.

Il principe ereditario inglese andrà poi in Spagna e in Marocco per promuovere gli interessi commerciali britannici.

LINK
Prince Charles and Wife Camilla Visit Portugal

lunedì, marzo 28, 2011

Il principe ereditario Willem-Alexander e la Principessa Maxima hanno iniziato oggi, 28 marzo, una visita ufficiale in Vietnam, che si concluderà il 31 marzo.


Il principe Willem-Alexander e la moglie trascorreranno i primi 2 giorni nella capitale Hanoi e poi 2 giorni a Ho Chi Minh City.

Lo scopo del viaggio è quello di rafforzare le relazioni economiche tra i Paesi Bassi e il Vietnam.

LINK
koninklijkhuis

sabato, marzo 26, 2011

Questa Domenica finalmente ci sarà qualcosa di legale in questa repubblica: 


l'ORA !!!

Per il resto, la legalità spesso è un optional ...



Questa notte torna l’ora legale e quindi dovremo spostare le lancette un’ora avanti: dalle 2 alle 3.
Dormiremo un’ora in meno, ma avremo più luce.

Rimane solo il dubbio se questo cambio di orario sia davvero utile per il risparmio energetico...

Per la prima volta un sondaggio rileva che i britannici scelgono il principe Carlo come prossimo Re invece del figlio, il principe William.

Infatti il 45% dei cittadini di Sua Maestà preferirebbe vedere il principe di Galles succedere alla madre, Elisabetta II, mentre solo il 37% preferirebbe William.

Il cambiamento giunge inaspettato soprattutto per l'enorme interesse per le nozze imminenti del principe William con Katherine Middleton.
Secondo gli esperti questa inversione di tendenza è da attribuire al fatto che il pubblico vuole che i neo sposi approfittino dei primi anni di vita matrimoniale prima di assumersi ruoli più impegnativi.

In realtà è normale che debba essere Carlo il prossimo sovrano, in una Monarchia la successione è automatica , non può essere scelta dal popolo, esiste un ordine e requisiti ben stabiliti e quindi, a meno di fattori straordinari, non c'è alcuna possibilità che il trono non possa essere attribuita al principe Carlo.

Quindi questa inversione è perfettamente in linea con il profondo attaccamento degli inglesi alla Monarchia.

D'altronde dal sondaggio arrivano buone notizie per la monarchia: oggi solo il 13% dei britannici preferiscono la repubblica contro il 19% di sei anni fa.

Insomma gli inglesi preferiscono la Monarchia alla repubblica, e il prossimo sovrano, quasi certamente, sarà il Principe Carlo.

W il RE!

LINK
Britons want Charles not William as next king: poll

venerdì, marzo 25, 2011

Il Granduca ereditario Guillaume del Lussemburgo, a capo di una delegazione economica e finanziaria, si è recato in Turchia per promuovere il suo Granducato.


Guillaume era accompagnato dal Ministro dell'Economia e del Commercio Estero del Granducato, Jeannot Krecke.
Guillaume del Lussemburgo si è incontrato con alcuni membri del governo turco nel corso di riunioni ad Ankara.

A Istanbul, il Granduca ha contattato uomini d'affari e ha parlato in un seminario.

LINK
Mission économique en Turquie

Regina Margherita II di Danimarca ha visitato le truppe danesi di stanza nella provincia di Helmand in Afghanistan.


La visita si è svolta il 24 marzo, e la Regina era accompagnata dal ministro della Difesa danese, Gitte Lillelund Bech.

La Regina ha visitato due basi delle truppe, Camp Price e Camp Bastion, dove ha potuto incontrare e parlare con i soldati (attualmente ci sono circa 750 soldati danesi in Afghanistan).

Intervistata la Regina Margherita ha detto ai giornalisti che era impressionata e orgogliosa del lavoro svolto delle truppe. Io sono felice che gli sforzi dei soldati sono stati lodati e apprezzati dalle agenzie nazionali e internazionali , ha continuato la regina, prima di elogiare i soldati sulla loro "unità, determinazione e buon umore."

La Regina non è il primo membro della famiglia reale danese, a visitare le loro truppe in Afghanistan: il principe ereditario Frederik è andato 2 volte, nel 2008 e nel 2010, mentre la Principessa Maria nel 2009.



LINK
nyhederne

giovedì, marzo 24, 2011

La regina di Spagna ha fatto un viaggio ad Atene, sua città natale, per partecipare alle celebrazioni organizzate dall'Istituto Cervantes per la commemorazione del 700° anniversario dell'arrivo delle truppe della Corona d'Aragona nella città greca.

23 marzo 2011


In mattinata, Sua Maestà ha visitato l'Acropoli, accanto all'ambasciatore di Spagna, Miguel Fuertes, e il direttore dell'Instituto Cervantes, Carmen Caffarel, per vedere l'ultimo restauro del Partenone e del Tempio di Atena.

La Regina ha scoperto una lapide di marmo, che riprende le parole pronunciate nel 1380 dal Re Pedro IV d'Aragona: "Il Castello di Atene è il gioiello della corona del mondo, tanto che tutti i re cristiani dovrebbero costruirne uno simile."
Questi parole sono considerate come il primo riconoscimento dell'ammirazione del patrimonio greco nel periodo medievale.

Nel pomeriggio la Regina ha presieduto l'inaugurazione della mostra "Un mare di leggi" nella sede dell'Istituto Cervantes nella capitale greca.

LINK
Página oficial de la Casa de Su Majestad el Rey

mercoledì, marzo 23, 2011

Ecco il sito ufficiale delle nozze del Principe Alberto di Monaco con Charlene Wittstock, che si svolgerà il 2 Luglio 2011.



Il matrimonio civile si svolgerà Venerdì 1 luglio alle ore 17:00 nella Sala del Trono del Palazzo di Monaco.

La cerimonia religiosa si svolgerà Sabato 2 luglio alle ore 17:00 nel cortile principale del Palazzo di Monaco.

Per questa occasione, Venerdì 1 luglio e Sabato 2 luglio saranno considerati giorni festivi.

LINK
mariageprinciermonaco2011

martedì, marzo 22, 2011

Sua Maestà Re Carlo Gustavo di Svezia è arrivato in Botswana per una visita di stato di 4 giorni.

22 marzo 2011

Il Re di Svezia è arrivato all'aeroporto di Gaborne dove è stato accolto dal presidente del Botswana, Ian Khama.

Dopo un incontro privato tra il re e il presidente Khama, il Re ha partecipato all'inaugurazione della mostra fotografica di Mattias Klum "Natura e Design - esplorare la natura incontaminata del Botswana e della Svezia" nella Botswana Art Gallery che si trova nella sede del Museo nazionale del Botswana.

A causa di una forte influenza, la Regina Silvia ha annullato la sua partecipazione alla visita di Stato.

LINK
Statsbesök i Botswana inlett

lunedì, marzo 21, 2011

Per la prima volta SAR il Principe Harry ha consegnato le medaglie ai militari.

18 marzo 2011

Alla base navale di Portsmouth il principe Harry, che detiene il ruolo onorario di "Commodore-In-Chief - Small Ships and Diving", ha distribuito medaglie ai marinai che avevano servito nel Golfo.

Per l'occasione il Principe indossava l'alta uniforme della "Household Cavalry" con il basco dell'esercito "Air Corps" che significa che ha servito due reggimenti.

Il principe ha chiacchierato con i marinai sul loro servizio nel Golfo, mentre appuntava le medaglie.

Dopo aver consegnato le medaglie il Principe si è recato al Cantiere Navale storico di Portsmouth per porre la prima pietra del nuovo museo "Mary Rose Trust", che completerà il progetto di conservare e costruire un museo navale permanente, che si aprirà il prossimo anno.

LINK
Prince Harry in Portsmouth for Iraq and Mary Rose visit

domenica, marzo 20, 2011

Il principe ereditario del Giappone, Naruhito, e la principessa Masako, che avevano programmato di partecipare al matrimonio reale britannico tra il principe William e Katherine Middleton, non saranno più presenti.

18 marzo 2011

In seguito al devastante terremoto e tsunami che hanno colpito il Giappone, la coppia ha deciso di rimanere in Giappone, in segno di solidarietà con le vittime.

La coppia della Corona Giapponese ha anche cancellato le vacanze che pensava di svolgere insieme alla figlia Aiko.

La decisione è stata trasmessa alla famiglia reale britannica Venerdì scorso.

LINK
Japan earthquake: Japanese royals to miss Prince William's wedding

sabato, marzo 19, 2011

Mentre la Regina Sofia era in Ecuador, il Re Juan Carlos di Spagna ha incontrato il Sottosegretario generale per gli affari politici delle Nazioni Unite, B. Lynn Pascoe, e il Segretario Generale Ban Ki-moon, al Palazzo della Zarzuela di Madrid.

18 marzo 2011

La Regina di Spagna è in visita ufficiale di tre giorni in Ecuador.

14 - 17 marzo 2011

La Regina ha visitato l'ospedale Joe Carollo, situato a sud di Quito, l'area più povera della città, dove i settori della neonatologia e pediatria sono in costruzione con l'aiuto anche della Fondazione Regina Sofia e dell'organizzazione cattolica Manos Unidas.

Successivamente la Regina si è recata in una Scuola Municipale di Quito, dove circa 130 giovani a basso reddito tra 16 e 22 anni imparano a diventare falegnami elettricisti e artigiani.

In seguito la Regina Sofia ha incontrato il presidente ecuadoriano Rafael Correa.



L'ultimo giorno, la Regina Sofia di Spagna ha partecipato ad una tradizionale cerimonia di purificazione indigena a Cusubamba, una città a sud degli altipiani dell'Ecuador.

LINK
Queen of Spain Visits Aid Projects in Ecuador

venerdì, marzo 18, 2011

Condivido il video pubblicato sul sito repubblicatv delle cerimonia che si è svolta al Pantheon, dimora delle salme dei Reali d'Italia, durante la quale le massime cariche della repubblica italiana rendono omaggio a Re Vittorio Emanuele II, il primo Capo di Stato italiano e Padre della Patria.

Dopo il silenzio militare eseguito all'interno del Pantheon,  il presidente della repubblica si inchina davanti alla tomba di Re Vittorio Emanuele II.


Per la prima volta un presidente della repubblica si è recato al Pantheon di Roma per rendere omaggio a Re Vittorio Emanuele II, il primo Capo di Stato italiano e Padre della Patria.

17 marzo 2011

Nella cerimonia il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, insieme al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, e i presidenti delle Camere, Schifani e Fini, hanno reso omaggio al Pantheon a Re Vittorio Emanuele II ponendo una corona d'alloro sulla tomba di Vittorio Emanuele II, primo Re d'Italia.

Presenti alla cerimonia gli eredi di Casa Savoia, Vittorio Emanuele con la moglie Marina Doria e il figlio Emanuele Filiberto accompagnato dalla moglie, Clotilde Coureau.
Erano presenti anche il Duca d'Aosta Amedeo e il figlio Aimone.

Emanuele Filiberto ha ringraziato Napolitano per l'omaggio, sottolineando che l'Unita' d'Italia oggi si sente tutta.
L'Italia oggi la sento mia e la sentono così anche tutti gli italiani.

La grande folla ha gridato : Viva l'Italia.

Visto che il 17 marzo 2011 è il 150° Anniversario della Proclamazione del Regno d'Italia (chiamato in maniera impropria dal regime repubblicano "unità nazionale"), questo avvenimento ha un valore incalcolabile, è un gesto simbolico di grande importanza.

La repubblica riconosce finalmente i meriti della Monarchia e rende omaggio alla Dinastia di Casa Savoia, senza la quale non si sarebbe potuto realizzare l'Unità Nazionale Italiana.

Anche le massime cariche della repubblica italiana si sono reso conto che è impossibile celebrare l'Unità Nazionale senza la Monarchia e Casa Savoia.

A maggior ragione rimane incomprensibile il logo del sito ufficiale delle celebrazioni del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, che riporta 3 bandiere tricolore, tutte senza il Tricolore del Regno d'Italia.

Comunque questa solenne cerimonia è un forte contributo alla concordia nazionale, senza la quale non si può rafforzare l'Unità della Nazione.

Adesso speriamo che questo gesto possa facilitare il rientro delle Salme dei Re e Regine d'Italia al Pantheon di Roma che sono ancora in esilio . (Re Vittorio Emanuele III, Regina Elena, Re Umberto II e Regina Maria José)

W la Monarchia!
W il Regno d'Italia!

W Casa Savoia!

giovedì, marzo 17, 2011

Il 18 marzo del 1983 si spegneva in una clinica di Ginevra, dopo una lunga malattia, Sua Maestà Umberto II di Savoia, Re d'Italia.
Aveva 78 anni di cui 37 passati in esilio.


Nel dare la notizia ufficiale della morte del Re, il Ministro della Real Casa Falcone Lucifero, precisò che l'ultima parola pronunciata dal Sovrano fu: "Italia".

Alla repubblica italiana rimarrà per sempre la vergogna di aver lasciato morire Sua Maestà Umberto in esilio.

Visita ufficiale del principe William in Nuova Zelanda, che rappresenta la Regina Elisabetta II, per vedere i danni derivanti dal devastante terremoto che il mese scorso ha distrutto due città e per partecipare alla commemorazione per le 180 persone uccise.

17 marzo 2011

Le tappe del viaggio sono due : Christchurch, devastata da un terremoto lo scorso 22 febbraio, e la città mineraria di Shantytown.

A Christchurch il principe ha visitato la città, dove 1/3 degli edifici sono stati demoliti dal sisma.

Quindi il Principe William è volato a Shantytown, dove è stato accolto dal sindaco.
Dopo le formalità di rito, William ha incontrato le numerose famiglie neozelandesi colpite dal terremoto, che hanno molto apprezzato la visita del principe.

Al viaggio il principe erano solo, senza la futura moglie Katherine Middleton.

LINK
New Zealand Prince William thanks earthquake rescue workers on visit to Christchurch

Visita ufficiale del principe William in Nuova Zelanda, che rappresenta la Regina Elisabetta II, per vedere i danni derivanti dal devastante terremoto che il mese scorso ha distrutto due città e per partecipare alla commemorazione per le 180 persone uccise.

17 marzo 2011

Le tappe del viaggio sono due : Christchurch, devastata da un terremoto lo scorso 22 febbraio, e la città mineraria di Shantytown.

A Christchurch il principe ha visitato la città, dove 1/3 degli edifici sono stati demoliti dal sisma.

Quindi il Principe William è volato a Shantytown, dove è stato accolto dal sindaco.
Dopo le formalità di rito, William ha incontrato le numerose famiglie neozelandesi colpite dal terremoto, che hanno molto apprezzato la visita del principe.

Al viaggio il principe erano solo, senza la futura moglie Katherine Middleton.

LINK
New Zealand Prince William thanks earthquake rescue workers on visit to Christchurch

La Regina di Spagna è in visita in Colombia, dove è stata ricevuta dal presidente colombiano al palazzo presidenziale.

15 marzo 2011



La Regina ha visitato il quartiere "La Candelaria" di Bogotà, dove la Fondazione "Escuela Taller" promuove attività di formazione per i giovani.

Il giorno successivo la Regina di Spagna ha visitato le associazioni finanziate dalle Cooperazione spagnole nel quartiere "Nelson Mandela".

La sua ultima tappa sarà quella di visitare un centro di formazione aperto dalla Spagna nel chiostro della Chiesa di Santo Domingo a Cartagena per conoscere meglio le varie iniziative in atto per comprendere le popolazioni colombiane marginalizzate.

Giovedì la Regina di Spagna si recherà in Ecuador per verificare i vari progetti umanitarie della Spagna in quel paese, prima di tornare in Spagna.

LINK
Spanish queen begins visit to Colombia

L’Italia compie 150 anni e quest’anno, per festeggiare l’anniversario, il 17 marzo è stato proclamato Festa Nazionale.
Il 17 marzo è la Festa dell'Unità d'Italia e l'anniversario dello Stato Italiano.


Il 17 marzo 1861 è la Proclamazione del Regno d'Italia.
Il 17 marzo 1861 nacque il Regno d'Italia - stato indipendente ed unitario - sotto la dinastia di Casa Savoia.

La Festa dell'Italia!!



Il 17 marzo 1861, il primo atto del nuovo Parlamento Italiano fu la proclamazione del Regno d'Italia, con capitale a Torino.

In seguito alla votazione unanime del Parlamento, Re Vittorio Emanuele II assunse per sè ed i suoi discendenti il titolo di "Re d'Italia, per grazia di Dio e volontà della nazione".

mercoledì, marzo 16, 2011

Dopo il devastante terremoto/tsunami che ha devastato il Giappone, migliaia di morti e l'emergenza nucleare, l'Imperatore Akihito si è rivolto alla nazione giapponese.

16 marzo 2011


Nel discorso accorato, Akihito ha chiesto coraggio ai giapponesi impegnati in uno dei momenti più duri del dopoguerra.

E' raro che il Tenno (l'Imperatore) tenga dei discorsi televisivi.
Un evento straordinario, anche perché in Giappone l'imperatore significa ancora “sovrano celeste”. Un’aura di divinità tramandata dalla storia in un Paese che crede fortemente ai suoi valori, una delle poche cose cui aggrapparsi quando tutto attorno è stato distrutto.

Il Giappone è un modello di equilibrio fra tradizione e progresso, e i giapponesi avevano bisogno di questo discorso, della vicinanza di una figura antica e radicata nel midollo della società, i giapponesi volevano ascoltare la voce dell'imperatore più ancora del contenuto

Nel suo discorso Akihito ha espresso cordoglio e fierezza per la sua gente. Ha ringraziato umilmente la comunità internazionale, per il supporto e gli aiuti forniti nel momento più critico del Giappone dalla fine della seconda guerra mondiale.

Adesso con questo messaggio, l'imperatore ha accarezzato il popolo ferito, che così si è sentito meno solo e afflitto, pronto a ripartire.


LINK
Messaggio imperiale di Akihito

martedì, marzo 15, 2011

Sua Altezza Imperiale il Principe Ermias Sahle Selassie si è sposato con la signora Woizero Saba Kebede a Washington DC.

25 febbraio 2011

Questo è il secondo matrimonio di Sua Altezza Imperiale.
Il Principe Ermias ha già 2 figli gemelli, i principi Sahle Selasse e Fiseha Tsion (Cristiano e Rufael), dal suo precedente matrimonio con Gelila Fiseha che si è concluso con un divorzio.

Il Principe Ermias Sahle Selassie (nato il 1960) è il nipote dell'imperatore Haile Selassie di Etiopia.

Il Principe Ermias è il Presidente del Consiglio della Corona di Etiopia in esilio.
Il Consiglio della Corona persegue la missione dedicata alla promozione di un ruolo culturale e umanitario.

Il Principe Ermias è anche il patrono della "Fondazione Haile Selassie" per i bambini bisognosi, che continua a sponsorizzare borse di studio, e della
St. George of Lalibela Foundation.

Link
HIH PRINCE ERMIAS MARRIES

lunedì, marzo 14, 2011

Il 14 marzo 1820 nasceva a Torino Vittorio Emanuele di Savoia-Carignano, figlio primogenito di Carlo Alberto di Savoia-Carignano e di Maria Teresa d'Asburgo Lorena.


Fu Principe di Piemonte, Duca di Savoia e Re di Sardegna dal 23 marzo 1849 al 17 marzo 1861.
Quindi fu Re d'Italia dal 17 marzo 1861 al 9 gennaio 1878.

Il compimento dell'unificazione italiana gli procurò l'appellativo di Padre della Patria.

Il 14 marzo 1844 nasceva a Torino Umberto di Savoia, Principe di Piemonte, futuro secondo Re d’Italia col nome di Umberto I.


Fu Re d'Italia dal 1878 al 1900.
Assassinato a Monza il 29 luglio 1900.

All'epoca venne soprannominato il Re Buono per l'impegno dimostrato nel fronteggiare sciagure nazionali, come la grave epidemia di colera a Napoli del 1884.

domenica, marzo 13, 2011

Messaggio di Sua Maestà il Re di Norvegia all'Imperatore del Giappone.



Maestà,

E' con profondo dolore che sto seguendo le notizie sul terribile terremoto e tsunami che hanno colpito il paese, un pesante tributo umano che sta causando così danni ingenti.

Desidero esprimere a Vostra Maestà in nome di me stesso e del popolo norvegese, le mie più sentite condoglianze e la mia più profonda solidarietà con voi e con la gente in lutto in Giappone, colpiti da questa calamità naturale.

Harald

LINK
kongehuset.no

Migliaia di giordani si sono radunati ieri a sostegno di Re Abdullah II, appello pubblicato anche su Facebook.

La Polizia ha detto che c'erano circa 70.000 persone provenienti da tutta la Giordania a partecipare. Il corteo è iniziato a sud di Amman e la processione era lunga circa un chilometro.
I dimostranti hanno alzato ritratti giganti del re e striscioni che proclamavano:
"Oh, Abdullah, sacrifichiamo i nostri corpi e le anime per te",
"La gente vuole abbattere i partiti politici" e
"Il Fronte d'azione islamico non rappresenta il popolo giordano".

Tra i partecipanti c'erano 22 parlamentari, 200 persone disabili e 3.000 bambini, ha detto la polizia.

Essi hanno inoltre criticato il Fronte d'azione islamico, il gruppo più grande dell'opposizione in Giordania.

Uno dei manifestanti, ingegnere civile Ghazi Neimat, 29 anni, ha detto che il partito politico islamista "sta ricattando il re, perché, con disordini, "l'Azione del Fronte Islamico" pensa di poter sfruttare le richieste di arginare i poteri del re per prendere il potere.

"Il Fronte d'azione islamico e tutti i partiti dell'opposizione dovrebbero andare all'inferno", ha affermato un uomo d'affari Rajeh Gharaybeh.

"Il re e la sua famiglia hascemita ci hanno dato la stabilità che nessun partito politico può dare ai giordani"

E' da 9 settimane che c'è malcontento popolare in Giordania, chiedendo riforme politiche.
Le tensioni politica è aumentata quando gli islamisti si sono rifiutati di prendere parte ad una Commissione per il dialogo nazionale, sostenendo che il governo non è serio sulle riforme.

Il Fronte islamico ha chiesto una monarchia costituzionale e una legge di riforma elettorale, portando ad un governo parlamentare e al primo ministro eletto.

Gli indipendenti nazionalisti e islamisti hanno formato una commissione chiamata una "Iniziativa per una Monarchia costituzionale", affermando che la soluzione per la Giordania è quella di passare a una monarchia costituzionale in base alla quale il re non governa.

Nel frattempo, il primo ministro Maaruf Bakhit è stato accusato dall'opposizione islamista di voler approfittare della situazione per proprio vantaggio personale.

Link
Jordanians take to the street in support of king

Thousands take to Jordan's streets to support king

Regina Elisabetta II ha inviato un messaggio di solidarietà al Giappone, colpito dal terremoto


Ecco il messaggio della regina Elisabetta II all'Imperatore del Giappone Akihito:

Mi ha rattristato la notizia della tragica perdita di vite umane causata dal terremoto che ha colpito il Nord Est del Giappone di oggi.
Il principe Filippo si unisce a me estendendo la nostra sentite condoglianze alla Sua Maestà e al popolo del Giappone. Le nostre preghiere e pensieri sono con tutti coloro che sono colpiti dalla terribile catastrofe.
Elizabeth

Il Ministro degli Esteri del Regno Unito, William Hague, ha detto di essere pronti a inviare aiuti umanitari e squadre di soccorso nelle zone colpite dal terremoto.

Link
Message of condolence following the earthquake in Japan

venerdì, marzo 11, 2011

Il Re Mohamed VI del Marocco ha annunciato una profonda riforma della Costituzione che include il rafforzamento della figura del primo ministro e l’ampiamento dei poteri del Parlamento.

9 marzo 2011

In un discorso radio-televisivo alla nazione il sovrano ha affermato di aver affidato la revisione della Carta Magna ad una commissione presidiata dal costituzionalista Abdelatif Mennouni, che dovrà presentare a giugno il risultato del suo lavoro, aggiungendo che la riforma costituzionale sarà sottoposta a un referendum popolare, la cui data non ha però precisato.

Nel discorso, Mohammed VI ha comunicato di voler rinforzare la democrazia nel Paese.

Nel discorso alla nazione, il sovrano ha sottolineato il suo fermo impegno a dare forte impulso alla profonda dinamica riformatrice in corso, ed ha annunciato un'importante riforma costituzionale globale che prevede in particolare l'ampliamento delle libertà individuali e collettive.

Mohammed VI ha illustrato sette fondamenti delle sue riforme democratiche, fra cui il rafforzamento dello status del primo ministro e la volontà di fare della magistratura un potere indipendente.

Il premier, secondo la nuova Costituzione, sarà nominato dal partito politico vittorioso alle elezioni per la Camera dei deputati e non più designato dal sovrano.
Inoltre,in quanto capo di un effettivo potere esecutivo, il premier sarà pienamente responsabile del governo, della pubblica amministrazione, e dell'applicazione del programma del governo.

Il rafforzamento dello Stato di diritto, l'allargamento del campo delle libertà individuali e collettive, e il rafforzamento del sistema dei diritti umani in tutte le sue dimensioni figureranno nella prossima riforma della Costituzione.

L'introduzione delle regioni nel regno sarà contemplata nella riforma costituzionale.

La prima Costituzione del Marocco venne promulgata nel 1962 e da allora la Carta è stata a più riprese emendata, l'ultima volta nel 1996.

LINK
Moroccan king says constitution to be revised

giovedì, marzo 10, 2011

Il principe libico in esilio, Mohammed el Senussi, ha chiesto alla comunità internazionale di creare una no-flyzone sulla Libia di Gheddafi ma è contrario all'invio di truppe di terra straniere nel paese.


Il principe in un comunicato diffuso a Londra ha detto :
Parlo a nome di tutti i libici quando chiedo una no-fly zone e attacchi aerei militari contro le difese aeree di Gheddafi, ma penso che sarebbe sbagliato inviare truppe di terra: il popolo libico non le vorrebbe.

La famiglia reale libica a cui appartiene Senussi fu rovesciata da Gheddafi nel colpo di stato militare del 1969, che poi abolì la Monarchia.

Mohammed El Senussi ha detto che una no-flyzone impedirebbe spargimento di sangue nel paese nord africano, dove i ribelli stanno lottando per rovesciare il leader libico.

Con la comunità internazionale ancora indecisi su come rispondere alla crisi in Libia, una controffensiva di Gheddafi, il quale ha detto che sarebbe morto in Libia piuttosto che arrendersi, ha fermato i ribelli nelle città occidentali di Zawiyah e Misurata.

Abbiamo bisogno di meno parole e più azione. Questa non è una crisi da discutere nelle commissioni, mentre uomini, donne e bambini vengono massacrati indiscriminatamente, è necessario intervenire il più presto possibile, ha detto Senussi.

Il Segretario di Stato americano Hillary Clinton ha chiarito che Washington ritiene che istituire una zona di non volo è di competenza delle Nazioni Unite e non deve essere un'iniziativa guidata dagli Usa.

Alla domanda se riteneva che una no-fly zone sarebbe sufficiente per evitare ulteriori spargimenti di sangue, il principe in esilio ha detto:"Sì, perché Gheddafi ora si affida completamente alla sua forza aerea per colpire le persone innocenti libiche. Se ci fosse una no-fly zone, non sarebbe in grado di usare tali forze."

Senussi ha detto di non avere piani immediati per tornare in Libia, considerandola mossa prematura.
Quello che mi preoccupa in questo momento è fermare l'uccisione e spargimento di sangue, che è più importante del mio ritorno.
Le brave persone di ogni tribù e di ogni regione della Libia mi dicono che la situazione sta peggiorando di ora in ora, ha detto, aggiungendo di essere in contatto con i ribelli.

Link
Libyan crown prince urges no-fly zone, air strikes

mercoledì, marzo 09, 2011

Palazzo St James ha annunciato che Il principe William si recherà la prossima settimana in Nuova Zelanda e Australia per visitare le zone devastate da calamità naturali.


In rappresentanza della Regina Elisabetta II, William viaggerà, senza la fidanzata Katerine Middleton, facendo la sua prima sosta a Christchurch, Nuova Zelanda, che si sta riprendendo dal recente terremoto che ha ucciso oltre 160 persone.
Quindi si visiterà nella città di Greymouth, dove sono morte 29 persone in un'esplosione presso il fiume Pike Mine nel novembre scorso.

Il Principe si sposterà poi in Australia dove visiterà Queensland e Victoria, che recentemente sono stati entrambi colpiti da inondazioni devastanti.

Un portavoce del Palazzo di St James's, ha dichiarato: "La visita del Principe arriva dopo l'invito da parte dei primi ministri di Australia, Nuova Zelanda e William si recherà a nome della regina e della famiglia reale."

Il principe William trascorrerà 2 giorni, da Giovedi 17 marzo, a Christchurch. Quindi arriverà in Australia il Sabato 19 marzo, dove nell'arco di due giorni, visiterà un certo numero di aree e città colpite dal recente ciclone e inondazioni nel Queensland.
Il 21 marzo, il Principe si recherà in visita nel nord-ovest di Victoria per visualizzare l'area di recente colpita dalle inondazioni.

Il premier di Victoria Ted Baillieu ha detto che la visita del principe "fornirà immenso sostegno e conforto alle comunità e alle famiglie colpite da queste inondazioni".

Il principe William andò in Nuova Zelanda nel gennaio 2010, quando a nome della regina visitò Auckland e la capitale Wellington, dove inaugurò ufficialmente l'edificio della Corte Suprema.

Link
Prince William to visit New Zealand and Australia disaster zone

martedì, marzo 08, 2011

L' 8 marzo ricorre la giornata della donna, più comunemente conosciuta come festa della donna, istituita per ricordare le conquiste economiche - politiche - sociali delle donne e sostenere la parità dei diritti tra uomo e donna.

Ricordo che in Italia le donne votarono per la prima volta durante il Regno d'Italia, per le elezioni amministrative che si svolsero in tutta la penisola fra il marzo e l'aprile del 1946 (precedente al referendum del 2 giugno 1946, che comunque si svolse quando l'italia era una monarchia).

Inoltre la Regine d'Italia avevano un ruolo decisamente molto più importante rispetto alle moglie dei presidenti, sfido chiunque a ricordare la moglie di un presidente...

Tutti invece ricordano le Regine d'Italia, nella foto Maria José, Margherita e Elena.

W le Donne!

La regina Beatrice, il principe ereditario Guglielmo Alessandro e la principessa Maxima sono in visita ufficiale in Oman.

8 marzo 2011

Il vice primo ministro dell'Oman Fahd Bin Mahmud al-Said ha ricevuto la regina Beatrice dei Paesi Bassi, al suo arrivo a Muscat.

La scorsa settimana, il governo olandese aveva deciso di rinviare la visita di Stato a causa dei disordini politici nello stato del Golfo.

I manifestanti dell'Oman vedono con favore la visita della regina olandese, inoltre le imprese olandesi sono accolte calorosamente in quanto forniscono occupazione e sviluppo.

Dopo Oman, i sovrani olandesi si recheranno a Qatar.

Link
Queen Beatrix to visit Oman

sabato, marzo 05, 2011

Buckingham Palace ha annunciato che Elisabetta II andrà in Irlanda, sarà il primo sovrano britannico ad effettuare una visita di Stato in Irlanda dalla sua indipendenza avvenuta nel 1921.


Sua Maestà è stata lieta di accettare l'invito del presidente irlandese Mary McAleese e l'annuncio è stato accolto da tutti i partiti politici irlandesi.
In una breve dichiarazione, il governo ha detto che : "La visita segnerà un ulteriore miglioramento delle ottime relazioni tra l'Irlanda e il Regno Unito."

"La Regina da tempo era impaziente di poter andare in Irlanda, è sempre stata una cosa tragica per lei che un Paese confinante con il Regno Unito non fosse visitabile”, ha detto una fonte vicina alla sovrana.
La Regina Elisabetta soggiornerà in una lussuosa residenza all’interno del Phoenix Park di Dublino e che farà visita ad un albero piantato dalla regina Vittoria.

Le date della visita e il programma non sono ancora stati comunicati, ma dovrebbe durare 3 giorni nel mese di maggio.

L'ultima visita in Irlanda di un reale britannico, re Giorgio V, risale al 1911, un decennio prima dell'indipendenza acquisita dopo la guerra contro il Regno Unito.

Link
Queen Elizabeth visit confirmed

venerdì, marzo 04, 2011

Oltre alla Famiglia Reale norvegese, anche le altre Case Reali scandinave sono andate a vedere le gare del Campionato Mondiale di sci nordico che si svolge a Oslo.


Nella foto potete vedere la regina di Danimarca Margherita, il Re Harald e la Regina Sonja di Norvegia, Sua Altezza Reale la Principessa Victoria e SAR il Principe Daniele di Svezia, e Sua Altezza Reale il principe ereditario Haakon e Sua Altezza Reale la Principessa Mette-Marit di Norvegia.

Link
Famiglia reale norvegese ai Mondiali di sci nordico

mercoledì, marzo 02, 2011

Centinaia di russi si sono raccolti giovedì ad una cerimonia ortodossa nella ex capitale imperiale di San Pietroburgo, per adorare una icona "miracolosa" dell'ultimo zar della Russia.



La miracolosa icona, conservata a San Pietroburgo, raffigura lo zar Nicola II. ed è diventata meta di pellegrinaggi da parte dei cristiani ortodossi che la ritengono miracolosa in quanto secerne mirra!

L'icona è una copia di un'altra icona, dipinta negli Stati Uniti nel 1997, e raffigura l'ultimo zar, canonizzato dalla Chiesa ortodossa russa nel 2000.

Lo Zar Nicola II fu ucciso dai bolscevichi dopo la rivoluzione del 1917, insieme alla sua famiglia, e canonizzato dalla Chiesa russa ortodossa nel 2000.
"Io sono un russo e un ortodosso, e per me il santo martire Nicola II è il simbolo della Russia" ha detto un russo in piedi in una lunga fila per baciare l'icona.

L'icona è stata portata in Russia nel 1998. Fin dal suo arrivo in Russia, essa ha viaggiato in tutto il paese per ordine dell'ex patriarca ortodosso Alessio II.

Nicola II, sua moglie Alexandra e i loro cinque figli sono state uccisi nella città siberiana di Ekaterinburg nel luglio 1918.
Anche ai tempi dell'Unione Sovietica, lo zar e la sua famiglia erano segretamente adorati dai credenti ortodossi, e il luogo della loro uccisione attrae un grande pellegrinaggio ogni anno.

Link
Russians worship 'miraculous' icon of tsar

Driss Guerraoui, Segretario Generale del Consiglio Economico e Sociale, ha detto che il Marocco è ben lungi dall'essere colpito dall'ondata di proteste che succede nel Nord Africa perché "abbiamo un Re popolare".

Il nostro Paese ha dato più diritti e libertà al suo popolo rispetto ad altri paesi della regione, ha detto Guerraoui, che è anche il principale consigliere economico del primo ministro.

"Negli ultimi 11 anni siamo migliorati in molti aspetti, libertà individuali e collettive", ha detto Guerraoui.
"Il Consiglio economico e sociale ha una composizione pluralista. Ha un ruolo consultivo per dare consigli sulle grandi questioni nazionali, studi prospettici su vari settori", ha aggiunto Guerraoui.

Durante la cerimonia di inaugurazione del Consiglio economico e sociale nella città di Casablanca, Re Mohammed VI aveva espresso il suo impegno a continuare a fare le riforme strutturali.

Noi abbiamo istituito il Consiglio Economico e Sociale, non solo per dare slancio al processo di riforma, ma anche per sottolineare lo stretto legame del nostro Paese alla democrazia, per difendere i diritti umani e realizzare lo sviluppo sostenibile , ha detto il re Mohammed.

La Tunisia, Egitto e Libia sono repubbliche dittatoriali, dove i presidenti si sono arricchiti e hanno sfruttato il popolo.
In queste repubbliche nordafricane, il popolo si ribella contro il Potere e ha scacciato i presidenti.

Al contrario nel Regno del Marocco si affrontano i problemi con serenità istituzionale e le manifestazioni non sfociano in violenze e sono ascoltate dalle autorità.

Da quello che avviene nei paesi arabi africani, si capisce che la Monarchia è più democratica della repubblica e che il popolo rispetta più un Re di un presidente!

Link
Driss Guerraoui: We have a popular monarchy

E' online il sito ufficiale per le nozze reali tra il principe William del Galles e Catherine Middleton, che si svolgerà il 29 aprile 2011.

2 marzo 2011

Nel comunicato stampa si dice che il sito web "sarà regolarmente aggiornato con contenuti esclusivi, come gallerie fotografiche, video e collegamenti a importanti informazioni del giorno per i visitatori".

Per l'evento il sito riunirà tutti i mezzi di comunicazione sociale, compreso l'House Clarence e Flickr di Buckingham Palace, Twitter, il Canale Reale su You Tube e la pagina di Facebook della Monarchia britannica, che fornisce un facile accesso diretto a tutti i canali di comunicazione.

In più in questo sito troverete cenni turistici su Buckingham Palace, su Westminster Abbey e sull'itinerario del corteo nuziale.
E proprio sul sito saranno presto svelati i dettagli sull'abito di nozze di Kate.
La Casa Reale trasmetterà la diretta online della cerimonia il 29 aprile.

Anche il governo britannico ha lanciato un sito dedicato alle nozze reali RoyalWedding, che è destinato a contenere informazioni pratiche per il pubblico (come vivere a Londra durante i giorni del matrimonio, le zone della città che verranno chiuse e i mezzi pubblici funzionanti).

Link
officialroyalwedding2011

martedì, marzo 01, 2011

La famiglia reale norvegese partecipa ai Mondiali di sci nordico di Oslo.


Il Re Harald e la Regina Sonja, il principe ereditario Haakon e la Principessa Mette-Marit erano presente alla cerimonia di apertura dei Campionati del Mondo di sci nordico, che si è tenuta il 23 febbraio.

I Mondiali di sci nordico si terranno a Holmenkollen, Oslo, dal 23 febbraio al 6 marzo 2011.
Oslo ha ospitato i mondiali di sci già 3 volte in passato: nel 1930, nel 1966 e nel 1982. L’arena principale dei mondiali è sempre stata Holmenkollen.
Ci sono ben 23 competizioni in programma, sia di sci fondo, che di salto dal trampolino e combinata nordica.
Inoltre sono in programma molti eventi culturali in concomitanza dei Mondiali.


Ecco foto e video della cerimonia di apertura
Link
nrk-no

Related Posts with Thumbnails