Articoli in evidenza:

giovedì, giugno 30, 2011

Il principe ereditario del Liechtenstein e la moglie erano in Romania.

26 e 27 giugno


La principessa Margherita di Romania e suo marito il principe Radu hanno ricevuto il principe Alois e la principessa Sophia del Liechtenstein presso il Palazzo Elisabeta di Bucarest.

Gli illustri ospiti hanno visitato i luoghi culturali del paese.

Il principe Alois è il reggente del Liechtenstein dal 15 agosto 2004, dopo che il padre Hans-Adam II - pur mantenendo formalmente il titolo - gli cedette il potere di assumere le decisioni ordinarie di governo del principato.

Potete vedere alcune foto nel sito del principe Radu
FOTO

Il principe William e Kate sono atterrati in Canada, questa sera, ed hanno iniziato il loro primo tour reale.

30/06/2011

Il Duca e la Duchessa di Cambridge, che un giorno diventeranno re e la regina del Canada, sono stati accolti da molte autorità.

Il protocollo dell'arrivo impone che molti funzionari, dignitari e politici debbano salutare il Duca e la Duchessa.

John Baird, il ministro degli Esteri, ha introdotto William e Kate alle varie autorità che aspettavano di salutare la coppia reale.

Da notare che Catherine ha cambiato il vestito che aveva scelto questa mattina per la partenza.

Centinaia di persone si erano riuniti nella piazza della Confederazione della città, dove William, in una solenne cerimonia, ha posto una corona di fiori alla Tomba del Milite Ignoto al monumento ai caduti del Canada.


LINK
Prince William and Kate touch down in Canada

Il Duca e la Duchessa di Cambridge sono partiti dall'aeroporto di Heathrow (Londra), a bordo di un aereo della Royal Air Force canadese, per raggiungere Ottawa, in Canada.

30 giugno 2011

Il Duca e la Duchessa di Cambridge arriveranno in Canada questa sera, dove si fermeranno per 8 giorni.
Questo è il loro primo viaggio ufficiale all'estero dopo il loro matrimonio, e rafforzerà l'importante ruolo della monarchia in Canada.



Le aspettative della visita reale sono elevate.
Secondo dei sondaggi, circa il 55% dei canadesi sono entusiasti della visita del principe William e Kate, e si prevede che il 5% cercherà di andare a vederli.

Negli ultimi giorni i giornali canadesi pubblicano supplementi speciali, compreso come comportarsi quando li si incontra.

E' stata presentata una nuova bandiera per il principe William, con una W di grande dimensioni al centro di un cerchio di foglie d'acero,
che sarà esposta in ogni edificio in cui lui risiederà e su tutti i veicoli che utilizzerà per spostarsi.

Circa 1.500 giornalisti provenienti da luoghi lontani, come la Cina e l'India, sono venuti per la visita, 100 giornalisti solo dal Regno Unito.

mercoledì, giugno 29, 2011

Bandiera personale del Principe William durante la sua visita reale in Canada.


Il Primo ministro del Canada ha presentato la bandiera personale del principe William quando lui visiterà il Canada.

Il primo ministro Stephen Harper ha detto che la bandiera è stata
realizzata dall'Autorità Canadese Araldica presso il Palazzo del Governo di Ottawa, e approvata dalla Regina e William.

Quando il duca di Cambridge sarà in Canada, la sua bandiera sarà esposta in ogni edificio in cui lui risiederà e su tutti i veicoli che utilizzerà per spostarsi.

E' la prima bandiera ad essere creata dal Canada per un membro della famiglia reale dal 1962, quando la Regina adottò una bandiera personale durante la visita del Canada.

La Regina ha inoltre approvato la progettazione e la realizzazione della bandiera personale per il Principe di Galles.

Mr Harper è il leader canadese più filo-monarchico, e da sempre si impegna per promuovere una identità nazionale più conservatrice e consapevole delle sue radici storiche.

In un comunicato Harper ha detto :
"La bandiera è una testimonianza dello speciale legame tra il Canada e la famiglia reale e rende omaggio alla nostra storia comune, le tradizioni e le istituzioni".
"Il Duca e la Duchessa di Cambridge voleranno con grande orgoglio per tutto il prossimo tour reale".

Per celebrare il 90° compleanno Duca di Edimburgo, questo mese, Harper ha annunciato di aver nominato il principe Filippo ammiraglio onorario e generale delle Forze Armate canadesi, è la prima volta che un grado onorario è stato concesso al più alto livello delle Forze Armate canadesi.

LINK
Prince William gets personal flag for Canadian Royal tour

La Regina Elisabetta II ha ricevuto il presidente della repubblica italiana Napolitano a Buckingham Palace di Londra.

28 giugno 2011


I due capi di stato hanno parlato del recente matrimonio del principe William con Kate, delle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia e del giubileo del Regno Unito che accadrà nei prossimi anni.

Il giubileo è il 60° anniversario del regno di Elisabetta II, che ha 85 anni. incoronata il 2 giugno 1952.

LINK
Napolitano a Londra: con la Regina abbiamo parlato anche di William e Kate

A Washington, il principe ereditario Filippo del Belgio è stato ricevuto alla Casa Bianca dal vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden.

28 giugno 2011

All'incontro il Principe Filippo era accompagnato dai ministri Vanackere, Peeters, e Marcourt Cerexhe.

Le autorità statunitensi hanno particolarmente apprezzato il coinvolgimento del Belgio in Afghanistan e in Libia.

Il Principe ha anche incontrato John Kerry, ex candidato alla Casa Bianca.

LINK
VIDEO

martedì, giugno 28, 2011

Gli ospiti reali che hanno confermato la loro presenza al Matrimonio tra Alberto di Monaco e Charlene sono:

  • -Il Re Carlo XVI e la Regina Silvia di Svezia.
  • -La Principessa ereditaria Vittoria e il Principe Daniele di Svezia.
  • -il Principe Carlo Filippo e la Principessa Maddalena di Svezia.
  • -il Principe ereditario Guglielmo Alessandro e la Principessa Máxima di Olanda.
  • -il Principe ereditario Federico e la Principessa Mary di Danimarca.
  • -il Principe Joachim e la Principessa Marie di Danimarca.
  • -il Principe Haakon e la Principessa Mette-Marit di Norvegia.
  • -il Principe Alessandro e la Principessa Caterina di Serbia
  • -il Principe Emanuele Filiberto e la Principessa Clotilde di Savoia
  • -il Re Alberto e la Regina Paola dei Belgi
  • -il Principe Filippo e la Principessa Matilde del Belgio
  • -il Principe Laurent e la Principessa Claire e Astrid del Belgio
  • -il Principe Edward e la moglie Sophie, Contessa di Wessex
  • -la Principessa Margarita e il Principe Radu di Romania
  • -il Duca e la Duchessa di Vendôme
  • -il GranDuca Henri, GranDuchessa Maria Teresa e il Principe Guillaume del Lussemburgo

Il Vaticano ha inaugurato il nuovo sito di news, e il papa Benedetto XVI ha spedito un messaggio su Twitter tramite iPad.

28 giugno 2011

Il gesto, inedito nella storia della cristianità, è stato pubblicato su YouTube, nonché ripreso dai vari telegiornali .


Ecco il messaggio del Santo Padre su Twitter:

Cari Amici, Ho appena dato l’avvio a http://j.mp/kuVmov Sia lodato Gesù Cristo! Con le mie preghiere e la mia benedizione, Benedictus XVI

LINK
news.va

Su Youtube ho trovato il canale mariageprincierlive dedicato alle imminenti nozze tra il Principe Alberto di Monaco e Charlene.


Su alcuni video si vedono le preparazioni al matrimonio, il concerto di Jean Michel Jarre, i numerosi lavori che si stanno facendo nella città di montecarlo.

Vedremo se sarà possibile vedere le nozze online anche su questo canale

Tuttavia, il matrimonio principesco sarà trasmesso in streaming in diretta sul sito ufficiale di Monaco.


Inoltre ho trovato che il matrimonio di Monaco è presente anche su Facebook e su twitter

Al Palazzo della Zarzuela, il Principe delle Asturie ha ricevuto in udienza il cosmonauta russo Alexei Leonov.

27 giugno 2011

Alexei Leonov è stato il primo essere umano a lasciare la sua capsula spaziale per rimanere sospeso liberamente nello spazio (18 marzo 1965).
Leonov rimase collegato alla capsula spaziale mediante una corda di sicurezza lunga circa 4,5 metri e rimase per circa 12 minuti all'esterno della navicella.


Alcune immagine
Foto

lunedì, giugno 27, 2011

Papa Benedetto XVI ha ricevuto in udienza Fra' Matthew Festing, Principe e Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta ed alcuni dei suoi membri.

Città del Vaticano, 25 giugno 2011

Il Gran Maestro ha donato al Papa una medaglia commemorativa
della beatificazione di Giovanni Paolo II.



L'Ordine di Malta ha la missione di difendere la fede e il servizio ai sofferenti, ed è uno dei più antichi Ordini religiosi cattolici, essendo stato fondato a Gerusalemme intorno all'anno 1048.

L'Ordine opera in oltre 120 paesi, gestisce ospedali, centri medici, ambulatori, istituti per anziani e disabili, centri per i malati terminali.

domenica, giugno 26, 2011

Il 25 giugno 2011, il duca e la duchessa di Cambridge hanno premiato i soldati al Castello di Windsor.


Per la prima volta la Duchessa di Cambridge ha partecipato ad una cerimonia militare, come membro della famiglia reale.

La coppia reale ha celebrato alla giornata delle Forze Armate con i soldati del 1° Battaglione delle Guardie irlandesi di ritorno dall'Afghanistan nel mese di aprile.

Durante la cerimonia, i soldati delle Guardie Irlandesi sono stati premiati con delle medaglie.
Prima della consegna delle medaglie, William e Kate hanno incontrato privatamente le famiglie dei 3 militari caduti.



Quindi il principe William, che è il colonnello delle Guardie irlandesi, e Kate hanno consegnato la "Croce di Elisabetta" alle famiglie di 3 membri del reggimento uccisi in Afghanistan.

Inoltre Kate ha consegnato una medaglia al caporale che ha perso entrambe le gambe e il braccio sinistro.

Dopo la cerimonia delle medaglie, il principe William e sua moglie si sono uniti ai soldati e alle loro famiglie, che gli hanno parlato delle loro esperienze in Afghanistan e degli amici uccisi.

Per guardare i video per favore clicca qui e qui.
Royal couple present medals to the Irish Guards

LINK
Duchess of Cambridge takes part in first military ceremony as member of Royal family

La corte granducale di Lussemburgo, ha annunciato che il 16 settembre 2010, Sua Altezza Reale il Granduca Henri di Lussemburgo aveva cambiato la legge della successione al trono previste dal Patto di Famiglia del 1783.

20 giugno 2011


A partire dai discendenti del corrente Granduca, il Granduca Henri, uomo e donna hanno uguali diritti al trono del Lussemburgo.
La nuova linea di successione al trono del Lussemburgo segue il criterio della primogenitura eguale, il che significa che il trono spetta al figlio primogenito indipendentemente dal sesso.

Ciò significa che se, ad esempio, il Granduca ereditario Guillaume dovesse avere una figlia come prima figlia, lei potrebbe diventare il prossimo sovrano del Lussemburgo anche se ha un fratello minore.

Il Lussemburgo segue l'esempio di altre monarchie del nord Europa, e le nuove leggi di successione al trono del Lussemburgo (2011) sono simile a quelli della Svezia (1980), Olanda (1983), Norvegia ( 1990), Belgio (1991), Danimarca (2009).
In Gran Bretagna, Spagna e Monaco i figli hanno precedenza alle figlie, mentre il Liechtenstein è l'unico ad escludere le donne al trono.

LINK
New Succession Rules...

Il Principe William e Catherine, duca e duchessa di Cambridge, andranno in Canada dal 30 Giugno all'8 Luglio.


Questo è il primo viaggio ufficiale reale dopo il loro matrimonio.

Durante il viaggio in Canada, William e Catherine visiteranno alcuni città, Ottawa nell'Ontario, Montreal e Quebec City, nel Quebec, Charlottetown e Summerside nel Prince Edward Island, Yellowknife nei Territori del Nord-Ovest, e Calgary, in Alberta.

Questo è il messaggio del Duca di Cambrige:
"Catherine e io siamo molto impazienti per il nostro tour in Canada. Speriamo di essere in grado di soddisfare quante più persone possibile e di visitare gran parte di questo straordinario e vario paese".

"Ho ricordi bellissimi del mio precedente viaggio in Canada, e come tale lo considero un grande privilegio essere stato invitato in Canada per il primo tour dopo il mio matrimonio."


Maggiori informazioni sul percorso reale si può trovare sul sito ufficiale 2011 Royal Tour

sabato, giugno 25, 2011

Charlene Wittstock ad Atene per Special Olympics

25 giugno 2011

Una settimana prima di diventare ufficialmente la principessa di Monaco, l'ex olimpionica si è recata ad Atene, in Grecia, per partecipare alla cerimonia di apertura per le Special Olympics Summer Games, Atene 2011.

Come ambasciatrice delle Special Olympics ha partecipato alla cerimonia di apertura per supportare gli atleti ed incontrarsi con altri illustri ospiti.

La Cerimonia si è svolta presso il Panathenaic Stadium, ad Atene.
La Cerimonia dovrebbe essere trasmessa in Italia in differita, il 29 giugno su Raisport2 alle ore 20.00.

Special Olympics è un programma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche per più di 3.500.000 di persone, ragazzi ed adulti, con disabilità intellettiva.

Il Special Olympics World Games - Atene 2011, si svolgerà dal 25 Giugno al 4 Luglio, è il più grande evento sportivo del mondo nel campo della disabilità intellettiva.

giovedì, giugno 23, 2011

Il principe ereditario del Belgio Filippo e la principessa Matilde hanno visitato il Ground Zero al World Trade Center di New York.

23 giu 2011

Nella visita la coppia reale ha deposto una corona di fiori.

Lo scopo del viaggio è quello di evidenziare i legami culturali ed economici tra il Belgio e gli Stati Uniti d'America

Il viaggio a New York di 2 giorni, si è aperto con una breve sosta al Central Park, visitando Ground Zero.
Quindi i principi saranno accolti dal presidente dell'Autorità Portuale di New York e New Jersey, visitaranno una scuola privata ad Harlem franco-americana, una conferenza stampa, e una visita ad una ditta bio-farmaceutica.

LINK
Belgium's Prince Philippe and Princess Mathilde to visit Ground Zero

Il cancelliere tedesco Angela Merkel con il principe ereditario giapponese Naruhito.

23 giugno 2011

Allo sfondo il palazzo del Reichstag.


L'incontro è avvenuto dopo quello di ieri tra il principe ereditario e il presidente Christian Wulff.

Durante l'incontro, il principe Naruhito ha parlato della reazione del Giappone al disastro dell'impianto nucleare di Fukushima alla Merkel, la quale ha intenzione di chiudere tutte le centrali nucleari tedesche entro il 2022.

LINK
Kanzlerin trifft Kronprinz - Fukushima Thema

Il Gran Duca e la Duchessa hanno partecipato ai festeggiamenti organizzati per la Giornata Nazionale 2011 del Granducato di Lussemburgo.


I festeggiamenti sono iniziati il 22 giugno davanti al Gran Palazzo Ducale con la banda militare.
Il Gran Duca e la Duchessa si sono recati al comune di Niederanven, dove sono stati ospitati dalle autorità locali e regionali.

Qui il Granduca e la Granduchessa hanno inaugurato il nuovo parco ecologico, "Parco d'Europa".

A sua volta, il Granduca ereditario, accompagnato dalla principessa Alexandra, si sono recati nella città di Esch-sur-Alzette, dove hanno deposto una corona al monumento ai caduti.
Il granduca e la principessa hanno salutato la gente dal balcone dell'Hotel de Ville, prima di partecipare alla festa, la Volleksfest Escher, dove c'è stato il tradizionale falò.

Infine alla sera del 22 giugno, il Granduca e la Granduchessa, accompagnati dai loro figli, hanno partecipato alla festa organizzata dalla città di Lussemburgo, con i soliti fuochi d'artificiali.

Il giorno successivo, 23 giugno, c'è stato la solenne Messa celebrata nella Cattedrale di Nostra Signora del Lussemburgo, alla presenza dei membri della famiglia granducale.

Alcune foto qui

LINK
Giornata Nazionale di Lussemburgo

mercoledì, giugno 22, 2011

Il principe ereditario Naruhito del Giappone è arrivato in Germania, dove è stato accolto dall'Ambasciatore del Giappone.

21 giugno 2011

Il principe Naruhito del Giappone è in Germania per tre giorni di visita ufficiale per festeggiare "... il 150° anniversario del trattato di amicizia tra il Giappone e la Germania."

Il principe ereditario è stato salutato dal Presidente tedesco, Christian Wulff, al Palazzo Bellevue a Berlino.

Il principe ereditario ha anche avuto la possibilità di visitare la Biblioteca di Stato di Berlino dove ha visto molti documenti preziosi tra cui il "... Trattato di Amicizia, Commercio e Navigazione tra il Giappone e la Prussia del 1861 ..."

Giovedì, il principe ereditario incontrerà la cancelliera Angela Merkel.

Ecco dove potete vedere alcune immagini e video dell'evento,
Crown+Prince+Naruhito

Video

Martedì scorso la Regina Silvia e la principessa ereditaria Vittoria si sono recati al museo d'arte Waldemarsudde di Stoccolma per inaugurare la mostra veneziana del 1700.

21 giugno 2011

La mostra è stata organizzata per le celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia, dal Prins Eugens Waldemarsudde e dall'Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma, in collaborazione con il Comune di Bergamo e l'Accademia Carrara di Bergamo.
La mostra presenta alcune opere d'arte del patrimonio veneziano risalente al 18° secolo, tra cui dipinti di Giovanni Battista Tiepolo, Bernardo Canal e Francesco Guardi.

La regina e la principessa erano accompagnati dall'ambasciatore italiano Angelo Persani e dal sindaco della città di Bergamo, in quanto le opere d'arte provengono dalla Accademia Carrara di Bergamo.

Il museo Waldemarsudde di Stoccolma era una residenza del Principe Eugenio (1865-1947), esponente della famiglia reale svedese che ha lasciato la sua residenza allo Stato dopo essersi dedicato alla pittura e al collezionismo.

LINK
Prins Eugens Waldemarsudde

In occasione del suo 90° compleanno, il Duca di Edimburgo è stato invitato dal Primo Ministro David Cameron e dalla moglie Samantha al 10 di Downing Street.

21 giugno 2011

Ecco la foto dell'arrivo della regina Elisabetta e del Duca di Edimburgo alla residenza del Primo Ministro.

L'ultima volta che la Regina Elisabetta ed il Principe Filippo si sono recati al numero 10 fu nell'aprile del 2002, quando furono invitati da Tony Blair e dalla moglie Cherie.

Qui potete vedere un filmato dell'arrivo dei sovrani
VIDEO

Alberto II di Monaco celebra i 100 anni dell'Istituto Oceanografico di Parigi, fondato dal bisnonno


In occasione del centenario dell'Istituto Oceanografico di Parigi, fondato da suo bisnonno, Albert I di Monaco, il Principe Alberto II di Monaco ha lanciato un appello per la difesa degli oceani, e nel suo discorso ha detto : Ormai il mare è per noi un universo fragile, minacciato quotidianamente dai cambiamenti climatici, dall'inquinamento e dall'avidità degli uomini "

L'Istituto Oceanografico di Parigi, fu aperto nel gennaio 1911, dipende dalla Fondazione del Principe Albert I di Monaco e dal Museo Oceanografico di Monaco, ed ha accolto oltre 600.000 visitatori nel 2010.

LINK
Océans: Albert II fête les 100 ans de l'Institut fondé par son trisaïeul

martedì, giugno 21, 2011

Il Principe William, Duca di Cambridge, celebra il suo 29° compleanno

21 giugno 2011

Molto probabilmente William dovrà trascorrere tutto il giorno alla base della RAF di Anglesey, dove è di turno come co-pilota di elicotteri da salvataggio.

Il principe William, duca di Cambridge, conte di Strathearn e barone Carrickfergus, è nato a Londra, il 21 giugno 1982, è nipote della regina Elisabetta II del Regno Unito e primo figlio di Carlo, principe di Galles e della scomparsa Diana, principessa del Galles.

Il principe William è secondo nella linea di successione al trono del Regno Unito, dopo suo padre e prima di suo fratello, il principe Henry del Galles.

Il 29 aprile 2011 si è sposato con Catherine Middleton, e nello stesso giorno la Regina Elisabetta II lo ha creato Duca di Cambridge con i titoli di Conte di Strathearn e Barone Carrickfergus.

lunedì, giugno 20, 2011

La Regina Rania di Giordania ha incontrato il Re Harald V e la Regina Sonja di Norvegia nella capitale norvegese Oslo.

20 giugno 2011

Alla riunione che si è tenuta al palazzo reale, hanno partecipato anche i membri del Consiglio di Amministrazione della Fondazione delle Nazioni Unite (UNF).

La regina Rania è in Norvegia nella sua qualità di membro del Consiglio dal 2006.

UNF è un ente di beneficenza pubblico, fondato nel 1998, che sostiene le cause e le attività delle Nazioni Unite per affrontare i problemi globali, compresi i cambiamenti climatici, la salute dei bambini, pace e sicurezza, e la povertà.

LINK
Queen Rania meets Norwegian royal couple

A quanto racconta il giornalista del Guardian Chris Stephen, i ribelli libici hanno trovato migliaia di documenti che rivelano nel dettaglio gli agghiaccianti ordini dati personalmente da Gheddafi, di bombardare e affamare il popolo della città di Misurata.

Un documento mostra come Gheddafi abbia ordinato all’esercito di isolare Misurata e impedire che arrivassero in città rifornimenti di cibo e farmaci.

Un altro documento mostra come i soldati di Gheddafi siano istruiti a uccidere i ribelli feriti, in aperta violazione della Convenzione di Ginevra.

Dovrebbe esserci anche un documento in cui Gheddafi chiede che a Misurata “il mare da blu diventi rosso”.

Questi documenti, custoditi in una località segreta, saranno consegnati al Tribunale Penale Internazionale e costituiranno prove contro Gheddafi, quando sarà sotto accusa per crimini contro l’umanità.

Non è la prima volta che un presidente della repubblica, per mantenere il potere, si macchia di crimini contro l’umanità.

Al contrario non si è mai visto un Re dare ordini del genere contro il suo popolo.

Un motivo in più per preferire la Monarchia alla repubblica!

LINK
Muammar Gaddafi war crimes files revealed

sabato, giugno 18, 2011

Il Re del Marocco, Mohammed VI, ha annunciato la nuova Costituzione che sarà sottoposta a referendum popolare il 1° luglio.

17 giugno 2011

Questo atteso discorso è l’epilogo di quello pronunciato il 9 marzo, e confermato alcuni giorni fa .

Il Re, rivolgendosi alla nazione in televisione, ha detto :
La nostra via è la democrazia.

Si è concordato che il premier diventi capo del governo e che il potere esecutivo sia espressione del partito politico che avrà ottenuto la maggioranza nelle elezioni parlamentari a scrutinio diretto.


Il Marocco diventa una Monarchia Costituzionale : la persona del re non sarà piú definita sacra, in senso religioso; ridimensionato il ruolo del sovrano, che diventa rappresentante dello Stato, mantenendo il controllo sulla sicurezza e l’esercito; il premier (che diventerà "il Presidente del Governo") ha la possibilità di sciogliere le Camere; una magistratura indipendente; una quota di donne nel Consiglio superiore della magistratura; la lingua amazigh (il berbero), parlata da gran parte della popolazione, diventerà lingua ufficiale, insieme all’arabo.


Re Mohammed VI, laureato in legge, sposato con l'emancipata Salma Bennani, ha capito che nonostante le proteste, il popolo continuava a volere la monarchia, ma chiedeva solo la sua disponibilità ad aprire una nuova era.

Ancora una volta la Monarchia si dimostra di essere più aperta e vicina al popolo, rispetto alla repubblica.

Infatti Re Mohammed VI si è dimostrato più intelligente e democratico di Gheddafi, Ben Ali, Mubarak, e non ha ucciso la sua gente.

W la Monarchia!

LINK
marocco-referendum-sulla-costituzione-il-1-luglio

venerdì, giugno 17, 2011

La Principessa d'Olanda Maxima è in Messico, come rappresentante delle Nazioni Unite, sulle questioni relative alla microfinanza.

15 - 16 giugno 2011


La principessa Maxima sostiene che in tutto il mondo i servizi finanziari siano accessibili e convenienti a tutti coloro che ne hanno bisogno.

La principessa chiede di amplificare l'accesso ai servizi finanziari anche alle persone a basso reddito, con l'obiettivo di promuovere lo sviluppo dell'economia e contribuire ad una crescita più equa.

La Principessa d'Olanda Máxima ha avuto colloqui con il presidente messicano Felipe Calderón sui benefici della microfinanza.

Nell'incontro, ha anche parlato con il ministro delle Finanze, Ernesto Cordero, facendo un appello alla più ampia disponibilità di microcredito per le persone con redditi più bassi.

La microfinanza contribuisce alla crescita economica e facilita una distribuzione maggiore di ricchezza economica.

Inoltre, la principessa ha avuto colloqui con banche e istituzioni finanziarie che concedono prestiti di microfinanza.

LINK
Màxima in Mexico

mercoledì, giugno 15, 2011

La Regina Elisabetta ha partecipato alla cerimonia dell'Ordine della Giarrettiera, che si svolge ogni anno a Windsor.

13 giugno 2011

Regina Elisabetta è il capo di questo ordine, creato nel 1383 da re Edoardo III, il più antico ordine cavalleresco, formato da non più di 24 membri.

Elisabetta e Filippo, con tutti i figli e il nipote William, hanno preso parte alla cerimonia.
Il Principe William è stato nominato Cavaliere della Giarrettiera nel 2008.

Il Nobilissimo Ordine della Giarrettiera (The Most Noble Order of the Garter), risalente al Medioevo, è il più antico ed elevato ordine cavalleresco del Regno Unito.

Capo dell’Ordine della Giarrettiera è il sovrano del Regno Unito; l’ammissione è riservata a non più di 24 membri, la cui scelta è di competenza esclusiva del sovrano, contrariamente a quanto accade per altri ordini, nei quali il sovrano in genere designa i membri su proposta, anche informale, del primo ministro.
L'ordine viene conferito solo a personalità che si siano distinte per altissimi meriti nel servire il Regno Unito.


LINK
Order of the Garter service held at Windsor Castle

martedì, giugno 14, 2011

Il principe ereditario Federico di Danimarca è in visita di 4 giorni in Giappone.


Il principe Federico è stato ricevuto dal principe ereditario Naruhito del Giappone al Palazzo Togu di Tokyo.

Più tardi in serata, il principe ereditario di Danimarca Federico è stato invitato a cena dall'imperatore Akihito e dall'imperatrice Michiko al palazzo imperiale di Tokyo.

Lo scopo della visita è di rafforzare i rapporti bilaterali ed economici, ma soprattutto per dimostrare solidarietà e sostegno per il popolo giapponese dopo lo tsunami e la catastrofe nucleare del 11 marzo 2011.

Il principe danese visiterà la città di Higashi-Matsushima, nel nord del Giappone, una delle più colpite dal disastro.
Il principe ereditario presenterà una serie di donazioni, oltre ad aiutare le famiglie bisognose, i soccorritori e i volontari della zona.


VIDEO

lunedì, giugno 13, 2011

Il principe ereditario Naruhito e la principessa Masako del Giappone hanno visitato le vittime dello tsunami e del terremoto dello scorso marzo a Yamamoto, nella Prefettura di Miyagi, 200 chilometri a nord di Tokyo.

4 giugno 2011

La coppia reale ha visitato le zone colpite dallo tsunami per offrire incoraggiamento ai residenti che hanno perso casa e persone care nel disastro dell'11 marzo.

Insieme con il marito, la principessa Masako svolge molto bene le missioni umanitarie e sembra trovarsi a suo agio a fianco dei giapponesi.
Speriamo che finalmente la principessa possa superare finalmente la depressione !

Nelle strade di Amman, il Re Abdullah di Giordania ha preso parte alle celebrazioni per il 90° anniversario del Regno di Giordania.

12 giugno 2011


In occasione della ricorrenza della Grande Rivolta Araba, e del Giorno dell'Esercito e della Coronazione, in un discorso televisivo alla nazione il re Abdullah ha promesso l'attuazione delle riforme recentemente proposte da un Comitato Nazionale e anche le modifiche costituzionali preparate da una Commissione Reale.

Il re ha anche detto che il governo dovrà stabilire nuove elezioni comunali sulla base di una nuova legislazione per garantire una maggiore rappresentanza per le comunità locali e per servire i cittadini in modo più efficiente ed equo.

Il testo integrale del discorso di Sua Maestà il Re Abdullah è pubblicato sul The Jordan Times

domenica, giugno 12, 2011

Discorso di Re Umberto II prima di lasciare l'Italia.

13 Giugno 1946.

Di fronte al gesto rivoluzionario compiuto dai partiti del CLN, che prendono il potere senza attendere le decisioni della Corte Suprema di Cassazione, alla quale la legge ha affidato il controllo e la proclamazione dei risultati definitivi del referendum, Re Umberto decide di lasciare l'Italia per scongiurare una guerra civile.

Da un lato il sopruso e la violenza della repubblica, dall'altro la legalità e lo stile della Monarchia.


Italiani!

Nell'assumere la Luogotenenza Generale del Regno prima e la Corona poi, io dichiarai che mi sarei inchinato al voto del popolo, liberamente espresso, sulla forma istituzionale dello Stato. E uguale affermazione ho fatto subito dopo il 2 giugno, sicuro che tutti avrebbero atteso le decisioni della Corte Suprema di Cassazione, alla quale la legge ha affidato il controllo e la proclamazione dei risultati definitivi del referendum.

Di fronte alla comunicazione di dati provvisori e parziali fatta dalla Corte Suprema; di fronte alla sua riserva di pronunciare entro il 18 giungo il giudizio sui reclami e di far conoscere il numero dei votanti e dei voti nulli; di fronte alla questione sollevata e non risoluta sul modo di calcolare la maggioranza, io, ancora ieri, ho ripetuto che era mio diritto e dovere di Re attendere che la Corte di Cassazione facesse conoscere se la forma istituzionale repubblicana avesse raggiunto la maggioranza voluta.
Improvvisamente questa notte, in spregio alle leggi e al potere indipendente e sovrano della Magistratura, il governo ha compiuto un gesto rivoluzionario, assumendo, con atto unilaterale ed arbitrario, poteri che non gli spettano e mi ha posto nell'alternativa di provocare spargimento di sangue o di subire la violenza.

Italiani!
Mentre il Paese, da poco uscito da una tragica guerra, vede le sue frontiere minacciate e la sua stessa unità in pericolo, io credo mio dovere fare quanto sta ancora in me perché altro dolore e altre lacrime siano risparmiate al popolo che ha già tanto sofferto. Confido che la Magistratura, le cui tradizioni di indipendenza e di libertà sono una delle glorie d'Italia, potrà dire la sua libera parola; ma, non volendo opporre la forza al sopruso, né rendermi complice dell'illegalità che il Governo ha commesso, lascio il suolo del mio Paese, nella speranza di scongiurare agli Italiani nuovi lutti e nuovi dolori. Compiendo questo sacrificio nel supremo interesse della Patria, sento il dovere, come Italiano e come Re, di elevare la mia protesta contro la violenza che si è compiuta; protesta nel nome della Corona e di tutto il popolo, entro e fuori i confini, che aveva il diritto di vedere il suo destino deciso nel rispetto della legge e in modo che venisse dissipato ogni dubbio e ogni sospetto.

A tutti coloro che ancora conservano fedeltà alla Monarchia, a tutti coloro il cui animo si ribella all'ingiustizia, io ricordo il mio esempio, e rivolgo l'esortazione a voler evitare l'acuirsi di dissensi che minaccerebbero l'unità del Paese, frutto della fede e del sacrificio dei nostri padri, e potrebbero rendere più gravi le condizioni del trattato di pace.
Con animo colmo di dolore, ma con la serena coscienza di aver compiuto ogni sforzo per adempiere ai miei doveri, io lascio la mia terra. Si considerino sciolti dal giuramento di fedeltà al Re, non da quello verso la Patria, coloro che lo hanno prestato e che vi hanno tenuto fede attraverso tante durissime prove. Rivolgo il mio pensiero a quanti sono caduti nel nome d'Italia e il mio saluto a tutti gli Italiani.
Qualunque sorte attenda il nostro Paese, esso potrà sempre contare su di me come sul più devoto dei suoi figli.

Viva l'Italia! Umberto

Roma, 13 giugno 1946.

Fabiola de Mora y Aragón è nata a Madrid, l'11 giugno 1928, è stata regina dei Belgi come consorte di Baldovino I.

Dopo la morte del marito nel 1993 il suo titolo è "Sua Maestà la Regina Fabiola del Belgio", avendo passato il titolo di "regina dei belgi" a Paola Ruffo di Calabria, consorte di Alberto II del Belgio.

In questi giorni nei quali gli italiani sono chiamati ad esprimersi su 4 referendum, voglio ricordare la strage avvenuta in via Medina di Napoli (11 giugno 1946), causata dalla polizia ausiliaria, che aprì il fuoco contro i manifestanti, numerosi morti e oltre 150 feriti, tutti monarchici.


L'11 giugno 1946 segna l'apice dei disordini seguiti al referendum istituzionale Monarchia repubblica.

In Italia il 10 giugno la Corte di Cassazione ufficializza il risultato del referendum istituzionale del 2 giugno 1946 ma non proclama la repubblica in attesa di esaminare le contestazioni.
La repubblica non fu MAI proclamata.

Il governo, guidato da De Gasperi, cerca un accordo con il Re Umberto II per avviare il trapasso dei poteri, ma la corona rifiuta.

L'indomani nel Sud si scatena la protesta dei monarchici.
A Napoli, già teatro in precedenza di scontri sanguinosi, la folla si concentra davanti alla sede del PCI, in via Medina, dove accanto alla consueta bandiera rossa con falce e martello, è esposta una strana bandiera tricolore.
Si vede l’effigie di una testa di donna turrita nel campo bianco al posto del tradizionale stemma sabaudo. Per Napoli, che ha votato per l’80% Monarchia, è una vera e propria provocazione.

A via Medina scoppia una violenta battaglia, risolta dalle mitragliatrici della polizia ausiliaria, che falciano i dimostranti: sul terreno restano diversi morti e decine di feriti, tutti monarchici.
Due giorni dopo Umberto II lascia l'Italia.

Quest'eccidio non è mai ricordato dalla storiografia repubblicana, che in questa maniera continua ad uccidere quei giovani italiani, colpevoli solo di manifestare apertamente e pacificamente i loro ideali e la contrarietà all'esito del Referendum istituzionale.

La strage di via Medina, proprio perché continuamente negata, risulta essere una enorme vergogna per la repubblica.

Ricordiamo i giovani Caduti in via Medina, uccisi per essere rimasti fedeli al Re e alla Patria.
Non dimentichiamo questi valorosi monarchici!

sabato, giugno 11, 2011

Gli italiani sono chiamati a esprimersi su 4 referendum, due sull'acqua, uno sul nucleare e sul legittimo impedimento.

Alcuni partiti si sono impegnati a votare Si, altri sono per il No ed altri ancora hanno lasciato ai cittadini la "libertà di coscienza", che spinge all'astensione.

In Italia tutto è sempre politicizzato, ed i quesiti hanno perso la loro rilevanza specifica, per assumere quella esclusivamente politica,
in particolare una scelta pro o contro Berlusconi.

Io vorrei spingere l'attenzione sul diritto all’astensione, e quindi sul superamento del quorum del referendum.

Anche per le elezioni non è un obbligo andare a votare, il voto è un diritto e non un’imposizione, ma per un referendum l’astensione è un aspetto essenziale.

La presenza del quorum aumenta la libertà di scelta: o l’elettore con la sua partecipazione al voto favorisce il superamento della soglia, oppu­re astenendosi contribuisce al raggiungimento dell’obiettivo contrario. È un suo diritto.

Ebbene nonostante questo evidente verità, il presidente della repubblica Napolitano ha dichiarato che farà il suo dovere, lasciando intendere che andrà a votare, e con ciò contrastando le posizioni politiche che sostengono la necessità di disertare le urne.

Ormai il capo dello Stato esterna, si sovrappone al Governo, aiuta l'opposizione, e dimentica perfino di rispettare la Costituzione, visto che l’art. 75 indica il quorum necessario a rendere valido l’esito del referendum, e che implicitamente consente agli elettori anche di non partecipare.

Adesso gli italiani sono liberi di votare Si, No oppure di astenersi al referendum.

Io mi chiedo se l'esortazione di Napolitano al voto non sia un’ottima ragione per non andare a votare ....

Il compleanno ufficiale di Sua Maestà la Regina Elisabetta II è celebrato da una grande parata militare (Trooping the Colour), il secondo sabato di giugno.

11 giugno 2011

Anche se il vero compleanno della regina è il 21 aprile, la tradizione vuole che il compleanno del sovrano si festeggi a Londra nel mese di giugno.

La cerimonia ha segnato l'85° compleanno della Sovrana, avvenuta il giorno dopo il 90° compleanno del duca di Edimburgo.

La regina è arrivata in carrozza con il Duca di Edimburgo, ed ha passato in rivista le truppe.

Quest'anno per la prima volta, anche la Duchessa di Cambrige Catherine ha partecipato all'evento.
La duchessa di Cambridge ha guardato con orgoglio come il marito prendeva parte alla cerimonia in onore della Regina.
Tra lo splendore della parata militare, William ha guidato perfettamente il suo destriero grigio, e come Colonnello delle Guardie irlandesi indossava la divisa scarlatta del reggimento, con il cappello di pelle d'orso.
A cavallo c'era anche il padre Carlo, principe di Galles, in veste di colonnello delle Welsh Guards, la zia Anna, principessa reale, e il duca di Kent.

Tutti i membri della Famiglia Reale sono stati allietati a gran voce da migliaia di sostenitori, mentre si trasportavano sulla carrozza, e sul balcone di Buckingham Palace hanno visto il passaggio in volo della RAF.

In occasione dell'85° compleanno della regina Elisabetta, la rockstar britannica Bryan Ferry, l'attore premio Oscar Colin Firth e l'avvocato Mark Stephens, legale del fondatore di WikiLeaks Julian Assange, hanno ricevuto l'onorificenza dell'Ordine dell'Impero britannico dalle mani della regina Elisabetta II.

LINK
Prince William in first Trooping the Colour parade

Il Sultano del Brunei in visita a Berlino

7 - 10 giugno 2011

Il sultano del Brunei Haji Hassanal Bolkiah, è arrivato in Germania, con il suo entourage, per una visita di 4 giorni.

A Berlino, il Sultano del Brunei è stato ricevuto dal cancelliere tedesco Angela Merkel.
Il sultano del Brunei ha avuto colloqui con il cancelliere tedesco Angela Merkel presso la sede della Cancelleria federale a Berlino.

Merkel ha detto che entrambi i paesi hanno avuto un intenso scambio di opinioni sulle modalità per sviluppare ulteriormente i rapporti economici bilaterali, e nel campo della formazione e dell'istruzione.

Merkel ha ringraziato Sua Maestà di essere venuto a Berlino, aggiungendo che i due paesi hanno rapporti stretti e amichevoli.

Dopo la riunione, la Merkel ha organizzato un ricevimento in onore della visita di Sua Maestà presso la Cancelleria.

LINK
Brunei un partner affidabile: Merkel

venerdì, giugno 10, 2011

La Principessa Maddalena festeggia oggi il suo 29° compleanno!

10 giugno 2011


Maddalena di Svezia, nome completo Madeleine Thérèse Amélie Joséphine Bernadotte, è nata a Stoccolma, il 10 giugno 1982, ed è principessa di Svezia e duchessa di Hälsingland e Gästrikland, e terza in linea di successione al Regno di Svezia.

Maddalena è l'ultima figlia del re Carlo XVI Gustavo di Svezia e della regina consorte Silvia, attualmente è ambasciatrice UNICEF per lavoro e dal 2006 vive a New York.

Il Marocco è pronto ad adottare una nuova Costituzione che dovrebbe ridurre le prerogative del re a favore del primo ministro.


Dal mese di marzo una commissione è al lavoro per redigere una nuova costituzione, che dovrebbe essere presentato al re Mohammed VI a metà giugno.

Un membro del comitato per la riforma costituzionale ha detto che "I poteri del re sperimenteranno una riduzione significativa in favore del primo ministro".

La stampa marocchina ha fatto eco a questa riforma, e secondo fonti anonime vicino al comitato consultivo, il Primo Ministro dovrebbe ora essere chiamato "Presidente del Governo".

La giustizia sarà considerato per la prima volta, autonoma e indipendente, in conformità con il principio della separazione dei poteri, che sarà espressamente previsto dalla prossima revisione della Costituzione.

Il 9 marzo, Re Mohammed VI aveva annunciato importanti riforme costituzionali, compreso, il principio della separazione dei poteri e il rafforzamento dei poteri del Primo Ministro.

LINK
Maroc: la nouvelle constitution devrait limiter les pouvoirs du roi

Il Duca di Edimburgo, festeggia il suo 90° compleanno il 10 giugno 2011.


Il Principe Filippo di Grecia e Danimarca è nato il 10 giugno 1921 sull'isola di Corfù.
Egli è l'unico figlio maschio e quinto del principe Andrea di Grecia e Danimarca, figlio di re Giorgio I di Grecia e Regina Olga, nata granduchessa di Russia, e della principessa Alice di Battenberg, sorella del futuro Lord Mountbatten della Birmania, ultimo viceré dell'India.

Filippo si è sposato con la regina Elisabetta II il 20 novembre 1947.

In occasione del suo 90° compleanno, La Regina ha conferito a SAR il Duca di Edimburgo il titolo di Lord High Admiral della Marina.

Nel 1939, il principe Filippo entrò a far parte della Royal Navy come cadetto al Royal Naval College di Dartmouth.

La Zecca Reale ha segnato il traguardo, producendo una moneta commemorativa di 5 £, disponibile in cupro-nichel, oro e argento, così come una rara edizione di platino di 5.450 £.

A 90 anni, il Duca di Edimburgo ha deciso di rallentare il ritmo dei doveri d'ufficio che nel 2005 sono state 300!
Si prevede che nel corso dei mesi molti patronati e impegni saranno delegati alla duchessa di Cambridge.

E' possibile inviare gli auguri di compleanno a Sua Altezza Reale, attraverso il modulo preparato dal sito ufficiale della Casa Reale Inglese :
90th birthday messages

Tanti Auguri Altezza!!

giovedì, giugno 09, 2011

In Thailandia più di 100mila persone hanno già firmato una petizione che chiede di ridare poteri esecutivi al Re.


La petizione è stata organizzata dall'associazione Royal Power Restoration Network, che sostiene la necessità di un ritorno del ruolo governativo del Re per risolvere i problemi della Thailandia.

L'organizzazione sostiene che i problemi del Paese sono riconducibili alla lotta politica e che solo il Re con poteri esecutivi potrà risolverli.

L'iniziativa, incominciata nel giugno del 2010, continua in tutto il Paese e l'obiettivo è quello di raccogliere 630mila firme che corrispondono a circa il 10% della popolazione thailandese.

Il promotore ha inoltre sottolineato che ''fino ad ora solo politici corrotti e immorali sono stati eletti al potere e questo non è un modo per risolvere i problemi della nazione''.

La petizione è la decima presentata da parti civili negli ultimi anni per restaurare la monarchia assoluta in Thailandia, convertita in monarchia costituzionale nel 1932.

La Thailandia è una monarchia costituzionale, il Re, Bhumibol Adulyadej Rama IX, è sovrano dal 1946.

Il re Bhumibol è amato dalla stragrande maggioranza della
popolazione e possiede un forte ascendente nella vita politica del paese nonostante la mancanza di poteri specifici.


LINK
104,136 signatures submitted demanding the restoration of royal power

La Principessa di Norvegia, Mette Marit, è andata a New York per partecipare ad una Assemblea delle Nazioni Unite sull'AIDS.

7 - 9 giugno 2011

La Principessa si è presentata come l'ambasciatore internazionale dell'UNAIDS, un progetto delle Nazioni Unite nella lotta contro l'AIDS, a Manhattan.

La Principessa ha ottenuto la carica di rappresentante speciale per la lotta contro l'HIV e l'AIDS nell'aprile del 2006.

La Principessa norvegese ha incoraggiato la comunità internazionale a promuovere la prevenzione della trasmissione dell'HIV / AIDS tra le donne e le ragazze.

LINK
Høynivåmøte om AIDS

mercoledì, giugno 08, 2011

La Regina Margherita II e il Principe Henrik di Danimarca sono negli Stati Uniti.

​​6-11 Giugno 2011

Lo scopo della visita (durerà una settimana) è di rafforzare le relazioni tra la Danimarca e gli Stati Uniti d'America.

A Washington SM la Regina e SAR il Principe Consorte assisteranno alla prima del Royal Ballet danese presso il Kennedy Center, incontreranno i consoli danese negli Stati Uniti e visitaranno un certo numero di aziende danesi.

La coppia regnante ha visitato Capitol Hill, dove si sono incontrati con il Minority Whip, Steny Hoyer.

Poi hanno incontrato la First Lady Michelle Obama alla Casa Bianca.
Visto che in questi giorni Obama è molto impegnato, non si sa se la coppia regnante avrà la possibilità di incontrare il presidente.

Sua Maestà la Regina Margherita II e SAR il Principe Henrik hanno partecipato ad una cena di gala presso la residenza dell'ambasciatore danese a Washington DC.

In seguito la coppia regnante si recherà a New York City dove potrà visitare la sede delle Nazioni Unite, il Museo d'Arte Moderna e il Museo Americano di Storia Naturale.

L'11 giugno il Principe Consorte andrà a Solvang, in California, per celebrare il 100° anniversario della città.

LINK
Visit to the U.S.

martedì, giugno 07, 2011

Anche sul fronte dell'agenda digitale, la repubblica italiana rimane indietro rispetto agli altri stati europei.

Per Agenda Digitale si intende la strategia per delineare le politiche e le azioni affinchè la rivoluzione digitale porti benefici ai cittadini.

Lo studio svolto dalla Commissione europea sul livello di innovazione del Paese non è confortante.
Da un lato ci sono gli sforzi fatti nell’ambito dell’eGovernment, dall’altro si registra la bassa disponibilità di banda larga.

In generale c’è l’aumento della penetrazione del Web tra i cittadini ma la diffusione della banda larga del nostro Paese è indietro rispetto alla media europea e preoccupa anche l’utilizzo che gli italiani fanno della Rete.
Infatti solo il 48% dei cittadini utilizzano regolarmente internet - una delle più basse in Europa - e il 41% dei cittadini non usano affatto la Rete - tra le più alte percentuali.

A quanto pare, gli italiani non utilizzano le straordinarie potenzialità offerte da Internet (commercio elettronico, home banking, acquisto beni o servizi in Rete , ricercare lavoro online, persino utilizzare internet per leggere i giornali).

Dal rapporto della Commissione europea sul fronte dell’e-Gov e dell’Amministrazione digitale si legge che nonostante la Pubblica Amministrazione italiana stia mettendo a disposizione dei cittadini dei servizi online, i cittadini non apprezzano questi servizi o non sono guidati ed incentivati ad utilizzarli.

Insomma il rapporto evidenzia il fallimento della politica dell’innovazione, nel senso che nonostante gli elevati investimenti per la digitalizzazione della pubblica amministrazione, lo stato non è in grado di intercettare i reali bisogni e le esigenze dei cittadini, con la conseguenza che si continua a dialogare con la pubblica amministrazione alla vecchia maniera.

Insomma le inefficienze dello stato repubblicano e il pachidermico apparato burocratico impediscono all'Italia di essere un Paese moderno.

Se vogliamo sperare di uscire dalla crisi nella quale ci troviamo, dobbiamo cambiare rotta, dobbiamo esigere uno stato che ci consenta di diventare un paese moderno, in poche parole bisogna dire basta alla repubblica che ci porta verso la decadenza!

LINK
Digital Agenda Scoreboard 2011 Italia


Il principe ereditario Haakon di Norvegia è arrivato a Baku, in Azerbaigian, dove ha incontrato il presidente Ilham Aliyev.

6 giugno 2011

Il principe ereditario è accompagnato dal ministro dell'Energia Ola Borten Moe, dal vice ministro degli affari esteri Espen Barth Eide, e da funzionari norvegesi e rappresentanti delle imprese.

Il principe ereditario Haakon è stato tra i relatori alla cerimonia di apertura del 18° Conferenza Internazionale Caspian Oil & Gas a Baku.
Nel suo discorso il principe Haakon ha sottolineato l'importanza della gestione sostenibile delle risorse energetiche e di mantenere un approccio a lungo termine al fine di garantire che tale risorse andranno anche a vantaggio dei nostri figli e nipoti.
Ha poi lodato l'attenzione ambientale e del suo fondo petrolifero nazionale, e ha espresso il desiderio di proseguire il dialogo tra i due paesi.

Inoltre il principe Haakon, che si è sempre battuto per difendere i diritti umani e della dignità, ha voluto incontrare un giornalista dissidente uscito dalla prigione.

LINK
Caspian Oil & Gas 2011 opened

Il Principe Federico di Danimarca è in Ucraina.

5 -7 giugno 2011

Il Principe Federico ha incontrato il Primo Ministro dell'Ucraina Mykola Azarov a Kiev, capitale dell'Ucraina, per aumentare la cooperazione tra i due paesi.

Il Principe di Danimarca ha anche visitato la tomba del Milite Ignoto a Kiev, Ucraina.

LINK
Premier Azarov: Ukraine is interested in cooperation with Denmark

Durante il Regno d'Italia, la prima domenica di Giugno era la Festa dello Statuto Albertino.

5 giugno 2011

Lo Statuto Albertino è la Carta fondamentale concessa da Re Carlo Alberto di Savoia il 4marzo 1848 nel Regno di Sardegna e poi estesa il 17 marzo 1861 al Regno d'Italia.

La data dello Statuto è la data centrale del Risorgimento, che segna l'ora in cui Casa Savoia, sovrapponendo lo scudo sabaudo al tricolore italiano, realizzò l'Unità Nazionale.

W lo Statuto Albertino!
W Casa Savoia!

lunedì, giugno 06, 2011

L'Arma dei Carabinieri festeggia il 197° anniversario della sua Fondazione.


Oggi c'è stata la cerimonia solenne di celebrazione del 197° Annuale di Fondazione dell'Arma, e questa cerimonia si inserisce nell'ambito delle celebrazioni nazionali per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia.

L’Arma dei Carabinieri venne istituita il 13 luglio 1814 con “Regie Patenti” da Vittorio Emanuele I, che costituì il Corpo dei Carabinieri Reali.

LINK
197° Annuale di Fondazione dell'Arma dei Carabinieri

La Famiglia Reale svedese ha celebrato la Festa Nazionale.

6 giugno 2011

Re Carlo Gustavo, la Regina Silvia, la principessa ereditaria Vittoria, Daniel Westling, il principe Carlo Filippo, la Principessa Maddalena hanno presieduto i festeggiamenti della Festa Nazionale della Svezia.

La Regina Silvia e le Principesse Vittoria e Maddalena erano vestite con abiti tradizionali, ma solo la sovrana aveva il tradizionale copricapo che si usa per la festa nazionale.

Per l'occasione, la principessa Victoria ha aperto la porta del palazzo reale al pubblico, dando il benvenuto ai visitatori.

Il Re e la Regina in carrozza, seguiti dai figli, si sono recati verso Skansen, a Stoccolma, dove la festa nazionale è continuata con musica dal vivo.

Il Re ha fatto un solenne discorso, durante il quale ha parlato dell'importanza della Giornata nazionale come simbolo unificante del paese.

Il 6 giugno è il giorno nazionale della Svezia perchè in quel giorno del 1523 Gustav Vasa diventò il Re di Svezia.
Vasa era l'uomo che aveva liberato la Svezia dall'unione con la Danimarca in epoca tarda medievale; nella stessa data, ma questa volta nel 1809, fu firmata la carta costituzionale del Paese.

Oggi Sua Maestà Re Alberto II dei Belgi compie 77 anni.


Buon compleanno al Re!

Alberto II è nato a Bruxelles, il 6 giugno 1934, è il sesto e attuale Re dei Belgi, ed è al trono dal 9 agosto 1993.

Il 2 luglio 1959 sposò Paola Ruffo di Calabria, di famiglia nobile italiana.
I due coniugi hanno 3 figli, il principe Filippo del Belgio, la principessa Astrid , e il principe Lorenzo.

domenica, giugno 05, 2011

Juan Carlos è stato operato al ginocchio destro.




Re Juan Carlos era stato ricoverato all'ospedale di Madrid San José,
per essere sottoposto ad un intervento dove gli e' stata impiantata una protesi sostitutiva dell'articolazione del ginocchio destro.

La Regina Sofia, il principe ereditario Felipe, la Principessa Letizia lo avevano visitato ieri.
Anche il primo ministro Zapatero si era recato all'ospedale per incontrarlo.

L'operazione aveva suscitato allarme sulla salute generale del sovrano, ma tutto è andato meglio del previsto, infatti il sovrano ha già lasciato l'ospedale.

Il re è già in grado di fare alcuni passi, ed i medici hanno affermato che la mobilità della gamba è già del 90%.
Adesso il re dovrà usare le stampelle per 3 settimane e seguire una terapia di recupero per 6 settimane.

LINK
El Rey recibe el alta hospitalaria para seguir con la rehabilitación

Charlotte Casiraghi è stata ospite alla Biennale di Arte Contemporanea di Venezia.


La figlia della Principessa Carolina di Monaco ha partecipato su uno yacht ad una festa organizzata dalla casa di moda Missoni.

La 54° Esposizione Internazionale d’Arte è aperta al pubblico il 4 giugno ai Giardini e all’Arsenale, nonché in vari luoghi di Venezia, ma la vernice della mostra si è svolta nei giorni 1-2-3 giugno.

Questa Esposizione è distribuita su 10000 m2 tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l’Arsenale, e forma un unico percorso espositivo con 83 artisti da tutto il mondo.

LINK
La Biennale di Venezia

mercoledì, giugno 01, 2011

2 giugno festa della repubblica..... ma cosa ci sarà da festeggiare?


Innanzitutto ricordo che il referendum con il quale il popolo decise fra Monarchia e repubblica, fu voluto da Re Umberto II.
Invece, non solo non si ringrazia la Monarchia di aver indetto questo referendum, ma la repubblica, che appunto prese il potere grazie al referendum, impedisce al popolo italiano di poter scegliere, un’altra volta, la forma istituzionale.
Infatti l'articolo 139 della Costituzione afferma che la forma repubblicana non può essere oggetto di revisione.

Nonostante non esiste nulla di eterno, la repubblica italiana si considera eterna....

In altre parole, mentre la Monarchia, nella persona di Umberto II di Savoia, accettò che fosse il popolo italiano a decidere fra Monarchia e Repubblica, quest’ultima vieta allo stesso popolo di esprimersi su un argomento di tale importanza.

Inoltre questa assurda pretesa contraddice il principe della sovranità popolare.
Se gli italiani volessero ritornare alla Monarchia, la costituzione repubblicana lo impedirebbe.

Questa mancanza di rispetto verso il popolo non è un caso isolato, in Italia i principi sono spesso difesi solo a parole.
Basta ricordare alcuni referendum popolari, rimasti completamente disattesi dal regime repubblicano, la privatizzazione della Rai, la cancellazione del ministero dell'Agricoltura, il finanziamento pubblico dei partiti...

Questo spregio nei confronti della volontà popolare, da parte del regime repubblicano, è ben evidente anche nelle elezioni.
I poveri italiani possono solo scegliere tra i candidati imposti dalle segreterie dei partiti, non esiste neanche la preferenza ...
Il massimo esempio di elezioni che cadono dall'alto, sono le elezioni del presidente della repubblica.
Un politico sale al Quirinale perché lo impongono i partiti, il quale "magicamente” diventa (per loro) una persona apolitica.
In realtà il presidente della repubblica non è il capo di stato di tutti gli italiani, ma piuttosto il politico che riesce a raggiungere il massimo livello di carriera politica.
In fondo un politico che diventa il capo di stato dopo essere stato votato dai partiti, è il trionfo della partitocrazia...

Inoltre si dovrebbe ricordare che la Costituzione repubblicana entrò in vigore il 1° gennaio 1948, e quindi non è corretto celebrare oggi 2 giugno 2011, il 65° anniversario della repubblica, che invece si dovrebbe festeggiare il 1° gennaio 2013.

Un accenno ai brogli del referendum Monarchia-repubblica
Il 4 giugno del 1946 il vantaggio della monarchia appariva inattaccabile, in tale data De Gasperi scriveva ai Ministro della Real Casa, Falcone Lucifero: “il ministro Romita ritiene ancora possibile la vittoria repubblicana. Io, personalmente, non credo che si possa - rebus sic stantibus - giungere a tale conclusione”.
Inoltre nelle sue memorie Romita parla, per uno come lui che aveva “promesso di portare l’Italia alla Repubblica”, di “ore spaventose”.
Improvvisamente, nella notte tra il 4 e il 5 giugno la situazione si capovolse a favore della repubblica, con l'immissione di una valanga di voti di dubbia provenienza.

Accurati studi statistici hanno dimostrato che in quell'epoca non potevano esserci tanti votanti quanti ne sono stati conteggiati nei dati ufficiali del Ministero dell'Interno, dunque i voti che avevano dato la vittoria alla repubblica erano scaturiti dal nulla.

Dopo una riunione interlocutoria della Corte di Cassazione, alla quale spettava il compito di verificare la regolarità del voto e di proclamare ufficialmente i risultati nella notte tra il 12 e 13 giugno il Governo "in spregio alle leggi ed al potere indipendente e sovrano della Magistratura" (come si legge nell'ultimo proclama di Re Umberto II) si impadronò del potere, nominando Alcide De Gasperi capo provvisorio dello stato.
Di fronte al rischio di scatenare una guerra civile il Re decise di sacrificarsi, partendo per l'esilio in Portogallo in quello stesso giorno.

Il successivo 16 giugno la Corte di Cassazione si riunì per leggere i risultati del referendum trasmessi dal Ministro degli Interni Romita senza dire qual'era il numero dei votanti.
La repubblica non fu MAI proclamata!!
Inoltre le schede scrutinate furono prontamente distrutte, per cui non si poté dar seguito agli accertamenti sui ricorsi per brogli e alterazioni dei verbali di seggio.

Quindi noi dovremmo festeggiare una repubblica che non è mai stata proclamata, che si è impadronita del potere in spregio alle leggi ed al potere indipendente della Magistratura, e che è una oligarchia...

Ritorno alla domanda iniziale : siamo contenti della repubblica?
Confrontiamo le due forme di stato, il Regno d'Italia e la repubblica italiana.

Punto1: classe politica.
Durante la Monarchia, i politici operavano per il bene del Paese, senza pensare ai proprio interessi, gli stipendi parlamentari non esistevano od erano enormemente più bassi di quelli di adesso.
E durante la repubblica.....?
In questa repubblica, la Politica, intesa come nobile servizio per il bene di tutti, non esiste più.
I partiti sono diventati comitati d'affari che gestiscono interessi disparati e contraddittori, talvolta addirittura loschi, in ogni caso senza alcun rapporto con le esigenze e le necessità dei cittadini.
Adesso seguendo i comportamenti della classe politica repubblicana, ci si avvicina alla politica solo per avere dei vantaggi...

La qualità deli politici.
Durante il Regno d’Italia, non esisteva il clientelismo, ed i politici non si preoccupavano del consenso, e comunque pensavano di essere votati facendo cose utile per il Paese.
Adesso gli italiani sono perennemente insoddisfatti della classe politica, il metodo usato dai partiti è quello clientelare-burocratico-assistenziale che è l’eredità storica della repubblica.
I politici pensano ai loro interessi e per non perdere il consenso, comprano i voti attraverso il clientelismo, io ti faccio un favore e tu e mi dai il voto ….

Non ne parliamo poi dello scontro tra i politici.
Durante il periodo repubblicano lo scontro è diventato un vero e proprio odio, tanto che è ormai quasi impossibile superare le contrapposizioni.
Al contrario durante il Regno d’Italia, i politici si rispettavano e lo scontro politico non sfociò mai in odio.
Sono due classe politiche completamente diverse, nel Regno i politici erano seri e responsabili, nella repubblica direi che i politici sono grotteschi, incapaci ed irresponsabili…

Punto2: partitocrazia
Durante la Monarchia, non esisteva la partitocrazia, che appunto è un termine nato durante il periodo repubblicano.
Con l'avvento della repubblica - sponsorizzata dal CLN, il germe iniziale della partitocrazia - i partiti hanno subito occupato lo Stato e le istituzioni.
In seguito la repubblica, trasformata in regime, ha occupato piano piano tutto, gli enti locali, gli enti di previdenza, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai, i giornali....
Questo sistema abnorme è la repubblica italiana, e su questo modello corrotto si sta conformando la società.

Punto3: corruzione
Per assicurarsi il controllo del popolo, la repubblica ha corrotto la società, il cosiddetto “magna-magna” dall'interno dei partiti si è spostato verso le periferie e quindi nella società.
Il mercimonio, le sopraffazioni, il clientelismo, le discriminazioni sono evidenti agli italiani.
Ormai la repubblica ha corrotto il Paese, quando si parla di questione morale, piuttosto si dovrebbe parlare di declino della repubblica che fa tutt'uno con l'occupazione dello Stato da parte dei partiti, fa tutt'uno con la guerra tra le istituzioni, fa tutt'uno con la concezione della politica.
La corruzione ed il declino sono il paradigma della repubblica italiana.

Al contrario io non conosco un solo politico che durante la Monarchia si sia arricchito, ed in ogni caso se ci fosse sarebbe un caso isolato, adesso ormai la corruzione è la normalità...

Punto4: magistratura e classe politica.
Durante la Monarchia non ci fu mai uno scontro istituzionale tra la magistratura e la classe politica, anzi ambedue operavano in sinergia per il bene del Paese.
Adesso la situazione è completamente diversa.
La Magistratura lotta contro la Politica, che si permette di impedire al parlamento di legiferare, la riforma della Giustizia è continuamente osteggiata dalla Magistratura.
Contemporaneamente molti processi si celebrano con la chiara intenzione di eliminare i nemici politici, PM che diventano politici e creano un partito....Spaventoso.
C’è da aggiungere che, essendo la politica corrotta, per un PM è davvero un gioco di ragazzi, aprire un’indagine contro un politico...

Punto5: Mafia
La Mafia è sempre esistita, ma il problema è che durante la repubblica la Mafia si è rafforzata.
Durante la Monarchia la Mafia era un fenomeno esterno allo Stato, adesso non esiste più un confine tra lo Stato e la Mafia, ci sono diversi livelli interscambiabili tra lo stato repubblicano e la Mafia, non si contano più il numero di politici e funzionari dello stato che, a ragione o torto, sono stati considerati come referenti della mafia…

Punto6: anni di piombo
Un altro fenomeno negativo, nato durante la repubblica, sono gli anni di piombo, cioè quel periodo tra gli anni settanta e gli anni '80, in cui si verificò un'estremizzazione della dialettica politica che si tradusse in violenze di piazza, in lotta armata e terrorismo.
Durante la repubblica ci sono stati diverse stragi, alcune considerate addirittura di stato....
Nulla di tutto questo avvenne durante il Regno d'Italia.

Punto7: divisioni nel paese
L’Italia repubblicana - nata dal CLN, l’embrione della partitocrazia - è stata dominata da partiti e ideologie, la cultura repubblicana si è cibata di idee comuniste, socialiste, democristiane che hanno stemperato l’italianità e la tradizione del nostro Paese.
In sintesi, la repubblica è il trionfo della partitocrazia dove la ragion di partito ha sempre prevalso sulla ragion d’Italia, l’ideologia sul patriottismo, la fazione sulla nazione.
Era inevitabile che in questa mancanza di valori si rafforzasse la corruzione, il clientelismo...ed il fallimento.

La repubblica è una oligarchia che si nutre di ideologie (ormai superate) e scandali, un sistema corrotto che spinge il paese verso la decadenza.


Come si fa a festeggiare questa repubblica, che ci porta verso la decadenza?!


Related Posts with Thumbnails