Articoli in evidenza:

venerdì, giugno 29, 2012

Sua Altezza Reale il principe ereditario Abdullah bin Hussein di Giordania ha festeggiato il suo 18° compleanno

28 Giugno 2012

Il principe Hussein è nato ad Amman il 28 giugno 1994, ed è il figlio maggiore di Loro Maestà il Re Abdullah II e della Regina Rania di Giordania.

E' stato nominato il principe ereditario della Giordania da un regio decreto emesso il 2 luglio 2009.

Secondo l'agenzia Petra News, il principe ereditario ha ricevuto una lettera da suo padre, congratulandosi con lui e sollecitando in questa occasione di seguire le orme dei leader hashemita.

Re Abdullah ha aggiunto: "Tu sei un cavaliere hashemita che ti sei consacrato al servizio del suo paese e delle persone leali, e della nazione araba islamica." 

Il giovane principe ereditario ha completato la sua istruzione secondaria presso l'Accademia del re, laureandosi nel maggio scorso, e attualmente detiene il grado di tenente delle forze armate giordane.

Il re di Giordania ha ricevuto il presidente della Russia, Vladimir Putin, in Giordania.

26 giugno 2012 

Il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato il re di Giordania Abdullah II ad Amman, in Giordania.


Il Re giordano ha espresso sostegno per una soluzione politica nella vicina Siria che mantenga l'unità del paese e la stabilità e che riesca a bloccare la violenza e gli spargimenti di sangue nel paese.

Durante l'incontro con Sua Maestà il re Abdullah, il presidente russo ha elogiato il Regno della Giordania, descrivendolo come un partner chiave della Russia per rafforzare i legami bilaterali e le prospettive di ulteriore cooperazione in tutto il Medioriente.

Durante la sua visita in Giordania, il presidente russo Vladimir Putin ha partecipato all'inaugurazione di una Casa Ospitale della Chiesa Russa in Giordania per i pellegrini nel territorio religioso e archeologico che ricorda 'Il luogo del Battesimo di Gesù Cristo sul fiume Giordano'.

Tra gli ospiti d'onore c'era anche il principe Ghazi Bin Muhammad Talal di Giordania, che rappresentava il re del Regno hashemita di Giordania, Abdullah.

mercoledì, giugno 27, 2012

Naruhito è in visita di tre giorni in Cambogia per promuovere i legami bilaterali tra il Giappone e la Cambogia.

27 giugno 2012

Dopo il viaggio in Thailandia, dove aveva incontrato anche il Re Bhumibol Adulyadej, il principe ereditario del Giappone continua la sua visita ufficiale nel Sud-est asiatico ed è arrivato a Cambogia.

Sua Altezza Imperiale il principe ereditario Naruhito del Giappone è arrivato all'Aeroporto International di Phnom Penh, in Cambogia, accolto calorosamente dal Vice Primo Ministro cambogiano e dal Ministro del Palazzo Reale Kong Sam Ol e da vari funzionari governativi.

Il Primo ministro cambogiano Hun Sen ha accolto il principe ereditario giapponese Naruhito al suo arrivo presso il Palazzo della Pace a Phnom Penh.

Il principe ereditario giapponese Naruhito si è incontrato con il re cambogiano Norodom Sihamoni al Palazzo Reale di Phnom Penh.


Il principe ereditario è anche in programma di visitare i templi di Angkor Wat, un sito del patrimonio mondiale, in provincia di Siem Reap, che si trova a circa 315 km a nord ovest della capitale Phnom Penh.


La regina Elisabetta e il principe Filippo sono andati in Irlanda del Nord.

26 giugno 2012

In occasione del suo giubileo di diamante, la regina Elisabetta, accompagnata da Filippo d'Edimburgo, è in Irlanda del Nord, terza visita dopo quelle del 1977 e del 2002.
Con questa visita in Irlanda del Nord la Regina Elisabetta compie un passo enorme per sanare le ferite del passato.


La regina Elisabetta si è recata nella città di Enniskillen, conosciuta per la bomba dell'IRA che l'8 novembre 1987 uccise undici civili protestanti che partecipavano ad una cerimonia per i caduti della prima guerra mondiale.

La reazione e l'orrore alla strage segnò un punto di svolta della lotta tra i cattolici irlandesi e protestanti inglesi, obbligando l'IRA ad avviare colloqui di pace fino a giungere al cessate al fuoco, finalmente raggiunto nel 1994.

La Regina ha ricevuto un fantastico benvenuto alla Cattedrale di S. Michele, la sua prima visita a una chiesa cattolica in Irlanda del Nord durante il suo regno.

Oggi la regina ha fatto un ulteriore passo per la pace che anni fa molti non avrebbero nemmeno immaginato.
Oggi è il giorno della storica "stretta di mano" tra la regina Elisabetta II d'Inghilterra e Martin McGuinness, ex leader dell'Ira, oggi vicepremier della provincia nord irlandese.

McGuinness, che era leader dello Sinn Fein, che con le armi aveva combattuto il dominio britannico causando 3.500 morti, è diventato uno dei principali artefici del processo di pace in Ulster, che ha portato l'Ira a deporre le armi.
Lo Sinn Fein, che milita ufficialmente in favore della riunificazione alla Repubblica irlandese, aveva sempre boicottato in passato tutte le visite di rappresentanti della Monarchia in Ulster.


Il principe ereditario giapponese Naruhito ha incontrato il Re di Thailandia Bhumibol Adulyadej e la regina Sirikit al palazzo Grand Bangkok.

 25 giugno 2012

In seguito il principe Naruhito ha partecipato ad una cena privata, tenuta da Sua Maestà il Re.



Il principe ereditario Naruhito era in visita ufficiale di 3 giorni in Thailandia, e precedentemente aveva incontrato il primo ministro thailandese Yingluck Shinawatra alla "Government House" di Bangkok, Thailandia.

lunedì, giugno 25, 2012

Il principe ereditario del Giappone Naruhito è in Thailandia per la sua prima visita ufficiale di 3 giorni.

25 - 27 giugno 2012

Seiji Kojima, l'ambasciatore giapponese in Thailandia, ha detto che Thailandia è la prima tappa del tour nella regione Sud-Est asiatica che comprende il Laos e la Cambogia.
Il principe ereditario è stato invitato dalla Thailandia dal primo ministro Shinawatra Yingluck.


Il primo ministro thailandese Yingluck Shinawatra ha incontrato il principe ereditario giapponese Naruhito nel corso di una cerimonia di benvenuto tenutasi sotto la pioggia alla "Government House" di Bangkok, Thailandia.

Il momento clou della sua permanenza, è quando Naruhito incontrerà il re e la regina di Thailandia alla Sala del Trono,Chakri Mahaprasart.

L'Ambasciatore giapponese Kojima ha aggiunto che lo scopo della visita è anche quello di celebrare le relazioni durature diplomatiche tra il Giappone e la Thailandia.
Durante il suo soggiorno in Thailandia, il principe visiterà (che è un appassionato di storia) un tempio buddista ed i resti di un'antica città giapponese nella ex capitale thailandese di Ayutthaya.

Naruhito incontrerà anche uomini d'affari giapponesi e cittadini che vivono in Thailandia.

Prima di tornare in Giappone, il principe Naruhito si recherà in Cambogia e in Laos.


domenica, giugno 24, 2012

La Famiglia Reale ha partecipato ai festeggiamenti organizzati per la Giornata Nazionale del Granducato di Lussemburgo.

23 giugno 2012

Ieri era la festa nazionale del Lussemburgo per festeggiare il compleanno ufficiale del Granduca (quello effettivo è il 16 aprile) e in genere dell'intero Granducato.


Per l'occasione erano presente il Granduca Enrico, la sua moglie, la Granduchessa Maria Teresa, il loro figlio ed erede il Granduca ereditario Guillaume, il principe Felix, il principe Louis e sua moglie la Principessa Tessy così come la principessa Alexandra.
Mancavano il principe Sebastien e la contessa Stéphanie de Lannoy, la fidanzata di Guillaume, non ha partecipato perché non è ancora un membro ufficiale della famiglia.

La corte granducale aveva annunciato che il Granduca ereditario Guglielmo e la contessa Stephanie de Lannoy si sposeranno il 20 ottobre di quest'anno.

Le celebrazioni della giornata sono cominciate con un Te Deum alla Cattedrale Notre -Dame celebrata dall'Arcivescovo Jean-Claude Hollerich, seguito da una parata militare all'Avenue de la Liberté.

La parata è tradizionalmente guidata dal Granduca, dalla granduchessa e dal Granduca ereditario.
In serata si è tenuta un gala presso le Palais.

E possibile rivivere i momenti più importanti visitando questo speciale video .

Venerdì scorso, il Granduca Henri e la Granduchessa Maria Teresa avevano visitato la città di Differdange mentre il loro figlio maggiore, il granduca ereditario, e la loro figlia, la principessa Alexandra, la città Esch-sur-Alzette.

La serata di Venerdì era stata caratterizzata da una fiaccolata e da fuochi d'artificio.

sabato, giugno 23, 2012

Il Principe Carlo ha incontrato Sua Santità il Dalai Lama a Clarence House.

21 giugno 2012

Il Principe Carlo d'Inghilterra e la Duchessa di Cornovaglia hanno salutato calorosamente il Dalai Lama, mettendo le mani in segno di preghiera prima di abbracciarlo.

Nel corso dell'incontro informale il leader spirituale del Dalai Lama ha elogiato il principe Carlo, considerandolo il suo "migliore amico".
"Fin dal primo incontro avevo capito che lui (Carlo) era un uomo meraviglioso e molto sensibile."

Inoltre il Dalai Lama ha detto al principe Carlo di continuare a portare avanti il suo lavoro.

Durante l'incontro di un'ora, la coppia reale ha fatto vedere al Dalai Lama l'albero di magnolia che aveva piantato nel giardino durante una visita del 2008.

Il principe Carlo è noto per aver preso sul serio la questione del Tibet, fino a snobbare i leader cinesi per difendere il rispetto dei diritti umani dei Tibetani.

 VIDEO

 

 LINK
Dalai Lama visits ‘close friend’ Prince Charles

venerdì, giugno 22, 2012

Il principe Carlo e Camilla hanno ricevuto Aung San Suu Kyi a Clarence House.

21 giugno 2012

 
Dopo quasi 24 anni di arresti domiciliari in patria, Aung San Suu Kyi è ritornata a Londra dove trascorse alcuni degli anni più felici della sua vita.
La leader birmana studiò ad Oxford dal 1964 al 1967, dove conobbe e sposò il marito Michael Aris e visse per circa 20 anni con la famiglia fino al 1988, quando tornò in Birmania per la malattia della madre.
Adesso Aung San Suu Kyi a Oxford ha ricevuto la laurea honoris causa dall'università dove studiò.

Dopo il colloquio con il ministro degli Esteri britannico, William Hague, la leader dell'opposizione birmana si è recata a Clarence House, la residenza del principe Carlo.

La visita di Aung San Suu Kyi con Carlo d'Inghilterra e la moglie Camilla era privata e nessuna dichiarazione ufficiale è stata rilasciata in seguito all'incontro.

In questa occasione, Aung San Suu Kyi ha piantato un albero di magnolia nel parco

In seguito Suu Kyi ha fatto un discorso alle due Camere del Parlamento, un onore abitualmente riservato ai capi di stato.

L'occasione è solenne, infatti Suu Kyi è l'unica donna, a parte Elisabetta II, a ricevere l'omaggio delle camere riunite.

Prima di andare a Londra, Aung San Suu Kyi aveva incontrato ad Oslo il Re Harald di Norvegia e quindi ritirato di persona il Nobel della Pace 1991, mentre era agli arresti domiciliari dalla giunta militare birmana.

giovedì, giugno 21, 2012

Il principe Felipe e la principessa Letizia di Spagna sono arrivati ieri a New York per iniziare una visita ufficiale di 3 giorni negli Stati Uniti.

Come molte altre visite ufficiali, l'obiettivo è quello di migliorare le relazioni e opportunità di business tra i due paesi.

Appena arrivati a New York la coppia si è recata al "Global Business Colloquium".
Il simposio è stato organizzato dalla prima scuola di business in Europa, che ha  una sede permanente a New York, la Business School IESE.

L'erede al trono, accompagnato da sua moglie, si è incontrato con il comitato consultivo e per l'occasione ha scoperto una targa di ricordo della loro visita.

Il principe Felipe ha fatto alcune osservazioni di merito circa l'attuale situazione economica in Spagna.
Pur riconoscendo che ci sono problemi in Europa nel suo complesso, ha aggiunto che "la Spagna sta affrontando i suoi problemi interni", e che ha fiducia nel percorso di recupero previsto dal governo.

Il Principe e la Principessa poi si sono recati al Console Generale di Spagna e ha pranzato con eminenti cittadini ispanici.

Poi la coppia reale si è recata all'Istituto Cervantes per incontrare altri leader ispanici, questa volta per discutere sulla percezione della Spagna negli Stati Uniti e sui modi per migliorare questa percezione.


Il principe William compie 30 anni ed eredita il patrimonio di Lady Diana

21 giugno 2012

Il principe William compie oggi 30 anni e raggiunge l'età sufficiente per accedere all'eredità della madre, la principessa Diana.

Il principe William Arthur Philip Louis è nato a St. Mary Hospital di Paddington il 21 giugno 1982, ed è il primogenito di Carlo e Diana.
A solo 15 anni fa seguiva il feretro della madre, morta in un tragico incidente che ha commosso il mondo.

Il matrimonio di William con Catherine del 29 aprile 2011 è stato seguito da oltre un miliardo di spettatori. Catherine Middleton è entrata in poco tempo nel cuore degli inglesi: una donna comune, con un sorriso bellissimo, discreta, affabile, elegante.

La fortuna ereditata da William, secondo il Daily Mail, dovrebbe essere pari a 10 dei 20 milioni di sterline del fondo fiduciario destinato ai due figli di Diana, morta in un tragico incidente stradale nel 1997.

Anche il principe Harry riscuoterà i 10 milioni che gli spettano di eredità al compimento dei suoi 30 anni, il 15 settembre 2014.

Secondo le volontà della principessa, i principi avrebbero potuto riscuotere la rispettiva quota di eredità una volta compiuti 25 anni, ma nel 1997, l'Alta Corte britannica ha prorogato l'età minima dei principi per accedere all'eredità.

Saint James Palace ha comunica che i festeggiamenti saranno semplici e strettamente privati


mercoledì, giugno 20, 2012

Il Re e la Regina di Svezia si sono recati a Rio di Janeiro, in Brasile, per partecipare alla conferenza mondiale "Rio +20".

La Regina Silvia e il Re Carlo Gustavo di Svezia a Rio di Janeiro hanno partecipato alla Conferenza Mondiale delle Nazioni Unite per l'Ambiente e per lo Sviluppo Sostenibile.

Il Re e la Regina poi visitato il padiglione svedese al Parque dos Atletas, dove il re ha tenuto un discorso di apertura.

Nel suo discorso , il re disse:
"La Svezia ha un impegno di lunga data per lo sviluppo sostenibile. Quarant'anni fa, nel 1972, i leader mondiali si erano riuniti a Stoccolma per la prima Conferenza delle Nazioni Unite sull'Ambiente... "


 "Speriamo che la Conferenza di Rio 20 si concentrerà sulle soluzioni e sulle vie da percorrere. Dobbiamo accettare la realtà come punto di partenza, ma siamo intelligenti e possiamo trasformare i problemi in opportunità. Credo che uno sviluppo socialmente e ambientalmente sostenibile sarà dal punto economico sempre più sostenibile." 

Il giorno seguente, la Regina Silvia ha tenuto un discorso su "I diritti dei bambini e i principi del business".


Al summit sullo sviluppo sostenibile di Rio de Janiero sono attesi oltre 100 leader, più di 190 governi coinvolti e 50mila partecipanti da società civile e imprese.

LINK
kungahuset

La cerimonia annuale dell'Ordine della Giarrettiera al Castello di Windsor.

18 Giugno 2012

La cerimonia tradizionale dell'Ordine della Giarrettiera si è svolta al Castello di Windsor, guidata dalla Regina Elisabetta, accompagnata dal Duca di Edimburgo.


Tutti i membri della famiglia reale hanno partecipato alla cerimonia annuale dell'ordine della Giarrettiera : il principe di Galles, la Duchessa di Cornovaglia, il Duca e la Duchessa di Cambridge, il duca di di York, il conte e la contessa di Wessex, la principessa Anna e il vice ammiraglio Timothy Laurence, il duca e la duchessa di Gloucester, il duca di Kent e la Principessa Alexandra of Kent.

Il Nobilissimo Ordine della Giarrettiera (The Most Noble Order of the Garter), risalente al Medioevo, è il più antico ed elevato ordine cavalleresco del Regno Unito.



Il Capo dell'Ordine della Giarrettiera è il sovrano del Regno Unito; la Regina e il principe di Galles sono automaticamente membri e l'ammissione è riservata a non più di 26 membri (24 membri più la Regina e del Principe di Galles), la cui scelta è di competenza esclusiva del sovrano.

VIDEO





lunedì, giugno 18, 2012

Il Re di Norvegia riceve Aung San Suu Kyi, e lei ritira il Premio per la Pace.

16 giugno 2012

Al Palazzo Reale di Oslo, il re Harald , la Regina Sonja e il principe ereditario Haakon di Norvegia hanno ricevuto il Nobel per la Pace 1991, Aung San Suu Kyi.


La Famiglia Reale ha poi partecipato alla cerimonia che si è svolta in onore di Aung San Suu Kyi al municipio di Oslo.

La leader dell'opposizione birmana Aung San Suu Kyi aveva vinto il Nobel per la pace 21 anni fa, ma solo adesso ha ricevuto una delle più lunghe ovazioni del Premio Nobel per la Pace.

Suu Kyi aveva ricevuto il Nobel per la Pace il 14 ottobre 1991, mentre era agli arresti domiciliari dalla giunta militare birmana, e il premio per la pace fu ricevuto dai suoi figli Kim e Alexander a suo nome nella sede del Municipio il 10 dicembre 1991. 




Negli anni successivi non lasciò la Birmania, perché sapeva che una volta fuori del paese la giunta non avrebbe permesso il rientro.


Aung San Suu Kyi ad Oslo aveva incontrato il primo ministro Jens Stoltenberg, quindi aveva tenuto una conferenza stampa prima di partecipare a un banchetto al castello di Akershus in serata.


Quindi è stata ricevuta in udienza dal re, dalla regina e dal principe ereditario, seguita dalla premiazione del Nobel per la Pace nella sede del Municipio.
Aung San Suu Kyi nel suo discorso ha ringraziato il popolo norvegese per il loro sostegno per la democrazia, i diritti umani e in particolare per il popolo birmano. 


 Lunedì si è recata al Parlamento norvegese prima di proseguire per l'Irlanda. Il suo tour europeo comprende la Gran Bretagna, dove sarà concesso l'onore piuttosto raro di affrontare una seduta congiunta di entrambe le Camere del Parlamento, e infine la Francia, quindi ritornerà in Birmania.

Salman nuovo principe ereditario dell'Arabia Saudita

18 giugno 2012

Senza nemmeno attendere il termine dei 3 giorni di lutto per la morte di Nayef Abdul Aziz, re Abdullah ha nominato principe ereditario dell'Arabia Saudita il fratellastro Salman bin Abdul Aziz.

Il principe Salman è il 25° figlio di Re Abdulaziz e sua madre è Hassa al Sudairi.
È Ministro della Difesa dell'Arabia Saudita dal 5 novembre 2011 e Principe della Corona dell'Arabia Saudita dal dal 18 giugno 2012.


Il principe Salman, 76 anni, succede al principe Nayef deceduto sabato a Ginevra.

Salman in qualità di principe ereditario e vice primo ministro mantiene il suo incarico come ministro della Difesa.

Il suo fratello più giovane, il principe Ahmed Bin Abdulaziz, è stato invece nominato ministro dell'Interno.

Sua Altezza Reale il principe ereditario Nayef bin Abdul Aziz Al Saud dell'Arabia Saudita è morto.

16 giugno 2012

Il principe ereditario, Nayef bin Abdul Aziz, che era anche ministro dell'Interno e Vice Primo Ministro, è morto a Ginevra all'età di 78.

Dopo la morte del suo anziano fratello, il principe ereditario Sultan, nel mese di ottobre dello scorso anno, Nayef era stato nominato principe ereditario dell'Arabia Saudita dal re Abdullah.

Re Abdullah dell'Arabia Saudita e gli altri membri della famiglia reale hanno partecipato all'interno della Grande Moschea di Mecca al funerale del principe ereditario saudita Nayef bin Abdul-Aziz Al Saud.

Avvolto in un drappo marrone portato a spalla da figli e fratelli, Nayef Abdul Aziz, principe ereditario dell'Arabia Saudita, è stato sepolto ieri sera dopo il tramonto, al termine di una cerimonia funebre guidata nelle preghiere da re Abdullah.

sabato, giugno 16, 2012

La Famiglia Reale britannica ha partecipato alla "Trooping the Colour" - la Grande Parata che si svolge in onore del compleanno ufficiale della Regina

16 giugno 2012

Anche se il vero compleanno della regina è il 21 aprile, la tradizione vuole che il compleanno ufficiale del sovrano si festeggi a Londra il secondo sabato di giugno, con una grande parata militare (Trooping the Colour).
Più di 1.400 soldati hanno partecipato alla grande parata militare "Trooping the Colour", in onore della regina Elisabetta II.

Dopo la parata, i membri della Famiglia Reale hanno atteso dal balcone di Buckingam Palace il passaggio degli aerei.




La ricorrenza coincide quest’anno con le celebrazioni per il Giubileo di Diamante.

VIDEO

La Regina Elisabetta festeggia il compleanno... di euronews-it

LINK
TroopingtheColour

A Firenze matrimonio reale della principessa Carolina Borbone Parma con Albert Brenninkmeijer

16 giugno 2012

La principessa Carolina Borbone Parma, figlia di Irene, sorella minore della regina d'Olanda Beatrice, si è sposata con Albert Brenninkmeijer, non nobile ma erede e manager della catena francese dei grandi magazzini C&A, uno degli uomini più ricchi d’Europa.
La coppia si era sposata di fronte alla legge il 21 aprile a Wijk bij Duurstede (Olanda).

La regina dei Paesi Bassi Beatrice (appena tornata dalla Turchia), il principe Willem-Alexander, la principessa Maxima e altri membri della famiglia reale hanno partecipato al matrimonio nella Basilica di San Miniato al Monte.
Era presente annche la principessa Mabel (moglie dello sfortunato principe Friso in come dopo l'incidente accaduto in Austria).

Brenninkmeijer vive attualmente a Parigi, lavora come manager in Francia. E' nato a Parigi e ha studiato in Scozia e in Inghilterra.

Carolina ha lavorato a Ginevra preso il dipartimento delle Nazioni Unite che si occupa del coordinamento dell'assistenza umanitaria. In precedenza ha lavorato per le Nazioni Unite in zone problematiche quali l'Eritrea, Gaza e in Aceh (Indonesia) dopo lo tsunami.
Ha studiato scienze politiche ad Amsterdam e presso la università americana di Harvard.

Carolina appare regolarmente ad importanti eventi legati alla famiglie reale olandese. Nel 2001 è stata una delle damigelle d'onore al matrimonio del principe Costantino con Laurentien Brinkhorst. Era madrina della loro figlia Eloise.
Nel 1996 Carolina i suoi fratelli e la sorella, con regio decreto, appartengono alla nobiltà olandese, sono i membri della famiglia reale Borbone-Parma, ma hanno anche il titolo di "Altezza Reale".

LINK
corrierefiorentino

venerdì, giugno 15, 2012

Visita di Stato del presidente della Cina in Danimarca

E' la prima visita di un presidente cinese in Danimarca da quando sono cominciate le relazioni diplomatiche tra i due Paesi.(62 anni)

Hu è stato accolto all'aeroporto di Copenhagen dalla Regina Margherita II e da altri membri della famiglia reale.

Il programma ufficiale di Hu è iniziato con una visita di cortesia alla regina Margherita presso il palazzo reale, e quindi un giro turistico sul porto di Copenaghen a bordo del Royal Yacht Dannebrog.

In seguito il presidente cinese Hu Jintao e a moglie hanno visitato il Rosenborg Palace accompagnati dal principe Federico e dalla Principessa Mary.


Dopo l'incontro con la regina, Hu ha visitato le iniziative eco-compatibili di Copenaghen.
Copenaghen è come esempio mondiale di rispetto e tutela dell'ambiente. Negli ultimi anni, gli urbanisti provenienti da tutto il mondo hanno visitato la capitale danese per studiare il suo traffico, il sistema di teleriscaldamento e la gestione dei rifiuti.

La Danimarca è il terzo partner commerciale della Cina nella regione nordica.

Il presidente cinese Hu Jintao è arrivato a Copenaghen accompagnato da una folta delegazione commerciale e economica, con lo scopo di migliorare i rapporti bilaterali e le due nazioni hanno firmato accordi in materia di investimenti reciproci, tariffe, energia, tutela dell'ambiente, l'agricoltura, istruzione e cultura.

 La visita di Hu sottolinea anche l'interesse di Pechino per le questioni artiche, e la Cina sta cercando di ottenere lo status di osservatore permanente al Consiglio artico, un forum intergovernativo che promuove la cooperazione tra gli otto Stati, tra cui Danimarca, che confinano con la regione.

 LINK
China's Hu arrives in Denmark for landmark visit

giovedì, giugno 14, 2012

Nuovo francobollo con l'immagine della principessa Mary di Danimarca.

Un nuovo francobollo con l'immagine della Principessa Mary di Danimarca è stato appena rilasciato.

Parte del ricavato dalla vendita del francobollo andrà alla "Heart Foundation" e utilizzati per combattere le malattie cardiovascolari.

Le malattie cardiovascolari sono una delle principali cause di morte in Danimarca, e la principessa, come patrona della "Heart Foundation", spera che questo francobollo possa aiutare a combattere questa malattia.

Questo francobollo (8.50 corona danese) è stato recentemente presentato al Museo d'Arte di Horsens in Danimarca, e sarà venduto con un supplemento di 50 centesimi che saranno devoluti alla Fondazione del Cuore.

Questa è la prima volta che l'immagine della principessa Maria compare da solo su un francobollo.

LINK
svenskdam


Sua Maestà la Regina Beatrice dei Paesi Bassi è in visita di stato di 3 giorni in Turchia nel quadro delle celebrazioni dei 400 anni di relazioni diplomatiche tra i due paesi.

13 - 15 giugno 2012

Lo scopo della visita è di rafforzare le relazioni bilaterali tra i Paesi Bassi e Turchia, nonché di celebrare i 400 anni di relazioni diplomatiche.

 Il presidente turco Abdullah Gul e la moglie Hayrunissa Gul hanno accolto la regina Beatrice al Palazzo Presidenziale di Ankara.


Sua Maestà è accompagnata dal Ministro degli Affari Esteri, nonché da altri funzionari del governo.
Dopo aver tenuto una riunione, Sua Maestà insieme al presidente Gül hanno partecipato ad una cena di gala in onore della regina Beatrice.

Il giorno seguente, Sua Maestà si è recata a Istanbu, e al Palazzo Olandese ha incontrato gli studenti e gli scienziati.

In seguito ci sono stati degli eventi culturali legati alle celebrazioni dei 400 anni di relazioni diplomatiche tra i Paesi Bassi e la Turchia.

Venerdì la regina volerà in Italia, dove a Firenze l'aspetta la famiglia reale.
A Sabato si sposerà la principessa Maria Carolina Cristina di Borbone-Parma, la figlia più giovane della principessa Irene. (sorella della Regina Beatrice)

LINK
NOS

mercoledì, giugno 13, 2012

Tre giorni dopo la comunicazione dei risultati provvisori del referendum istituzionale (che avvenne il 10), alle 0.15 del 13 giugno 1946, con decisione politica e scavalcando la legge istitutiva del referendum, il governo conferì arbitrariamente al suo presidente, Alcide De Gasperi, «l' esercizio delle funzioni» di capo dello Stato.
Come giustamente scrisse Umberto, questo fu un gesto rivoluzionario!!!

Umberto II lasciò l'Italia con la serena coscienza di aver compiuto ogni sforzo per adempiere ai suoi doveri e andò in esilio per evitare una guerra civile.

La repubblica nacque con i brogli, le elezioni non si svolsero correttamente (al Nord i monarchici furono minacciati), con il sangue (via medina a Napoli), con un gesto rivoluzionario, e non fu mai proclamata! 

Il 18 giugno la Corte Suprema di Cassazione comunicò l'esito del referendum senza proclamare la repubblica .
Il governo negò la verifica delle schede asserendo che «forse» erano già state distrutte (!)


Ecco il discorso pronunciato da Re Umberto II prima della partenza per l'esilio.
Italiani!
Nell'assumere la Luogotenenza Generale del Regno prima e la Corona poi, io dichiarai che mi sarei inchinato al voto del popolo, liberamente espresso, sulla forma istituzionale dello Stato. E uguale affermazione ho fatto subito dopo il 2 giugno, sicuro che tutti avrebbero atteso le decisioni della Corte Suprema di Cassazione, alla quale la legge ha affidato il controllo e la proclamazione dei risultati definitivi del referendum. 


Di fronte alla comunicazione di dati provvisori e parziali fatta dalla Corte Suprema; di fronte alla sua riserva di pronunciare entro il 18 giungo il giudizio sui reclami e di far conoscere il numero dei votanti e dei voti nulli; di fronte alla questione sollevata e non risoluta sul modo di calcolare la maggioranza, io, ancora ieri, ho ripetuto che era mio diritto e dovere di Re attendere che la Corte di Cassazione facesse conoscere se la forma istituzionale repubblicana avesse raggiunto la maggioranza voluta.

Improvvisamente questa notte, in spregio alle leggi e al potere indipendente e sovrano della Magistratura, il governo ha compiuto un gesto rivoluzionario, assumendo, con atto unilaterale ed arbitrario, poteri che non gli spettano e mi ha posto nell'alternativa di provocare spargimento di sangue o di subire la violenza. 


Italiani! 
Mentre il Paese, da poco uscito da una tragica guerra, vede le sue frontiere minacciate e la sua stessa unità in pericolo, io credo mio dovere fare quanto sta ancora in me perché altro dolore e altre lacrime siano risparmiate al popolo che ha già tanto sofferto. Confido che la Magistratura, le cui tradizioni di indipendenza e di libertà sono una delle glorie d'Italia, potrà dire la sua libera parola; ma, non volendo opporre la forza al sopruso, né rendermi complice dell'illegalità che il Governo ha commesso, lascio il suolo del mio Paese, nella speranza di scongiurare agli Italiani nuovi lutti e nuovi dolori. Compiendo questo sacrificio nel supremo interesse della Patria, sento il dovere, come Italiano e come Re, di elevare la mia protesta contro la violenza che si è compiuta; protesta nel nome della Corona e di tutto il popolo, entro e fuori i confini, che aveva il diritto di vedere il suo destino deciso nel rispetto della legge e in modo che venisse dissipato ogni dubbio e ogni sospetto. 

A tutti coloro che ancora conservano fedeltà alla Monarchia, a tutti coloro il cui animo si ribella all'ingiustizia, io ricordo il mio esempio, e rivolgo l'esortazione a voler evitare l'acuirsi di dissensi che minaccerebbero l'unità del Paese, frutto della fede e del sacrificio dei nostri padri, e potrebbero rendere più gravi le condizioni del trattato di pace.

Con animo colmo di dolore, ma con la serena coscienza di aver compiuto ogni sforzo per adempiere ai miei doveri, io lascio la mia terra. Si considerino sciolti dal giuramento di fedeltà al Re, non da quello verso la Patria, coloro che lo hanno prestato e che vi hanno tenuto fede attraverso tante durissime prove. Rivolgo il mio pensiero a quanti sono caduti nel nome d'Italia e il mio saluto a tutti gli Italiani.

Qualunque sorte attenda il nostro Paese, esso potrà sempre contare su di me come sul più devoto dei suoi figli.
Viva l'Italia!
Umberto
Roma, 13 giugno 1946

martedì, giugno 12, 2012

Il Principe Alberto di Monaco era in visita ufficiale in Corea del Sud

03-06 GIUGNO 2012

Anche il Principato di Monaco ha partecipato all'Expo Yeosu 2012 che si è svolto in Corea del Sud, dove ha mostrato il suo "impegno nella protezione ambientale di mari ed oceani".

Il Principe ha assistito alla Giornata Internazionale di Monaco organizzata proprio nell'Expo il 3 giugno, per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della salvaguardia dell’ambiente marino e lo sviluppo delle nuove tecnologie che riguardano il mare.

S.A.S. il Principe Alberto II ha poi partecipato ai lavori della "Monaco Blue Initiative" quest'anno consacarata al tema delle aree marine protette.

Dopo la prima sessione di lavoro, il Sovrano monegasco si è intrattenuto anche con il Presidente della Repubblica del Kiribati, Anote Tong.

L'Expo Internazionale Yeosu 2012 si concluderà il prossimo 12 agosto.

LINK
S.A.S. il Principe Alberto II a Yeosu in Corea.

La principessa Matilde e il principe ereditario del Belgio, Filippo, hanno incontrato l'imperatore Akihito e l'imperatrice Michiko.

12 giugno 2012



Dopo aver incontrato il principe ereditario del Giappone Naruhito al Palazzo Akasaka, la coppia reale belga è stata ricevuta a cena dall'imperatore Akihito e dall'imperatrice Michiko al Palazzo Imperiale di Tokyo .





La coppia reale del Belgio sono in visita in Giappone per rafforzare i legami economici e bilaterali tra il Belgio e il Giappone.


VIDEO



lunedì, giugno 11, 2012

Fabiola de Mora y Aragón è nata a Madrid, l'11 giugno 1928, è stata regina dei Belgi come consorte di Baldovino I.



Divenne regina dei Belgi, quando sposò il re Baldovino I nel dicembre 1960.

 Dopo la morte del marito nel 1993 il suo titolo è "Sua Maestà la Regina Fabiola del Belgio", avendo passato il titolo di "regina dei belgi" a Paola Ruffo di Calabria, consorte di Alberto II del Belgio.

Il principe Filippo e la principessa Matilde sono in Giappone per una missione economica di una settimana.

9 – 16 Giugno 2012

Lo scopo della visita della coppia reale in Giappone è quello di rafforzare i legami economici e bilaterali tra il Belgio e il Giappone.
Il Principe guida una delegazione di circa 300 imprenditori del Belgio e il Giappone è un importante partner commerciale per il Belgio.

Il tour è iniziato a Tokyo e proseguirà a Osaka e Kyoto.

La coppia ha visitato il Santuario Meiji, uno dei templi shintoisti più importanti, per capire la cultura giapponese.

 

La Principessa Mathilde ha visitato il Museo Nezu a Tokyo,

Il Principe Filippo del Belgio, accompagnato dalla principessa Matilde, ha incontrato Sua Altezza Imperiale il principe ereditario Naruhito del Giappone a Palazzo Akasaka a Tokyo.

Durante il loro soggiorno, le Loro Maestà l'Imperatore e l'Imperatrice del Giappone inviteranno le loro Altezze Reale il Principe Filippo e la principessa Mathilde ad un banchetto presso il Palazzo Imperiale.




domenica, giugno 10, 2012

Felipe e Letizia alla partita Spagna - Italia

10 giugno 2012

Il Principe e la Principessa delle Asturie hanno partecipato alla partita Spagna - Italia del campionato europeo di calcio 2012.

 
La partita di esordio dell'Italia con la Spagna, detentrice del titolo di campione d’Europa e del Mondo in carica, si è giocata allo stadio comunale di Danzica.(Polonia), davanti a una platea d'eccezione.
Infatti nella tribuna d’onore, oltre al principe Felipe di Spagna ed alla principessa Letizia, erano presenti anche il premier spagnolo Rajoy, il presidente polacco, Komorowski, e il presidente italiano, Napolitano.



A pochi minuti prima della partita, Felipe de Borbón, il principe di Spagna, ha parlato alla Telecinco.
Lui ha ammesso che la squadra spagnola è forte, ma non è la favorita.
Ha rilevato che "Gli esordi sono sempre difficili, e questo a prescindere dall'avversario."

La partita Spagna - Italia è finita in pareggio 1 -1.
L'Italia era passata in vantaggio al 15' del secondo tempo del match d'esordio del Gruppo C di Euro 2012.
La rete era stata segnata da Totò Di Natale, appena entrato al posto di Mario Balotelli. Subito dopo però la Spagna ha raggiunto il pareggio grazie a Fabregas.

La Principessa Maddalena festeggia oggi il suo 30° compleanno!

10 giugno 2012

 Maddalena di Svezia è nata a Stoccolma, il 10 giugno 1982, ed è principessa di Svezia e duchessa di Hälsingland e Gästrikland, e terza in linea di successione al Regno di Svezia.

Il Duca di Edimburgo festeggia 91 anni

10 giugno 2012

Il Duca di Edimburgo, il marito di Elisabetta II, festeggia il suo compleanno privatamente con la Regina e gli altri membri della Famiglia Reale al Castello di Windsor.

Ieri Filippo aveva lasciato l'ospedale "King Edward VII" , dopo 5 giorni di ricovero per una infezione della vescica, che gli aveva impedito di partecipare alle ultime celebrazioni legate al giubileo di diamante della regina Elisabetta II.

I medici ritengono che la sua condizione di salute si sarebbe aggravata per la partecipazione alla regata lungo il Tamigi, a bordo della chiatta reale per più di 4 ore sotto la pioggia e temperature quasi invernali.

Buckingham Palace ha detto che il principe Filippo dovrebbe continuare la sua convalescenza a casa, ma non ha confermato se si unirà alla Regina nei prossimi eventi legati al giubileo di diamante.

A mezzogiorno in Hyde Park (Londra) verranno sparati 41 colpi di cannone dalla "Royal Horse Artillery".

Alle ore 13 dalla Torre di Londra, seguiranno altri 62 colpi di cannone sparati dalla "Honourable Artillery Company".

Tanti Auguri!


sabato, giugno 09, 2012

Il principe Felipe era a Ginevra per partecipare alla 101° Conferenza dell'organizzazione internazionale del lavoro. (OIT)

8 giugno 2012

Si è aperta la 101° Conferenza internazionale del lavoro alla presenza di oltre 3.000 delegati provenienti da 184 Stati.

Uno dei temi principali della conferenza è stata la crisi occupazionale dei giovani, che la crisi economica e finanziaria globale ne ha esacerbato le caratteristiche.

Ecco alcune osservazioni del principe Felipe:
E' un vero onore avere questa opportunità di rivolgermi a voi in occasione della 101° Conferenza internazionale del lavoro. In questo momento così importante per il futuro dei nostri paesi è urgente trovare delle alternative che ci permettano di superare la crisi, vale a dire promuovere la crescita economica, il benessere e fornire soluzioni che creano posti di lavoro stabili e dignitosi.

Sua Altezza Reale il Principe delle Asturie, Felipe de Borbon, ha chiesto di adottare misure concrete per affrontare la crisi occupazionale giovanile, e che la disoccupazione ha raggiunto un "livello inaccettabile tra i giovani."

"In un momento come questo dobbiamo soprattutto agire e prendersi cura di quelli che non hanno lavoro, e in particolare il futuro dei giovani che non riescono a trovare opportunità di lavoro", ha detto il principe Felipe.

Il principe Filippo ha aggiunto che la lotta per affrontare i problemi della occupazione giovanile è "una sfida collettiva che deve essere a carico delle amministrazioni e degli attori della società civile, e che bisogna avere anche la capacità di coinvolgere i giovani".


LINK
Discorso del principe Felipe
casareale

In visita di stato di 2 giorni in Cile, il re di Spagna è stato ricevuto al palazzo presidenziale di Santiago dal presidente Sebastian Pinera.


Dopo il viaggio in Brasile, Re Juan Carlos ha raggiunto il Cile.

Il re di Spagna era accompagnato in Cile da una delegazione economica composta da numerosi capi di grandi aziende e dai presidente della CEOE (Juan Rosell) e dal Consiglio delle Camere (Manuel Teruel).


Dopo l'incontro al Palacio de la Moneda, con il presidente cileno Sebastián Piñera, Don Juan Carlos si è recato nella città cilena di Paranal, che ospita il vertice della Pacific Alliance, che raggruppa i paesi latino-americani che si affacciano sul Pacifico.

Nel suo discorso il Re di Spagna ha detto:
"L'Europa necessita di austerità e disciplina. Ma l'austerità da solo non salverà l'Europa ".
"C'è bisogno anche di solidarietà perché gli oneri finanziari possano essere sopportabili da alcuni dei nostri paesi, tra i quali la Spagna". 

"La crescita è necessaria anche per dare lavoro ai nostri cittadini e per mantenere il modello sociale che abbiamo costruito nel corso degli anni."

Il Re è stato l'ospite d'onore al pranzo organizzato da Piñera, con i presidenti di Colombia (José Manuel Santos), Perù (Ollanta Humala) e Messico.

 LINK
El Pais

Il principe Filippo è stato dimesso dall'ospedale, e adesso trascorrerà il suo 91° compleanno a casa con la famiglia reale.

9 giugno 2012

 Il duca di Edimburgo aveva trascorso 5 notti all'ospedale King Edward VII, nel centro di Londra, per riprendersi da una infezione alla vescica.

Il principe Filippo ha sorriso ai giornalisti e ai sostenitori che lo aspettavano davanti all'ospedale, ed ha ringraziato il personale ospedaliero.

Il giorno precedente al ricovero, la regina e il principe aveva trascorso diverse ore sotto la pioggia battente e vento forti durante il Giubileo Pageant lungo il Tamigi.
 Mentre entrambi sono stati elogiati per la loro resistenza, alcuni medici hanno suggerito che gli eventi avrebbero peggiorato le condizioni del Duca.

Dopo il suo ricovero in ospedale, il principe Filippo è stato costretto a saltare il resto degli eventi giubilari, tra cui il Concerto davanti a Buckingham Palace, e la funzione di ringraziamento nella Cattedrale di St Paul.

Naturalmente i membri della Famiglia Reale non hanno lasciato solo il Duca di Edimburgo, la regina, i principi William e Harry, il Duca di York, il conte e la contessa di Wessex con i loro figli hanno visitato il principe Filippo durante il suo soggiorno in ospedale.
Anche il popolo inglese era preoccupato della saluta dl Duca e si augura la usa pronta guarigione .

 Il portavoce ha detto: 'E' stato dimesso dall'ospedale, la sua condizione sta migliorando e lui continuerà la sua convalescenza a casa.'

LINK
Prince Philip out of hospital in time to spend his 91st birthday at home tomorrow


venerdì, giugno 08, 2012

La Principessa di Danimarca, Mary, è in visita di 3 giorni in Groenlandia

3 - 7. Giugno. 2012

La principessa Maria si è recata in Groenlandia per visitare i progetti relativi alla sua fondazione "Principessa Maria", che promuove la diversità e aiuta le persone socialmente isolate.

 La Principessa Mary ha visitato diverse scuole e si è incontrato con i bambini e gli insegnanti locali.







LINK
princess-mary-greenland-lego-foundation

giovedì, giugno 07, 2012

Sua Maestà il Re Juan Carlos I di Spagna visita il Brasile

 3 giugno 2012

Sua Maestà il Re Juan Carlos I di Spagna, era in Brasile accompagnato dal Ministro degli Affari Esteri, José Manuel García-Margallo, dal presidente della CEOE, Joan Rosell , e dal Consiglio delle Camere, Manuel Teruel .

 Lo scopo del viaggio è quello di consolidare e rafforzare le relazioni commerciali e gli investimenti tra la Spagna e il Brasile.

Sua Maestà il Re era arrivato questa Domenica all'aeroporto di Brasilia, dove è stato ricevuto dal Capo di Stato del Protocollo, Maria Lujan.

 Sua Maestà ha partecipato ad una riunione con il presidente del Brasile, Ms.Dilma Rousseff, e coni  rappresentanti di Spagna e Brasile presso il Palazzo Planalto.

 Durante l'incontro il re ha tenuto un discorso in merito alle questioni finanziarie in Spagna affermando, "... la Spagna sta lavorando con i suoi partner europei per stabilizzare i mercati finanziari, ridurre il debito pubblico" .

  LINK
abc

Giornata Nazionale in Svezia

6 GIUGNO 2012

 Il re Carlo Gustavo, la regina Silvia, la principessa ereditaria Vittoria, il Principe Daniel, il principe Carlo Filippo e la Principessa Maddalena di Svezia hanno partecipato alle celebrazioni per la festa nazionale

 La Regina Silvia e le Principesse Vittoria e Maddalena erano vestite con abiti tradizionali

 Per l'occasione, la principessa Maddalena e il principe Carlo Filippo hanno aperto la porta del palazzo reale al pubblico, dando il benvenuto ai visitatori.

 Il Re e la Regina in carrozza, seguiti dai figli, si sono recati al Museo Skansen di Stoccolma, dove si è svolto anche un concerto.
 


 Il 6 giugno è il giorno nazionale della Svezia perché in quel giorno del 1523 Gustav Vasa divenne il primo re svedese appartenente alla nobile dinastia dei Vasa.

 Vasa riuscì a liberare la Svezia dall'unione con la Danimarca; nella stessa data, ma questa volta nel 1809, fu firmata la carta costituzionale del Paese.


mercoledì, giugno 06, 2012

Gran Finale del Giubileo di Diamante di Sua Maestà Elisabetta II

I festeggiamenti per il Giubileo di Diamante non potevano andare meglio per Elisabetta II, da 60 sul trono del Regno Unito.

Prima la regata da record su Tamigi, poi il megaconcerto a Buckingham con Paul McCartney, Stevie Wonder ed Elton John, quindi la cerimonia religiosa nella cattedrale di St Paul, ed infine  il bagno di folla dal balcone di Buckingham Palace - circondata dal principe Carlo e Camilla, dai nipoti, Harry e William e dalla duchessa di Cambridge Kate,

Unico neo è l'assenza del marito, il principe Filippo, ricoverato in ospedale il giorno precedente per un'infezione alle vie urinarie

Nel giorno finale e spettacolare dei 4 giorni di celebrazioni in onore dei 60 anni al trono britannico di Elisabetta, centinaia di migliaia di persone applaudivano, cantavano canzoni patriottiche e sventolavano bandiere Union Jack davanti a Buckingham Palace .

 Frecce tricolori che volano sopra palazzo reale, un milione e mezzo di inglesi davanti alla residenza, un fiume di bandiere anche nell'ultima giornata del Giubileo di Diamante.


Su Buckingham Palace passano i bombardieri Lancaster della seconda guerra mondiale e le Red Arrows della pattuglia acrobatica britannica, che lei conosce bene visto che viveva già lì al tempo della seconda guerra mondiale.

La banda militare suona "God Save the Queen", le guardie tolgono il colbacco d'orso e lanciano tre "hip hip hurrà" per la sovrana. Infine la regina saluta tutti e rientra in un tripudio di folla.



Il premier britannico David Cameron ha definito la monarchia «un'istituzione straordinaria» che il popolo «ama e riverisce» e che «va al di là della politica».


Al termine delle celebrazioni del Giubileo di Diamante, la Regina Elisabetta ha voluto lasciare un messaggio televisivo di ringraziamento.


Nel discorso, che è stato anche trasmesso in tutto il Commonwealth, ha detto che è stata profondamente commossa nel vedere tanta gente in festa.

Il messaggio televisivo:
“Gli eventi che ho presenziato per celebrare il Giubileo di Diamante sono stati un’esperienza che mi ha fatto sentire come uno di voi. Mi ha toccato profondamente vedere migliaia e migliaia di famiglie, di vicini e di amici festeggiare assieme in una tale atmosfera gioiosa. Io e il principe Filippo vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare in particolare tutti coloro che hanno contribuito a organizzare il Giubileo”.

Il video è stato registrato prima del  mega concerto che si è svolto in suo onore davanti a Buckingham Palace.

 VIDEO

martedì, giugno 05, 2012

Il Duca di Edimburgo ricoverato in ospedale, non sarà presente nei prossimi festeggiamenti del Giubileo di Diamante della Regina Elisabetta.

4 giugno 2012

Il Duca di Edimburgo ha dovuto essere ricoverato al King Edward VII Hospital di Londra per precauzione, dopo aver sviluppato una infezione urinaria, ha comunicato un portavoce della Casa Reale.


Il Duca di Edimburgo, non sarà presente al concerto di stasera a Buckingham Palace, o domani nella cattedrale di St Paul e all'incrocio di Londra in carrozza

Il Principe Filipp rimerrà in ospedale sotto osservazione per alcuni giorni.

Lui è deluso e dispiaciuto di non partecipare oggi al Concerto del Diamond Jubilee e alla processione in carrozza di martedì che chiuderà, dopo una funzione di ringraziamento a St. Paul, le celebrazioni del Giubileo di Diamanti della Regina.

Filippo compirà 91 anni il 10 giugno ed era già stato ricoverato in ospedale a Cambridge alla vigilia di Natale per problemi di cuore.

La Regina Elisabetta ha partecipato al concerto in suo onore a Buckingham Palace nonostante il ricovero del marito in ospedale.

Ieri la regina Elisabetta e il principe Filippo erano insieme sulla Royal Barge, l'imbarcazione reale che ha attraversato il Tamigi in occasione della regata per il Giubileo.
Tre ore di navigazione in una giornata piovosa e fredda, i due sono rimasti in piedi sull'imbarcazione per salutare la gente.

LINK
Duke of Edinburgh rushed to hospital with bladder infection, Buckingham Palace announces

lunedì, giugno 04, 2012

Hillary Clinton incontra la principessa ereditaria Vittoria.

3 giugno 2012

Dopo aver incontrato la Regina Margherita II di Danimarca, e quindi il Re e la Regina di Norvegia al Palazzo Reale di Oslo, il Segretario di Stato degli Stati Uniti, Hillary Clinton si è recata in Svezia dove ha incontrato la principessa ereditario al trono svedese, Vittoria.


La Principessa ereditaria Vittoria di Svezia ha partecipato col Segretario di Stato degli Stati Uniti, Hillary Clinton, e il ministro degli Esteri svedese Carl Bildt, alla conferenza sul cambiamento climatico e sul il riscaldamento globale presso il Museo di Fotografia di Stoccolma.

LINK
Hillary Clinton ‘thrilled’ with Sweden visit

La festa della repubblica è stata un fallimento e le spese delle celebrazioni sono top secret! 


Nonostante la sobrietà della parata (senza Frecce Tricolori) ed il minuto di silenzio in memoria delle vittime dei terremoti che hanno colpito l'Emilia, la festa della repubblica è stata dominata da critiche, accuse e contestazioni.

Leggi i miei posts :
2 Giugno: la farsa della repubblica    e   no-2-giugno


Napolitano aveva promesso che la manifestazione del 2 giugno sarebbe stata sobria, ma non poteva immaginare che, oltre al numero di cavalli o carri armati, anche la partecipazione alla cerimonia sarebbe stata bassa, anzi gli italiani non hanno partecipato alla cerimonia!

Dalle foto, scattate da una cittadina residente nella zona, si vede che al passaggio della parata militare davanti al Colosseo, di solito affollato di persone, non c'era nemmeno l’ombra di un cittadino ad accompagnare la sfilata di uomini e mezzi. Soltanto vicino al palco presidenziale una sparuta presenza di persone.
Per il resto il deserto.

Il clamoroso flop della festa alla Repubblica non è passata invano nel senso che è stata la prova che l'intero paese ormai si è totalmente allontanato, non solo dalla classe politica, ma dalle istituzioni.


Alla faccia della libertà di stampa, la televisione e i giornali hanno nascosto l'accaduto, l'ennesima dimostrazione del fatto che il regime repubblicano detiene il controllo dell’informazione.
Quasi tutta l’informazione televisiva ha parlato di “parata sobria” ad eccezione di qualche voce fuori del coro che ha invece preferito l’espressione “sobria parata”.  I soliti giochetti di parole.

Sempre di più la repubblica è una oligarchia, completamente lontana dalle richieste e dai veri problemi dei cittadini.

La scarsissima partecipazione alla parata militare voluta a tutti i costi e oggettivamente inopportuna, dimostra il fallimento delle istituzioni: il deserto dei fori imperiali ha reso evidente una gaffe che nessuna retorica è stata in grado di colmare.

D'altronde, le parate militare organizzate in tempo di austerità sono un insulto all'intera nazione.

A ciò si deve aggiungere che la sobrietà promessa da napolitano è stata perlomeno ambigua.
Intanto penso che il costo dell'evento non sia cambiato di un centesimo rispetto al budget, i contratti vanno rispettati, altrimenti si pagano penali praticamente uguali al preventivo.

Inoltre curiosando nella cronaca del ricevimento al Quirinale, ci si accorge che le auto blu non sono mancate e che le sedie davanti alla Coffee House erano 1.741.
Seppur declassato a “rinfresco rinforzato”, c'erano "eccellenti vini bianchi", e le auto blu non erano parcheggiate davanti al Quirinale, per nascondere la sfilata di vip.
Il Colle ha fatto sapere che al Quirinale i 2000 invitati troveranno il prestigioso catering di Nicolai e un esercito di circa 200 camerieri pronti a versare oltre 5000 bottiglie di vino e distribuire cibo a tutti.

Si è poi saputo che dal Quirinale è arriva la richiesta a offrire un contributo in favore delle popolazioni colpite dal terremoto.
Agli invitati del ricevimento al Quirinale è stato infatti consegnato un cartoncino in cui il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, invita a fare donazioni per il sisma che ha colpito l'Emilia, con tanto di coordinate bancarie per il versamento.

A questo punto oltre a sapere a quanto ammontano le spese per le celebrazioni della Repubblica (considerate Top Secret), il Palazzo presidenziale dovrebbe comunicare quanto ha incassato da questa beneficenza.
Sarà Top secret anche l'incasso della beneficenza?

Come avevo appena accennato, le spese per la parata del 2 giugno sono considerate Top Secret, affare di sicurezza di Stato !?

Ecco la risposta arriva dalla Presidenza della Repubblica, indirizzata al Codacons, l'associazione dei consumatori che aveva chiesto ufficialmente al Quirinale di conoscere il dettaglio dei costi sostenuti.
Il Codacons approva la decisione di festeggiare la ricorrenza del 2 giugno con sobrietà, ma ancora una volta chiede al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, di rendere pubblici i dati su quanto costano allo Stato italiano i festeggiamenti. 
Il Quirinale infatti – spiega l’associazione – rifiuta con ingiustificata ostinazione di fornire i numeri circa la spesa legata alla celebrazione. Lo scorso anno abbiamo presentato una istanza d’accesso alla Presidenza della Repubblica, per conoscere i dettagli relativi ai costi sostenuti dallo Stato in occasione della festa del 2 giugno, celebrata in pompa magna nonostante la pesante crisi economica. 
Per tutta risposta il Quirinale ha rifiutato al Codacons l’accesso a tali numeri, affermando che “i documenti di cui viene richiesta l’ostensione dovrebbero essere esclusi perché “inaccessibili”, per motivi attinenti alla sicurezza, alla difesa nazionale, all’esercizio della sovranità nazionale ed alla continuità e alla correttezza delle relazioni internazionali”. 
In sostanza – spiega il Codacons – per il Quirinale far sapere ai cittadini quanto sono costati gli alberghi che hanno ospitato capi di Stato e delegazioni straniere, violerebbe le regole sulla sicurezza nazionale! 
Una tesi assurda, che ha spinto l’associazione a chiedere a Napolitano, con ancora più forza, di dare il buon esempio e garantire massima trasparenza in favore dei cittadini che, attraverso le tasse, hanno finanziato le spese del 2 giugno. 
Sulla questione pende ora un ricorso del Codacons al Consiglio di Stato, che dovrà decidere se il Quirinale debba o meno rendere pubblici i costi sostenuti per la festa del 2 giugno.

Al di là della opportunità o meno dell’iniziativa, il cittadino ha il sacrosanto diritto di sapere quanto costano le celebrazioni.

Ma cosa c'entrano la “difesa nazionale”, la “sicurezza nazionale”, “l’esercizio della sovranità nazionale”, con la richiesta di sapere quanto si spende per parate e celebrazioni?

Infine un paradosso della repubblica : adesso sappiamo che il popolo italiano, che ai sensi dell’art. 1 è sovrano, non può conoscere quanto spende lo stato ....
Dov'è la sovranità del popolo?

Quanto sono fortunati i sudditi inglesi che sono orgogliosi della regina e che sanno anche quanto costa la Monarchia.
Nel Regno Unito i costi della monarchia inglese sono pubblicati ogni anno, e la Corona costa ai contribuenti meno di un caffè al giorno!

Invece gli italiani, che non sono sudditi, sono presi in giro da una repubblica senza dignità e dove i costi del Quirinale sono addirittura Top secret...





domenica, giugno 03, 2012

Le celebrazioni del Giubileo di Diamante, i 60 anni di regno della regina d’Inghilterra Elisabetta II, vivono oggi il momento clou con la regata sul Tamigi di mille barche, provenienti da tutti i Paesi del Commonwealth.

3 giugno 2012

Il maltempo non ha smorzato l’entusiasmo dei sudditi britannici, che hanno affollato le rive del Tamigi per acclamare la loro Regina, ai quali si sono uniti molti turisti venuti a Londra da tutto il mondo per l’occasione.

La Regina Elisabetta e il principe Filippo sono arrivati nel primo pomeriggio al Molo di Chelsea per la parata di mille navi in onore del suo Giubileo di Diamanti, 60 anni sul trono.

Prima di imbarcarsi sulla "Royal Barge" del Britannia che li porta allo "Spirit of Chartwell", la chiatta reale su cui parteciperanno alla parata, la Regina e il marito hanno passato in rassegna un picchetto d’onore.


Al cuore della parata la splendida "Spirit of Chartweell", con a bordo la Regina, il principe Filippo, il principe Carlo, la moglie Camilla, William e la moglie Kate e il principe Harry.
La chiatta reale è decorata in rosso, oro e violetto, con disegni ispirati agli sfarzosi vascelli reali del 17° e 18° secolo, con al centro una scultura dorata raffigurante "il vecchio padre Tamigi" affiancata da due delfini con lo stemma della famiglia reale.



La sovrana ed il duca di Edimburgo si sono seduti sul ponte più alto della nave sotto una baldacchino dorato,  e la chiatta reale è decorata con 10.000 fiori, tra cui 4.000 rose rosse.



Questa sfilata di barche sul Tamigi, formata da 1.000 navi provenienti da tutto il mondo, è la più grande regata degli ultimi 350 anni.
Ci sono chiatte, vaporetti, rimorchiatori, vascelli con testa di drago e canoe. Tra le navi 265 sono a remi, 48 pescherecci, 60 cabinati, 55 le navi storiche.
La più vecchia ha 260 anni ed è la St Michael’s Mount Barge.

Anche delle barche italiane hanno partecipato alla regata in onore della Regina Elisabetta per i suoi 60 anni sul trono.

VIDEO

Londra festeggia Elisabetta II... di euronews-it


LINK
dailymail.co.uk

Related Posts with Thumbnails