Articoli in evidenza:

lunedì, settembre 30, 2013

I Duca di Cambridge, William e Catherine, hanno reso pubblico lo stemma che li rappresenta come coppia sposata.

26 settembre 2013

William e Kate hanno un loro nuovo stemma reale come coppia sposata, coi colori blu, rosso, verde e oro, che riunisce i loro due blasoni.

Il disegno, presentato da Kensington Palace, è stato progettato da "The College of Arms" di Londra, in onore del principe William e della moglie Kate, che rappresenta la coppia "in termini araldici".

Oltre ad avere questo stemma, le Loro Altezze Reali mantengono i loro propri stemmi personali.

Il College of arms del Regno Unito è l'istituto che si occupa di realizzare stemmi reali e che svolge ricerche genealogiche,

Lo stemma unisce lo scudo reale di William, su cui sono raffigurati i simboli della famiglia Windsor, fra cui i leoni di Inghilterra e Scozia, l'arpa dell'Irlanda e il motto dell'ordine della Giarrettiera, "Honi soit qui mal y pense" ("Sia vituperato chi ne pensa male"), di cui l'erede al trono è cavaliere.

Kate, pur essendo una "commoner", ha lo stemma araldico della famiglia Middleton, rosso e blu con tre ghiande disegnate sopra.

Il nuovo stemma è stato approvato da Sua Maestà la regina Elisabetta II, lo stemma combina quello del principe William (che gli fu donato dalla nonna in occasione del suo 18° compleanno) e quello di Catherine (ispirato a quello conferito alla famiglia Middleton) alla vigila del matrimonio della coppia nel 2011.

Nello stemma della coppia William Kate, in colore, bianco, azzurro, rosso, verde e dorato, nella parte sinistra compare lo stemma del principe William, dominato da un leone coronato, a destra quello che simboleggia la duchessa Kate, dominato da un unicorno.

LINK
Kate and Wills unveil their joint coat of arms, complete with Middleton acorns!

sabato, settembre 28, 2013

Il Principe George sarà battezzato il 23 ottobre a St James’s

Il principe George, primogenito del principe William e di sua moglie Catherine, e terzo nella linea di successione al trono britannico sarà battezzato dall'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, massima autorità della Chiesa anglicana, nella Cappella Reale di St. James's Palace, a Londra.


Un portavoce di Kensington Palace ha detto: "Loro Altezze Reali il Duca e la Duchessa di Cambridge sono lieti di annunciare il battesimo del principe George che si svolgerà Mercoledì 23 ottobre presso la Cappella Reale, Palazzo di St James."

La famiglia reale ha fatto sapere che l'evento sarà privato, e Kensington Palace ha affermato che la lista degli invitati sarà comunicata in futuro.
I nomi di padrino e madrina non sono ancora stati annunciati ufficialmente, ma molto probabilmente saranno i due fratelli di papà e mamma, il principe Harry e Pippa Middleton.

L'Arcivescovo è felice di essere stato chiesto di condurre il battesimo: "Sono felice di essere stato invitato a condurre il battesimo di Sua Altezza Reale il principe George".
"E' un grande privilegio e onore e sarà senza dubbio una occasione di grande gioia e di festa. Non vedo l'ora di dargli il benvenuto nella famiglia della Chiesa."

La tradizione vuole che il futuro sovrano sia battezzato con l’acqua del Giordano versata nella vasca d’argento scolpita di ninfee, utilizzata da diverse generazioni dalla famiglia reale.

Il principe George dovrebbe indossare per l’occasione una copia del vestito di pizzo e satin (il pizzo di Honiton) usato nel 1841 dalla figlia maggiore della Regina Vittoria.

LINK
BBC

venerdì, settembre 27, 2013

Cerimonia in occasione del 400° anniversario della Dinastia Romanov 

22 settembre 2013

A Yalta cena di gala organizzata da Sua Altezza Imperiale Maria Vladimirovna di Russia in onore della ricorrenza dei 400 anni della Famiglia Imperiale Russa, alla presenza di rappresentanti delle Famiglie Reali di Portogallo, Serbia, Albania, Italia, Egitto, Austria, Germania, Ungheria ecc..

La cerimonia del 400° anniversario della nascita della dinastia Romanov è stata presieduta dalle Loro Altezze Imperiali la Granduchessa Maria Vladimirovna e da suo figlio, il Granduca Georgui Mikhailovitch, e si è svolte a Yalta, in Crimea.

Una messa commemorativa ai defunti (il Panichida), si è tenuta il 22 settembre presso la Cappella della Santi Martiri Reali vicino al Palazzo Livadia, l'ultima residenza estiva di Nicola II e della sua famiglia.

La cappella fu costruita in onore dello zar Nicola II e della sua famiglia, e per celebrare il 150° anniversario della costruzione della Chiesa della Santa Croce a Palazzo di Livadia.

La cappella si trova all'ingresso dell palazzo-museo, all'interno della quale c'è una bella icona fatta di tessere di mosaico che raffigura lo zar Nicola II, sua moglie Alexandra, il loro figlio Tsesarevich Alexis, e le loro quattro figlie, le Granduchesse Olga, Tatiana, Maria e Anastasia, in piedi di fronte al Palazzo Livadia.

Una cena di Stato si è svolta al Palazzo Livadia, alla presenza di molti ospiti prestigiosi, il clero ortodosso russo e i membri del governo ucraino.
Molte case reali e principesche sono state rappresentate alla cerimonia. Re Fuad II d'Egitto, l'arciduca Giuseppe-Carlo d'Asburgo, Don Duarte, il principe ereditario del Portogallo, la principessa Maria-Gabriella di Savoia, il margravio di Baden, il principe e la principessa di Leinengen, i principi Wladimir e Michael Karageorgevic, ecc

Oltre che per onorare il grande contributo dei Romanov alla Russia ed alla storia europea, l'evento è servito per rafforzare l'amicizia tra numerose famiglie reali con la Casa dei Romanov.

Michael Romanov, il cui nonno, Nikita, era un consigliere centrale di Ivan il Terribile, fu eletto all'unanimità zar di Russia nel corso della riunione dello Zemskij Sobor, il primo parlamento russo su base feudale (detto prima Assemblea popolare della Terra Russa), il 21 febbraio 1613.
Da quel momento, la famiglia Romanov ha regnato la Russia fino al 1917, quando la rivoluzione russa con la violenza impose la repubblica sovietica ....

LINK
Head of the Russian Imperial House Holds Reception at Livadia Palace


La Regina Rania premia Malala Yousafzai alla Clinton Global Initiative Awards di New York.

25 settembre 2013

Sua Maestà di Giordania Rania ha partecipato alla cerimonia "Clinton Global Citizen Awards" dove ha premiato la giovane ragazza pakistana Malala Yousafzai.

La sovrana hashemita, una delle donne più belle ed influenti del mondo, non solo per essere una regina, ma anche per essere la miglior ambasciatore delle donne nel mondo arabo, ha avuto l'onore di consegnare il premio a Malala alla cerimonia della "Clinton Global Citizen Awards".

La Regina Rania ha introdotto Malala e ha spiegato che la sua storia è una lezione su come una ragazza può ispirare un movimento globale per creare un cambiamento positivo.
Sua Maestà ha elogiato Malala per la sua volontà di sopravvivere e i suoi incredibili sforzi di difendere i diritti dei bambini all'istruzione, specialmente delle ragazze.

Il discorso della Malala è stato un appello per l'importanza dell'istruzione, come garante del progresso, della uguaglianza di opportunità e dei diritti in tutto il mondo.

"Le donne non sono nemmeno riconosciuti come esseri umani", ha detto Malala al pubblico.
"So che i problemi sono infiniti e inavvicinabili, ma la soluzione è la stessa ed è semplice: educazione e istruzione. 
"Se si vuole porre fine alla guerra, se si vuole combattere contro la guerra", ha aggiunto Malala "invece di inviare armi, inviate matite. Invece di inviare soldati, inviate insegnanti".

Malala Yousafzai è nota per il suo attivismo nella lotta per i diritti civili e per il diritto allo studio delle donne della città di Mingora, nella valle dello Swat, dove un editto dei talebani ne han bandito il diritto.
All'età di 13 anni è diventata celebre per il blog, da lei curato per la BBC, nel quale documentava il regime dei talebani pakistani, contrario ai diritti delle donne.
Il 9 ottobre 2012 è stata gravemente ferita alla testa e al collo da uomini armati mentre tornava a casa da scuola. Ricoverata nell'ospedale è sopravvissuta all'attentato dopo la rimozione chirurgica dei proiettili.
Un portavoce dei talebani pakistani, aveva rivendicato la responsabilità dell'attentato, sostenendo che la ragazza “è il simbolo degli infedeli e dell'oscenità”.

La regina di Giordania è stata così commossa dall'incontro con la giovane attivista che ha voluto renderle omaggio al suo account personale di Twitter .
"Malala, la visione e la forza che noi tutti possiamo imparare da lei", ha detto la regina Rania. "Complimenti di aver ricevuto il Global Citizen Award!".
I Premi Clinton Citizen Global  sono stati istituiti nel 2007 per riconoscere le persone straordinarie che sono riuscite a proporre idee ed esempi nel risolvere le pressanti sfide globali.

Oltre a Malala, gli altri vincitori sono stati il Mons. Elias Taban del Sud Sudan, per il suo lavoro e creatore del "Barefoot College" in India, il sindaco di New York Michael Bloomberg per la sua leadership nel servizio pubblico, Jessamyn Rodriguez, fondatore della Hot Bread Kitchen, e Adam Lowry e Eric Ryan.

LINK
Queen Rania of Jordan honours inspirational Malala Yousafzai

Il Principe Alberto II di Monaco e Charlene con il presidente degli USA Obama e la first Lady Michelle

25 settembre 2013

In occasione della 68° Assemblea Generale delle Nazioni Unite, e per festeggiare il 20° anniversario dell'adesione del Principato di Monaco all'ONU, la coppia principesca ha partecipato al ricevimento offerto dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama e dalla moglie a New York.


Il principe Alberto di Monaco aveva tenuto un discorso alla 68° Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, mentre Charlene era stata ricevuta dalla First Lady Michelle Obama ad un pranzo organizzato presso il Museo Studio di Harlem (New Yok) in onore delle mogli dei capi di Stato e di Governo che partecipano all'apertura della sessione dell'Assemblea Generale .

LINK
Le prince Albert et Charlène reçus par Michelle et Barack Obama


giovedì, settembre 26, 2013

Re Juan Carlos è stato operato all'anca sinistra per una infezione 

24 - 25 settembre 2013

Come si era annunciato giorni fa, il re di Spagna, Juan Carlos, è stato operato all'ospedale universitario "Quiron" di Madrid per la rimozione di una protesi all'anca sinistra, impiantatagli nel novembre scorso.

Il nuovo intervento chirurgico - necessario per un'infezione - è stato eseguito dall'equipe medica diretta dal professor Miguel Cabamela, primario di chirurgia ricostruttiva della clinica "Mayo" di Rochester (USA).

Prima di entrare in clinica il re aveva presenziato alla cerimonia della consegna delle credenziali di 16 ambasciatori, tra i quali lo statunitense James Costi.

Il re è entrato in sala operatoria alle 20:45, l'operazione è durata oltre due ore, e si è concluso con esito positivo.

Ad attendere fuori dalla sala operatoria c'erano la regina Sofia, la primogenita Elena e il principe Felipe con la moglie Letizia, arrivati intorno alle 22:45.


Il giorno successivo alla operazione il Re ha ricevuto le prime visite. La prima è stata la regina Sofia, che è venuto in ospedale dopo mezzogiorno per vedere il re che era stato operato con successo il giorno prima.

Il re ha lasciato il reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Chirone Madrid ed ha trascorso una buona notte.

In seguito anche i Principi delle Asturie hanno raggiunto la regina intorno alle 13:15 ore, dopo che Letizia aveva tenuto un'udienza presso il Palazzo della Zarzuela ai partecipanti nella sessione di lavoro organizzata dalla "Youth project "My Europe".

Anche Infanta Cristina ha preso un aereo per volare a Madrid da Ginevra (Svizzera), dove attualmente risiede, per visitare suo padre.

El Rey, che dovrebbe rimanere in ospedale da quattro giorni a una settimana, dovrà ancora una volta andare sotto i ferri dopo almeno due mesi, quando sarà possibile impiantare la protesi finale , con la quale affronterà la fase finale di recupero e dopo circa sei settimane potrà camminare senza le stampelle, ha detto il medico Cabanela.

Durante il periodo di convalescenza e riabilitazione il re sarà rappresentato dall'erede al trono, il principe Felipe.

 LINK
Éxito en la operación de cadera del Rey, que duró dos horas y media

mercoledì, settembre 25, 2013

Sua Altezza Reale la Principessa Mary di Danimarca battezza una nuova nave.

25 settembre 2013


Sua Altezza Reale la Principessa Mary di Danimarca, accompagnato da Sua Altezza Reale il principe ereditario Federico di Danimarca, ha avuto il piacere di battezzare una nuova nave della società AP Moller-Maersk.

La cerimonia si è svolta a Langelinie di Copenaghen, il molo dove arrivano a le enorme navi da crociere, e la nuova nave è stata battezzata la "Maersk Majestic" .

La coppia reale all'arrivo è stata accolta dall'amministratore delegato di AP Moller-Maersk, Niels Smedegaard, e dall'amministratore delegato di Maersk Line, Søren Skou.


VIDEO

Il principe Alberto di Monaco parla all'ONU di New York

24 settembre 2013

Il principe Alberto di Monaco ha tenuto un discorso alla 68° Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York.


I temi toccati dal discorso di Alberto sono stati la situazione in Siria e la tutela dei mari e degli oceani, la lotta alla povertà attraverso gli "Obiettivi di Sviluppo del Millennio" (OSM) e la terza conferenza internazionale dei piccoli Stati insulari prevista a settembre 2014 in Apia (Samoa).

Nel frattempo la consorte del Principe Alberto di Monaco, Charlene, ha partecipato al pranzo orgaizzato in onore delle mogli dei capi di Stato e di Governo che partecipano sessione dell'Assemblea Generale dal Michelle, moglie del presidente degli Stati Uniti Obama.

Anche Sua Maestà il Re Abdullah II del Regno di Giordania ha partecipato alla 68° Assemblea Generale delle Nazioni Unite, e prima aveva incontrato il segretario degli affari esteri degli Stati Uniti Kerry.

LINK
Alberto II alla 68° Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Charlene di Monaco incontra Michelle Obama

24 settembre 2013

La moglie del presidente degli Stati Uniti Obama, Michelle, ha organizzato un pranzo in onore delle mogli dei capi di Stato e di Governo che partecipano all'apertura della sessione dell'Assemblea Generale

Tra gli invitati c'era anche la principessa Charlene di Monaco.

La serata di gala si è svolta al Museo Studio di Harlem a New Yok.


LINK
Monaco meets Harlem! Michelle Obama welcomes glamorous Princess Charlene to New York reception for first wives

SAS il Principe Alberto II di Monaco premiato nel Missouri

24 settembre 2013

Dopo essersi recato nello stato del Wyoming, in occasione del 100° anniversario della famosa battuta di caccia tra Buffalo Bill e il Principe Alberto I, SAS il Principe Alberto II di Monaco ha raggiunto il Missouri.


Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II di Monaco ha partecipato a una cena di gala tenutasi presso il Giardino Botanico Missouri a cui hanno partecipato più di un centinaio di scienziati, professori e politici di Stato.

Inoltre il principe è stato insignito dal Premio Mondiale Ecologia 2013 dal "Whitney R. Harris Ecology Center" presso l'Università del Missouri, per la sua dedizione e sostegno alle questioni ambientali.

SAS il Principe è la ventesimo personalità a ricevere questo premio, che riconosce le eminenti personalità che hanno educato il pubblico ai problemi ambientali globali e che hanno reso un significativo contributo alla tutela dell'ambiente e alla conservazione della biodiversità.

LINK
UMSL to honor Prince Albert II of Monaco for his environmental work

Sua Maestà il Re Abdullah II a New York incontra Kerry e partecipa alla 68° Assemblea generale delle Nazioni Unite

23 - 24 settembre 2013

Prima di partecipare alla 68° Assemblea generale delle Nazioni Unite, insieme a numerosi leader mondiali, il re di Giordania ha incontrato il segretario degli affari esteri degli Stati Uniti Stati Uniti Kerry a New York.

Sua Maestà il Re Abdullah II ha incontrato il Segretario di Stato John Kerry per discutere sugli ultimi sviluppi nella regione soprattutto per quanto riguarda la crisi siriana e gli sforzi di pace in Medio Oriente.
Il Re ha affermato il sostegno della Giordania per gli sforzi compiuti per raggiungere una soluzione globale alla crisi siriana che metta fine alla sofferenza del popolo siriano, che risolvi il conflitto ed i pericoli delle armi chimiche.


Il re Abdullah ha sottolineato che la Giordania ha alle spalle l'enorme responsabilità di ospitare 550.000 rifugiati siriani, pressione che mette in difficoltà le risorse limitate del regno.

Il Segretario di Stato John Kerry, da parte sua, ha riconosciuto gli sforzi della Giordania per alleviare le sofferenze del popolo siriano e ha espresso il sostegno del suo paese.
Inoltre Kerry ha informato il re sugli sforzi sul conflitto israelo-palestinese nel quadro dei negoziati in corso che si basano sulla soluzione dei due Stati, che è l'unico modo per porre fine al conflitto

Alla Sessione Plenaria della 68° Assemblea delle Nazioni Unite (UNGA), Sua Maestà il Re Abdullah II ha parlato davanti a numerosi leader mondiali, e in quella occasione Re Abdulah e il principe ereditatio Hussein, avevano incontrato il Presidente dell'Austria Fisher e l'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton

LINK
Remarks by His Majesty King Abdullah II at the Plenary Session of The 68th General Assembly

martedì, settembre 24, 2013

Il Principe Alberto di Monaco visita il Wyoming

19 settembre 2013

SAS il Principe Alberto II di Monaco si è recato nel più piccolo stato degli Stati Uniti per numero di abitanti, il Wyoming, in occasione del 100° anniversario della famosa battuta di caccia tra Buffalo Bill e il Principe Alberto I.

Infatti nel 1913 il trisavolo di S.A.S. il Principe Alberto II, fu il primo capo di Stato europeo a visitare il Wyoming ed era stato ospite di William Cody, noto come Buffalo Bill.


SAS il Principe Alberto II ha visitato il "Buffalo Bill Center of the West" e il "Draper Museum of Natural History", la "Whitney Gallery of Western Art" e il "Buffalo Bill Museum", che grazie a foto d’archivio, riproduce l'accampamento del Principe Alberto I.

In questa occasione il Principe Alberto II ha piantato un albero e ha ricevuto l’omaggio del capotribù dei Crow, una tribù di Nativi Americani

Alberto ha inoltre consegnato il premio Camp Monaco Prize a due scienziati americani, Arthur Middleton e Joe Riis per i loro lavori scientifici sulla biodiversità.
Il premio è stato chiamato il 'Premio Monaco Camp', in onore della spedizione del Principe Alberto I nel terreno di caccia che era stato chiamato "Campo di Monaco".

LINK
IL PRINCIPE ALBERTO II AL BUFALO BILL CENTER

Naruhito e Masako incontrano gli sfollati del disastro di Fukushima

22 settembre 2013

Il principe ereditario Naruhito e la principessa Masako hanno voluto incontrare alcuni dei rifugiati del terremoto di Fukushima, che non sono potuto tornare a casa dopo il terremoto e vivono temporaneamente a Koriyama, a causa dei problemi ancora in corso alla centrale nucleare di Fukushima Daiichi, il peggior disastro nucleare dopo Chernobyl.

La coppia è stata salutata dai profughi, ed hanno chiacchierato con alcuni di loro.

I principi hanno visitato anche una struttura che controlla i livelli di radiazione degli alimenti che provengono da Fukushima, che è stata istituita per cercare di aiutare gli agricoltori i cui mezzi di sostentamento sono stati danneggiati a causa dei timori che i loro prodotti siano colpiti dalla radiazione nucleare.

Prima del viaggio, la coppia reale aveva incontrato il presidente della Nuclear Regulation Authority, Shunichi Tanaka, per essere informati sulla situazione a Fukushima, compreso il problema della dispersione in corso presso l'impianto.

LINK
Crown Prince, Princess visit disaster evacuees in Fukushima

lunedì, settembre 23, 2013

Domani il Re di Spagna sarà di nuovo operato

21 settembre 2013

Per un’infezione all’anca sinistra, il Re di Spagna sarà nuovamente operato per la sostituzione di una protesi al femore sinistro, impiantatagli nel novembre scorso.
Juan Carlos domani entrerà nell'ospedale universitario " Quiron" di Madrid e l'intervento sarà condotto dal Dott. Miguel Cabanela.
Come è noto, Juan Carlos da mesi è costretto a camminare con delle stampelle.

Questa sarà l’ottava operazione in poco più di 3 anni, il quarto all'anca; il 3 marzo scorso il re fu operato nella clinica privata "La Milagnosa" per un'ernia discale.
La lunga sequenza di interventi ebbe inizio nel 2010 per un tumore al polmone, per poi riprendere con un’operazione all’anca destra e poi a più riprese quella sinistra.

Il Re Juan Carlos continua ad essere popolare e amato dagli spagnoli per il suo ruolo di garante della transizione dal franchismo, ma le sue condizioni di salute cominciano a preoccupare.

Il portavoce di Casa Reale nega però che il ricovero possa impedire al sovrano d svolgere il suo ruolo di Capo dello Stato: “il periodo che si apre ora, con questa operazione che dovrà subire Sua Maestà il Re, avrà la stessa normalità istituzionale che abbiamo visto nelle occasioni precedenti di assenza del sovrano.
L’abdicazione è come sapete una decisione personale del Re, e posso assicurarvi che mai ha suggerito una tale eventualità”.


Oggi il re ha rispettato l'agenda, ed ha incontrato i presidenti delle Camere dei rappresentanti e dei Consiglieri del Marocco, Karim Ghellab e Mohamed Cheikh Biadillah, in Spagna per il II Forum Parlamentare ispano-marocchino.

Anche domani a poche ore dal ricovero rispetterà gli appuntamenti, infatti alle 12.30, riceverà per le credenziali 16 nuovi ambasciatori, tra i quali lo statunitense, James Costi.

Dopo l’intervento, che avverrà domani il Re dovrà riposare per alcune settimane e durante il periodo di convalescenza e riabilitazione il re sarà rappresentato dall'erede al trono, il principe Felipe.

VIDEO

domenica, settembre 22, 2013

La Contessa Sophie di Wessex è arrivata in Qatar

22 settembre 2013

Sua Altezza Reale la Contessa di Wessex è arrivata a Doha, in Qatar, un viaggio che fa parte di una campagna internazionale di sensibilizzazione sulla prevenzione e la cura della cecità, un problema che colpisce circa 1,5 milioni di bambini in tutto il mondo.

Nel primo giorno della sua visita in Qatar, la contessa di Wessex è stata ricevuta dallo sceicco Abdullah bin Nasser bin Khalifa Al Thani, primo ministro e ministro degli Interni.


In seguito la contessa ha visitato il Museo di Arte Islamica di Doha.

La Contessa di Wessex, moglie del principe Edoardo, si era prima recata in India a sostegno della organizzazione ORBIS, un'organizzazione senza scopo di lucro, fondata nel 1982, che opera nei paesi in via di sviluppo per prevenire e curare la cecità.

LINK
Doha International Airport to welcome HRH the Countess of Wessex

Matrimonio religioso del principe Felix e Claire Lademacher

21 settembre 2013

Il matrimonio religioso del principe Felix di Lussemburgo e Claire Lademacher si è svolta alla Basilica Sainte Marie-Madeleine a Saint-Maximin-la-Sainte-Baume, in Francia.

Dopo il matrimonio civile di martedì scorso, è arrivato il momento del matrimonio religioso per il principe Félix e la principessa Claire.
La coppia aveva scelto la Basilica di Saint Marie-Madeleine a Saint-Maximin-la-Sainte-Baume, perché in questa regione i Nassau e la famiglia Lademacher spesso trascorrono le vacanze. I Granduchi infatti sono proprietari della Tour Sarrasine, una grande villa non lontana dal Fort de Brégançon nel comune di Bormes-les-Mimosas. Anche i Ladermacher hanno “casa” in Provenza, possiedono infatti il castello “des Crostes” a una ventina di chilometri da Drauguignan.


Il matrimonio è iniziato alle 11 di sabato ma gli illustri ospiti hanno cominciato ad arrivare circa 45 minuti prima, mentre i familiari più stretti degli sposi sono stati gli ultimi ad arrivare.
Il principe Félix era accompagnato dalla madre la Granduchessa Maria Teresa, e il Granduca Enrico è arrivato alla basilica insieme alla madre di Claire.

Alle 11, Claire è arrivata a bordo di una Rolls Royce Phantom, e tutti hanno potuto ammirare l'elegante abito da sposa firmato Elie Saab, con in testa la tiara appartenente alla Famiglia Granducale.

Dopo la cerimonia 370 persone hanno preso parte al ricevimento che si è svolta nel convento reale di Saint-Maximin-la-Sainte Baume. Numerosi gli ospiti reali hanno partecipato alla  cerimonia :
il Principe Laurent del Belgio, il Principe Amedeo e Joachim del Belgio, l'Arciduca Alexander e l'Arciduchessa Gabriella d'Austria, il principe Filippo Erasmus e la principessa Isabelle del Liechtenstein, l'arciduchessa Anna Gabriela d'Austria, tre figli della Principessa Astrid del Belgio, Pierre Casiraghi con la sua fidanzata Beatrice Borromeo, altri ancora.

LINK
Mariage Princier: cérémonie religieuse à Saint-Maximin-la-Sainte-Baume

venerdì, settembre 20, 2013

Il Principe Alberto di Monaco ha visitato Dolceacqua

17 settembre 2013

Il Principe Alberto di Monaco ha visitato, in forma ufficiale, il Comune di Dolceacqua (Imperia), dove ad attenderlo c'era una folta schiera di autorità civili e militari, con in testa il Prefetto di Imperia, Fiamma Spena e il sindaco dell'antico borgo medievale dei Doria, Fulvio Gazzola.

Accompagnato dal vescovo della diocesi di Ventimiglia e Sanremo, Alberto II, cittadino onorario di Ventimiglia, ha visitato la chiesa di Sant'Antonio Abate, dove è conservata una tavola di legno dipinta da Ludovico Brea e raffigurante Santa Devota, patrona del principato, che ogni anno a Monaco viene ricordata con una festa particolare.

Con questa visita Alberto di Monaco a Dolceacqua segue le orme del padre Ranieri Alberto di Monaco, il quale si recava spesso a Dolceacqua per farsi cucire a mano le camicie, con iniziali e stemma da camiciai dolceacquini.

Il principe Alberto di Monaco ha visitato il borgo dei Doria, Dolceacqua, e poi l'antico castello, costruito dai conti di Ventimiglia su uno sperone roccioso che domina la Val Nervia e la Val Roia.
Alla fine del XIII secolo il castello fu acquistato da Oberto Doria, che sconfisse duramente i Pisani nella battaglia della Meloria.

Nel momento dei saluti ufficiali col sindaco Gazzola il principe ha ricevuto da parte dello scultore Elio Lentini il dono dell'opera "La conchiglia", in acciaio brunito.

Dal punto di vista culinario, Alberto ha pranzato ai Gumbi, piccolo ristorante scelto per la bontà della cucina.

LINK
montecarlonews

La principessa Letizia partecipa al congresso della Associazione spagnola contro il cancro.

19 settembre 2013

La principessa Letizia ha partecipato al congresso della Associazione spagnola per la lotta contro il cancro a Madrid.


Accompagnata dal ministro della Sanità Ana Mato, la principessa Letizia è stata accolta con un lungo applauso da parte del pubblico.
La principessa delle Asturie ha confermato il suo coinvolgimento nella lotta contro il cancro, ed ha incoraggiato i pazienti, le famiglie e i volontari ad "abbandonare la paura" e affrontare questa malattia con 'speranza' del futuro, perché, ha osservato, "Ogni giorno è un passo in avanti per superare questa malattia."

L'Associazione Spagnola contro il cancro (AECC) ha celebrato il suo 60° anniversario con il convegno, che ha riempito l'auditorium del Palacio Municipal de Congresos di Madrid, con la Principessa Letizia come presidente onorario della Associazione.

LINK
Doña Letizia anima a perder el miedo al «enemigo feroz» del cáncer

La regina Matilde è andata a New York per partecipare ad una conferenza UNICEF per sostenere i diritti dei bambini.

18 settembre 2013

Sua Maestà la Regina Matilde dei Belgi ha partecipato al summit organizzato da Global Compact e sostenuta da UNICEF per sostenere i diritti dei bambini.

"Il Belgio è un paese in prima linea nella lotta per l'adozione e la protezione dei diritti dei bambini", ha detto la Regina Matilde, il primo giorno del visita nella sede di New York.


"I diritti dei bambini sono di tutti. Questa preoccupazione globale richiede un approccio universale e inclusivo.....", ha detto la sovrana in un discorso in inglese, alla presenza dei leader del Global Compact

La Regina Matilde ha incontrato il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, che ha presieduto la conferenza.

Il Summit di Global Compact Leaders si tratta di un vertice tra capi di affari e politici che difendono i diritti dei bambini, sostenuto dall'UNICEF.

LINK
La reine Mathilde est à New-York pour soutenir les droits de l'enfant


VIDEO



giovedì, settembre 19, 2013

Il Principe Harry si prepara per partecipare ad una spedizione in Antartide che serve per raccogliere fondi per militari feriti in operazioni di guerra.

16 - 17 settembre 2013

Pochi giorni dopo il suo 29° compleanno, il principe Harry ha trascorso un giorno e una notte in una tenda in una stanza a -35 °C e gelidi venti artificiali, in un impianto della Mira Ltd, azienda specializzata nel collaudo dei veicoli commerciali e militari in condizioni estreme, che si trova nella città di Nuneaton, in Gran Bretagna.

Per beneficenza a novembre Harry ha preso congedo straordinario dall'esercito per partecipare alla spedizione di 321 km nel Polo Sud, e per acclimatarsi alle condizioni estreme dell'Antartide, il Principe Harry ha trascorso 24 ore in una camera fredda a temperature che raggiungono i - 40° C .

La spedizione durerà 21 giorni, e ogni giorno i teams trascorreranno 12 ore sugli sci, con 10 minuti di pausa ogni due ore. Durante la spedizione le squadre dovranno tirare le slitte del peso di 70 kg a temperature che raggiungeranno i 45 °C sotto zero, ancora più basse di quelle della camera di allenamento.

Harry è patrono della associazione Walking With The Wounded.
Insieme a Harry ci saranno degli ex militari britannici che hanno subito mutilazioni in guerra e l'evento serve proprio a raccogliere fondi per sostenere le famiglie degli ex soldati disabili.

Ad aprile quando il principe aveva accettato di partecipare all'iniziativa le sue parole erano state: 
"Questi uomini e donne hanno dato tutto per la causa della libertà, adesso tocca a noi sostenerli". 

VIDEO

 

Sophie Contessa di Wessex in India

18 settembre 2013

Sophie Contessa di Wessex, moglie del principe Edoardo, ha iniziato una visita in India a sostegno della organizzazione ORBIS.

Il primo giorno a Calcutta, la contessa di Wessex è stata accolta da parte dei bambini aiutati dalla carità "La speranza del Futuro", un ente di beneficenza fondata dall'inglese Tim Grandage che fornisce istruzione ai giovani vulnerabili e li aiuta a trovare lavoro attraverso formazione.


Il secondo giorno della sua visita in India, la contessa di Wessex ha visitato i progetti dell'associazione ORBIS, ed è salita a bordo di un aereo DC-10 trasformato da ORBIS in un piccolo ospedale oftalmico (Flying Eye Hospital) che vola in aree povere per eseguire interventi chirurgici e insegnare ai volontari internazionali e ai medici locali come intraprendere operazioni per salvare le persone dalla cecità.

ORBIS è un'organizzazione senza scopo di lucro, fondata nel 1982, che opera nei paesi in via di sviluppo per prevenire e curare la cecità.

Dopo il viaggio in India, la contessa Sophie si recherà nel Qatar per proseguire la sua visita a sostegno della organizzazione Orbis.

LINK
Sophie, Countess of Wessex supports charity mission in Calcutta

Re Guglielmo Alessandro e la regina Maxima dei Paesi Bassi sono in Spagna dove incontrano Re Juan Carlos e la Regina Sofia

18 settembre 2013

Dopo aver visitato il Lussemburgo, la Germania, la Danimarca e la Gran Bretagna, il Re e la Regina dei Paesi Bassi si sono recati in Spagna.


Le Loro Maestà il re Guglielmo Alessandro e la regina Maxima dei Paesi Bassi sono arrivati a Madrid, in Spagna per una visita di un giorno.

All'aeroporto la coppia regnante è stata accolta dalle Loro Altezze Reali il Principe Felipe e la principessa Letizia delle Asturie, nonché da vari funzionari spagnoli.
Insieme i 4 reali si sono recati verso la sede del Re di Spagna.
Re Guglielmo Alessandro e la regina Maxima sono stati ricevuti presso il Palazzo Zarzuela da re Juan Carlos, dalla regina Sofia e dall'Infanta Elena .

Dopo una breve sosta per le foto, le Loro Maestà olandese sono entrate nel palazzo dove hanno partecipato a un pranzo organizzato in loro onore da re Juan Carlos e dalla regina Sofia.

In seguito, il re Guglielmo Alessandro e Maxima regina hanno visitato il Congresso dei Deputati e si sono incontrati con il primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, al Palacio de la Moncloa.


VIDEO


VIDEO

mercoledì, settembre 18, 2013

Re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi apre l'anno parlamentare.

17 settembre 2013

Re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi, con a fianco Maxima, ha aperto l'anno parlamentare.

Per la prima volta Guglielmo Alessandro ha tenuto il tradizionale discorso che apre il nuovo anno parlamentare.

In questa importante cerimonia Sua Maestà ha pronunciato un discorso di fronte ai membri del governo olandese che evidenzia i principali piani [di bilancio e politici] del governo per il prossimo anno.

Il re ha ringraziato tutti per il "commovente benvenuto del mio regno", ed ha anche ringraziato sua madre Beatrice, per i suoi anni di lavoro come regina.

In seguito, le Loro Maestà e le Loro Altezze Reali hanno raggiunto Noordeinde Paleis dove la famiglia reale è apparsa sul balcone per salutare le migliaia di persone che si erano recati davanti al palazzo.

In questa occasione per la prima volta, Guglielmo e Maxima hanno attraverso L'Aja nella carrozza dorata, riservata ai sovrani, applauditi da decine di migliaia di persone lungo il percorso di circa un chilometro.

VIDEO


Sua Maestà il Re Juan Carlos I di Spagna apre il nuovo anno giudiziario.

16 settembre 2013

© Casa di SM il Re
Sua Maestà il Re Juan Carlos I di Spagna era arrivato al Palacio de Justicia (sede del Tribunal Supremo) per presiedere l'apertura dell'Anno giudiziario 2013 - 2014.


Al suo arrivo al Palazzo di Giustizia, Don Juan Carlos è stato accolto dal Presidente della Corte Suprema e del Consiglio Generale del Potere Giudiziario, Gonzalo Moliner.

LINK
casareal

Il matrimonio civile del principe Félix e Claire Lademacher

17 settembre 2013

SAR il Principe Felix di Lussemburgo, 29 anni, secondo figlio del Granduca Enrico, si è sposato con Claire Lademacher, 28 anni, in una cerimonia civile nella Villa Rothschild Kempinski, a Königstein im Taunus in Germania.
Claire è ora legalmente SAR la Principessa Claire del Lussemburgo.

Alla cerimonia privata hanno partecipato solo la famiglia degli sposi.
Lo sposo aveva scelto come suo testimone il fratello della sposa, Féliz Lademacher, mentre la testimone della sposa era la sorella dello sposo, la principessa Alexandra.

La cerimonia religiosa, con una lista di circa 370 ospiti, si svolgerà Sabato presso la basilica di Santa Maria Maddalena a Saint-Maximin-la-Sainte-Baume in Francia.

La Principessa Claire era raggiante in un semplice ma elegante abito bianco del designer olandese Jan Taminiau.
Il Principe Félix aveva un abito scuro con una cravatta arancione, per onorare la dinastia di Nassau.

Il matrimonio tra il principe Felice di Lussemburgo e Claire Lademacher era stato annunciato ad aprile.

LINK
galleria di foto

lunedì, settembre 16, 2013

Sheikha Mozah visita la biblioteca di Rio de Janeiro (Brasile)

Mozah bint Nasser, presidente della Qatar Foundation for Education, Science and Community Development, ha esaminato antiche mappe e manoscritti del mondo arabo presso la Biblioteca Nazionale del Brasile a Rio de Janeiro.

Sheikha Mozah ha visitato la biblioteca, al fine di sviluppare la cooperazione con la Biblioteca Nazionale del Qatar.

Sheikha Mozah bint Nasser al-Missned è la moglie di Hamad bin Khalifa al-Thani, emiro del Qatar.


LINK
Sheikha Moza visits top Brazil library



Re di Giordania visita la Cina

15 settembre 2013

Sua Maestà il Re Abdullah II di Giordania è arrivato in Cina su invito del Presidente della Cina, Xi Jinping.

Sua Maestà il Re Abdullah II ha affermato che la Giordania e la Cina godono di legami radicati in vari campi.
In un'intervista con la Cina Xinhua News Agency, il re ha detto: "Personalmente ho rapporti di stretta amicizia con vari leader cinesi, attuali ed ex. Siamo interessati a rafforzare questo rapporto con la nuova leadership cinese perché la Cina svolga un ruolo fondamentale nel promuovere la pace e la stabilità mondiale".


A livello economico, il re ha detto che la Giordania è pronta ad attrarre investimenti cinesi e turisti, e di beneficiare di competenza della Cina nel settore della tecnologia.

Sua Maestà ha incontrato il presidente del Comitato Nazionale della Conferenza consultiva politica del popolo cinese, il signor Yu Zhengsheng, a Yinchuan City, Cina.
Le discussioni si sono incentrate sul rafforzamento dei rapporti bilaterali tra la Giordania e la Cina nei settori dell'industria, degli investimenti e del commercio.

In seguito, Sua Maestà ha partecipato alla inaugurazione della 1° edizione del Expo Cina-Stati Arabi a Yinchuan City, che ha lo scopo di promuovere gli scambi commerciali tra la Cina e gli Stati arabi.

LINK
King Abdullah: Our bonds with China are deep-rooted

domenica, settembre 15, 2013

Il Principe Harry festeggia il suo 29° compleanno

15 settembre 2013

Il Principe Harry è nato a Londra il 15 settembre 1984.

Harry è il figlio secondogenito di Carlo, principe di Galles (erede al trono britannico) e della scomparsa principessa del Galles Diana, nonché nipote della regina Elisabetta II del Regno Unito e del principe Filippo, duca di Edimburgo.

Dopo la nascita del principe Giorgio, figlio del fratello William, è quarto in linea di successione al trono del Regno Unito e degli Stati del Commonwealth.

L'anno scorso il principe Harry aveva festeggiato il suo compleanno a Camp Bastion, la principale base militare britannica in Afghanistan.


Tanti Auguri Altezza!!

Giubileo del Re di Svezia

15 settembre 2013

Le Loro Maestà il Re e la Regina di Svezia erano presenti alla celebrazione organizzata per il 40° anniversario di Sua Maestà il Re Carlo XVI Gustavo a Stoccolma.

La celebrazione è iniziata con una messa nella Cappella Reale di Palazzo Reale e quindi il re e la regina erano ospiti al pranzo organizzato dal governo per il giubileo.

Alla cerimonia del Giubileo erano presenti anche il re Harald e la Regina Sonja di Norvegia, la Regina Margherita II di Danimarca col principe Henrik, insieme al presidente dell'Islanda Olafur Ragnar Grimsson e al Presidente della Finlandia Sauli Ninnistö.

Il re Carlo Gustavo ha premiato gli ospiti con una speciale medaglia commemorativa.

Ieri la famiglia reale svedese aveva partecipato all'apertura della mostra dedicata ai 40 anni del regno di re Carlo XVI Gustavo di Svezia.

Ricordo che in occasione del 40° anniversario del Regno di Sua Maestà Re Carlo Gustavo di Svezia ci sono 3 nuovi francobolli dedicati al Re.

Re Carlo Gustavo salì al trono svedese il 15 Settembre 1973, quando il nonno, il re Gustavo VI Adolfo, morì dopo una breve malattia a quasi 91 anni.

Il regno di Carlo Gustavo è una dei più lunghi regni dei sovrani di Svezia. Il suo bisnonno, il re Gustavo V, sedette sul trono di Svezia dal 1907 al 1950.

LINK
kungahuset

La principessa Letizia compie 41 anni

15 settembre 2013

SAR la Principessa delle Asturie Letizia, consorte del principe ereditario Felipe di Spagna, festeggia il suo 41° compleanno, con la famiglia.

L'anno scorso, quando Letizia compì 40 anni, casa reale diffuse un saggio fotografico di istantanee scattate nella sua residenza, con in primo piano la principessa accanto al principe e alle principesse Leonor e Sofia.

Quelle immagini hanno avuto un forte impatto sui mezzi di comunicazione che avevano diffuso con grande enfasi le foto, disponibili anche sul sito web della Casa Reale.

Per questo 41° anniversario la sua celebrazione si svolgerà nella più stretta riservatezza famigliare.

Anche quest'anno, come l'anno scorso, alla vigilia del suo compleanno, Letizia ha accompagnato al loro primo giorno di scuola.le figlie Leonor e Sofia.

Letizia è nata il 15 settembre 1972 a Oviedo, Asturias, Spagna.

Il 1º novembre del 2003 fu la stessa casa reale spagnola ad annunciare il fidanzamento di Letizia Ortiz con il principe delle Asturie Felipe di Borbone.

Nel 2004 ha sposato il principe ereditario Felipe di Spagna.
La coppia ha due figlie, Leonor 7 anni e Sofia 5 anni.

Seguendo le orme del padre giornalista, Jesús Ortiz Álvarez, Letizia è diventata una importante giornalista e personaggio televisivo.

Letizia Ortiz Roccasolano si è adattata perfettamente alle esigenze della Casa Reale di Spagna, nonostante le critiche all'inizio del suo matrimonio.
Da allora, la principessa si comporta in maniera impeccabile a fianco del marito, accompagnandolo in quasi tutte le attività ufficiali.

sabato, settembre 14, 2013

NASCE RE UMBERTO II
15 SETTEMBRE 1904

Dopo il Referendum Monarchia-repubblica (risultati falsati dai partiti repubblicani) Umberto II decise di lasciare l'Italia per evitare ulteriori scontri nel Paese.

Condannato nel 1947 ad un ingiusto esilio, fu sempre Re nel comportamento, nello spirito, in tutti i suoi atti fino alla morte a Ginevra il 18 marzo 1983.

Umberto II, come tutti i Sovrani che l'hanno preceduto, fa parte della nostra storia, della vita della nostra Patria.

Aspettiamo che questa "piccola repubblica" faccia finalmente rientrare al Pantheon di Roma, in Italia, le salme dei Re e Regine d'Italia.
Umberto di Savoia

Umberto II, Re d’Italia

Nato a Racconigi (Cuneo) il 15 settembre 1904
Si sposa a Roma con Maria José l’8 gennaio 1930
Luogotenente Generale del Re il 5 giugno 1944
Re d’Italia dal 9 maggio 1946 al 18 marzo 1983



Al palazzo reale di Stoccolma, la famiglia reale svedese assiste all'apertura della mostra dedicata ai 40 anni del regno di re Carlo XVI Gustavo di Svezia.

13 settembre 2013

La mostra racconta la storia dei 40 anni del regno del Re di Svezia attraverso immagini ed oggetti, allestiti nella Sala del palazzo di Stato e nei magnifici Appartamenti Reali.

Le Loro Maestà il re Carlo XVI Gustavo e la Regina Silvia di Svezia, accompagnati dalle Loro Altezze Reali la Principessa ereditaria Vittoria e il principe Daniele di Svezia, Sua Altezza Reale il Principe Carlo Filippo di Svezia e Sua Altezza Reale la Principessa Maddalena di Svezia, si sono riuniti nella Rikssalen, presso il palazzo reale di Stoccolma, per assistere all'apertura della speciale mostra dedicata ai 40 anni del Regno di Gustavo XVI.

Anche le Sorelle del re, la principessa Christina e la Principessa Désirée, erano presenti alla cerimonia di apertura della mostra.

Durante la cerimonia di apertura, Sua Altezza Reale la Principessa Cristina di Svezia ha tenuto un discorso, al termine del quale ha dichiarato la mostra aperta.
Nel suo discorso ha elogiato il Re per la sua dedizione e per la sua professionalità ed ha concluso il suo discorso dicendo che lei e le sue tre sorelle ammirano il fratello per tutto quello che ha fatto durante il suo regno.

Ricordo che in occasione del 40° anniversario del Regno di Sua Maestà Re Carlo Gustavo di Svezia ci sono 3 nuovi francobolli dedicati al Re.

Carlo divenne re di Svezia il 15 settembre 1973 dopo la morte dell'anziano re Gustavo VI Adolfo.
LINK
kungahuset

Re del Bhutan inaugura il parlamento

11 settembre 2013

Il re e la regina del Bhutan hanno partecipato alla apertura della sessione del secondo parlamento del Bhutan.


La cerimonia di apertura della prima sessione del secondo Parlamento si è tenuta all'Assemblea Nazionale, dove hanno partecipato i 71 membri del Parlamento.

Il primo ministro Tshering Tobgay, il leader dell'opposizione Pema Gyamtsho e il presidente Dasho, Sonam Kinga, hanno espresso la loro gratitudine per il Re, augurandogli benessere e lunga vita.

LINK
His Majesty Graced The Opening Ceremony Of Second Parliament

La Principessa Mary di Danimarca ha partecipato a esercitazioni della Guardia Nazionale

13 settembre 2013

Nell'isola di Bornholm, la Principessa Mary di Danimarca ha partecipato ad un corso di formazione della Guardia Nazionale danese

SAR la Principessa Mary, che è tenente della Guardia Nazionale, ha partecipato alle esercitazioni con la Guardia "Sikker Solskin" nell'isola di Bornholm, che fanno parte della formazione dei membri della Guardia Nazionale.

La giornata è iniziata alle Raghammer Skydeterræn dove la Principessa ha completato un esercitazione al tiro al bersaglio.
Al porto Nexø la Principessa ha avuto il compito di proteggere la zona del porto in gommone con la Guardia Marina, e la giornata si è conclusa con la discesa in doppia corda lungo le cave di Vang, che serve ai soldati della Guardia per acquistare fiducia nelle loro capacità.

La Principessa è un membro della Guardia Nazionale dal 2008.

LINK
kongehuset

venerdì, settembre 13, 2013

William e Kate alla cena di gala della Tusk Foundation

12 SETTEMBRE 2013

Prima cena di gala per la neomamma Kate Middleton che ha accompagnato il marito William alla cena di gala della Tusk Foundation alla Royal Society di Londra.

Per la coppia, è la prima serata senza il piccolo George, e William ha confessato :  "È la prima sera senza George e siamo molto nervosi, scusateci se continueremo a controllare i nostri cellulari".
Per l'occasione, Catherine ha indossato un abito glitterato di Jenny Packham e sfoggiato una linea perfetta.

Durante la cerimonia il Duca di Cambridge William ha chiacchierato col presidente del Gabon Ali Bongo Ondimba, che è una figura influente per la conservazione del patrimonio africano.
La prima domanda del leader africano è stata sul principino George e dopo avergli risposto che è la prima volta che lo abbiamo lasciato solo a casa, William ha poi elogiato il presidente, dicendo: "Grazie per tutto quello che hai fatto".

Alla cerimonia di premiazione Tom Lalampaa ha ricevuto il premio dal principe William per il suo lavoro sulla fauna selvatica nel nord del Kenya. Mr Lalampaa dirige un'organizzazione che aiuta le comunità remote che coesistono con la fauna selvatica.
Anche Clive Stockil dello Zimbabwe è stato onorato con un premio per il suo impegno per la difesa dei rinoceronti. Mr Stockil "è uno dei grandi pionieri della conservazione del patrimonio naturale africano.

Questo evento è la seconda uscita ufficiale di Kate dopo la nascita del Royal Baby.
Ad agosto, la duchessa aveva aperto la tradizionale maratona Ring O'Fire di Anglesey, in Galles, dove William ha prestato servizio nella base della RAF come pilota di elicotteri.

Proprio giovedì si è saputo che il principe ha deciso di congedarsi dalla RAF per dedicarsi a tempo pieno al ruolo di papà e ai suoi doveri reali.

Il principe William è patrono della Tusk, una associazione dinamica con 22 anni di esperienza nel promuovere e finanziare la conservazione, lo sviluppo delle comunità e l'educazione dell'ambiente in tutta l'Africa.

LINK
Duke and Duchess of Cambridge attend Tusk Conservation Awards together

SAR il Duca di Cambridge lascia la Royal Air Force

12 settembre 2013

Kensington Palace ha reso noto che il Principe William, secondo nella linea di successione al trono britannico, ha deciso di lasciare la RAF, per concentrarsi sugli impegni legati al suo ruolo nella Famiglia Reale e sulle attività di beneficenza.

Il duca di Cambridge ha completato martedì l'ultimo turno da pilota di ricerca e soccorso nella Royal Air Force britannica, chiudendo con un bilancio di 156 operazioni e 149 persone tratte in salvo.

Il principe lascerà l'isola di Anglesey, nel Galles, dove la coppia è riuscita a trascorrere una vita al riparo dai media per trasferirsi nella residenza ufficiale a Kensington Palace, nel cuore di Londra .
In questo edificio il piccolo principe abitò insieme alla madre, Diana del Galles, e il fratello, il principe Harry, dopo il divorzio dei genitori.

Nel prossimo anno, ha spiegato comunque il suo portavoce, il principe comunque non si occuperà ancora a tempo pieno dei suoi compiti di rappresentanza della Casa Reale ma si impegnerà soprattutto nella Royal Foundation del duca e duchessa di Cambridge e del principe Harry.

La coppia ha in programma comunque numerosi impegni ufficiali, tanto in Gran Bretagna che all'estero, tra i quali forse anche un tour in Australia insieme al loro primogenito, il piccolo George.

William aumenterà il suo lavoro nel campo della conservazione, in particolare per quanto riguarda le specie in via di estinzione.
Inoltre il Duca lavorerà con i suoi enti di beneficenza sulle questioni relative ai bambini e ai giovani, ai veterani e i militari in servizio nelle Forze Armate.

LINK
Prince William leaves RAF to pursue charity work


giovedì, settembre 12, 2013

I Principi William e Harry broker per beneficenza a Londra

11 settembre 2013

I principi William e Harry si sono improvvisati broker, in occasione di un evento di beneficenza in ricordo della vittime dell’attacco terroristico dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti.

Affiancati da agenti di cambio professionisti, i due principi hanno gestito gli scambi azionari per circa un'ora, uno dei quali del valore di 25 miliardi di euro, un record mondiale per uno scambio a termine.

Durante l'evento William e Harry hanno anche scherzato tra loro, William è stato accusato da Harry di avere perso tempo "in chiacchiere" su suo figlio George, anziché concentrarsi sul lavoro.
"Sono molto più bravo con gli elicotteri", ha ammesso William.

Durante una delle sue offerte, Harry ha sollecitato una persona a mettere più soldi.
"150? Perché non facciamo che 200?" ha detto Harry.
La risposta : "200? Fatto".

L'evento è stato organizzato dalla BGC Partners, che negli attacchi del 2001 perse 658 impiegati.

VIDEO


LINK
William and Harry break records on trading floor

mercoledì, settembre 11, 2013

Sheikha Moza bint Nasser e il Principe Andrea, Duca di York, inaugurano una Università.

10 settembre 2013

Il Principe Andrea si è recato a Doha per l'inaugurazione della University College di Londra a Qatar (UCL Qatar).

L'University College di Londra Qatar (UCL Qatar) è stata ufficialmente inaugurata con il patrocinio e la presenza di HH Sheikha Moza bint Nasser, presidente della Qatar Foundation, durante una cerimonia tenutasi presso il National Convention Centre Qatar, dove ha partecipato anche il Principe Andrea, Duca di York.

La UCL Qatar è la prima università britannica alla Education City, fondata dalla Qatar Foundation.
L'Education City è situata alla periferia di Doha, capitale del Qatar, che si propone di essere il centro educativo di eccellenza della regione.

In seguito il Principe Andrea, Duca di York e Sheikha Moza bint Nasser hanno discusso su questioni di cooperazione nei settori della salute e della ricerca.

LINK
Prince Andrew praises UCL-QF partnership

martedì, settembre 10, 2013

La Regina Paola festeggia il suo 76° compleanno.

11 settembre 2013

La Regina Paola è nata 11 Settembre 1937 a Forte dei Marmi, in una delle più antiche famiglie aristocratiche italiana. Lei è la figlia più giovane del Principe Fulco Ruffo di Calabria, aviatore eroe della prima guerra mondiale e della contessa Luisa Gazzelli.
Paola ha anche origini belghe, la sua nonna paterna, Laura Mosselman du Chenoy era belga.

La regina trascorre la sua giovinezza a Roma, dove nel 1958, in occasione dell'incoronazione di papa Giovanni XXIII, incontra Alberto del Belgio ad un ricevimento presso l'ambasciata del Belgio, il futuro Re dei Belgi, allora Principe di Liegi.

Il 2 luglio 1959 Alberto e Paola si sposano a Bruxelles e fissano la loro residenza presso il castello del Belvedere.

Dalla loro unione sono nati tre figli: Re Filippo (15 aprile 1960), la Principessa Astrid (5 giugno 1962) e il principe Laurent (19 ottobre 1963).

La regina Sofia di Spagna incontra il Segretario Generale Ban Ki Moon a New York

9 settembre 2013

La regina Sofia di Spagna ha visitato la sede dell'ONU di New York, dove ha incontrato il Segretario Generale Ban Ki Moon.

In seguito la regina Sofia ha ricevuto il Premio Internazionale Franklin D. Roosevelt in riconoscimento del lavoro svolto in Spagna a favore dei diritti delle persone con disabilità.
Il premio comprende anche il riconoscimento onorario, uno stanziamento di 50.000 dollari per la organizzazione non governativa il Comitato Spagnolo per le persone con disabilità (CERMI).


Nel il suo discorso, Sofia ha detto : "la disabilità non deve essere tenuta fuori dal dibattito sui futuri obiettivi di sviluppo".
"Questo premio serve da stimolo per ulteriori progressi verso una società pienamente egualitaria. Non c'è dubbio che è un premio che è già diventato un simbolo di impegno internazionale per i diritti delle persone con disabilità".

Sofia ha incoraggiato il Roosevelt Institute a proseguire nei prossimi anni con il loro lavoro generoso e impegnato

LINK
casareal

Il re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi è stato nominato membro onorario del CIO

8 settembre 2013

Il re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi ha fatto un discorso di ringraziamento dopo essere stato nominato membro onorario del CIO durante il 125° Congresso del Comitato olimpico internazionale che si è svolto a Buenos Aires (Argentina).

Re Guglielmo Alessandro ha ricevuto la più alta onorificenza del CIO, dopo le sue dimissioni per concentrarsi su doveri di Re dei Paesi Bassi.

Guglielmo Alessandro divenne un membro del CIO nel 1998 e ha detto che "in nessun modo la mia dimissione significa che mi sto allontanando dai valori del CIO e del Movimento Olimpico."
Egli rimarrà un membro del CIO onorario.

Il 46enne Guglielmo Alessandro è il più giovane sovrano d'Europa e il primo re olandese dopo 123 anni.

La 125° Sessione del CIO si è svolta presso l'Hilton Buenos Aires a Buenos Aires, in Argentina, dal 7 settembre al 10 settembre 2013.

Il Comitato Olimpico Internazionale ha eletto Tokyo come città ospitante dei Giochi Olimpici 2020.
Thomas Bach è stato eletto per 8 anni come Presidente del CIO.

LINK
HM KING WILLEM-ALEXANDER OF THE NETHERLANDS



domenica, settembre 08, 2013

Tokyo vince la gara per ospitare le Olimpiadi di estate 2020.
6 settembre 2013

Con la candidatura di Madrid perseguitata da domande sulla crisi economica della Spagna e quella di Istanbul colpita da disordini politici e dalla guerra civile nella vicina Siria, Tokyo, che ha già ospitato le Olimpiadi del 1964, ha vinto perché si è presentata come la "città più sicura" in un momento di crisi politica ed economica globale.

Al termine della votazione al Cio di Tokyo quale sede dei Giochi olimpici 2020, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha detto: Ha vinto il progetto migliore, il dossier migliore, la candidatura più credibile da un punto di sostenibilità, affidabilità economica e compattezza tecnica.

La Principessa Takamado del Giappone, accompagnata dal primo ministro Shinzo Abe. ha partecipato alla cerimonia di apertura della cerimonia 125° Sessione del CIO al Teatro Colon di Buenos Aires, Argentina.


La Principessa Hisako Takamado, nata il 10 luglio 1953, è la figlia di Shigejiro Tottori, membro della famiglia imperiale del Giappone. Ha sposato il Principe Norihito Takamado, morto nel 2002.

Il Principe Norihito, nato il 29 dic 1954 e scomparso il 21 novembre 2002, era un membro della Casa Imperiale del Giappone, in quanto il terzo figlio del principe Mikasa e della Principessa Mikasa, e cugino di primo grado dell'imperatore Akihito (era settimo in linea al trono del crisantemo).

Anche il Principe Alberto di Monaco e il Principe delle Asturie, erede al trono di Spagna, erano arrivati a Buenos Aires per partecipare alla cerimonia della 125° Sessione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO).


Il principe Alberto di Monaco ha partecipato alla cerimonia della 125° Sessione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) che si è svolto a Buenos Aires, Argentina.

6 settembre 2013

SAS il Principe Alberto II, membro del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) dal 1985 e Presidente del Comitato Olimpico Monegasco, ha partecipato alla 125° Sessione del CIO a Buenos Aires.

Sabato 7 settembre,  al Teatro Colon di Buenos Aires,  il Principe ha partecipato alle elezioni della città ospitante per le Olimpiadi estive 2020, ed  il 10 settembre parteciperà alle elezioni.del nuovo Presidente del CIO.

Dopo l'elezione della città di Tokyo, il principe Alberto ha detto:
"Abbiamo avuto tre ottimi candidati (Madrid, Tokyo e Istanbul), c'è stata una bella discussione. Tokyo è stata scelta per la sicurezza, perché non c'è alcun problema di finanziamento per la costruzione o per l'organizzazione. I colleghi del CIO preferiscono le sedi più sicure."

Il Principe delle Asturie, erede al trono di Spagna, ere arrivato a Buenos Aires, a capo della delegazione spagnola per difendere la candidatura della città di Madrid ad ospitare le Olimpiadi e Paralimpici del 2020.

LINK
Prince’s Palace of Monaco

Re Vittorio Emanuele III trasferisce lo Stato da Roma a Brindisi e salva l'Italia. 

8 settembre 1943

Con un minimo di correttezza intellettuale e storica si dovrebbe capire che la vulgata imposta da comunisti e repubblicani sugli eventi che seguirono l'8 settembre del 43 - "la cosiddetta fuga del Re" - è solo un'interpretazione storiografica di parte e non un fatto oggettivo.

Il Re, in qualità di Capo dello Stato, aveva il dovere di evitare che l’Italia cadesse in balia dei tedeschi o degli angloamericani che avrebbero creato un governo fantoccio ai propri ordini.
Per riuscire in questo intento era necessario dare continuità alle istituzioni Italiane legittime, e evitare la cattura da parte dei nazisti rimanendo però in Italia.

Non potendo difendere Roma, dichiarato "città aperta", la Puglia erano la zona italiana che offriva questa possibilità, e con il trasferimento a Brindisi, di fatto il Re e il Governo italiani riuscirono a rimanere gli unici interlocutori legittimi per gli anglo-americani e impedirono che l’Italia venisse smembrata.

Regno del Sud (Brindisi)
Anche l’accusa rivolta a Vittorio Emanuele III di aver lasciato l’esercito senza ordini alla data dell’armistizio non ha senso, e le cose andarono diversamente.
Intanto in ogni Monarchia (o in ogni Repubblica non presidenziale) il Capo dello Stato, pur essendo nominalmente capo delle forze armate, non interviene direttamente nell’azione di comando, ma è il Governo che prende le decisioni finali, dopo aver ascoltato il comando delle forze armate sempre affidato alle persone più tecnicamente preparate.
Quindi il Re non poteva avere alcuna responsabilità e se ci fossero state delle colpe queste erano di Badoglio e dei Generali.

Ma non solo perché gli ordini c'erano ed erano anche chiari.
Fu solo la propaganda anti-monarchica che affermò il contrario, contribuendo tra l’altro a coprire chi aveva preferito non compiere il proprio dovere.

Dopo la proclamazione dell’armistizio si sapeva bene che i tedeschi avrebbero subito aggredito l’Italia.
Inoltre, tenendo conto del patto d’alleanza stipulato il 22 Maggio 1939, l’Italia non poteva attaccare i tedeschi per il solo fatto di aver chiesto un armistizio agli angloamericani, ma si poteva ordinare di attaccare i tedeschi solo se fossero stati i tedeschi ad attaccare per primi gli italiani.

Ecco il significato della frase chiave di quel proclama: “le forze armate Italiane reagiranno ad attacchi di qualunque altra provenienza”.
Un significato ben chiaro a chiunque, dal Generale al più piccolo soldato. D’altra parte, quale avrebbe potuto essere questa “altra provenienza”, se non quella tedesca ?

La vulgata storica imposta dal regime repubblicano sugli eventi del'8 settembre del 43 è chiara, molti partiti, che erano per la repubblica, approfittarono del clima di confusione, peraltro inevitabile, di quel momento per sbarazzarsi del Re e della Monarchia.

Questa propaganda anti-monarchica era importante per convincere molti italiani a votare a favore della repubblica nel referendum istituzionale.
Se non ci fosse stata questa feroce propaganda contro il Re, colpevole di essere scappato da Roma, la monarchia avrebbe stravinto nel referendum istituzionale e l'Italia sarebbe rimasta ad essere un Regno invece di diventare una piccola repubblica.
Ho usato il termine stravinto, in quanto nonostante il clima ostile nei confronti della Corona voluto da comunisti, repubblichini e dai vertici della democrazia cristiana, la maggioranza degli italiani votarono per la Monarchia.
La repubblica vinse il referendum solo con i brogli e non fu mai proclamata!

Quindi Re Vittorio Emanuele III trasferendo lo Stato da Roma a Brindisi salvò l'Italia.
La sua scelta fu opportuna per salvare l'istituzione monarchica e garantire una continuità di governo al Paese, di fronte al rischio che i tedeschi, diventati improvvisamente padroni assoluti dell'Italia, avrebbero cancellata addirittura dalle carte geografiche.

In fine segnalo alcuni pareri insospettabili di favoritismo monarchico.

- Sergio Romano (Corriere della Sera, 23-06-06):
debbo chiedermi cosa sarebbe successo se il Re fosse rimasto nella capitale e fosse caduto, com'era probabile, nelle mani dei tedeschi. Vi sarebbero state nei mesi seguenti un'Italia fascista governata da Mussolini e un'Italia occupata dagli alleati, priva di qualsiasi governo nazionale.
La fuga, fra tante sventure, ebbe almeno l'effetto di conservare allo Stato un territorio su cui sventolava la bandiera nazionale. Non è poco.

- Carlo Azeglio Ciampi, allora Presidente della Repubblica:
il Re ha salvato la continuità dello stato (il governo italiano colmò l'incombente vuoto istituzionale, imponendosi agli alleati quale unico interlocutore legittimo).

- Lucio Villari (Corriere della Sera, 09-08-2001):
Sono, in proposito, assolutamente convinto che fu la salvezza dell'Italia che il Re, il governo e parte dello stato maggiore abbiano evitato di essere afferrati dalla gendarmeria tedesca e che il trasferimento (il termine "fuga" è, com'è noto, di matrice fascista e riscosse e riscuote però grande successo a sinistra) a Brindisi gettò, con il Regno del Sud, il primo seme dello stato democratico e antifascista ed evitò la terra bruciata prevista, come avverrà in Germania, dagli alleati.


sabato, settembre 07, 2013

Il Re di Norvegia Harald incontra le vittime delle inondazioni a Kvam

6 settembre 2013

Sua Maestà Re Harald si è recato a Kvam in Gudbrandsdal, per incontrare le persone che avevano perso le case a cause delle inondazioni nel 2011 e per mostrare il sostegno alla popolazione locale nuovamente gravemente colpite.
Nel maggio 2013 forti piogge e scioglimento della neve avevano causato inondazioni e danni significativi in molti luoghi della Norvegia, e Kvam è il luogo più maggiormente danneggiato.


Il re ha voluto vedere la devastazione dopo l'alluvione e i lavori compiuti, e anche incontrare alcune delle persone colpite. 250 persone sono state evacuate e diverse case sono state distrutte in Kvam il 22 Maggio.

Le inondazioni hanno portato ad una grande necessità di misure di emergenza, di pulizia dei fiumi, di riparazione e dell'attuazione di misure di salvaguardia.

Il re ha  incontrato alcune fattorie e famiglie che stanno ricostruendo le loro case, preoccupate però di quello che potrebbe ancora accadere fino a che non sia messo in sicuro il fiume, e quindi ha visitato il centro della zona residenziale.
Diverse famiglie sono state collocate nel nuovo complesso residenziale, dove costruiranno le loro case piuttosto che ripristinare quelle vecchie, in quanto è stata vietata la costruzione di case nelle zone più devastate.

LINK
kongehuset

In occasione dei festeggiamenti per il 150° anniversario della Football Association si terrà una partita di calcio nei giardini di Buckingham Palace


In una monarchia sempre più popolare ed amata dagli inglesi, lo sport più seguito del Regno Unito sbarca nel palazzo simbolo delle Monarchia inglese: Buckingham Palace.

Da quando è stata acquistata da Giorgio III nel 1761, la residenza reale non è mai stata sede di una partita di calcio,  ma adesso in occasione dei 150 anni della federazione calcio inglese i giardini del palazzo reale londinese saranno lo scenario di un incontro benefico tra le due squadre dilettantistiche inglesi più antiche.

Il prossimo 7 ottobre 2013 nell’ambito dei festeggiamenti per i 150 anni della Football Association, la federazione calcio inglese, nei giardini del palazzo reale londinese si svolgerà un incontro di calcio dagli scopi benefici, tra le due squadre dilettantistiche inglese più antiche: il Civil Service FC, nato nel 1863, e il Polytechnic FC, fondato nel 1875.

Come previsto dalle regole, è stata la Regina Elisabetta in persona a dare l'autorizzazione, su sollecitazione del nipote William, il principe William, che è grande appassionato di calcio nonché presidente onorario della Football Association.

L'incontro è stato organizzato dal duca di Cambridge, nella sua qualità di presidente della Federcalcio, nell'ambito delle celebrazioni del 150° anniversario della FA.

Durante la manifestazione verranno premiati, con un riconoscimento per l’alto valore sociale del loro lavoro, 150 volontari della FA in rappresentanza degli oltre 400.000 addetti che prestano il loro operato gratuitamente.

Il Duca di Cambridge ha detto : “Nel nostro 150° anniversario è doveroso che la FA renda onore al lavoro delle migliaia di volontari che, settimana dopo settimana, danno l’opportunità a milioni di persone di giocare a calcio. Invitare 150 di loro a Buckingham Palace è il minimo che la FA possa fare per ringraziarli”.

Ad allestire il campo di calcio nei giardini di Buckingham Palace sarà Tony Jones, il responsabile del manto erboso dello Stadio Wembley.

LINK
Buckingham Palace garden to stage its first football match

Related Posts with Thumbnails