Articoli in evidenza:

lunedì, giugno 30, 2014

Alberto di Monaco a Nairobi

26 giugno 2014

Sua Altezza Serenissima il principe Alberto di Monaco, presidente della Commissione dello Sport e dell'Ambiente del Comitato Olimpico Internazionale, ha parlato alla conferenza delle Nazioni Unite sull'Ambiente a Nairobi, in Kenya.

Il principe Alberto di Monaco era andato a Nairobi, in Kenya, in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite (UNEP) sul tema dell'Ambiente, al quale ha partecipato a fianco del presidente della repubblica del Kenya, Uhuru Kenyatta, e molte altre autorità.

La 11° edizione della conferenza delle Nazioni Unite sull'Ambiente ha esaminato 10 nuove problematiche già evidenziate nelle relazioni precedenti, compresi quello sui rifiuti di plastica nel mare.

Il principe Alberto di Monaco ha incontrato il presidente del Comitato olimpico keniota e membro del CIO, e il segretario del Comitato Olimpico del Kenya.

Ricordo che il Principe Albert aveva partecipato ad una conferenza sul tema Our Ocean, organizzato presso il Dipartimento di Stato a Washington,  negli USA.

La principessa Charlene di Monaco, non ha accompagnato suo marito in Kenya a causa della sua gravidanza.

LINK
Déplacement de S.A.S. le Prince Albert II au Kenya

Re Felipe VI e la Regina Letizia di Spagna incontrano il Papa Francesco al Vaticano

30 giugno 2014

Sua Santità Papa Francesco incontra Sua Maestà il re Filippo e la Regina Letizia in Vaticano.

A seguito dell'abdicazione del padre, Juan Carlos, Felipe gli è succeduto al trono e come vuole la tradizione della corona spagnola, la prima trasferta fuori dalla Spagna è stata un'udienza dal Pontefice.

Stamattina, Sua Santità Papa Francesco ha tenuto una udienza privata con Le Loro Maestà il Re Filippo VI e la Regina Letizia di Spagna, all'interno della biblioteca papale del Palazzo Apostolico in Vaticano.

Un clima molto cordiale e sorridente ha caratterizzato l'udienza papale in Vaticano dei reali di Spagna, il nuovo re Felipe VI e la sua consorte Letizia.

Al suo primo viaggio all'estero, il Re ha baciato l'anello papale, mentre la Regina Letizia aveva un abito bianco, in virtù del privilegio che hanno solo le sovrane cattoliche di vestirsi di bianco.

Durante l'incontro di 40 minuti sono stati affrontati temi di comune interesse, l'importanza di favorire il dialogo e la collaborazione fra la Chiesa e lo Stato per il bene di tutta la società spagnola. Infine, si è fatto cenno ad alcune problematiche di carattere internazionale e regionale, con particolare attenzione alle zone di conflitto.

I reali iberici hanno invitato il pontefice ad una prossima visita nel loro Paese: alcuni ipotizzano che la visita possa avvenire già nel 2015 in occasione del 500° anniversario dalla nascita di S. Teresa d'Avila. 

Felipe e Letizia hanno regalato al Papa una copia di "Oraculo manual y arte de prudencia", libro di aforismi scritto nel 1647 dal gesuita Baltasar Gracian, illustrato dall'argentino Jorge Furt e conservato a Lujan, in Argentina. 
Il Papa ha regalato ai sovrani spagnoli la consueta medaglia con la pianta originale di piazza San Pietro e una copia della sua esortazione apostolica “Evangelii Gaudium”

Dopo l'udienza papale i Reali spagnoli si sono successivamente incontrati con il cardinale Parolin, accompagnato da monsignor Antoine Camilleri, sottosegretario per i Rapporti con gli Stati. 
Nel corso del colloquio si è parlato anche di America Latina, dei problemi sociali, e in particolare della disoccupazione giovanile spagnola, e del recente viaggio di papa Francesco in Terra Santa.

I reali di Spagna sono ripartiti nel pomeriggio direttamente per la Spagna.

VIDEO

domenica, giugno 29, 2014

I giornalisti italiani parlano dei costi della Monarchia britannica, ma non di quelli della repubblica italiana che sono superiori.

Clamoroso autogol dei giornalisti italiani (servi del regime repubblicano) che pur di attaccare la Monarchia mettono in evidenza il lieve aumento dei costi della Corona britannica, dimenticando però di fare un confronto con i costi della repubblica italiana che sono enormemente superiori.

I titoli relativi ai costi della Monarchia britannica, pubblicati dai giornali erano tutto un programma: "La monarchia costa sempre di più", "Monarchia, ma quanto ci costi?", "La monarchia costa cara" ....

Se è vero che la Monarchia inglese costa all'anno 45 milioni di euro, la repubblica italiana costa ben 231 milioni, 6 volte in più !
Mi chiedo con quale faccia tosta si possa considerare cifra intollerabile i costi della monarchia inglese e non quelli della repubblica italiana, che sono 6 volte più grandi...

Facendo il rapporto con la popolazione ogni cittadino italiano (neonati inclusi) spende ogni anno 3,8 euro per il mantenimento del Quirinale, contro i 70 centesimi di euro che gli inglesi spendono per Buckingham Palace. In realtà scenderebbero a 30 centesimi se si considera i 134 milioni di cittadini del Commonwealth, che riconoscono la Regina come Capo di Stato.

Inoltre si deve tener conto che tutte le voci di spesa della Monarchia sono scrupolosamente documentati, mentre non c'è altrettanto rigore e chiarezza nei costi  della repubblica italiana.
Si sa tutto come sono utilizzati i soldi per la Monarchia britannica, viaggi, restauro delle residenze, arredamenti, tappezzerie, mobilio, addirittura il consumo di gas ed elettricità ...
Top secret invece per le spese di Napolitano &Company che ripeto sono 6 volte più grande !
Come sono spesi i denari pubblici per il Quirinale? E le altre residenza?
Come Napolitano usa i soldi dei contribuenti? Quanti viaggi ha fatto in aereo o in treno ?
Con quali criteri sono state scelte le migliaia di persona che lavorano al Quirinale? ....

Secondo gli ultimi dati ufficiali, per la Famiglia Reale sono stati spesi nell'ultimo anno fiscale 35,7 milioni di sterline (circa 45 milioni di euro), quasi 2 milioni di sterline in più rispetto all'anno precedente.
Tra le voci più controverse la ristrutturazione degli appartamenti di Kensington Palace dove risiedono William e Kate, che ha contribuito in maniera decisiva all'aumento della spesa totale.
E il Quirinale ....?
Il principe Carlo, per recarsi con un volo privato ai funerali di Nelson Mandela, ha speso 246.160 sterline.
Quanto è costato il viaggio in SudAfrica della Boldrini con il suo fidanzato ...? 
Intanto Sua Maestà Elisabetta II ha tagliato: meno trasferte (da 4,5 del 2012 a 4,2 milioni di sterline nel 2013), meno ricevimenti e meno feste.
Quanto costano ai poveri italiani i ricevimenti di Napolitano ...? Sono aumentati?

In Italia le notizie relative alla monarchia ( in particolare quelle su Casa Savoia) sono sempre modificate ad arte, ci sono sempre aggettivi e forzature che servono a convincere il lettore a farsi un'idea distorta della monarchia e di nascondere le vergogne della repubblica italiana.
Il livore nei confronti della monarchia ha reso cechi i giornalisti, o meglio per mantenere i posti di privilegio e per servilismo verso chi comanda, sono dei semplici servi del regime, venditori di fumo e falsità sulle quali si fonda la repubblica italiana.

In Italia la malformazione congenita del giornalismo italiano ha trasformato l'Italia in un Paese semilibero per l'informazione.

Nonostante i costi i sudditi non si arrabbiano se ogni anno devono pagare meno di una tazzina di caffè, anzi gli inglesi restano fedeli alla Monarchia che la amano e la rispettano profondamente.

Cari inglesi continuate a tenervi la Monarchia, in confronto noi italiani spendiamo di più per non avere nulla.  Anzi la repubblica italiana è un fallimento !




sabato, giugno 28, 2014

Sua Altezza Reale il principe Harry in Cile

28 giugno 2014

Dopo essere stato 4 giorni in Brasile, considerato in un video messaggio "viaggio memorabile", il principe Harry è arrivato a Santiago, capitale del Cile, seconda tappa della sua visita in Sud America.

Il principe del Galles Harry è stato ricevuto al palazzo presidenziale della Moneda dal presidente cileno Michelle Bachelet.

Nel primo giorno della visita ufficiale in Cile il Principe Harry ha deposto una corona di fiori al Monumento del generale Bernardo O'Higgins, primo capo di stato cileno.
Dopo la cerimonia istituzionale, Harry si è recato in visita ad una scuola materna per i bambini più vulnerabili, la Sagrada Familia, dove ha scherzato e giocato con tutti i bambini.

Una maestra dell'istituto è rimasta colpita dalla facilità con cui il principe è entrato in sintonia coi bambini, ed ha detto : "Il Principe Harry è così dolce e protettivo nei confronti dei nostri piccoli: li ha presi in braccio, ha giocato con loro e loro si sono divertiti un mondo!".

Evidentemente dopo aver conquistato il Brasile, con il suo atteggiamento affettuoso e la sua spontaneità naturale il principe Harry sta anche conquistando l'affetto e la simpatia del popolo cileno...

Il principe Harry ha poi visitato una base militare che si trova vicino alla capitale, ed ha partecipato ad un ricevimento presso l'Ambasciata britannica in occasione del compleanno ufficiale della Regina Elisabetta II.

LINK
dailymail.co.uk


Nuove foto ufficiali del Principe Guglielmo e della Principessa Stephanie di Lussemburgo

La Casa Ducale di Lussemburgo ha rilasciato una serie di 21 splendide foto che ritraggono il Principe erediario Guglielmo e la Principessa Stephanie.


Il principe ereditario Guglielmo e la Principessa Stéphanie, che si sono sposati nel 2012, sono raffigurati in varie luoghi in alcune fotografie scattate dal fotografo reale Christian Aschman.

Grazie di queste belle foto!

Galleria di foto
LL.AA.RR. le Grand-Duc Héritier et la Grande-Duchesse Héritière

La Principessa Astrid del Belgio in Mozambico

23 - 27 giugno 2014

Da tempo impegnata nella lotta contro le mine antiuomo, la Principessa Astrid, inviata speciale della Convenzione di Ottawa, ha partecipato ad una Conferenza che ha avuto luogo in Mozambico.

Dal 23-27 Giugno, oltre 1.000 rappresentanti degli Stati e delle organizzazioni internazionali e non governative si sono incontrati a Maputo per tracciare il percorso nello sforzo globale per porre fine alle sofferenze e ai decessi causati dalle mine antiuomo.

La principessa Astrid ha anche visitato gli uffici dell'ONG "Handicap International" a Maputo, dove ha incontrato la squadra e una vittima delle mine.
Ha consegnato un omaggio alle squadre di Handicap International che con un grande lavoro bonificano campi contaminati e assistono le vittime.
"Grazie all'Handicap International, vivere un giorno in una terra libera di mine non è più un sogno, ma diventa realtà", ha detto la principessa.

Il Mozambico, che ha ospitato questa conferenza, devastato da 25 anni di guerra per l'indipendenza (1965-1975) e la guerra civile (1977-1992), è uno dei paesi più minati del mondo, con la Angola , l'Afghanistan e la Cambogia.

LINK
La princesse Astrid en terrain mozambicain miné


Sua Altezza Reale il principe ereditario Hussein bin Abdullah di Giordania ha festeggiato il suo 20° compleanno

28 giugno 2014

Il principe Hussein è nato ad Amman il 28 giugno 1994, ed è il figlio maggiore delle Loro Maestà il Re Abdullah II e la Regina Rania di Giordania.

E' stato nominato il principe ereditario della Giordania da un regio decreto emesso il 2 luglio 2009, ha accompagnato il Re in diverse visite e missioni in patria e all'estero e ha servito come reggente in diverse occasioni durante l'assenza del re dal paese.

Il principe ereditario, che detiene il grado di sottotenente nella Forze Armate della Giordania, ha completato gli studi secondari presso Accademia del Re l'anno scorso.
Ora è studente presso la Georgetown University negli Stati Uniti in scienze politiche.

Hussein ha un fratello, SAR il Principe Hashim, e 2 sorelle, le Loro Altezze Reali la Principessa Iman e la Principessa Salma.







venerdì, giugno 27, 2014

Un video messaggio del Prince Harry, alla fine del suo tour in Brasile

26 giugno 2014

Con un video messaggio girato in fretta su un telefono cellulare, il principe Harry ha voluto ringraziare tutto il popolo del Brasile per come è stato accolto durante quella che è stata considerata da lui una memorabile visita di 4 giorni.

E' stata molto fitta l’agenda degli appuntamenti del principe Harry in Brasile, la maggior parte dei quali a scopo benefico, e Harry ha conquistato il Brasile.

Molti brasiliani hanno seguito ogni spostamento del principe Harry, e la stampa brasiliana lo ha definito «l'uomo che ha saputo conquistare un Paese intero».

Video dal canale Reale britannico



Fidanzamento ufficiale del principe Carlo Filippo con Sofia Hellqvist.

27 giugno 2014

La Royal Court svedese ha appena annunciato il fidanzamento del principe Carlo Filippo, unico figlio di re Carlo XVI Gustavo e della regina Silvia, con la sig.ra Sofia Hellqvist.

La notizia è stata rivelata in una conferenza stampa al Palazzo Reale di Stoccolma, poco dopo le ore 17:00. I due fidanzati hanno posato per le fotografie nei giardini del palazzo reale ed hanno risposto ad alcune domande da parte dei media.


Il Principe Carlo Filippo e la sig.ra Hellqvist si frequentano dal 2010.

Ecco l'annuncio  :
Il maresciallo del Regno è lieto di annunciare il fidanzamento tra il principe Carlo Filippo e la signorina Sofia Hellqvist.

Dopo che Sua Maestà il re di Svezia ha dato il suo consenso al matrimonio tra il principe Carlo Filippo e la signorina Sofia Hellqvist, Sua Maestà ha chiesto l'approvazione da parte del governo svedese, secondo le procedure previste dalla Costituzione svedese.

La data delle nozze non è stata ancora decisa, ma è previsto che si terrà durante l'estate del 2015.

Svante Lindqvist 
Maresciallo del Reame

LINK
kungahuset.se


Il principe Federico e la Principessa Mary di Danimarca a Wimbledon 2014

26 giugno 2014

Sua Altezza Reale il principe ereditario Federico e la Principessa Mary di Danimarca sono andati nel Regno Unito per assistere al famoso torneo di Wimbledon.


I principi Federico e Mary di Danimarca hanno assistito alla gara di esordio sul campo Centrale di Wimbledon tra Rafael Nadal e Lukasz Rosol, dal "Palco Reale", il posto migliore per seguire meglio le gare di tennis.
Rafael Nadal si è preso la rivincita sul ceco Lukas Rosol, che 2 ani fa l’aveva battuto, e approda al terzo turno di Wimbledon vincendo 4-6 7-6 6-4 6-4 dopo due ore e 44 minuti.

La futura regina e il futuro Re di Danimarca (appassionato di sport) hanno seguito la gara con molto interesse.

Nel palco reale c'era anche Pippa e James Middleton, sorella e fratello della duchessa di Cambridge Kate.


giovedì, giugno 26, 2014

Il Re Felipe di Spagna riceve le Forze Armate

25 giugno 2014

Dopo la Proclamazione e il primo incontro con il primo ministro Rojay, Sua Maestà il Re Filippo di Spagna, accompagnato dalla Regina Letizia, ha ricevuto le Forze Armate e la Guardia Civil al Palazzo Reale di Madrid.

In questa cerimonia il Re Felipe VI ha parlato dei meriti del Regno del padre Juan Carlos, durante il quale i militari sono diventati uno dei pilastri della Spagna democratica e, grazie alle missioni internazionali di pace, e portatori dell'immagine della Spagna all'estero.


Il sovrano è il comandante in capo delle Forze Armate, con il titolo di Capo Supremo delle Forze Armate, ma Re Felipe ha voluto presentarsi non solo come il Capo delle Forze Armate, ma anche come un soldato ed ha promesso "impegno e lealtà e grandi capacità d'ascolto".

LINK
Palabras de Su Majestad el Rey en el acto de salutación de las Fuerzas Armadas y la Guardia Civil a Su Majestad

La Regina Silvia di Svezia a Washington DC

25 giugno 2014

La Principessa Maddalena, Chris O'Neill e la Principessa Leonore sono tornato negli Stati Uniti, dopo il battesimo della loro figlia, e la regina Silvia li ha accompagnati.

Ricordo che pochi giorni prima e dopo il battesimo c'è stata la festa nazionale della svezia e il compleanno della principessa Maddalena.

Durante la sua visita a Washington, la regina Silvia è stata uno dei relatori ad un evento legato alla Fondazione per l'Infanzia, da Lei fondata, che si è tenuto in un edificio del Senate Office, Capitol Hill.

Il tema della serata era la sopravvivenza, la salute e la prevenzione globale dei bambini.
All'evento hanno partecipato varie associazioni di beneficenza che hanno lavorato per aiutare i bambini vulnerabili negli ultimi cinque anni.

LINK
childhood-usa

Il principe Harry conquista il Brasile

24 - 26 giugno 2014

Sua Altezza reale il principe Harry è andato in Brasile non solo per incoraggiare la squadra di calcio inglese, (è stata eliminata) ma soprattutto per sostenere alcune associazione benefiche.
Molto fitta l’agenda degli appuntamenti, la maggior parte dei quali a scopo benefico.

Il principe Harry ha subito visitato a un centro di riabilitazione neurologica di Brasilia, dove sono ricoverati soprattutto bambini e ragazzi.
Visto che è in svolgimento la Coppa del Mondo di calcio, Harry è riuscito a seguire la partita Camerun-Brasile (terminata 1-4 per i padroni di casa) e quella tra CostaRica Inghilterra.


Ultimo tappa della visita in Brasile è stata la città di San Paolo.
Il principe Harry nella città brasiliana di San Paolo ha visitato un programma sociale dalla "Associazione per il sostegno di bambini a rischio" (ACER), ed ha ammesso di essere stato "travolto" dalle storie dei bambini e dalla loro estrema povertà. "E' stato fantastico sentire quelle storie ".


Durante questa visita, Harry ha incontrato molti bambini che hanno perso i genitori, colpiti dalla droga e da violenza. Harry ha detto che la perdita di sua madre, la principessa Diana, è niente in confronto a quello che questi giovani hanno sperimentato.

In Brasile il principe Harry ha poi partecipato ad un programma pluviale nei pressi di Sao Paulo per sostenere un progetto di conservazione ambientale.  Il progetto è guidato dal governo brasiliano che sta cercando di ristrutturare delle comunità nella zona, al fine di proteggere la foresta pluviale e di piantare nuovi alberi.
Il principe ha aderito con entusiasmo al progetto ed ha scherzato dicendo : "Piantare alberi - è proprio quello che facciamo noi della famiglia reale in molte occasione..".

Il progetto del coordinatore, Eduardo Trani, ha dichiarato di essere rimasto colpito che il principe abbia lavorato così duramente nel piantare gli alberi e che sia così coinvolto nel progetto.

Harry ha proseguito la sua visita, contribuendo a dipingere un muro della casa di un abitante del villaggio.

Harry ha poi indossato la maglia della squadra di calcio del Brasile quando ha visitato un centro per bambini a Diadema, dove ha giocato una partita di calcio con alcuni bambini.
Il centro è gestito da una Associazione di carità per il sostegno dei bambini a rischio, che mira a offrire istruzione, cultura e corsi artistici per bambini locali che devono affrontare la povertà estrema.

Più tardi in serata, Harry ha partecipato ad un ricevimento in onore del compleanno ufficiale della Regina, presso il Consolato Britannico di São Paulo, accompagnato dall'ambasciatore britannico per il Brasile Alex Ellis, e dal sindaco di São Paulo Fernando Haddad, accanto a una serie di celebrità brasiliane.

Moltissimi brasiliani hanno seguito ogni spostamento del principe Harry, e la stampa brasiliana ha accolto con favore la sua visita in Brasile , definendolo «l'uomo che ha saputo conquistare un Paese intero».



mercoledì, giugno 25, 2014

La Regina Elisabetta II e Filippo in Irlanda del Nord

23 - 25 giugno 2014

La coppia reale britannica è in visita di stato di 3 giorni in Irlanda del Nord, ma prima Sua Maestà la Regina Elisabetta II e il Duca Filippo II avevano visitato l'aeroporto di Heathrow a Londra per inaugurare ufficialmente il nuovo Terminal 2.

La sovrana ha incontrato a Hillsborough il primo ministro irlandese Peter Robinson.
Nel suo discorso agli ospiti ad un ricevimento civica a Belfast City Hall, la regina ha elogiato coloro che hanno contribuito a "trasformare l'impossibile in possibile" nel raggiungimento della pace in Irlanda del Nord.
La Regina ha anche reso omaggio al duro lavoro ed alla dedizione di coloro che che hanno contribuito a rimodellare la città di Belfast.

A Belfast, la regina Elisabetta e il Duca di Edimburgo hanno fatto visita al set della popolare serie tv "Game of Thrones" (Il trono di spade) incontrando una parte del cast.
La sovrana ha ricevuto una miniatura del Trono di Spade su cui siede il re dei sette regni, che è il simbolo della mega produzione realizzata dalla HBO.
"Game of Thrones" è diventato un fenomeno di portata globale ed ha fatto bene anche all'economia dell'Irlanda del Nord. Infatti da qualche anno molti operatori turistici propongono tour guidate nelle location dello show, attirando appassionati da tutto il mondo.


La Regina e il Duca di Edimburgo si sono recati al Castello di Hillsborough per vedere alcuni oggetti e mobili antichi esaminati dal programma della BBC "Antiques Roadshow",  incontrando i responsabili della serie televisiva .
Sua Maestà e il principe Filippo hanno visto un tavolo della biblioteca di Giorgio IV e una zuppiera cinese del 18° secolo .

Dopo aver lasciato Hillsborough, la Regina e il Duca di Edimburgo si sono recati a Coleraine, dove hanno preso parte ad una commemorazione per i soldati della Prima Guerra Mondiale.
La regina ha deposto una corona al Cenotafio della città e la coppia reale è rimasta sotto la pioggia, con il capo chino per rendere omaggio ai caduti della Prima Guerra Mondiale

Poi è arrivato il tempo per una passeggiata per incontrare le centinaia di persone che attendevano di vedere e salutare la Regina e il Duca di Edimburgo.
Per tutta la mattinata i reali sono stati accompagnati dal Segretario di Stato dell'Irlanda del Nord, Teresa Villiers.

L'ultimo impegno della visita di 3 giorni in Irlanda del Nord è stata la Civic Reception a Coleraine Town Hall.

LINK
BBC

Il Re e la Regina dei Paesi Bassi in Polonia

24 - 25 giugno 2014

Sua Maestà il Re Guglielmo Alessandro e la Regina Maxima  dei Paesi Bassi hanno iniziato una visita di Stato di 2 giorni in Polonia.

Dopo l'arrivo all'aeroporto militare di Varsavia, il Re e la Regina dei Paesi Bassi sono stati ricevuti dal presidente polacco Komorowski e dalla moglie presso il Palazzo presidenziale di Varsavia e poi hanno deposto una corona di fiori presso la Tomba del Milite Ignoto.


In seguito i sovrani olandesi hanno partecipato a un pranzo di lavoro con i rappresentanti del governo, e sono stati ricevuti in Parlamento.
I sovrani hanno poi visitato il Museo della Rivolta di Varsavia ed hanno incontrato alcuni veterani della Seconda Guerra Mondiale.

Il primo giorno della loro visita di Stato in Polonia si è concluso con una cena di gala al palazzo presidenziale.

Il giorno successivo Re Willem-Alexander e il presidente Komorowski hanno tenuto un discorso ad un seminario d'affari olandese-polacco sulla innovazione e sulle soluzioni per un futuro comune.
Il Re e la Regina hanno poi partecipato ad una tavola rotonda di cooperazione tra la Polonia e le imprese olandesi.

LINK
koninklijkhuis.nl

martedì, giugno 24, 2014

Re Abdullah II di Giordania incontra Angela Merkel

24 giugno 2014

Sua Maestà il Re Abdullah II di Giordania è in visita ufficiale  a Berlino, Germania, dove ha avuto colloqui con la Cancelliera tedesca Angela Merkel, parlando sulla Siria e Iraq, ma anche sulle relazioni bilaterali tra i due Paesi.

Sua Maestà ha ribadito la posizione della Giordania a sostegno di raggiungere una soluzione politica globale alla crisi siriana per porre fine alle sofferenze del popolo siriano e preservare l'unità e l'integrità del territorio e la gente della Siria.

Sua Maestà ha sottolineato che la soluzione della crisi in Iraq passa attraverso un processo politico onnicomprensivo che coinvolge tutte le componenti del irachena persone, senza eccezione.

Anche Angela Merkel sostiene la formazione in tempi rapidi di un governo di unità in Iraq, dove solo il dialogo politico tra tutte le religioni ed i gruppi può garantire stabilità.
Durante l'incontro con Re Abdullah di Giordania, la cancelliera tedesca ha detto che un governo di unità serve anche a fermare i fondamentalisti e gli estremisti.

VIDEO

L'emiro del Qatar è andato in Francia

23 giugno 2014

L'emiro del Qatar, Tamim Bin Hamad Al-Thani, è stato ricevuto all'Eliseo dal presidente della repubblica francese François Hollande.

Nella prima visita in Francia del nuovo emiro del Qatar, Tamim Bin Hamad Al-Thani, sono stati firmati diversi contratti e accordi

I gruppi francesi Alstom e Vinci  (attraverso la sua controllata Qdvc) hanno vinto un contratto da quasi 2 mld in Qatar. Il contratto, firmato all'Eliseo, riguarda la costruzione di quattro reti di tram nella città di Lusail, in Qatar.La prima linea tramviaria sarà messa in funzione nel 2018, mentre le ultime tre nel 2020. La quota spettante ad Alstom ammonta a 750 milioni di euro.

Intanto continuano incessanti i negoziati tra la Francia ed il Qatar sulla vendita di 72 aerei da guerra di modello Rafale.

Parlando della crisi siriana e dell'Iraq , il capo di stato francese ha sottolineato che "la Francia sa contare sul Qatar come partner nel combattere contro i movimenti terroristici e trovare soluzioni politiche per risolvere i problemi della regione" .

LINK
Le Qatar conclut des contrats avec Vinci et Alstom

La Festa Nazionale del Lussemburgo

23 giugno 2014

La famiglia granducale ha partecipato alle celebrazioni della Festa Nazionale del Lussemburgo

Le Loro Altezze Reali il Granduca Enrico e la Granduchessa Maria Teresa, accompagnati dal Granduca ereditario Guglielmo e Stephanie, dal principe Felix, il principe Louis e il principe Sébastien, hanno partecipato alla celebrazioni della Festa Nazionale del Lussemburgo.

La Giornata Nazionale è incominciata alle 10.00 con la cerimonia ufficiale al Grand Theatre di Lussemburgo.


Alle ore 11 stati sparati 21 colpi di cannoni dalla Plateau du Rham, intervallati da 10 secondi.
Verso le ore 12 è incominciata la parata militare in avenue de la Liberté.
Il granduca come il granduca ereditario in uniforme, e la granduchessa così come la granduchessa ereditaria, hanno seguito la parata militare che tradizionalmente comprende anche rappresentanti della polizia, nonché servizi di sicurezza e di emergenza.

Il culmine delle celebrazioni è stato il Te Deum alle 16.30 nella cattedrale, dove il quartetto granducale è stato raggiunto dal principe Félix, dal principe Louis e dal principe Sébastien. 

Come l'anno scorso, il Te Deum è stata concelebrato dall'arcivescovo del Lussemburgo, Jean-Claude Hollerich, dal rabbino capo di Lussemburgo, dall'imam della comunità musulmana, e dal cappellano anglicano.
Il culmine della Santa Messa di ringraziamento è stato il "Domine salvum fac magnum ducem nostrum" cioè "Oh, Signore, salva il nostro grande sovrano".

Per chiudere le celebrazioni della giornata nazionale si è svolto un ricevimento nel Palazzo Granducale in presenza della Famiglia reale e di membri della Camera dei Deputati,  del governo e del Consiglio di Stato, nonché di alti rappresentanti della magistratura e dalla Amministrazione.

LINK
Jour de Fête Nationale au Grand-Duché de Luxembourg

venerdì, giugno 20, 2014

Il Principe ereditario Alois del Liechtenstein in Russia ha incontrato il primo ministro Medvedev

19 giugno 2014

Il Principe ereditario Alois, accompagnato dal Principe Max, il principe Constantin, con sua moglie la principessa Marie, e il principe Philipp con sua moglie la principessa Isabelle, erano in visita ufficiale in Russia.

Nel corso della visita, il principe ereditario del Liechtenstein ha colto l'occasione per incontrare il primo ministro russo ed ex presidente Dmitry Medvedev.

La visita alla Federazione russa ha coinciso con l'inaugurazione di una mostra di collezione d'arte della Famiglia regnante presso il Museo di Stato Pushkin, nonché l'apertura a Mosca di una mostra itinerante dei francobolli del Liechtenstein.

LINK
Erbprinz Alois traf russischen Ministerpräsidenten

Prima riunione tra Re Felipe e il Primo Ministro Rajoy

20 Giugno 2014

Sua Maestà il Re Filippo VI di Spagna ha tenuto la prima riunione di gabinetto con il Primo Ministro della Spagna, Mariano Rajoy.

L'incontro ha avuto luogo alle 9 del mattino, al Palacio de la Zarzuela di Madrid, ed è il primo atto del nuovo re Filippo VI, dopo la sua Proclamazione.

Stanno gradualmente emergendo i dettagli del prossimo calendario del re: sabato il Re Felipe e la regina Letizia incontreranno le vittime del terrorismo, e il loro primo viaggio ufficiale all'estero sarà al Vaticano, dove incontreranno Papa Francesco I.

Ricordo che dopo la canonizzazione di Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II, Sua Maestà il Re Juan Carlos e la Regina Sofia di Spagna avevano incontrato Papa Francesco I in udienza privata.

Il ministro degli Esteri José Manuel García-Margallo ha confermato che, in seguito il re Felipe e la regina Letizia si recheranno in Marocco, Francia e Portogallo, anche se non sono state forniti le date.

VIDEO

giovedì, giugno 19, 2014

Visita ufficiale in Islanda della Principessa Vittoria

18 - 19 giugno 2014

Sua Altezza Reale la Principessa Vittoria e il principe Daniele hanno iniziato una visita ufficiale di 2  giorni in Islanda, invitati dal presidente dell'Islanda Olafur Ragnar Grimsson.

La Principessa ereditaria Victoria e il principe Daniel hanno incontrato il presidente islandese, Olafur Ragnar Grimsson, e sua moglie, Dorrit Moussaief, nella loro residenza


Dopo l'incontro, la coppia reale si è recata al Conference Centre per ascoltare un concerto di arpa

Più tardi, la coppia reale ha visitato la centrale geotermica Hellisheidi che si trova nella parte meridionale del paese tra Reykjavik e Selfoss, dove hanno chiesto informazioni sull'utilizzo delle risorse naturali in Islanda .
La centrale in Hellisheidi produce calore ed elettricità generata dal calore della Terra e l'Islanda è un pioniere in questo campo.

Victoria e Daniel hanno anche visitato l'azienda Össur, leader mondiale nella produzione di arti artificiali, dove hanno incontrato il ​​13enne Milmar Snær Örvarsson, che ha perso una gamba a causa di cancro e ora indossa una protesi speciale.

La sera la Principessa reale e Daniele sono stati invitati ad una cena offerta dal Presidente islandese.

LINK
kungahuset

Gli spagnoli acclamano il Re Felipe VI

19 giugno 2014

La solenne cerimonia della Proclamazione di Re Felipe VI ha coinvolto la capitale Madrid.
D'altronde secondo alcun sondaggi, in un ipotetico referendum Monarchia repubblica, gli spagnoli sceglierebbero la Monarchia !
Il 49% sceglie la Monarchia con Felipe Re, mentre solo il 36% voterebbe per la repubblica.
Inoltre alla domanda: "Il principe Felipe sarebbe un buon Re?", il 72,9% degli intervistati ha detto sì.


Sua Maestà il Re Felipe VI e la Regina Letizia sono stati acclamati dagli spagnoli lungo tutto il percorso tra Cortes e il Palazzo Oriente.
I nuovi sovrani hanno attraversato il centro di Madrid per arrivare al Congresso dei Deputati, dove si è svolta la cerimonia di proclamazione del nuovo sovrano.

Il re ha percorso le strade di Madrid a bordo di una Rolls-Royce coperta, scortata dalla polizia motorizzata. Le vetture porta la bandiera con il nuovo stemma di Filippo VI, che sostituisce il precedente sfondo blu della bandiera col color rosso.
La Regina Letizia e le figlie hanno raggiunto il Congresso su un'altra automobile.

Una folla ha atteso la famiglia reale davanti al Palazzo Reale per salutare Re Felipe e la regina Letizia quando si sarebbero affacciati dal balcone, suggellando l’inizio del loro regno.

La Polizia Municipale ha stimato che oltre di mezzo milione di cittadini in questo giorno sarebbero arrivati nella capitale di Madrid per applaudire Filippo VI.

Viva il RE !
Viva la Spagna!

VIDEO

Solenne proclamazione di Re Felipe VI di Spagna

19 giugno 2014

Il 2 giugno 2014, Sua Maestà il Re Juan Carlos I annuncia la sua intenzione di rinunciare alla Corona di Spagna.


A Palazzo Reale, il 18 giugno 2014, Juan Carlos controfirma la legge che rende effettiva la sua abdicazione compiendo l'ultimo atto da capo dello Stato.


Oggi nel Palazzo del Congresso dei deputati si svolge la solenne cerimonia del ​​Giuramento e Proclamazione di Sua Maestà il re Filippo VI.

Telecronaca del Giuramento e della Proclamazione di Sua Maestà il Re Felipe VI

VIDEO


mercoledì, giugno 18, 2014

Re Guglielmo Alessandro e la Regina Maxima dei Paesi Bassi sono andati in Brasile per vedere la partita Olanda Australia

18 giugno 2014

Dopo aver visto la finale di Coppa del Mondo di Hockey su prato allo stadio Den Haag di L'Aia, terminata con la vittoria dell'Australia per 6 a 1, Sua Maestà il Re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi e la regina Maxima sono andati in Brasile per sostenere la squadra olandese contro l'Australia nella partita di Coppa del Mondo di calcio.

La partita di calcio si è svolta alla Stadio Rio Beira di Porto Alegre, in Brasile, ed è stata molto divertente, l’Olanda andata in vantaggio è stata poi superata dall'Australia, e dopo aver raggiunto il pareggio, l'Olanda ha ancora segnato, complice un errore del suo portiere.
Con la vittoria per 3 a 2 contro l'Australia, l’Olanda ha la quasi certezza di qualificarsi agli ottavi di finale dei Mondiali di calcio.

Guglielmo Alessandro e Maxima sono assidui frequentatori di eventi sportivi quando giocano le squadre olandesi.
Il re Guglielmo Alessandro era un attivo membro del Comitato Olimpico Internazionale prima di salire al trono olandese, diventando membro onorario del CIO.

Juan Carlos ha controfirmato la legge che rende effettiva la sua abdicazione

18 giugno 2014

A Palazzo Reale, alle ore 18, Juan Carlos ha controfirmato la legge che rende effettiva la sua abdicazione compiendo l'ultimo atto da capo dello Stato.

Juan Carlos, con a fianco la regina Sofia, e il principe Felipe, con la principessa Letizia, ha atteso che il contenuto della legge venisse letto, prima di apporre la sua firma sul documento.
Dopo la controfirma dell'abdicazione e la rettifica del premier Mariano Rajoy, Juan Carlos ha abbracciato il successore al trono, il figlio Felipe, che in un gesto simbolico gli ha ceduto la sua poltrona.

La norma sarà esecutiva dalla mezzanotte e da quel momento suo figlio Felipe sarà re di Spagna.

Alla solenne cerimonia erano presenti Sofia e Letizia, che dalla mezzanotte sarà regina, e delle infante Leonor di Borbone - l'erede al trono che a sua volta diventa principessa delle Asturie - e Sofia.

Al termine dell'atto solenne, davanti a 160 invitati, un'ovazione ha salutato Juan Carlos I, che emozionato è stato baciato dalle nipoti.
Tra i 160 invitati c'erano anche gli ex presidenti del governo Felipe Gonzalez, Jose Maria Aznar e Jose Luis Rodriguez Zapatero e altri politici e alti funzionari.

Domani nella sede dalla Camera bassa del Parlamento, davanti ai membri del governo, i deputati e i senatori, Felipe VI giurerà sulla costituzione e pronuncerà il suo primo discorso da sovrano.

Nei giorni scorsi la vicepremier Soraya Saenz de Santamaria ha assicurato che Juan Carlos conserverà il titolo di re, godrà di una protezione speciale per querele legali sia penali che civili, e potrà essere giudicato solo da un tribunale superiore di giustizia.

VIDEO


Il Programma della proclamazione di Re Felipe VI 

19 giugno 2014

Mercoledì 18 giugno, alle ore 18:00 il re Juan Carlos firmerà il disegno di legge di abdicazione.
Allo scoccare della mezzanotte entrerà in vigore la legge di abdicazione firmata da Juan Carlos come suo ultimo atto da re, e da qual momento Felipe sarà già Re di Spagna.

Il giorno 19 giugno alle ore 09:30 Re Juan Carlos donerà le insegne del capo dell'esercito al figlio Felipe, durante una cerimonia che si svolgerà a Palazzo Zarzuela.
Re Juan Carlos non farà discorsi.

alle ore 10:00 Re Felipe, vestito con l'uniforme di gala dell'esercito, la Regina Letizia, e le loro due figlie lascieranno Palazzo Zarzuela.

alle ore 10:30 I rappresentanti dei tre eserciti porgeranno gli onori militari al nuovo re. Dopo essere stati accolti dalle autorità alla Porta dei Leoni, la famiglia entrerà nel Congresso e comincerà la proclamazione.
Durante la cerimonia Felipe Re di Spagna giurerà sulla costituzione e farà un discorso che delineerà le intenzioni per il suo regno, davanti ai membri del governo, i deputati e i senatori.
Non è previsto nessun ospite straniero: né capi di governo, né rappresentanti di altre famiglie reali. Come nel 1975, vi sarà un cuscino di velluto rosso con la corona e lo scettro della monarchia spagnola.

Il vecchio sovrano Juan Carlos non assisterà alla proclamazione del figlio, per non distogliere l'attenzione al nuovo re. Saranno invece presenti sua moglie Sofia, madre del nuovo re, e la figlia maggiore, Elena, assente Cristina, la secondogenita.
Sul podio della famiglia reale vi saranno infine le figlie di Felipe e Letizia: l’erede al trono, Leonor, 8 anni, e Sofia, 7.

Una volta conclusa la proclamazione, Felipe e Letizia assisteranno ad una parata militare davanti alla sede del parlamento.

alle ore 11:30 Il nuovo Re e la Regina  percorreranno in automobile le principali strade di Madrid (Paseo del Prado, calle Alcalá, Gran Vía, Plaza de España e Plaza de Oriente).

Una volta arrivati ​​al Palazzo Reale di Madrid ci sarà un'apparizione al balcone, vi prenderanno parte il Re, la Regina, il Re Juan Carlos e la Regina Sofia.

ore 13:00 Ricevimento presso il Palazzo Reale











martedì, giugno 17, 2014

Funerale del Principe Katsura, morto l'8 giugno per insufficienza cardiaca

17 giugno 2014

Le Loro Altezze Imperiali il principe ereditario Naruhito e la Principessa Masako del Giappone, insieme al principe Akishino e alla principessa Kiko del Giappone, hanno partecipato alla cerimonia funebre al cimitero imperilae Toshimagaoka di Tokyo per la scomparsa del Principe Katsura.

Il defunto principe era scomparso l'8 giugno 2014, per insufficienza cardiaca all'età di 66.

Secondo la tradizione, Le Loro Maestà Imperiali l'Imperatore Akihito e l'Imperatrice Michiko del Giappone non hanno partecipato al funerale, ma hanno inviato messaggeri, tra cui il grande amministratore della "Imperial Household Agency".

Il principe Katsura era il secondo figlio del Principe Mikasa (fratello minore dell'Imperatore Hirohito e zio dell'attuale Imperatore Akihito) e della Principessa Mikasa, ed era paralizzato dalla vita in giù a causa di un ematoma subdurale acuto avuto nel 1988 e utilizzava una sedia a rotelle.
Nonostante la sua disabilità, aveva un ruolo attivo nel servizio pubblico, e appariva regolarmente in cerimonie di premiazione, eventi diplomatici e come presidente di varie organizzazioni di beneficenza.

VIDEO

La famiglia reale dei Paesi Bassi alla finale della Coppa del Mondo di hockey su prato

14 giugno 2014

Sua Maestà il Re Guglielmo Alessandro e la Regina Maxima dei Paesi Bassi, con le loro figlie la Principessa Amalia, la principessa Alexia e la principessa Ariane, sono andati allo stadio Den Haag per vedere la finale maschile della Coppa del Mondo di hockey su prato.

La finale tra i Paesi Bassi e l'Australia si è tenuta a L'Aia, ma nonostante il sostegno della famiglia reale alla squadra olandese, la partita si è concluso con la netta vittoria dell'Australia per 6 a 1.

Sempre a Den Haag, si è svolta anche la finale femminile, e le padrone di casa olandesi, campionesse olimpiche in carica a Londra 2012, non hanno deluso le aspettative e si sono aggiudicate il titolo mandando in delirio tutto il pubblico Orange.

Il re e la regina dei Paesi Bassi adesso andranno a Porto Alegre in Brasile per la partita di calcio tra la squadra olandese e l'Australia nel secondo turno del Gruppo B.

LINK
Maxima ziet afstraffing Oranje



lunedì, giugno 16, 2014

La cerimonia dell'Ordine della Giarrettiera al Castello di Windsor.

16 giugno 2014

Sua Maestà la Regina Elisabetta II, accompagnata dal Duca di Edimburgo, ha presieduto la tradizionale cerimonia dell'Ordine della Giarrettiera al Castello di Windsor.

Molti membri della famiglia reale hanno partecipato alla cerimonia dell'ordine della Giarrettiera: il Principe di Galles, Carlo, il duca di Cambridge, William, il Duca di York, il Conte di Wessex, la Principessa Reale Anna e il Duca di Gloucester .
La Duchessa di Cornovaglia era assente a causa di un brutto raffreddore.


Dopo la cerimonia, la Regina e il Duca di Edimburgo hanno intrattenuto i membri dell'Ordine ad un pranzo che si è svolto nella Camera di Waterloo del Castello, mentre la messa si è svolta nella Cappella di San Giorgio.

Il Nobilissimo Ordine della Giarrettiera (The Most Noble Order of the Garter), risalente al Medioevo, è il più antico ed elevato ordine cavalleresco del Regno Unito.

Il Capo dell'Ordine della Giarrettiera è il sovrano del Regno Unito; la Regina e il principe di Galles sono automaticamente membri e l'ammissione è riservata a non più di 26 membri (24 membri più la Regina e il Principe di Galles), la cui scelta è di competenza esclusiva del sovrano.

VIDEO

Alberto II di Monaco incontra Kerry a Washington

16 e 17 giugno 2014

Su invito di John Kerry, segretario di Stato americano, Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II di Monaco, è andato negli Stati Uniti d'America per tenere un discorso alla conferenza 'Il nostro Oceano' organizzato presso il Dipartimento di Stato a Washington 

Questa conferenza riunisce oltre 350 partecipanti (politici, scienziati, esperti, ONG) sui temi della acidificazione  e inquinamento degli oceani e della pesca sostenibile.

Prima del convegno, SAS il Principe Alberto ha incontrato il segretario di Stato USA, John Kerry, parlando della tutela degli oceani.

SAS il Principe nella sua qualità di Capo dello Stato si è sempre impegnato a sensibilizzare l'opinione pubblico e gli Stati su questo tema e la Fondazione Alberto II di Monaco supporta oltre trecento progetti in tutto il mondo.

VIDEO

LINK
Remarks With Prince Albert II of Monaco Before Their Meeting


Il principe George comincia a camminare 

15 giugno 2014

Il principe George e sua madre Catherine sono andati ad assistere una partita di polo per beneficenza al Cirencester Polo Club, nel Gloucestershire, e per fare il tifo per il principe William, impegnato nella gara.
Anche il principe Harry ha partecipato alla partita di polo .


Cammina ancora in modo incerto e  deve essere accompagnato dalla madre Kate, ma il principe George, che il 22 luglio compirà un anno, comincia a fare i primi passi, e i principali media britannici hanno subito pubblicato i progressi con delle foto .

Visti l'abilità di stare in piedi e di muovere i primi passi, a breve il principe George camminerà da solo e quindi i duchi di Cambridge dovranno essere molto in forma per inseguirlo...

L’occasione per camminare in pubblico non poteva essere migliore, infatti nel Regno Unito la festa del papà cade nella terza domenica di giugno.

LINK
Prince George toddles along with the help of his mother

Le prime foto della principessa Amalia Gabriela Maria Teresa

16 giugno 2014

Cour grand-ducale
La Casa Ducale di Lussemburgo ha pubblicato le prime foto della piccola principessa Amalia Gabriela Maria Teresa, figlia di Sua Altezza Reale il principe Felix di Lussemburgo e della principessa Claire.

Felix è secondo figlio del Granduca di Lussemburgo Enrico e della granduchessa Maria Teresa.

La notizia della nascita della bambina era stata annunciata ieri dalla Casa Ducale di Lussemburgo.

Galleria di foto
Mise à jour de la galerie de photos: annonce de la naissance de la Princesse Amalia


domenica, giugno 15, 2014

E' nata la principessa Amalia Gabriela Maria Teresa, figlia del principe Felix e della principessa Claire

15 giugno 2014

La Casa Ducale di Lussemburgo ha annunciato che oggi la principessa Claire ha dato alla luce una bambina.

"Le loro Altezze Reali il Granduca e la Granduchessa sono lieti di annunciare la nascita del primo figlio delle Loro Altezze Reali il Principe Felix e la Principessa Claire. 
La bambina è nata 15 giugno 2014 presso la maternità Granduchessa Charlotte di Lussemburgo. La piccola Principessa porta i nomi di Amalia, Gabriela, Maria Teresa. Alla nascita pesa 2,950 kg e misura 50 centimetri.
Il principe Felix è rimasto con la moglie durante il parto. La Madre e la bambino sono in perfetta salute. 

Le Loro Altezze Reali il Granduca e la Granduchessa e la famiglia Lademacher si riuniscono alla grande gioia dei genitori felici."

Lei è la prima figlia del principe Félix e della principessa Claire, che si sono sposati nel settembre dello scorso anno, e la sua gravidanza è stata annunciata nel mese di gennaio 2014.

LINK
Cour grand-ducale: La princesse Amalia vient d'arriver au monde

sabato, giugno 14, 2014

Il compleanno ufficiale della Regina Elisabetta II con la "Trooping the Colour"

14 giugno 2014 

Tutta la famiglia reale britannica, con l’eccezione del piccolo principe George, ha partecipato alla tradizionale "Trooping the Colour",

La "Trooping the Colour" è la parata militare che si svolge a Londra, nel mese di giugno, per celebrare il compleanno ufficiale della Regina Elisabetta.
E' dal 1748 che questa parata militare segna la data di nascita ufficiale del sovrano britannico .


Il Principe di Galles - che è colonnello delle Guardie gallesi - la Principessa Anna - colonnello dei Blues and Royals, e il duca di Cambridge William - colonnello delle Guardie irlandesi -, hanno preso parte alla cerimonia a cavallo, seguendo la carrozza reale della Regina.

Più di 1.000 soldati e cavalli hanno preso parte alla tradizionale sfilata e corse in piazza per onorare la Regina Elisabetta e la famiglia reale.

Dopo la sfilata sono stati sparati 41 colpi di cannone da Green Park per celebrare il compleanno ufficiale della Regina, che il 21 aprile ha compiuto 88 anni.

Quindi la famiglia reale si è affacciata al balcone di Buckingham Palace per il tradizionale saluto alla folla e per assistere all'esibizione della Royal Air Force (Flypast), un momento indimenticabile della cerimonia.


VIDEO



venerdì, giugno 13, 2014

L’abdicazione di Juan Carlos è legge, approvata dal Parlamento

11 giugno 2014

La Camera bassa spagnola approva a larga maggioranza le legge che autorizza Re Juan Carlos a passare i poteri al figlio Felipe. Il 17 toccherà al Senato, il 19 l'incoronazione del nuovo Re di Spagna, Felipe VI.

Dopo tre ore di dibattito l’abdicazione di Juan Carlos è legge, approvata con 299 sì 19 no e 23 astenuti.

Il dibattito in aula è stato aperto dal premier, Mariano Rajoy, con un discorso tutto in difesa del Re e della Monarchia, definiti “il miglior simbolo dell’Unità dello Stato spagnolo”.

Il premier Mariano Rajoy al dibattito in parlamento sulla Legge organica di abdicazione di Juan Carlos I ha affermato che "non è all'ordine del giorno discutere della forma dello stato, ma solo ratificare e dare efficacia giuridica alla volontà del Re".
Cosi' "lo esige la Costituzione".

Rajoy ha difeso la necessità della legge per ratificare la decisione del Re perché "Siamo una monarchia. Perché questa è stata la volontà inequivocabile degli spagnoli che lo hanno espresso nella costituzione del 1978".
"Siamo davanti a un mandato costituzionale e ci si aspetta lo risolviamo con la naturalezza del processo successorio. Non siamo qui per altro" ha aggiunto.
La Spagna è una monarchia parlamentare con profonde radici perché così vogliono gli spagnoli".

Parlando della figura di Juan Carlos Rajoy ha sottolineato che "si è proposto di essere il Re di tutti e lo ha fatto", è stato "l'abile pilota di una Transizione piena di rischi, deciso difensore della democrazia davanti alla più grave minaccia che la stessa ha affrontato, ed impeccabile esecutore del ruolo di arbitro e moderatore che la Costituzione gli assegna".

“La Spagna, ha aggiunto Rajoy è una monarchia parlamentare con radici profonde perché gli spagnoli vogliono che sia così”.

Una legge questa che ora sancisce il passaggio del trono da Juan Carlos I al figlio Felipe VI, passata alla Camera con 80% dei voti favorevoli, bocciata solo dai piccoli gruppi di sinistra e nazionalisti, che vorrebbero invece convocare alle urne i cittadini per scegliere tra Monarchia e repubblica.

Il disegno di legge passerà ora al Senato che lo voterà il 17 giugno.
L’incoronazione di Felipe potrebbe avvenire il 19 giugno in una seduta plenaria straordinaria delle due camere del Congresso.

Con animo colmo di dolore, ma con la serena coscienza di aver compiuto ogni sforzo per adempiere ai suoi doveri, Umberto II lascia l'Italia  

13 giugno 1946

Dopo aver minacciato molti monarchici di fare propaganda alla Corona in diverse zone del Nord, dopo aver falsificato i risultati del referendum ("il 4 giugno il vantaggio della monarchia appariva inattaccabile, ma improvvisamente la situazione si capovolse a favore della repubblica, con l'arrivo di una valanga di voti di dubbia provenienza..."),  dopo la comunicazione dei risultati provvisori del referendum istituzionale,  dopo la strage di via medina di Napoli causata dalla polizia ausiliaria che apre il fuoco contro i monarchici,  con un "gesto rivoluzionario" (come scrisse Umberto nel suo discorso prima di partire per l'esilio), il governo conferisce arbitrariamente a Alcide De Gasperi l'esercizio delle funzioni di capo dello Stato.

Il 18 giugno la Corte Suprema di Cassazione comunica l'esito del referendum senza proclamare la repubblica .
Il governo non permette la verifica delle schede, asserendo che «forse» erano già state distrutte !!!
La repubblica non è mai stata proclamata!
La repubblica nasce con i brogli, col sangue e con un colpo di Stato, e il disfacimento della repubblica italiana è anche la conseguenza delle modalità della sua nascita.



Ecco il discorso pronunciato da Re Umberto II prima della partenza per l'esilio.
Italiani!
Nell'assumere la Luogotenenza Generale del Regno prima e la Corona poi, io dichiarai che mi sarei inchinato al voto del popolo, liberamente espresso, sulla forma istituzionale dello Stato. E uguale affermazione ho fatto subito dopo il 2 giugno, sicuro che tutti avrebbero atteso le decisioni della Corte Suprema di Cassazione, alla quale la legge ha affidato il controllo e la proclamazione dei risultati definitivi del referendum.

Di fronte alla comunicazione di dati provvisori e parziali fatta dalla Corte Suprema; di fronte alla sua riserva di pronunciare entro il 18 giungo il giudizio sui reclami e di far conoscere il numero dei votanti e dei voti nulli; di fronte alla questione sollevata e non risoluta sul modo di calcolare la maggioranza, io, ancora ieri, ho ripetuto che era mio diritto e dovere di Re attendere che la Corte di Cassazione facesse conoscere se la forma istituzionale repubblicana avesse raggiunto la maggioranza voluta.

Improvvisamente questa notte, in spregio alle leggi e al potere indipendente e sovrano della Magistratura, il governo ha compiuto un gesto rivoluzionario, assumendo, con atto unilaterale ed arbitrario, poteri che non gli spettano e mi ha posto nell'alternativa di provocare spargimento di sangue o di subire la violenza.

Italiani!
Mentre il Paese, da poco uscito da una tragica guerra, vede le sue frontiere minacciate e la sua stessa unità in pericolo, io credo mio dovere fare quanto sta ancora in me perché altro dolore e altre lacrime siano risparmiate al popolo che ha già tanto sofferto. Confido che la Magistratura, le cui tradizioni di indipendenza e di libertà sono una delle glorie d'Italia, potrà dire la sua libera parola; ma, non volendo opporre la forza al sopruso, né rendermi complice dell'illegalità che il Governo ha commesso, lascio il suolo del mio Paese, nella speranza di scongiurare agli Italiani nuovi lutti e nuovi dolori. Compiendo questo sacrificio nel supremo interesse della Patria, sento il dovere, come Italiano e come Re, di elevare la mia protesta contro la violenza che si è compiuta; protesta nel nome della Corona e di tutto il popolo, entro e fuori i confini, che aveva il diritto di vedere il suo destino deciso nel rispetto della legge e in modo che venisse dissipato ogni dubbio e ogni sospetto.

A tutti coloro che ancora conservano fedeltà alla Monarchia, a tutti coloro il cui animo si ribella all'ingiustizia, io ricordo il mio esempio, e rivolgo l'esortazione a voler evitare l'acuirsi di dissensi che minaccerebbero l'unità del Paese, frutto della fede e del sacrificio dei nostri padri, e potrebbero rendere più gravi le condizioni del trattato di pace.

Con animo colmo di dolore, ma con la serena coscienza di aver compiuto ogni sforzo per adempiere ai miei doveri, io lascio la mia terra. Si considerino sciolti dal giuramento di fedeltà al Re, non da quello verso la Patria, coloro che lo hanno prestato e che vi hanno tenuto fede attraverso tante durissime prove. Rivolgo il mio pensiero a quanti sono caduti nel nome d'Italia e il mio saluto a tutti gli Italiani.
Qualunque sorte attenda il nostro Paese, esso potrà sempre contare su di me come sul più devoto dei suoi figli.

Viva l'Italia!
Umberto Roma,
13 giugno 1946

giovedì, giugno 12, 2014

Francobollo del Principe Hendrik di Danimarca

11 giugno 2014

Per l'80° compleanno del principe Henrik, consorte della Regina Margherita di Danimarca, la Posta danese ha emesso un francobollo commemorativo.

Nel francobollo compare una foto del marito della regina Margherita II, e in alto a sinistra sono stati stampati i versi della poesia scritta dal Principe Henrik "Egernet" (scoiattolo).

Sua Altezza Reale il principe Henrik, consorte di Sua Maestà la Regina Margherita di Danimarca, aveva presentato, al Fredensborg Palace, la sua nuova raccolta di poesie "Dans mes sereines Nuits - Nelle mie notti felici" - illustrata con 10 acquerelli realizzati della Regina Margherita.

Henrik, principe consorte di Danimarca, conte di Monpezat,  è nato a  Talence (Francia), l'11 giugno 1934.

LINK
Der Prinzgemahl 80 Jahre

Il principe Radu di Romania è in Marocco

10 -13  giugno 2014

Il Principe Moulay Rachid del Marocco, fratello del Re del Marocco, ha ricevuto il Principe Radu di Romania  nella sua residenza di Rabat.

Sempre a Rabat, Sua Altezza Reale il Principe Radu di Romania ha incontrato il capo del governo, Abdelilah Benkirane.

Questa visita dimostra gli ottimi rapporti di amicizia tra il Marocco e la Romania, che celebrano il 52° anniversario delle relazioni diplomatiche.
Le due parti hanno discusso su vari aspetti di cooperazione bilaterale, soprattutto a livello economico, e hanno sottolineato la necessità di lavorare per incrementare il commercio tra i due paesi.

Il giorno precedente, SAR il Principe Radu di Romania aveva incontrato il ministro dell'Energia, dell'Acqua e dell'Ambiente, Abdelkader Amara.

Durante la visita, il principe Radu ha posto una corona al mausoleo di Mohammed V.

A nome di Sua Maestà Re Michele I, il principe Radu ha consegneto all'ambasciatore britannico a Rabat, Sua Eccellenza il signor Clive Alderton, (è stato segretario privato del principe di Galles) una onoreficenza reale, per il suo contribuito al rafforzamento delle relazioni tra il Regno Unito e la Romania.

SAR il Principe Radu parteciperà ad una conferenza sul tema "Corona e Romania moderna" presso l'Università Mohammed V, parlando del contributo della Corona alla modernizzazione della Romania negli ultimi 150 anni in vari campi.

LINK
principele-radu-vizita-in-regatul-maroc/



Ricordiamo la strage di via Medina a Napoli, causata dalla polizia ausiliaria, che aprì il fuoco contro i manifestanti, numerosi morti e oltre 150 feriti, tutti monarchici.

11 giugno 1946

Il 10 giugno la Corte di Cassazione ufficializza il risultato del referendum istituzionale del 2 giugno 1946 ma non proclama la repubblica in attesa di esaminare le numerose contestazioni.
La repubblica non è MAI stata proclamata!

Il governo De Gasperi cerca un accordo con il Re Umberto II per avviare il trapasso dei poteri, ma la Corona rifiuta, in attesa che sia fatto chiarezza sui risultati del referendum.
Non solo le contestazioni non furono esaminate, le schede furono cancellate ...


A questo punto nel Sud si scatena la protesta dei monarchici, ed a Napoli davanti alla sede del PCI, in via Medina, accanto alla bandiera rossa con falce e martello, è esposta una strana bandiera tricolore, con l’effigie di una testa di donna turrita nel campo bianco al posto dello stemma sabaudo.
Per Napoli, che ha votato per l’80% la Monarchia, è una vera e propria provocazione.

In via Medina scoppia una violenta battaglia, risolta dalle mitragliatrici della polizia ausiliaria (repubblicani) che spara sui dimostranti: sul terreno restano diversi morti e decine di feriti, tutti monarchici.
Due giorni dopo Umberto II lascia l'Italia per evitare una guerra civile...

La storiografia repubblicana non ricorda questo eccidio,  che così continua ad uccidere quei giovani italiani, colpevoli solo di manifestare apertamente e pacificamente i loro ideali e la contrarietà all'esito falsificato del Referendum istituzionale.

La strage di via Medina, proprio perché continuamente negata, risulta essere una enorme vergogna per la repubblica.

Ricordiamo i giovani morti in via Medina, uccisi per essere rimasti fedeli al Re ed alla Patria. 
Non dimentichiamo questi valorosi monarchici!


mercoledì, giugno 11, 2014

In un referendum Monarchia repubblica, gli spagnoli sceglierebbero la Monarchia !

Il 62% degli spagnoli ritiene che si debba tenere un referendum per decidere tra Monarchia e repubblica, ma alla domanda su cosa voterebbero in questo referendum, il 49% sceglie la Monarchia con Felipe Re, mentre solo il 36% voterebbe per la repubblica.

Dopo l'annuncio di Juan Carlos di abdicare in favore del figlio Felipe, alcuni repubblicani - soprattutto quelli di estrema sinistra - hanno preso l'occasione per sostituire la Monarchia con una terza repubblica.

Nonostante alcune manifestazioni di piazza a favore della repubblica, e alcuni tentativi di attaccare la Corona, la maggior parte degli spagnoli continuano a preferire la Monarchia alla repubblica.

Un sondaggio di Metroscopia, commissariato dal quotidiano El Pais, rileva che gli spagnoli preferiscono la Monarchia.
Alla prima domanda del sondaggio: "Si deve convocare, in futuro, un referendum per decidere se deve continuare la monarchia o no?", il 62% degli intervistati ha risposto di sì, il 34% no, il 4% non so.

In Italia si è cercato di far passare l'idea che questo significasse che la maggior parte degli spagnoli siano per la repubblica, ma non è così, anzi ....

Alla domanda successiva : "Chi preferisci tra una Monarchia con Felipe Re o una repubblica presieduta da un personaggio pubblico rilevante", il 49%  ha risposto Felipe VI, quindi per la Monarchia, e solo il 36% per un presidente, quindi per la repubblica.

Insomma gli spagnoli vogliono essere liberi e consapevoli di scegliere tra Monarchia e repubblica, ma da un eventuale referendum istituzionale, sceglierebbero la Monarchia.

A favore della repubblica sono le forze di estrema sinistra, in particolare Izquierda unida, il cui elettorato auspica (con l'86%) una terza repubblica, dopo la seconda proclamata nel 1931 e cancellata dopo tre anni di guerra civile dal caudillo Francisco Franco.

Anche un altro sondaggio dimostra che se in Spagna ci fosse un referendum istituzionale vincerebbe la Monarchia.  Secondo il sondaggio pubblicato dal quotidiano El Mundo, tra il 3 e 5 giugno il 55,7% degli intervistati ha scelto la Monarchia, rispetto al 49,9% che alla stessa domanda scelsero la monarchia nel mese di gennaio.

Inoltre alla domanda "Il principe Felipe sarebbe un buon Re?", il 72,9% degli intervistati ha detto sì .

Gli spagnoli insomma sono per la Monarchia. Anche il ministro della Difesa, Pedro Morenes aveva detto: "I militari assicurano al principe la lealtà data al re".

Nella giornata delle Forze Armate, davanti al monumento ai caduti, Re Juan Carlos, nella uniforme di capitano generale dell'Esercito per l'ultima cerimonia militare, e il principe Felipe, in quella bianca di capitano di fregata dell'Armada, sono stati acclamati da migliaia di spagnoli.

Insomma i sondaggi confermano la lungimiranza del Re Juan Carlos e la supremazia della Monarchia
W il Re !

LINK
elpais

LINK
La Corona gana apoyo y el 73% cree que Felipe VI será buen Rey


martedì, giugno 10, 2014

La principessa Mette Marit di Norvegia all'Assemblea generale delle Nazioni Unite

9 giugno 2014

Sua Altezza Reale la principessa Mette Marit di Norvegia, come rappresentante speciale del UNAIDS, ha tenuto un discorso all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, in occasione della riunione ad alto livello sulla agenda dei piani 2015 in materia di diritti umani.


La Principessa era stata invitata all'assemblea dal segretario generale dell'ONU Ban Ki Moon

La Principessa ha parlato alla sessione di apertura della riunione :
"Nel mio lavoro, mi sono concentrata soprattutto a responsabilizzare i giovani e a sostenere lo sviluppo di capacità di leadership. Sono orgoglioso di dire che negli ultimi anni, abbiamo visto un'incredibile espansione del movimento giovanile nella risposta all'AIDS ".

LINK
Addressed the UN General Assembly

Il Duca di Edimburgo festeggia il suo 93° compleanno !

10 giugno 2014

Il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, nato principe di Grecia e Danimarca, festeggia i suoi 93 anni!

Filippo è nato il 10 Giugno 1921 a Corfù, in Grecia. Suo padre era il principe Andrea di Grecia e sua madre la Principessa Alice di Grecia.

A soli 18 mesi deve lasciare la Grecia, dopo l'abdicazione del re, su una nave mandata da Giorgio V d'Inghilterra.
Dopo gli studi in Francia, completa la formazione e inizia la carriera in Marina in Inghilterra.
E' tenente fino al 1947, quando rinuncia al titolo real per annunciare il fidanzamento ufficiale con la principessa Elisabetta.

Il solenne matrimonio ha avuto luogo il 20 novembre 1947 nell'Abbazia di Westminster di Londra.
Per il matrimonio, Filippo dovette rinunciare ai suoi titoli reali greci e danesi, la conversione all'anglicanesimo e diventare britannico.
Il titolo di Duca di Edimburgo gli viene assegnato poco prima delle nozze, insieme a quello di sua Altezza Reale e la nomina a Cavaliere della Giarrettiera.

Oltre alla Marina, da cui si congeda nel 1951, Filippo ha tante passioni e interessi: beneficenza, rispetto dell'ambiente e arte, scienza e tecnologia e soprattutto sport: alla regina lo accomuna l'amore per i cavalli.

La coppia ha 4 figli: Carlo, Principe di Galles (1948), Anna, Principessa Reale (1950); Andrea, Duca di York (1960), Edoardo, Conte di Wessex (1964).
Ha anche 8 nipoti (William, Harry, Peter, Zara, Beatrice, Eugenie, Louise, James) e 4 pronipoti (Savannah, Isla, George, Mia)

Nonostante l'età ed alcuni problemi di salute, Filippo continua ad adempiere ai suoi obblighi e a sostenere la Regina Elisabetta II, come nella ultima visita di Stato in Francia in occasione del 70° anniversario dello sbarco in Normandia.



La Principessa Maddalena di Svezia festeggia 32 anni !

10 giugno 2014

Sua Altezza Reale la Principessa Maddalena di Svezia, duchessa di Hälsingland e Gästrikland, è nata il 10 giugno 1982.
I suoi genitori sono Sua Maestà il Re Carlo Gustavo e la regina Silvia di Svezia.

Dopo la rottura del fidanzamento con Jonas Bergströrm,  la principessa si era trasferita a New York dove lavora per la World Childhood Foundation.
Maddalena si impegna anche nel lavoro umanitario e continua a partecipare ai grandi eventi della Famiglia Reale svedese.

Il Palazzo Reale aveva annunciato il suo fidanzamento con Christopher O'Neill il 25 ottobre 2012.
Il matrimonio si è svolto l' 8 giugno 2013 presso la Cappella del Palazzo Reale di Stoccolma.

La loro prima figlia Leonore è nata il 20 Febbraio 2014 a New York, e il suo battesimo si è svolto
nello stesso giorno del primo anniversario di matrimonio dei genitori.

lunedì, giugno 09, 2014

La famiglia reale di Spagna partecipa alla giornata delle Forze Armate a Madrid.

8 giugno 2014

Sua Maestà il Re Juan Carlos di Spagna e il principe Felipe delle Asturie, con la regina Sofia e la principessa Letizia, hanno partecipato alla cerimonia della giornata delle Forze Armate che si è svolta a Plaza de la Lealtad di Madrid.

Durante le celebrazione,  il Re Juan Carlos ha reso omaggio ai caduti presso il monumento eretto in loro onore.

Per il re Juan Carlos questo dovrebbe essere il suo ultimo atto da capo dell'esercito prima di lasciare la Corona al figlio, il principe Felipe, che sarà proclamato re di Spagna il 19 giugno.



Juan Carlos è stato accolto con applausi e acclamazioni dagli spagnoli che gridavano :"Viva il re", "viva la monarchia".

LINK
Actos con motivo del "Día de las Fuerzas Armadas 2014"

La regina Elisabetta II conquista i francesi, il mercato dei fiori di Parigi prende il nome di Regina Elisabetta II.

7 giugno 2014

La regina Elisabetta II e il Principe Filippo si sono recati allo storico mercato dei fiori di Parigi, vicino alla Cattedrale di Notre Dame, ribattezzato col nome di "mercato dei Fiori Regina Elisabetta II".

Elisabetta era accompagnata dal capo di stato francese, François Hollande, e dal sindaco della capitale, Anne Hidalgo, la quale ha evocato la riconoscenza dei parigini verso il Regno Unito per il ruolo svolto durante la Seconda guerra mondiale.

La regina Elisabetta ha svelato la targa che le intitola uno dei luoghi simbolo della Ville Lumiere nella ultima tappa del suo viaggio di stato in Francia per le celebrazioni del 70° anniversario dello sbarco in Normandia.
La stessa Elisabetta aveva espresso il desiderio di visitare ancora una volta il mercato dei fiori che aveva scoperto in occasione della sua prima visita a Parigi, nel 1948.

Fin dalle 7 di mattina una folla di parigini ha atteso l’arrivo della sovrana e del principe Filippo, che la hanno accolta con la frase "Viva la Regina".
Il mercato dei fiori si trova a pochi passi dalla vecchia prigione della Conciergerie, dove la regina Maria Antonietta, fu imprigionata prima della sua esecuzione durante la Rivoluzione francese.

Faccio notare che il sindaco di Parigi sotto la pioggia si è fatta tenere l’ombrello da un funzionario, mentre la regina non ha chiesto aiuto a nessuno ...

VIDEO



Related Posts with Thumbnails