Articoli in evidenza:

martedì, settembre 30, 2014

Il re e la regina di Svezia all'apertura del Riksdag, il Parlamento svedese.

30 settembre 2014

Sua Maestà il re Carlo Gustavo e la regina Silvia di Svezia, accompagnati dalla principessa ereditaria Vittoria, il principe Daniele, il Principe Carlo Filippo e Sofia Hellqvist, hanno partecipato agli eventi legati all'apertura del Riksdag, il Parlamento svedese.

La Principessa Maddalena e Chris O'Neill erano assenti perché sono tornati a New York City (USA)

Come tradizione, la famiglia reale era vestita di bianco e nero, un codice di abbigliamento adottato nel 1970, quando l'abito di corte per questo evento fu abolito.

La giornata è iniziata con una Messa. La famiglia reale è arrivata al parlamento con una carrozza
accolta dal presidente del parlamento Urbano Ahlin, dove in seguito il re ha tenuto un discorso:
"Da quest'anno è da 2 secoli che abbiamo avuto la pace (dal 1814), e questo ci rende unici tra i paesi del mondo".
E' qualcosa che dobbiamo continuare a sostenere. E questo significa che abbiamo la speciale responsabilità di continuare a contribuire alle operazioni internazionali di pace e processi di pace. Che tutti possano vivere in pace e libertà è quello che dobbiamo fermamente continuare a difendere. Se in Svezia viviamo in pace e libertà non significa che non abbiamo sfide. Continuare a sviluppare una società libera dalla violenza e abusi, le questioni etiche e morali sono sempre all'ordine del giorno".

In serata si è svolto un concerto al Teatro Reale.

Leggi il discorso del Re qui sotto
kungahuset.se



Il re Tupou VI di Tonga all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite

27 settembre 2014

Il re Tupou VI di Tonga ha partecipato alla 69° Assemblea Generale delle Nazioni Unite presso la sede delle Nazioni Unite di New York City.

Nel suo discorso il re Tupou VI ha lodato le Nazioni Unite di aver sottolineato gli obiettivi di sviluppo sostenibile sugli oceani e sulle risorse marine che sono intimamente legati al tema del cambiamento climatico e alla sopravvivenza dei piccoli Stati insulari .

"Il Documento Finale, che è stato adottato dai leader dei piccoli Stati insulari, deve essere incorporato nel futuro programma di sviluppo..." e il raggiungimento di questi obiettivi non può essere raggiunto senza la partecipazione attiva di tutte le parti interessate attraverso partnership sostenibili",  ha detto il re..

Il benessere del popolo di Tonga dipende dallo sviluppo sostenibile e dalla gestione degli oceani e dei fondali marini, e Tonga ha lavorato diligentemente per garantire che le attività nel Pacifico siano gestite in modo responsabile.

Il re di Tonga ha accolto con favore l'iniziativa del Segretario generale di convocare un vertice sul cambiamento climatico. Secondo la relazione 2013 sui rischi in tutto il mondo, Tonga è al secondo posto tra i luoghi più vulnerabili ai cambiamenti climatici.

LINK
matangitonga

lunedì, settembre 29, 2014

La Principessa Marie inaugura un negozio LEGO a New York City.

27 settembre 2014

La Principessa Marie di Danimarca ha inaugurato l'apertura di un negozio LEGO sulla 5th Avenue a Manhattan, New York City.

Il negozio si trova vicino a Madison Square Park e davanti alla Flat Iron Building, uno tra i più alti edifici di New York.


Marie ha usato un paio di forbici gigante realizzato interamente in LEGO per tagliare il nastro durante la inaugurazione ufficialmente del negozio.

Accanto alla principessa Marie c'era il console generale, Jarl Frijs-Madsen e il Presidente di LEGO negli Stati Uniti, Søren Torp Laursen.

LEGO è un produttore di giocattoli danese, noto a livello internazionale per la sua linea di mattoncini assemblabili.

VIDEO

Il Principe Harry premia i bambini malati ai WellChild Awards

23 settembre 2014

Si è svolta all’Hilton di Londra, la 10° edizione del WellChild Awards, dove il principe Harry, patrono da 7 anni dell'associazione benefica, ha premiato il coraggio dei bambini gravemente malati, dimostrando così un'altra volta la sua bontà d'animo.

L’Associazione WellChild opera per garantire ai bambini malati il migliore sostegno medico con infermieri professionisti e quello pratico
con l’aiuto di volontari che permettono ai bambini di vivere, imparare, e divertirsi in ambienti adattati alle loro esigenze.

Il principe Harry è stato accolto da uno dei vincitori, Carson Hartley, che per un problema cardiaco ha già subito 40 operazioni e che è costretto a vivere sempre accompagnato da un respiratore portatile. 

E' stato premiato anche la bambina Maddison Sherwood, 6 anni, affetta da atrofia muscolare spinale.
Alla nascita la bambina sembrava che non sarebbe mai stata in grado di parlare, mangiare né di sostenere la testa, invece riesce a fare tutto ciò che le previsioni le avevano precluso.

Altra bambina premiata è Olivia Ruston, 10 anni, per la sua tenacia dimostrata nel prendersi cura di Jessica, la sua sorellina di 8 anni costretta a subire un intervento di tracheotomia che le permette di essere alimentata solamente attraverso un sondino.

Un riconoscimento è andato anche al personale medico, ai volontari e alle famiglie per il lavoro svolto a fianco dei piccoli malati.

Il principe Harry al palco della cerimonia di premiazione ha detto:.
"Vorrei congratularmi con ognuno di voi. Le vostre storie sono commoventi al di là di ogni parola e ci ricordano quanto siete fantastici. Siete un esempio per tutti noi. Possiamo imparare molto dalla vostra forza, dalla vostra determinazione e dall'umorismo con cui affrontate le sfide ogni giorno".

VIDEO

domenica, settembre 28, 2014

Il Re Felipe e la regina Letizia di Spagna alla Accademia Navale Reale

settembre 2014

da  Casarel
Sua Maestà il Re Felipe e la regina Letizia di Spagna sono andati a Pontevedra per partecipare alla 25° commemorazione della Accademia Navale Reale nata nel 1989.

Nel 1989, il re Filippo ricevette l'ufficio di luogotenente dalle mani di suo nonno, Juan de Borbón, conte di Barcellona.
Il conte di Barcellona non salì mai al trono, in quanto Franco decise di permettere il ripristino della monarchia solo a suo figlio Juan de Borbón.
Concluso il regime di Franco nel 1978 re Juan Carlos riuscì a riportare la democrazia in Spagna, con la nascita della Costituzione spagnola.

Re Felipe era vestito in uniforme navale, mentre la regina Letizia indossava un elegante abito composto da pantaloni e camicia nere e una giacca color crema con una struttura intrecciata.

A seguito della cerimonia di commemorazione dei soldati che avevano dato la loro vita per la Spagna e la firma del Libro d'Onore, il re Felipe ha ispezionato un battaglione di cadetti militari.
Dopo il tradizionale omaggio alla bandiera, il re Filippo e la Regina Letizia hanno posato per una foto insieme con la classe del 1989 presso l'Escalera Monumental de la Escuela.

L'Accademia Navale è l'istituzione scolastica militare dove gli ufficiali spagnoli dell'Armada ricevono la formazione scientifica, fisica, militare, navale e  morale  per svolgere le loro mansioni a bordo di navi e unità.

LINK
Casareal


Il Sultano del Brunei all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite

25 set 2014

Il Sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah, ha partecipato alla 69° Assemblea Generale delle Nazioni Unite presso la sede delle Nazioni Unite di New York City.

Il sultano del Brunei ha ricordato il trentesimo anniversario della sua adesione alle Nazioni Unite.

Il Sultano del Brunei, rivolto all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, ha detto :
"Sono fiducioso che l'ONU continuerà ad essere una fonte di speranza ... Quello che decidiamo e facciamo oggi determinerà il futuro per le generazioni a venire. Pertanto, continuiamo a lavorare insieme in modo che ereditano un patrimonio di pace duratura, prosperità e lo sviluppo sostenibile ".

Citando la convinzione unanime sull'importanza di proteggere l'ambiente, il Sultano ha accolto con favore la convocazione del vertice sul clima delle Nazioni Unite a galvanizzare il sostegno per affrontare l'impatto dei cambiamenti climatici e garantire un programma di sviluppo.

Il suo governo è preoccupato sugli sviluppi della sicurezza in molte parti del mondo, e da parte sua, la sua nazione aveva partecipato nel mantenimento della pace delle Nazioni Unite e missioni di monitoraggio di pace internazionali.
Gli sforzi globali nella realizzazione degli Obiettivi del Millennio saranno vani se, allo stesso tempo, la comunità internazionale viola gli impegni a perseguire mezzi pacifici di risoluzione delle controversie, come sanciti nella Carta dell'Organizzazione.
E' da troppo tempo che in Palestina non ci sia libertà e giustizia.

LINK
ONU Brunei Darussalam

venerdì, settembre 26, 2014

Il Re Abdallah II di Giordania alla 69° Assemblea generale delle Nazioni Unite

24 settembre 2014


Dopo  aver partecipato con sua moglie, la Regina Rania,  alla cerimonia della Clinton Global Initiative, Sua Maestà il Re di Giordania, Abdallah II, ha parlato alla 69° Assemblea generale delle Nazioni Unite che si è svolta a New York City.

Davanti alla platea internazionale il Re di Giordania ha ribadito che le comunità cristiane sono una componente fondamentale della vicenda storica del Medio Oriente, e non possono in nessun modo essere considerate ospiti o straniere nelle terre che hanno visto la prima diffusione del cristianesimo.

Nel discorso pronunciato al Palazzo di vetro di New York, Re Abdallah ha riproposto il ruolo del regno hascemita come garante di una declinazione dell'identità islamica aperta al dialogo con le altre fedi:
“Gli insegnamenti del vero islam sono chiari: i conflitti e gli scontri settari sono del tutto condannati. L'islam proibisce la violenza contro i cristiani e le altre comunità che compongono ciascun Paese”.

Re Abdallah ha chiesto ai leader musulmani a lavorare insieme contro azioni mistificatorie e tendenti a dividere, rivendicando con orgoglio al proprio Paese di “aver promosso iniziative interreligiose e interconfessionali”.

"Abbiamo bisogno di chiudere il sostegno agli estremisti, respingere e sconfiggere questi gruppi. Questo richiede una 'coalizione determinata' che può combattere  con coerenza e determinazione la minaccia"

Il sovrano ha poi annunciato che la Giordania presenterà una bozza di risoluzione affinchè siano riconosciuti come genocidio e crimini contro l'umanità le recenti violenze perpetrate su base religiosa in Siria e in Iraq.

LINK
jordan-king-urges-international-defeat-jihadists

Lo Sceicco Tamim bin Hamad Al-Thani, emiro del Qatar, all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite

24 settembre 2014

Lo Sceicco Tamim bin Hamad Al-Thani, emiro del Qatar, ha partecipato alla 69° Assemblea Generale delle Nazioni Unite presso la sede delle Nazioni Unite di New York City.

L'emiro del Qatar ha accusato Israele di aver commesso crimini di guerra e crimini contro l'umanità durante la guerra di questa estate contro i militanti di Hamas nella Striscia di Gaza.

Il leader del Qatar ha inoltre invitato il Consiglio di Sicurezza ad approvare una risoluzione costringendo Israele a porre fine alla sua occupazione dei territori palestinesi secondo un chiaro calendario.

Inoltre ha detto : "E' imperativo per la comunità internazionale lavorare sodo per mettere fine allo spargimento di sangue ed alla sistematica distruzione della Siria da un regime che ha messo il popolo tra l'incudine e il martello di scegliere tra accettare la sua presenza al timone o distruggere il Paese."

LINK
http://www.timesofisrael.com/qatari-emir-urges-world-to-shun-israeli-leaders/


giovedì, settembre 25, 2014

Il principe Alberto e la Principessa Charlene di Monaco incontrano Obama

24 settembre 2014

Sua Altezza Serenissima il principe Alberto e la Principessa Charlene di Monaco hanno incontrato il presidente degli Stati Uniti Obama e sua moglie.

Il principe Alberto e la Principessa Charlene di Monaco che sono rimasti a New York City (USA) per alcuni giorni, avevano partecipato alla cerimonia di apertura dell'Assemblea Generale della Fondazione Clinton, la annuale conferenza di 4 giorni organizzata dall'ex presidente Bill Clinton.



Il Re Felipe VI e la regina Letizia di Spagna hanno incontrato il Segretario generale delle Nazioni Unite

24 settembre 2014

Le Loro Maestà il Re Filippo VI e la regina Letizia di Spagna hanno incontro il Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, presso la sede dell'ONU a New York City.

Il Re Felipe e la Regina Letizia di Spagna hanno iniziato un viaggio ufficiale di tre giorni a New York.
Re Felipe ha tenuto discorso a livello internazionale alla 69° Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Sua Maestà Felipe VI di Spagna ha anche incontrato il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, presso il famoso albergo Waldorf Astoria di New York, dove Obama ha offerto una cena ai capi di Stato e di governo presenti alla Assemblea Generale delle Nazioni Unite.


La Regina Maxima dei Paesi Bassi a New York per l'annuale vertice delle Nazioni Unite

23 settembre 2014

Sua Maestà la Regina Maxima dei Paesi Bassi è andata a New York City (USA) in visita di due giorni per la 69° sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite presso la sede delle Nazioni Unite a New York City.

La Regina Maxima ha consegnato al Segretario delle Nazioni Unite Generale, Ban Ki-moon il 5° rapporto del suo gruppo di lavoro sui programmi finanziari.

La Regina Maxima è rappresentante speciale del Segretario Generale per la micro-finanza ed i programmi finanziari. (UNSGSA)

Sempre presso la sede delle Nazioni Unite, la Regina Maxima dei Paesi Bassi Sua Maestà ha incontrato la Regina Letizia di Spagna, ed insieme hanno seguito diverse conferenze (tra cui quello di re Felipe) presso l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York.

Entrambe le regine erano seduti accanto a Michelle Obama, moglie di Obama, e alla moglie del Segretario Generale delle Nazioni Unite.

LINK
koninklijkhuis.nl

mercoledì, settembre 24, 2014

Il principe Federico e la Principessa Mary di Danimarca a New York

22 settembre 2014

Dopo un tour di 3 giorni in Canada, dove avevano visitato Ottawa, Sua Altezza Reale il principe Federico e la Principessa Mary di Danimarca sono andati a New York (USA).

Il Principe Federico è andato  a Brooklyn di New York per la apertura della mostra "Green House", per promuovere le tecnologie e competenza della Danimarca nell'ambiente.

La principessa Mary ha partecipato a diversi eventi dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite legati alla condizione delle donne in tutto il mondo.


La principessa Mary ha partecipato a diverse conferenze delle Nazioni Unite: conferenza internazionale sulla popolazione e sviluppo, conferenza sulle donne africane contro l'AIDS, conferenze sulla contraccezione e maternità, lancio di un fondo Danese - Olandese per la maternità e la contraccezione .

Anche la Principessa Mabel dei Paesi Bassi era presente alle conferenze.
Mabel è la vedova del principe Friso, fratello del re Guglielmo Alessandro.


Il Re Felipe di Spagna incontra il presidente degli Stati Uniti Obama

23 settembre 2014

Sua Maestà Felipe VI di Spagna ha tenuto un breve incontro con il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, presso il famoso albergo Waldorf Astoria di New York.


L'incontro è durato circe 27 minuti che ha confermato il "buon feeling" tra i due capi di stato,visto le eccellenti relazioni bilaterali tra Spagna e USA in campo politico, economico e culturale.
La discussione si è incentrate sulla Politica, i conflitti internazionali, l'economia e la cultura.

Re Felipe era accompagnato dal Ministro degli Affari Esteri, dall'ambasciatore di Spagna a Washington.

Nella stessa giornata il re Felipe di Spagna ha incontrato altri capi di Stato, come il presidente della Tunisia e quello della Corea del Sud.

Il Re Filippo e la Regina Letizia di Spagna sono in viaggio ufficiale di 3 giorni a New York, dove ieri Felipe aveva partecipato all'Assemblea generale delle Nazioni Unite.
La regina Letizia invece aveva incontrato i responsabili dell'UNICEF, dell'OMS e della FAO. 

LINK
Entendimiento y 'buena sintonía' en el primer encuentro entre el Rey Felipe y Barack Obama

La Principessa Maria Pia di Savoia festeggia il suo 80° compleanno

24 settembre 2014

Maria Pia di Savoia è nata a Napoli, il 24 settembre 1934, è la figlia maggiore di Re Umberto II e di Maria José.

Grazie al primo matrimonio assunse il titolo di "Principessa di Jugoslavia", e "Principessa di Parma" per le sue seconde nozze.

Ha sposato a Cascais (Portogallo), il 12 febbraio 1955, Alessandro Karađorđević, principe di Jugoslavia da cui ha avuto 4 figli: Dimitri, Michele, Sergio, Elena.

La coppia si è separata nel 1967.
Maria Pia si è risposata a Manalapan, in Florida, il 15 maggio 2003 con il principe Michele di Borbone-Parma.

Pochi giorni fa la Principessa Maria Pia si era recata nelle Marche per presentare il suo libro, "La mia vita, i miei ricordi", un excursus storico, affettivo, emotivo attraverso le gesta della famiglia Savoia che è stata di basilare importanza per la nascita dello Stato italiano.

"L'Italia è talmente bella che non si finisce mai di conoscerla e amarla". Con queste parole, la principessa Maria Pia di Savoia si era espressa dopo aver visitato nei giorni scorsi le Marche.

martedì, settembre 23, 2014

Il Re Felipe e la Regina Letizia di Spagna a New York

22 - 24 settembre 2014

Sua Maestà il Re Filippo e la Regina Letizia di Spagna hanno iniziato un viaggio ufficiale di tre giorni a New York, dove l'impegno principale è quello di partecipare all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, dove il Re ha il suo primo discorso a livello internazionale.

Felipe ha iniziato la sua attività con un evento accademico presso l'Institute of International Education (IEE). La IIE gestisce il programma Fulbright per il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. che finanzia borse di studio per lo studio, la ricerca, l’insegnamento favorendo il processo di pace attraverso lo scambio di idee e di cultura tra gli Stati Uniti e le altre nazioni nel mondo.


All'Institute of International Education Felipe ha detto :"La Spagna e gli Stati Uniti condividono gli stessi valori fondamentali della democrazia e libertà".
In un discorso interamente in inglese, Felipe ha invitato gli studenti e professori a non dimenticare la grave crisi economica che ha colpito l'Europa e la Spagna negli ultimi anni che "ha ostacolato il normale sviluppo personale e professionale di molte persone, soprattutto dei nostri giovani."
Ha poi aggiunto : "capisco molto bene la delusione e la frustrazione dei giovani disoccupati del mio paese, al quale ha inviato un messaggio di speranza per il futuro."

Re Felipe VI a New York partecipa al vertice sul clima 2014 e all'apertura del dibattito generale della 69° Sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, tenutesi rispettivamente il 23 e 24 settembre.

Inoltre Sua Maestà il re Filippo di Spagna ha visitato l'Istituto di Istruzione a New York, mentre la Regina Letizia ha visitato la scuola elementare spagnola "Two Bridges" di Harlem .

Il Re di Spagna e il Re di Giordania, che ambedue si sono recati a New York per l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, hanno avuto occasione di incontrarsi personalmente presso il Palace Hotel.
Le famiglie reali di Spagna e di Giordania sono amici da molti anni. Il re Hussein e il re Juan Carlos erano molto legati, come lo sono anche la regina Sofia e la regina Noor.

Re Abdullah II e la Regina Rania di Giordania hanno partecipato alla cerimonia della "Clinton Global Initiative" .
Anche il Principe Alberto e la principessa Charlene di Monaco  erano presenti all'evento della Fondazione Clinton.

LINK
casareal.es


lunedì, settembre 22, 2014

Re Abdullah II e la Regina Rania di Giordania alla cerimonia della "Clinton Global Initiative"

settembre 2014

Sua Maestà il Re Abdullah II e la Regina Rania di Giordania si sono recati a New York (USA) per partecipare alla cerimonia della "Clinton Global Initiative", l'annuale conferenza di 4 giorni organizzata dall'ex presidente Bill Clinton.

Ad una tavola rotonda moderata da Clinton, Sua Maestà il Re e il Presidente del Cile hanno affrontato una serie di questioni regionali e internazionali e altri relativi all'istruzione, le donne e al lavoro.

Anche il Principe Alberto e la principessa Charlene di Monaco erano presenti all'evento della Fondazione Clinton.

La Clinton Global Initiative, iniziata nel 2005, funge da piattaforma dove i leader mondiali cercano di ideare e realizzare le soluzioni innovative per le sfide internazionali più urgenti.




LINK
http://petra.gov.jo/


Alberto e Charlene di Monaco a New York

21 settembre 2014

Il Principe Alberto e la Principessa Charlene sono  New York dove rimarranno fino al 25 settembre.
Per il principe Alberto e la principessa Charlene è il primo viaggio all'estero che fanno insieme dopo l' annuncio ufficiale della gravidanza.

Il primo impegno della coppia monegasca è stata la cerimonia della "Clinton Global Initiative".
Il principe Alberto e la Principessa Charlene di Monaco hanno partecipato a New York alla cerimonia di apertura dell'Assemblea Generale della Fondazione Clinton, la annuale conferenza di 4 giorni organizzata dall'ex presidente Bill Clinton.

La Principessa Charlene ha poi partecipato alla cena di gala della cerimonia di premiazione della Fondazione Clinton.
Quest'anno il premio della Fondazione "Clinton Global Citizens" è stato assegnato all'attore Leonardo DiCaprio per il suo impegno nel campo della tutela dell’ambiente,


La Principessa Marta Luisa di Norvegia festeggia il suo 43° compleanno

22 settembre 2014

Sua Altezza la principessa Marta Luisa, figlia maggiore del re Harald V di Norvegia e della regina Sonja di Norvegia, è nata ad Oslo, il 22 settembre 1971.

In Norvegia la legge salica è stata abolita nel 1990 e la costituzione norvegese garantisce ora la piena primogenitura al trono di Norvegia, il che significa che il maggiore dei figli, indipendentemente dal sesso, ha la precedenza nella linea di successione.

Questa modifica si applica solo chi è nato dopo il 1990.

Attualmente la principessa è quarta nella linea di successione al trono, dopo suo fratello Haakon di Norvegia e i suoi due figli Ingrid e Sverre

domenica, settembre 21, 2014

Papa Francesco in Tirana (Albania) e incontra il principe Leka

21 settembre 2014

Sua Santità Papa Francesco non a caso si è recato in Albania perché in questa terra balcanica la dittatura comunista di Hoxha riuscì a cancellare ogni tipo di religione ( musulmani, cattolici, e altre minoranze), con l'atesimo imposto come "religione di Stato".
A Scutari, negli anni Novanta è stato costruito un memoriale della persecuzione contro i cattolici, gli ortodossi e gli islamici.

Oggi quindi Papa Francesco, atteso non solo dai cattolici ma anche dagli ortodossi e musulmani, ha parlato di "pacifica e fruttuosa convivenza tra persone e comunità appartenenti a religioni diverse" che "non è solo un bene auspicabile, ma concretamente possibile e praticabile".
Un messaggio all'islamismo fondamentalista che in molte occasioni rifuta la convivenza ed esercita il terrore.

Il Santo Padre a Tirana ha anche detto che : "Insieme ai diritti individuali vanno tutelate le realtà intermedie tra l'individuo e lo Stato, prima fra tutte le famiglie".
Un modo per sostenere che le dittature di oggi si nascondono sotto vesti diverse, e quindi un monito anche sulla scristianizzazione dell'Europa.
Papa Francesco ha anche detto ai giovani di dire no all'idolatria del denaro.

In occasione della sua visita pastorale di un giorno a Tirana Papa ha incontrato anche il Principe Leka Zogu, nipote di Re Zog. Il capo della Casa Reale e pretendente al trono ed è musulmano.

Il principe, nominato consigliere speciale del Presidente della Repubblica di Albania, Mr. Nishani, ha partecipato alla Messa celebrata da Papa all'aperto presso l'Università della capitale albanese.


Il principe William, senza Kate, alle celebrazioni del 50° anniversario dell’indipendenza di Malta

20 settembre 2014

Il principe William, duca di Cambridge, è arrivato a Malta, per rappresentare la Gran Bretagna alle celebrazioni del 50° anniversario dell'Indipendenza dell'isola, ex colonia britannica.

A causa delle forti nausee legate alla sua seconda gravidanza, la duchessa di Cambridge è stata costretta ad annullare la visita di Malta, ed è toccato al principe William sostituire la moglie Kate

Non è il primo impegno ufficiale a cui Kate ha dovuto rinunciare negli ultimi giorni. I medici le hanno, infatti, consigliato assoluto riposo.


William si è subito recato a Palazzo San Anton per incontrare il presidente Marie-Louise Coleiro Preca. Una folla di persone si erano radunata davanti al palazzo con largo anticipo per vedere e salutare il Principe.
Il principe William ha poi piantato un albero in commemorazione del 50° anniversario della indipendente di Malta.

Dopo la rievocazione di un evento storico nella capitale La Valletta, il Principe si è recato alla Biblioteca Nazionale, dove gli è stato mostrato alcuni documenti conservati di Enrico VIII e di Giorgio II legati a Malta, tra cui l'assegnazione della Croce George del Re Giorgio VI all'Isola, e quello del principe Filippo presentato al Primo Ministro Gorg Borg Olivier solo un poche ore dopo l'indipendenza nel 1964.

La famiglia regnante inglese ha vissuto a Malta tra il 1949 e il 1951 - quando il padre di William, il principe Carlo, era un bambino - perché il principe Filippo, consorte dell'allora principessa Elisabetta, era stato stazionato sull'isola come ufficiale di Marina.

LINK
Prince William visits Malta in place of pregnant Kate


sabato, settembre 20, 2014

La presa di Roma, nota come breccia di porta Pia, fu l'episodio del Risorgimento che sancì l'annessione di Roma al Regno d'Italia, e nasceva l'Italia Unita, Laica e liberale

W il Regno d'Italia!

20 settembre 1870

Visto che il regime repubblicano oscura tutto ciò che ha fatto la Monarchia Italiana per il ben del nostro Paese, è d'obbligo ricordare questa storica data, che permise la nascita dell'Italia Unita, laica e liberale, voluta da Vittorio Emanuele e Cavour.


Le truppe del Regno d'Italia entrano in Roma attraverso la Breccia di Porta Pia, sancendo così l'unificazione del paese.
La presa di Roma comportò l'annessione di Roma al Regno d'Italia, e decretò la fine dello Stato Pontificio e del potere temporale dei Papi.

L'anno successivo la capitale d'Italia fu trasferita da Firenze a Roma (legge 3 febbraio 1871, n. 33).
Il desiderio di porre Roma, città eterna, a capitale del Regno d’Italia, era già stato esplicitato in forma determinata da Cavour, in uno storico discorso al Parlamento italiano dell’ 11 ottobre 1860, a Torino.

"La nostra stella, o Signori, ve lo dichiaro apertamente, è di fare che la città eterna, sulla quale 25 secoli hanno accumulato ogni genere di gloria, diventi la splendida capitale del Regno italico."



Il principe Harry, la principessa Beatrice e Pippa, sorella di Kate, hanno partecipato al matrimonio di un amico a Monopoli

18 settembre 2014

Il principe Harry, figlio di Diana e Carlo d'Inghilterra, e nipote della regina Elisabetta II, è l'ospite speciale delle nozze british di Monopoli, insieme alla principessa Beatrice e alla Pippa Middleton.
Era presente anche la fidanzata di Harry Cressida Bonas.

La cittadina pugliese ha vissuto emozioni reali per il matrimonio di Charlie Gilkes e Anneke von Trotha Taylor, amici dei reali.
La sposa si occupa delle relazioni pubbliche, mentre lo sposo è proprietario di numerosi ristoranti e nightclub ed è grande amico di Harry e del fratello maggiore William, compagni di college al prestigioso Eton.

Il principe Harry e Pippa Middleton sono arrivati in Puglia, all'aeroporto di Bari nel primo pomeriggio con Easyjet, un volo di linea Low cost, da Londra Gatwick, per partecipare al matrimonio dell'amico Charlie Gilkes con Anneke von Trotha Taylor.

All'Aeroporto di Bari "Karol Wojtyla", Harry ha preferito defilarsi, uscendo in gran segreto da una uscita apposita per questioni di sicurezza, invece Pippa è uscita dalle porte automatiche della zona arrivi, rifugiandosi in uno dei minivan dai vetri oscurati.

La cerimonia si è svolta al castello Carlo V di Monopoli, mentre i festeggiamenti dovrebbero svolgersi a Torre Maizza, resort situato nei pressi di Savelletri, frazione marina di Fasano, immersa tra gli ulivi e a pochi passi dal mare.
Sabato ci sarà poi un party nella masseria Torre Coccaro, sempre a Savelletri.

LINK
dailymail.co.uk

La Principessa Mabel in Zambia

settembre 2014

La Principessa Mabel di Orange-Nassau, cognata di re Guglielmo Alessandro e della regina Maxima dei Paesi Bassi, è andata in Zambia con l'arcivescovo Desmond Tutu - Premio Nobel per la pace - per conoscere e combattere la pratica dannosa del matrimonio infantile.
Zambia ha il più alto tasso di matrimoni infantili nel mondo, il 42% delle ragazze si sposano primo di compiere18 anni.



La Principessa Mabel, presidente di "Girls Not Brides: The Global Partnership to End Child Marriage", ha detto :
"Il numero di spose bambine è sconcertante: ogni anno 15 milioni di bambine si sposano ancora bambine. Durante questo viaggio mi sono ricordato delle singole storie dietro questi numeri: le ragazze che abbandonano la scuola per sposarsi, che subiscono violenza dai loro mariti, che partoriscono quando sono ancora bambine e che non hanno le possibilità si avere un futuro prospero".

L'arcivescovo Desmond Tutu ha commentato: "Come nonno, mi duole sentire le storie di ragazze che si sposano da bambine. La sofferenza di queste figlie di Dio mi porta ad un profondo dolore, ma lo spirito delle ragazze con cui parlo è indomabile, ma sono contento per i passi che il governo dello Zambia stava prendendo per porre fine a questa pratica".

Il matrimonio precoce causa l'analfabetismo (le ragazze sposate quasi sempre abbandonano la scuola), la mortalità materna (le ragazze sotto i 18 anni hanno un alta probabilità di morire durante la gravidanza), la violenza (le ragazze sposate sono altamente vulnerabili), e le ragazze sposate hanno più probabilità di essere infettate con l'HIV rispetto alle ragazze non sposate della stessa età.

venerdì, settembre 19, 2014

Nel Regno Unito, guidato dalla Corona, il popolo ha scelto il suo futuro, invece l'UE, dominata da burocratici e banche, umilia le persone.

Nello storico referendum sull'indipendenza della Scozia gli scozzesi hanno deciso di continuare a far parte del Regno Unito: il 55,3% dei votanti ha votato contro l’indipendenza, solo il 44,7% ha votato a favore.
Dal risultato referendario gli scozzesi hanno detto “NO” all'indipendenza dal Regno Unito, e questo evento ha importanti significati politici.
Intanto nessuno ha perso ma hanno vinto la Monarchia, il Regno Unito, la Scozia, la Democrazia, il popolo britannico.


Chiariamo subito che in questo referendum la Monarchia non è mai stata messa in discussione (Elisabetta II sarebbe rimasta anche Regina della Scozia indipendente), anzi la Corona si è ulteriormente rafforzata per l'altro valore unitario dimostrato.
Inoltre con la vittoria del "sì" gli scozzesi, una volta indipendenti, non avrebbero rinunciato alla monarchia, la Scozia è sempre stato un regno ...

Alcuni politici o politologi da 4 soldi, che in Italia la fanno purtroppo da padroni - spacciando la loro visione come verità - hanno già detto che la Regina e la nascita del nuovo Royal Baby avrebbero influenzato il voto.
La Regina Elisabetta ha rotto il silenzio solo di fronte alla chiesa di Crathie Kirk, quando ha detto : "Spero che la gente rifletta". 
E non solo perché un portavoce di Buckingham Palace non ha voluto commentare quanto attribuito alla sovrana perché si tratta solo di “conversazioni private"...

In realtà l'affetto degli scozzesi nei confronti della Famiglia Reale è grande, un affetto che nessun presidente della repubblica può sperare di avere ...

La Corona ha giocato un ruolo importante e non trascurabile, ma non perché possa aver influenzato i risultati, ma piuttosto perché ha consentito il dialogo democratico, permettendo lo svolgimento del referendum in un ambiente sereno, democratico e senza timori di pericolose richieste di secessione.

Tutto sommato anche la vittoria del Si non sarebbe stata una tragedia, l'indipendenza si sarebbe realizzata con armonia e senza guerra, garantita anche dalla presenza della Corona, Elisabetta sarebbe stata la regina della Scozia ...

Comunque se la Scozia non è riuscita ad ottenere l'indipendenza, grazie alla vittoria misurata dei NO, si rafforza politicamente ed economicamente. Infatti il Governo di Sua Maestà, in prima persona col Premier David Cameron, si è già impegnato a venire incontro alle richieste scozzesi in ambito di autonomia e devolution.

Un altro punto da sottolineare è che solo le Monarchie moderne possono garantire l'Unità di una Nazione, assicurando il pieno rispetto e la valorizzazione delle realtà territoriali.
Il referendum scozzese insegna che solo uno stato monarchico con piena consapevolezza e forza di sé, può fornire il massimo baluardo dell'Unità, ridimensionando le pericolose richieste di secessione.
Un altro esempio è il Belgio dove il paese rimane unito grazie alla presenza della Corona che garantisce l'armonia tra le diverse popolazioni.

Infine da questo referendum si capisce un altro importante aspetto, e cioè la profonda differenza tra uno Stato e la Unione Europea.
Con il referendum il Regno Unito ha ancora una volta dimostrato di essere uno stato democratico, dove il popolo, unito sotto la Corona, ha potuto scegliere il suo futuro.
Al contrario l’Unione Europea che è una oligarchia guidata da burocrati e banche, impedisce ai popoli di fare altrettanto.

Insomma il caso della Scozia dovrebbe far riflettere tutti, soprattutto i politici e politologi nostrani.
E' assurda l'idea che questo referendum avrebbe diffuso timori in Europa per aver rafforzato gli stati nazionali.
Non si possono creare uno Stato ed un Popolo su dei parametri economici, come gli spread, la moneta e le tasse .... questa Unione Europea senza anima e popolo è destinata a morire.

W la Scozia
W il Regno Unito
W la Monarchia

Re Abdullah e la regina Rania di Giordania a Parigi, Francia

18 settembre 2014

Sua Maestà, accompagnato da Sua Maestà la Regina Rania, è in visita ufficiale di 2 giorni in Francia prima di raggiungere New York, dove parteciperà alla 69° Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Il presidente francese François Hollande ha ricevuto al Palazzo dell'Eliseo, il re Abdullah II e la regina Rania di Giordania.
Sua Maestà il Re Abdullah ha poi incontrato il primo ministro francese Manuel Valls e diversi altri funzionari francesi e leader religiosi per discutere come migliorare le relazioni bilateral tra i due paesi.
Re Abdullah ha evidenziato gli sforzi per raggiungere la pace e la stabilità nella regione, sottolineando la centralità della questione palestinese, ed ha ammonito che la crisi del Medio Oriente incoraggerà le tendenze radicali, il fanatismo e il terrorismo, sottolineando l'importanza di un'efficace cooperazione internazionale per porre fine a tali tendenze, che rappresentano una minaccia per la sicurezza e la stabilità regionale e internazionale.  

Nel pomeriggio, Sua Maestà la Regina Rania di Giordania ha visitato l'Ufficio Generale dell'UNESCO, dove ha incontrato il Direttore generale dell'UNESCO, Irina Bokova, dove si è discusso:
"... sulla cooperazione tra l'UNESCO e la Giordania. Il ruolo crescente delle tecnologie dell'informazione in materia di istruzione. Sottolineando le pressioni crescenti sulle scuole a causa di instabilità nella regione araba, la Regina Rania ha espresso l'intenzione di concentrarsi sulla formazione via internet."

In serata, la coppia reale è ritornato al Palazzo dell'Eliseo per la cena offerta da Francois Hollande.

VIDEO


LINK
jordantimes.com


giovedì, settembre 18, 2014

L'emiro del Qatar in Germania

17 SETTEMBRE 2014

L'emiro del Qatar lo sceicco Tamim bin Hamad Al-Thani è in visita ufficiale di 3 giorni nella repubblica federale di Germania.

L'emiro è stato ricevuto a Berlino dal presidente tedesco Joachim Gauck.

In seguito anche la Cancelliere della Germania Angela Merkel ha incontrato l'emiro del Qatar per colloqui bilaterali e cooperazione economica.

L’emiro del Qatar, Tamim Ben Hamad al Thani ha respinto i sospetti di finanziamenti” ai militanti legati ad al Qaeda, affermando che il suo paese non ha mai sostenuto gruppi estremisti o terroristi.
Durante una conferenza stampa congiunta con la cancelliera Angela Merkel, l'emiro ha spiegato che quanto sta accadendo in Iraq e Siria è in parte supportato dall’estero, ma il Qatar non ha mai sostenuto né mai sosterrà organizzazioni terroristiche.

Grazie alle enormi quantità di petrolio e di gas il Qatar è un leader mondiale, con un reddito pro capite di quasi 77.200 € nel 2013.
Negli ultimi anni, l'emirato ha acquistato quote in molte grandi aziende, tra cui la Volkswagen (15,6% delle azioni ordinarie) e la costruzione gigante Hochtief (10%), ed ha anche investito in Siemens e Deutsche Bank.

LINK
Emir Assures Merkel Qatar Doesn’t Fund Extremists In Syria, Iraq

Il Principe Alberto di Monaco a Milano per l'Expo 2015

16 settembre 2014

Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II di Monaco è arrivato a Milano per discutere della presenza del Principato all’Expo 2015.

Alberto di Monaco è stato accolto dal ministro italiano all’Agricoltura, Maurizio Martina.

Durante l'evento il principe sovrano ha anche partecipato ad una tavola rotonda nell'ambito del tema per migliorare le pratiche sostenibili di sviluppo sulla sicurezza alimentare.

Expo Milano 2015 ha lanciato un bando dedicato alla sicurezza alimentare e il principe Alberto di Monaco alla presentazione di questo bando ha sostenuto che è possibile sconfiggere la Fame nel mondo se è combattuta da tutta la politica internazionale”

Il principe Alberto si è recato a Milano come membro di una giuria che deve nominare il vincitore di un progetto basato sulle migliori pratiche in materia di sicurezza alimentare.

E' simpatico che il principe Alberto abbia scelto un italiano come architetto del padiglione del Principato di Monaco per l’Expo 2015.

Dopo aver partecipato alla conferenza stampa a Milano, il Principe Alberto è tornato a Monaco.

LINK
palais.mc

Il principe ereditario Federico e la principessa Mary di Danimarca hanno iniziato un tour di 3 giorni in Canada

17 - 19 settembre 2014

Sua Altezza Reale  il principe ereditario e la principessa di Danimarca hanno iniziato un tour di 3 giorni in Canada visitando Ottawa.
Lo scopo della visita è quello di discutere e promuovere i legami commerciali tra la Danimarca e il Canada.  Il programma si concentrerà sul commercio nei settori della sanità, i prodotti alimentari, l'architettura e bioedilizia, e il design e la moda.

Il primo impegno ad Ottawa del principe ereditario Frederik e della Principessa Mary di Danimarca è stato quello di deporre una corona al monumento dei caduti canadesi (National War Memorial).
In seguito la coppia reale ha fatto un giro a vela sul fiume di Ottawa e quindi una visita al Canadian Museum of History.,

In seguito il principe ereditario e la principessa di Danimarca a Ottawa sono stati ricevuti a Rideau Hall dal Governatore Generale del Canada, ed  a mezzogiorno c'è stato un pranzo ufficiale offerto dal Governo Generale.

Durante il loro primo giorno nel paese la coppia reale si è recata ad una scuola locale dove i principi hanno potuto conoscere i progetti anti-bullismo, uno degli obiettivi della Fondazione Mary.

La prima  giornata si è conclusa con un ricevimento presso l'Ambasciata di Danimarca Niels Abrahamsen.

Durante il loro viaggio di tre giorni in Canada Frederik e Mary visiteranno anche Toronto, dove ci sarà l'apertura ufficiale della campagna danese per promuovere gli Affari in Canada

LINK
PROGRAMME FOR OFFICIAL VISIT IN CANADA

mercoledì, settembre 17, 2014

Sua Maestà il Re di Svezia vittima di un lieve incidente d'auto

17 settembre 2014

Il re di Svezia Carlo XVI Gustavo è rimasto coinvolto in un lieve incidente stradale mentre si stava dirigendo verso l'aeroporto di Bromma.

Mercoledì mattina intorno alle ore 08:00 locale, il Re svedese Carlo Gustavo è stato coinvolto in un lieve incidente stradale mentre si stava dirigendo verso l'aeroporto di Bromma nella sua Mercedes, guidata da un autista

Per fortuna, il re svedese è rimasto incolume e sta bene, ma un testimone oculare lo ha visto un pò scosso.

Dopo l'incidente il re Carlo XVI Gustavo rimasto illeso ha continuato il suo viaggio verso l'aeroporto di Bromma, dove ha preso un volo verso il nord della Svezia, come previsto.

Le auto stavano guidando a circa 60 chilometri all'ora quando è successo l'incidente nei pressi di Drottningholm, Stoccolma.

LINK
Kungen blev påkörd på Nockebybron

La Principessa Vittoria di Svezia in Lettonia

17 settembre 2014

Sua Altezza Reale la principessa Vittoria di Svezia è in visita di stato a Riga in Lettonia, dove è stata ricevuta dal presidente della repubblica lettonia.
Durante la sua visita in Lettonia, la Principessa di Svezia visiterà la Biblioteca Nazionale della Lettonia e l'edificio dell'ex KGB a Riga, noto anche come il Corner House.


Durante l'incontro il presidente ha ricordato la visita di stato dello scorso marzo in Lettonia con Sua Maestà il Re di Svezia Carlo XVI Gustavo e Sua Maestà la Regina Silvia.
Inoltre il presidente ha parlato dei rapporti tra i due paesi, sottolineando che la Svezia è il più grande investitore straniero in Lettonia, ed è un protagonista nel settore finanziario e bancario del paese.

Da parte sua la principessa Vittoria ha ringraziato il presidente, a nome della coppia reale svedese, per la visita di stato.
Allo stesso tempo, la principessa Vittoria ha elogiato l'eccellente cooperazione tra Riga e la città svedese di Umea, una delle capitali europee della cultura 2014.



Sua Altezza il Principe Nicola Romanovič Romanov di Russia muore a 91 anni in Italia.

15 settembre 2014

Nikolai Romanovich è nato il 26 settembre 1922 ad Antibes (Francia), i funerali sono state celebrati oggi a Bolgheri di Castagneto Carducci (LI).

Il principe Nikolai appartiene alla Casa dei Romanov, è il primo figlio del principe Roman Petrovič (1896-1978) e della principessa Prascovia Dmitrievna, nata contessa Sheremeteva, e fratello maggiore del principe Dimitri Romanovič Romanov. (nato nel 1926).
Sua nonna era sorella della regina Elena del Montenegro (1901-1980).


Il principe Roman Petrovič era l'unico figlio del granduca Pëtr Nikolaevič e della granduchessa Militza, figlio a sua volta del granduca Nikolaj Nikolaevič Romanov, fratello minore di Alessandro II di Russia e settimo degli otto figli di Nicola I; è dunque capostipite della linea dei Romanov detta dei Nikolaevič.

Nel 1936 la sua famiglia si trasferì in Italia e visto che in Russia esisteva la marina sovietica e non più quella imperiale, il Principe Nicola decide di fare carriera nella Regia Marina italiana.

Dopo l’abdicazione di Re Vittorio Emanuele III, il Principe Nicola e la sua famiglia andarono in Egitto, da dove tornò nel 1950.
Nel 1951 sposò a Firenze, con rito civile, la Nob. Sveva dei Conti Della Gherardesca; seguì il rito religioso nella Cattedrale ortodossa di Cannes il 21 gennaio 1952.
Ha 3 figlie, Natalia (1948), Elisabetta (1950) e Tatiana (1958), e quindi 5 nipoti e 3 pronipoti. 

Nel 1979 il Principe ha fondato l'Associazione della Famiglia Romanov, che riunisce molti discendenti in linea maschile dello Zar Nicola II.
A Londra, i nuovi editori dell'Almanacco del Gotha lo riconoscono come Capo della Dinastia.

A parte la sua conoscenza enciclopedica, il Granduca era noto anche per il suo impegno umanitario, e in Russia, ha creato con il fratello la "Fondazione Romanov" che sostiene orfanotrofi e ospedali.

Il Principe Nicola ha visitato per la prima volta la Russia nel giugno 1992.
Nel 1998 guidò il corteo dei Romanov durante il solenne funerale dello Zar Nicola II e della sua famiglia, nella Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo a San Pietroburgo.


martedì, settembre 16, 2014

Il Re Guglielmo Alessandro e la regina Maxima dei Paesi Bassi alla cerimonia di apertura dell'Anno Parlamentare.

16 settembre 2014

Le Loro Maestà il Re Guglielmo Alessandro e la regina Maxima dei Paesi Bassi, insieme alle Loro Altezze Reali il Principe Costantino e la principessa Laurentien, hanno partecipato all'apertura del 2014 Prinsjesdag al Ridderzaal a Den Haag.

Durante l'apertura del nuovo anno parlamentare del Staten-Generaal (Senato olandese e Camera dei Rappresentanti) Sua Maestà ha pronunciato un discorso che delinea la politica del governo per il prossimo anno, focalizzando gli attuali problemi del mondo.

La Regina Maxima ha accompagnato il re indossando un abito di Valentino, e in questa occasione Guglielmo e Maxima hanno attraverso L'Aja nella carrozza d'oro, riservata ai sovrani, applauditi da migliaia di persone, per ritornare al Palazzo Noordeinde in Den Haag .

Dal balcone del Palazzo Reale i sovrani hanno salutato il popolo olandese, insieme al Principe Costantino ed alla principessa Laurentien.

VIDEO

Il discorso del Re


lunedì, settembre 15, 2014

110 Anniversario della nascita di Re Umberto II

15 SETTEMBRE 1904

Dopo il Referendum Monarchia-repubblica (la repubblica nasce con brogli, sangue e un colpo di Stato) Sua Maestà il Re Umberto II decise di lasciare l'Italia per evitare ulteriori scontri nel Paese.

Condannato nel 1947 ad un ingiusto esilio, fu sempre Re nel comportamento, nello spirito, in tutti i suoi atti fino alla morte a Ginevra il 18 marzo 1983.

Umberto II, come tutti i Sovrani che l'hanno preceduto, fa parte della Storia della nostra Patria.

Aspettiamo che questa "piccola repubblica" faccia finalmente rientrare al Pantheon di Roma, in Italia, le salme di tutti i Re e Regine d'Italia.


Umberto di Savoia Umberto II, Re d’Italia
Nato a Racconigi (Cuneo) il 15 settembre 1904
Si sposa a Roma con Maria José l’8 gennaio 1930
Luogotenente Generale del Re il 5 giugno 1944
Re d’Italia dal 9 maggio 1946 al 18 marzo 1983

domenica, settembre 14, 2014

Il Principe Harry festeggia il suo 30° compleanno

15 settembre 2014

Il Principe Harry è nato a Londra il 15 settembre 1984.

Harry è il figlio secondogenito di Carlo, principe di Galles (erede al trono britannico) e della scomparsa principessa Diana, nonché nipote della regina Elisabetta II del Regno Unito e del principe Filippo, duca di Edimburgo.

Dopo la nascita del principe Giorgio, figlio del fratello William, Harry è 4° in linea di successione al trono del Regno Unito e degli Stati del Commonwealth, ma dopo la nascita del secondo figlio di William e Kate, sarà 5°.

Il 10 settembre a Londra, Sua Altezza Reale il Principe Harry del Galles, insieme al Principe Carlo, la Duchessa di Cornovaglia e il Duca di Cambridge, aveva partecipato alla cerimonia di apertura "Invictus Games".
Prima della inaugurazione il principe Harry aveva incontrato i capitani delle squadre che partecipano a Invictus Games, i giochi paralimpici tra reduci militari feriti in guerra.

Tanti Auguri Altezza!!

La Regina Letizia di Spagna compie 42 anni

15 settembre 2014

Sua Maestà la Regina Letizia, consorte del Re Felipe VI di Spagna, festeggia il suo 42° compleanno.
Questo è il suo primo compleanno da Regina !

Di solito le Regina celebrano il compleanno in privato, ma questa volta la Regina Letizia ha in agenda un impegno formale al Senato dove presiederà e consegnerà il Premio Luis Carandell ai giornalista, tenendo un discorso.

Anche quest'anno, come l'anno scorso, alla vigilia del suo compleanno, Letizia ha accompagnato al loro primo giorno di scuola le figlie Leonor e Sofia.

Letizia è nata il 15 settembre 1972 a Oviedo, Asturias, Spagna.

Il 1º novembre del 2003 fu la stessa casa reale spagnola ad annunciare il fidanzamento di Letizia Ortiz con il principe delle Asturie Felipe di Borbone.

Nel 2004 ha sposato il principe ereditario Felipe di Spagna.
La coppia ha due figlie, Leonor 7 anni e Sofia 5 anni.

Dopo la abdicazione di Re Juan Carlos, il 19 giugno 2014 nel Palazzo del Congresso dei deputati si è svolta la solenne cerimonia del ​Giuramento e Proclamazione​ di Sua Maestà il re Filippo VI.


venerdì, settembre 12, 2014

Cerimonia di apertura di "Invictus Games" allo Stadio Olimpico Regina Elisabetta

10 settembre 2014

A Londra, Sua Altezza Reale il Principe Harry del Galles, le Loro Altezze Reali il Principe Carlo di Galles, la Duchessa di Cornovaglia, Sua Altezza Reale il Duca di Cambridge hanno presieduto la cerimonia di apertura "Invictus Games", che durerà fino al 14 settembre e che ospita 13 paesi diversi.

La Duchessa Catherine non era presente alla inaugurazione a causa della sua gravidanza.


Anche Sua Altezza Reale il principe ereditario Federico di Danimarca era presente, che è venuto per incoraggiare i soldati danesi che partecipano alle competizione sportiva.

La cerimonia di apertura si è svolta allo Stadio Olimpico Regina Elisabetta.

Prima della inaugurazione il principe Harry aveva incontrato i capitani delle squadre che partecipano a Invictus Games, i giochi paralimpici tra reduci militari feriti in guerra.

Nel video c'è il discorso del principe Harry durante la cerimonia di apertura.
Al termine del discorso, il principe Harry ha ricevuto un enorme applauso da parte del pubblico.

VIDEO


giovedì, settembre 11, 2014

Il Re di Spagna apre l'anno giudiziario 2014-2015

10 settembre 2014


Sua Maestà il Re Filippo VI di Spagna si è recato al Palacio de Justicia, la sede della Corte Suprema di Madrid, per presiedere l'apertura dell'anno giudiziario 2014-2015.

Indossata la toga e il Gran Collare di Giustizia, Sua Maestà è entrato nella sala plenaria e quindi ha aperto la sessione.


Una volta conclusi gli interventi, Sua Maestà il Re Felipe ha dichiarato aperto l'anno giudiziario 2014-2015.

LINK
Apertura del Año Judicial 2014/2015

Sua Altezza Imperiale la Principessa Akishino festeggia il suo 48° compleanno

11 settembre 2014

La principessa Akishino è nata a Tokyo, l'11 settembre 1966, ed è la moglie del Principe Akishino, il secondogenito dell'imperatore Akihito e dell'imperatrice Michiko del Giappone .
È nota in modo informale come Principessa Kiko.

Il Principe e la Principessa Akishino hanno due figlie e un figlio:
la Principessa Mako
la Principessa Kako
il Principe Hisahito,  terzo in linea di successione al trono del crisantemo, che ha compiuto 8 anni pochi giorni fa.


La Regina Paola festeggia il suo 77° compleanno

11 settembre 2014

La Regina Paola è nata 11 Settembre 1937 a Forte dei Marmi, in una delle più antiche famiglie aristocratiche italiana.
E' la più giovane figlia del Principe Fulco Ruffo di Calabria, aviatore eroe della prima guerra mondiale, e della contessa Luisa Gazzelli.
Paola ha anche origini belghe, la sua nonna paterna, Laura Mosselman du Chenoy era belga.

Paola trascorre la sua giovinezza a Roma, dove nel 1958, in occasione dell'incoronazione di papa Giovanni XXIII, incontra Alberto del Belgio ad un ricevimento presso l'ambasciata del Belgio, il futuro Re dei Belgi, allora Principe di Liegi.

Alberto e Paola si sposano il 2 luglio 1959 a Bruxelles e dalla loro unione sono nati tre figli:
Re Filippo (15 aprile 1960), la Principessa Astrid (5 giugno 1962) e il principe Laurent (19 ottobre 1963).


mercoledì, settembre 10, 2014

La Principessa Mary di Danimarca alla Fondazione Carlsberg

9 settembre 2014

A Copenaghen, Sua Altezza Reale la Principessa Mary di Danimarca ha consegnato i premi della Fondazione Carlsberg a dei ricercatori.

Alla serata si è svolta una cena di gala organizzata dalla Carlsberg Foundation, alla presenza della Principessa Mary di Danimarca.


Ad una cena di gala si è svolta una cerimonia di premiazione e un assegno dall'importo di 2 milioni di DKK è stato devoluto allo scienziato che lavora al Copenhagen University Hospital e al dottore in Filosofia. Jesper Ryberg, dell'Università di Roskilde.

I Premi della Carlsberg Foundation mirano a fornire supporto ai ricercatori attivi in ​​Patria o all'Estero, che hanno contribuito in modo significativo alla ricerca di base.

LINK
CARLSBERGFONDETS FORSKNINGSPRIS 2014


Sua Maestà la Regina Margherita II di Danimarca è in visita di 2 giorni a Berlino, invitata dal presidente tedesco.

9 - 10 settembre 2014




La regina Margherita di Danimarca è stata accolta dal presidente tedesco Joachim Gauck e poi la Regina ha incontrato anche il Principe George e la Principessa Sofia di Prussia.

La regina ha visitato la "Sea Stallion" la più grande nave vichinga ricostruita, insieme al Presidente federale.
La regina e il presidente sono saliti a bordo della nave sul fiume Spree di Berlino. La nave, che è una ricostruzione di una nave vichinga originale, fa parte dellla mostra dal titolo "I Vichinghi".
In seguito la regina ha visitato la mostra dedicata ai vichinghi "Die Wikinger", creata in collaborazione tra il Museo di Vor und Frühgeschichte di Berlino, il British Museum e il Museo Nazionale di Copenaghen.

A Berlino il secondo appuntamento è stata la visita allo studio dell'artista Olafur Eliasson .

La prima giornata si è conclusa con una cena offerta dal Presidente tedesco in onore della Regina danese al castello di Bellevue.

Al secondo giorno a Berlino, la Regina Margherita II  ha visitato il Neues Museum - dove c'è il famoso busto di Nefertiti - e quindi è stata ricevuta in Municipio. Accompagnata dal sindaco Klaus Wowereit di Berlino, la sovrana danese ha visitato la famosa Porta di Brandeburgo.

Quindi la Regina ha visitato il parco del castello di Potsdam, nel Brandeburgo, accompagnata dal ministro dell'Interno Dietmar Woidke.

VIDEO

martedì, settembre 09, 2014

Il principe Harry incontra i capitani delle squadre che partecipano a Invictus Games.

9 settembre 2014

Sua Altezza Reale il principe Harry, anche lui militare, che in Afghanistan aveva pilotato elicotteri da combattimento Apache, ha sempre aiutato i soldati feriti in battaglia ed è lo sponsor perfetto per lanciare gli  "Invictus Games", i giochi paralimpici tra reduci militari feriti in guerra .

Il principe Harry ha incontrato i capitani delle squadre che parteciperanno alla prima edizione di Invictus Games.

Al suo arrivo, il principe Harry ha incoraggiato la gente a comprare i biglietti per le partite e far rivivere lo spirito olimpico dai Giochi Olimpici di Londra 2012.

Harry ha incontrato il team capitani di tutti i 13 paesi concorrenti. Poi ha posato per una foto insieme a tutti loro.

Invictus Games ha rilasciato un video con il principe Harry che ha detto :
"Mi piacerebbe estendere il più caloroso benvenuto a tutti i concorrenti che partecipano ai Giochi Invictus che sono ora arrivati ​​a Londra. So quanto sia stato difficile lavorare nel corso degli ultimi mesi e il pubblico britannico - anzi il mondo - non vede l'ora di vedervi competere in questi giorni nella capitale della nostra nazione. Per tutti coloro che stanno ancora pensando di acquistare i biglietti per i Giochi - non esitate. E' una occasione che non si deve perdere".

Anche il capitano e portabandiera della squadra italiana, la Medaglia d'Oro al Valor Militare Gianfranco Paglia, ha incontrato il principe Harry al quale ha lanciato un appello : di "battersi affinché anche gli altri Paesi diano la possibilità ai militari con disabilità di rientrare in servizio. Questa sarebbe la vittoria più bella e più vera".

VIDEO

Il Principe Federico di Danimarca era andato al circuito di F1 di Monza.

7 settembre 2014

Sua Altezza Reale il principe ereditario Federico di Danimarca era entusiasta della visita al Gran Premio di Formula 1 di Monza.

E' arrivato poco prima di pranzo, ha ricevuto il pass dei VIP ed è stato accolto dal pilota Kevin Magnussen dove ha visitato il garage della McLaren .

"E' stato fantastico incontrare Kevin Magnussen. Ho grande rispetto per lui", ha detto il principe ereditario Federico del suo incontro con il pilota della Formula 1.

"Il giovane pilota ha addosso una grande responsabilità, e ha tutta la mia solidarietà e il mio sostegno", ha aggiunto il principe ereditario.

Il principe ereditario ha anche visto l'umore della squadra McLaren su Kevin Magnussen.
"Mi sembra che ci sia una grande atmosfera intorno a lui, ed lui certamente offre quello che la McLaren stava cercando".

L'inglese Lewis Hamilton, su Mercedes, ha vinto il Gran Premio d'Italia di Formula 1, a Monza, davanti al compagno di squadra Nico Rosberg. Terzo è il brasiliano Felipe Massa su Williams.
Kimi Raikkonen con la Ferrari è decimo al traguardo, ma grazie alla penalizzazione di Magnussen finisce nono.

LINK
http://www.bt.dk/formel-1/kronprinsen-moedte-magnussen-jeg-har-meget-stor-respekt-for-ham


lunedì, settembre 08, 2014

Il Principe Nicola di Romania ad una gara di triathlon

6 settembre 2014

Sua Altezza Reale il il principe Nicola di Romania ha partecipato alla più grande competizione sportiva di massa in Europa orientale e nei Balcani, la Triathlon di Mamaia, nel Mar Nero.

SAR il Principe Nicola di Romania ha gareggiato nella staffetta ciclistica, percorrendo una pista ciclabile di 20 chilometri.

Il giorno successivo, Sua Altezza Reale ha consegnato i premi ai triatleti più veloci.

La Triathlon di Mamaia era al settimo edizione alla quale hanno partecipato 1.000 atleti provenienti da tutto il mondo, appassionati di nuoto, ciclismo e corsa.

In questa occasione, il principe Nicola e l'Associazione della Vecchia Corte, sotto l'Alto Patronato di Sua Altezza Reale, ha lanciato "In Bici per i Libri dei Bambini".
Il progetto è un tour in bicicletta di beneficenza in cui i partecipanti delle comunità locali andranno in bici, insieme con il principe Nicola, in 10 contee .

L'evento avrà inizio nel mese di aprile del prossimo anno e mira a raccogliere fondi per promuovere la lettura tra i bambini, che provengono da ambienti svantaggiati in Romania, e combattere l'analfabetismo.

LINK
Principele Nicolae, la Triathlon Challenge Mamaia

Il Duca e la Duchessa di Cambridge sono in attesa del loro secondo figlio.

8 settembre 2014

Clarence House ha annunciato che Catherine e William sono in attesa del loro secondo figlio e la notizia è giunta oggi alle 10.30.


Come era prevedibile, la notizia ha subito fatto il giro del mondo : l’annuncio su Facebook è stato condiviso migliaia di volte e la pagina è stata sommersa da centinaia e centinaia di commenti di auguri alla Duchessa, che sarà madre per la seconda volta.

Dopo l'annuncio della prima gravidanza di kate, pubblicato il 3 dicembre 2012, ecco il secondo:

Le Loro reali altezze il duca e la duchessa di Cambridge sono lieti di annunciare che la duchessa di Cambridge è in attesa del secondo figlio.

La Regina ed i membri di entrambi le famiglie sono felici della notizia.

Come per la sua prima gravidanza, la Duchessa è affetto di Hyperemesis Gravidarum. Sua altezza reale non accompagnerà più il Duca di Cambridge nel loro impegno previsto oggi a Oxford. La duchessa di Cambridge viene seguita da medici a Kensington Palace.



Di solito le gravidanze reali sono annunciate 3 mesi prima della nascita, ma l'annuncio è arrivato già oggi perché la duchessa, come nelle prima gravidanza, soffre di iperemesi gravidica, una forma molto pronunciata di nausea, che le impedisce di partecipare agli impegni.
Per questo motivo Catherine ha deciso di non accompagnare oggi, come previsto, il principe William per una visita a Oxford.

La duchessa di Cambridge è in cura da medici a Kensington Palace. I suoi medici sono il ginecologo chirurgo alla Regina, Alan Farthing, e il ginecologo chirurgo di casa reale, Guy Thorpe-Beeston.

La duchessa è probabilmente al secondo o terzo mese di gravidanza, e quindi il bambino potrebbe nascere a marzo o aprile 2015. 
Il bambino sarà il quarto nella linea al trono britannico, dopo il Principe Carlo, suo padre William, e suo fratello George. 

Anche sul profilo ufficiale della monarchia inglese è stata riportata la gioia della Regina e della famiglia reale, che si dichiarano felicissimi del lieto annuncio:


Anche il primo ministro inglese, David Cameron, appena saputo della seconda gravidanza di Kate Middleton ha pubblicato sul suo profilo ufficiale di Twitter di essere felice della notizia :



domenica, settembre 07, 2014

Re Vittorio Emanuele III trasferisce lo Stato da Roma a Brindisi e salva l'Italia! 

La cosiddetta "fuga del Re" è una falsa interpretazione storiografica imposta da chi vuole screditare la Monarchia.

8 settembre 1943

In seguito all'armistizio dell'8 settembre il Re Vittorio Emanuele III aveva l'obbligo di evitare che l’Italia cadesse in balia dei tedeschi o degli angloamericani - che avrebbero creato un governo fantoccio ai propri ordini - e per dare continuità alle istituzioni Italiane legittime, decise di trasferire lo Stato da Roma a Brindisi.

Non potendo difendere Roma - dichiarata "città aperta" - e dove il Re sarebbe stato catturato dai nazisti, la Puglia offriva la possibilità di trasferire lo Stato in una zona sempre italiana e libera, e con il "trasferimento a Brindisi" il Re e il Governo italiano riuscirono a rimanere gli unici interlocutori legittimi per gli anglo-americani e impedirono che l’Italia venisse smembrata.

Questo trasferimento più tardi permise al nostro Paese di sottoscrivere un trattato di pace che, per quanto severo e doloroso, salvò il riconoscimento dell’Italia come nazione, a differenza di quanto accadde a Germania e Giappone (la prima divisa in due e controllata delle forze militari alleate, il secondo controllato dagli USA fino al 1952)

Anche l’accusa rivolta a Vittorio Emanuele III di aver lasciato l’esercito senza ordini alla data dell’armistizio è sbagliata e di parte, furono proprio i nazisti e fascisti a sostenere questa accusa.

Vittorio Emanuele III a Brindisi
Intanto in una Monarchia Costituzionale il Re, pur essendo nominalmente capo delle forze armate, non interviene direttamente nell’azione di comando, ma è il Governo che prende le decisioni finali, dopo aver ascoltato il comando delle forze armate sempre affidato alle persone più tecnicamente preparate.
Quindi il Re non poteva avere alcuna responsabilità e se ci fossero state delle colpe queste erano di Badoglio e dei Generali.

Ma non solo perché gli ordini c'erano ed erano chiari. Fu solo la propaganda anti-monarchica che affermò il contrario, contribuendo tra l’altro a coprire chi non aveva compiuto il proprio dovere.

Dopo la proclamazione dell’armistizio si sapeva bene che i tedeschi avrebbero subito aggredito l’Italia.
Inoltre, tenendo conto del patto d’alleanza stipulato il 22 Maggio 1939, l’Italia non poteva attaccare i tedeschi per il solo fatto di aver chiesto un armistizio agli angloamericani, ma si poteva ordinare di attaccare i tedeschi solo se fossero stati i tedeschi ad attaccare per primi gli italiani.
Ecco il significato della frase chiave di quel proclama: “le forze armate Italiane reagiranno ad attacchi di qualunque altra provenienza”.
Un significato ben chiaro a chiunque, dal Generale al più piccolo soldato.

La storia imposta dal regime repubblicano sugli eventi del'8 settembre è chiara: molti partiti, che erano per la repubblica, approfittarono del clima di confusione, peraltro inevitabile, di quel momento per sbarazzarsi del Re e della Monarchia.

Questa propaganda anti-monarchica serviva per convincere molti italiani a votare per la repubblica nel referendum istituzionale.
Se non ci fosse stata questa feroce propaganda contro il Re, colpevole di essere scappato da Roma, la monarchia avrebbe stravinto nel referendum istituzionale e l'Italia sarebbe rimasta un Regno.

Nonostante il clima ostile nei confronti della Corona - voluto da comunisti, repubblichini e dai vertici della democrazia cristiana - la maggioranza degli italiani votarono per la Monarchia.
Ho scritto che la maggioranza degli italiani votarono per la Monarchia perché la repubblica vinse il referendum del 2 giugno solo con i brogli e non fu mai proclamata!

Quindi Re Vittorio Emanuele III trasferendo lo Stato da Roma a Brindisi salvò l'Italia.

Ecco alcuni pareri insospettabili di favoritismo monarchico.

- Sergio Romano (Corriere della Sera, 23-06-06):
debbo chiedermi cosa sarebbe successo se il Re fosse rimasto nella capitale e fosse caduto, com'era probabile, nelle mani dei tedeschi. Vi sarebbero state nei mesi seguenti un'Italia fascista governata da Mussolini e un'Italia occupata dagli alleati, priva di qualsiasi governo nazionale.
La fuga, fra tante sventure, ebbe almeno l'effetto di conservare allo Stato un territorio su cui sventolava la bandiera nazionale. Non è poco.

- Carlo Azeglio Ciampi, allora Presidente della Repubblica:
il Re ha salvato la continuità dello stato (il governo italiano colmò l'incombente vuoto istituzionale, imponendosi agli alleati quale unico interlocutore legittimo).

- Lucio Villari (Corriere della Sera, 09-08-2001):
Sono, in proposito, assolutamente convinto che fu la salvezza dell'Italia che il Re, il governo e parte dello stato maggiore abbiano evitato di essere afferrati dalla gendarmeria tedesca e che il trasferimento (il termine "fuga" è, com'è noto, di matrice fascista e riscosse e riscuote però grande successo a sinistra) a Brindisi gettò, con il Regno del Sud, il primo seme dello stato democratico e antifascista ed evitò la terra bruciata prevista, come avverrà in Germania, dagli alleati.


Infine non è vero che a Roma non rimase neanche un membro di Casa Savoia
Ecco cosa disse in una delle sue memorie il colonnello delle SS Eugen Dollmann :
La famiglia reale e Badoglio nel frattempo erano partiti, con somma delusione del cosiddetto gruppo estremista del quartier generale di Kesselring […] Ma non trovarono che il genero del Re, il generale Calvi di Bergolo, il cui sacrificio morale ha un valore che gl'italiani non dovrebbero dimenticare. […] Secondo il maresciallo ed i suoi più intimi collaboratori, la monarchia aveva salvato l'unità d'Italia abbandonando Roma, e salvato Roma lasciandovi un membro di casa Savoia.

Per chi non lo sapesse Giorgio Carlo Calvi di Bergolo era marito della principessa Iolanda di Savoia.


Il Re della Malesia in visita di stato in Cina

3-8 settembre 2014

Il presidente cinese Xi Jinping ha incontrato il Re della Malesia, Abdul Halim Shah Mu'adzam, nella Grande Sala del Popolo di Pechino.

Il Re e la Regina della Malesia sono in visita di Stato in Cina, in occasione del 40° anniversario delle relazioni diplomatiche tra i 2 Paesi.

Sua Maestà il Re della Malesia ha anche incontrato il premier cinese Li Keqiang ad una riunione a Zhongnanhai a Pechino, Cina.

La visita del re della Malesia in Cina, dal 3 settembre al 8 settembre, ha lo scopo di rafforzare i contatti diplomatici e commerciali tra i due Paesi.
La Cina si è anche impegnata a fornire assistenza e coordinamento nella ricerca dell’aereo della Malaysian Airlines, volo MH370, scomparso nel mese di marzo scorso, sul quale viaggiavano numerosi cittadini cinesi.

LINK
http://english.cntv.cn/2014/09/04/VIDE1409831400780288.shtml

Related Posts with Thumbnails